Il Comune di Sezze 

comunicati stampa 2016- 2017

www.comune.sezze.lt.it

>>> archivio

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2008 - 2009

2005 - 2006 - 2007

>>> addetto stampa Serena Rosella

23 maggio 2017

  Patto dei Sindaci - Redazione del PAES  

Patto dei Sindaci: l’Amministrazione Comunale presenta il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile .

Venerdì 26 maggio, alle ore 11.30 presso la Sala dell’Ercole del Museo Archeologico comunale, sarà illustrata nel corso di una conferenza stampa la redazione del PAES (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile).

Il Comune di Sezze con delibera di Consiglio Comunale n. 66 del 28/10/2015 ha aderito al Patto dei Sindaci impegnandosi a predisporre il PAES e a perseguire sul proprio territorio la politica di risparmio energetico al fine di favorire il raggiungimento al 2020 degli obiettivi indicati dal Patto stesso.

L’Ente comunale ha affidato l’attività di redazione del PAES, mediante trattativa diretta sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, alla società SINPRO Ambiente s.r.l. di Vigonovo (VE).

L’Unione Europea ha adottato il 9 Marzo 2007 il documento “Energia per un mondo che cambia”, impegnandosi unilateralmente a ridurre le proprie emissioni di CO2 del 20% entro il 2020 aumentando nel contempo del 20% il livello di efficienza energetica e del 20% la quota di utilizzo delle fonti di energia rinnovabile sul totale del mix energetico.

Il Piano di Azione dell’Unione Europea per l’efficienza energetica “Realizzare le potenzialità” include, nello specifico, come azione prioritaria la creazione di un Patto dei Sindaci.

Attraverso tale patto le città europee partecipanti si impegnano a predisporre un Piano d’Azione vincolante con l’obiettivo di ridurre di oltre il 20% le proprie emissioni di gas serra attraverso l’attuazione di politiche e misure locali che prevedano il ricorso a fonti di energia rinnovabile, capaci di migliorare l’efficienza energetica e di attuare adeguati programmi per il risparmio energetico e l’uso razionale dell’energia.

Alla conferenza interverranno: il Sindaco Andrea Campoli, l’Assessore all’Ambiente Pietro Bernabei, il Consigliere della Provincia di Latina Giovanni Bernasconi e l’Ing. Massimo Brait della società SINPRO Ambiente s.r.l..


9 maggio 2017

  Intitolazione della Sala Sport all’atleta setina Angela Dell’Otto

La cerimonia si terrà venerdì 12 maggio - ore 11.30 - Stadio “A.Tasciotti”

Venerdì 12 maggio, alle ore 11.30 presso lo Stadio “A.Tasciotti” si terrà la cerimonia di intitolazione della “Sala Sport” ad Angela Dell’Otto, giovane atleta della società A.S.D. Nuova Pallavolo Sezze, vittima del terremoto di Amatrice, insieme alla sua famiglia, nell’agosto 2016.

La Commissione Consiliare “Cultura - Sport e Tempo Libero”, infatti, nella seduta di dicembre 2016, all’unanimità ha approvato la proposta dell’Assessore alla Sport Enzo Eramo di intitolare la “ Sala Sport” ad Angela Dell’Otto.

«L’Amministrazione Comunale – ha dichiarato il Sindaco Andrea Campoli - ha voluto ricordare la figura di questa giovane atleta attraverso tale intitolazione per tramandarne il ricordo alle future generazioni, affinché il suo sacrificio continui ad essere testimonianza del dolore provocato dall’evento sismico che ha colpito il Centro Italia nell’agosto 2016». Angela Dell’Otto frequentava l’I.S.I.S.S. “Pacifici e De Magistris” di Sezze ed era un’appassionata atleta che credeva profondamente nei valori  dello sport e del sano agonismo. «Attraverso tale iniziativa – ha dichiarato l’Assessore allo Sport Enzo Eramo – si è voluto rendere omaggio e riconoscenza ad una giovane vita spezzata nel fiore della crescita dal terremoto e ricordata sia dai compagni di classe che dalle amiche sportive quale esempio di gioia, lealtà e trasparenza nei comportamenti. Angela ha lasciato un grande vuoto a chi la conosceva e a tutta la comunità setina».


5 maggio 2017

  Il Comune di Sezze promuove la “Settimana della Cultura”

L’iniziativa si terrà da lunedì 8 fino a domenica 14 maggio

Sarà una settimana quella dall’8 al 14 maggio interamente dedicata alla cultura.

L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione Comunale, è rivolta agli studenti delle scuole elementari e medie del territorio, con il coinvolgimento anche delle famiglie.

Per l’occasione verranno organizzate visite guidate, completamente gratuite, presso i musei della città, quali, il museo archeologico e del giocattolo, il museo della civiltà contadina, il museo diocesano e la casa natale S. Carlo, nonché laboratori di lettura ed incontri con gli autori. Da martedì 9 a domenica 14 maggio, nel corso della mattinata, sono state invece organizzate visite guidate per gruppi scolastici e famiglie presso i musei del territorio comunale.

Nello specifico lunedì 8 maggio la biblioteca comunale di Sezze Scalo ospiterà l’incontro con l’autrice Gioia Marchegiani nell’ambito della rassegna “Nati per leggere”, a cura dell’Associazione Italiana Biblioteche sezione Lazio”.

Nel corso della mattinata è previsto un laboratorio di promozione alla lettura rivolto ai bambini dai 4 ai 5 anni, mentre nel pomeriggio un incontro formativo sulla lettura in età infantile dedicato agli adulti: educatori, bibliotecari e genitori.

Martedì 9 maggio, alle ore 18.00 presso il museo archeologico, sarà presentato il libro “A volte”  di Alessandro Leonoro, promosso della biblioteca comunale di Sezze centro, mentre mercoledì 10 è in programma, alle ore 11.00 presso la biblioteca comunale di Sezze Scalo, l’incontro con Mauro D’Arcangeli e Antonio Scarsella autori del libro “Viaggi nell’Agro Pontino. Vita vitis vinum” nell’ambito della rassegna “BiblioCaffèLetterario”.

Giovedì 11 maggio, alle ore 10.30 presso il museo archeologico di Sezze, si terrà l’incontro “Gli istituti e i luoghi della cultura” nel quale interverranno: il Sindaco Andrea Campoli, il Direttore della Compagnia dei Lepini Fabrizio Di Sauro, il Direttore del Museo Diocesano Don Massimiliano di Pastina, la Responsabile della biblioteca comunale di Sezze Scalo Loredina Macera, la Responsabile del Centro Studi “S. Carlo” da Sezze Antonella Bruschi, il Presidente dell’Ass.ne “Le Dicarcie” Francesco Petrianni e studenti del liceo classico e scientifico che hanno svolto alternanza scuola lavoro nei musei e nelle biblioteche di Sezze.

Venerdì 12 maggio, alle ore 10.00, la biblioteca comunale di Sezze Scalo ospiterà Nadia Terranova per un laboratorio di scrittura creativa e fantasiosa con i bambini attraverso giochi e percorsi di immaginazione a cura dell’Ass.ne Piccoli Maestri.

Nel pomeriggio, invece, alle ore 18.00 presso il Museo Archeologico, sarà presentato il libro “Commedie e drammi” di Giancarlo Loffarelli; nel corso della serata l’Ass.ne Le Colonne leggerà alcuni brani tratti dall’opera.

Seguiranno momenti teatrali a cura dell’Ass.ne Giotto, Parsifal e della Compagnia I Colti e magnati.

Per informazioni rivolgersi a Ufficio Cultura

tel. 0773.8081-703   e-mail servizicultuta@comune.sezze.lt.it 


4 maggio 2017

Il Sindaco Andrea Campoli presenta la relazione di fine mandato ai cittadini di Sezze

 venerdì 5 maggio alle ore 17.30 presso l’Auditorium “M. Costa”

Una relazione di fine mandato in cui saranno presentati ai cittadini di Sezze i risultati conseguiti e le azioni intraprese nel corso degli ultimi dieci anni di governo.

Questo il tema dell’incontro pubblico previsto per venerdì 5 maggio, alle ore 17.30, presso l’Auditorium “M. Costa”.

«In questi dieci anni – ha dichiarato il Sindaco Andrea Campoli - si è dipanato un lavoro continuo e intensissimo, i cui frutti ritengo siano stati all’altezza dei tempi che abbiamo vissuto e della profondità delle problematiche che abbiamo affrontato. Un grande lavoro di squadra, nella convinzione che non possano esserci uomini soli al comando e nella consapevolezza di aver cooperato con una classe dirigente, di ogni parte politica, totalmente compenetrata nel servizio alla propria comunità. A loro va la mia gratitudine ed il riconoscimento di aver avuto il merito di perseguire l’interesse generale in ogni momento e circostanza. Restano la grande soddisfazione e l’orgoglio di aver servito con rettitudine la mia comunità, nel segno ed in continuità con la storia politica di questa città e dei suoi straordinari protagonisti. Non potrà esserci mai abbastanza gratitudine verso i miei concittadini, tutti e ciascuno, per l’alto onore di averli rappresentati in questi lunghi dieci anni, nella speranza di aver ripagato la fiducia che in me è stata riposta.Concludo questa esperienza con la coscienza serena e con la consapevolezza di aver speso ogni energia, totalmente sottratta alla mia professione e spesso alla mia famiglia, pur di compiere fino in fondo il mio dovere. Inevitabilmente si chiude un ciclo affinché possa aprirsene un altro, nella certezza che questa comunità possieda le risorse, le capacità e le eccellenze per continuare a crescere e a guardare speranzosa verso un futuro di progresso».


31 marzo 2017

 L’Amministrazione Comunale chiede la proroga del servizio di irrigazione anno 2017 al Consorzio di Bonifica dell’Agro Pontino

L’Amministrazione Comunale rende noto che, attraverso una nota inviata dall’Assessore all’Attività Produttive Antonio Di Prospero, è stata richiesta la proroga del servizio di irrigazione anno 2017 al Consorzio di Bonifica dell’Agro Pontino.

Tale necessità si pone per consentire una maggiore informazione di tale scadenza agli agricoltori, così da consentire a tutti i conduttori di terreni agricoli di uniformarsi in maniera corretta alla normativa vigente.

L’Amministrazione Comunale è certa, alla luce della sensibilità sempre dimostrata dalla dirigenza del Consorzio di Bonifica, che tale istanza sarà favorevolmente accolta così da agevolare le centinaia di produttori agricoli coinvolti.


29 marzo 2017

  Aspettando la 48° Sagra del Carciofo con le iniziative culturali

Mancano ormai pochi giorni alla XLVIII  Sagra del Carciofo.

La manifestazione organizzata dall’Amministrazione Comunale per domenica 2 aprile sarà anticipata, come da tradizione, da alcuni importanti appuntamenti, che metteranno al centro aspetti della storia, della cultura e della tradizione locale.

Giovedì 30 marzo, alle ore 21.00 presso la sala polifunzionale “Colonne di Tito”, è in programma “Sezze in Sagra” con scenette teatrali e intrattenimento a cura di associazioni e gruppi locali.

Venerdì 31 marzo, alle ore 17.30 presso l’Auditorium “M. Costa”, l’appuntamento è invece con  il Centro socio-educativo “C. Tamantini” che proporrà “Sezze Bello”.

Protagonisti dello spettacolo saranno, quest’anno, solo i bambini che frequentano la struttura dal momento che i ragazzi diversamente abili, utenti del centro, sono stati impegnati lo scorso 26 marzo nella rappresentazione teatrale dal titolo “I peccato d'esse beglio”, che ha riscosso un grande successo ed una viva partecipazione, chiudendo la rassegna teatrale invernale promossa dal Comune di Sezze.

Ospiti dell’evento la classe V della scuola “Bambin Gesù”, che arricchiranno la serata con varie performance teatrali, e gli alunni delle classi IV e V sezioni A, B e C che hanno partecipato al concorso letterario dal titolo “Poesia…al Centro” promosso dagli educatori del Centro Tamantini.

Sabato 1 aprile, alle ore 18.00 presso la sala polifunzionale “Colonne di Tito”, ci attende la commedia teatrale dal titolo “Girolamo e Marietta” a cura della classe V del plesso di Melogrosso dell’I.C. “Valerio Flacco”.

Domenica 2 aprile, invece, sarà il momento clou della Sagra del Carciofo, giornata in cui associazioni culturali, istituzioni scolastiche, produttori agricoli, ristoratori, commercianti e cittadini insieme al Comune di Sezze daranno vita ad una grande kermesse capace di valorizzare e promuovere le bellezze della città.

«L’organizzazione della Sagra del Carciofo – ha dichiarato il Sindaco Andrea Campoli- è un lavoro corale che, dagli anni ‘70, si realizza con il prezioso contributo delle associazioni, delle aziende agricole, degli esercenti locali e di semplici cittadini. Un sentito ringraziamento agli istituti scolastici del territorio, ai dirigenti, agli insegnanti e ai bambini che, con grande entusiasmo, continuano a portare avanti nelle diverse espressioni artistiche le antiche tradizioni setine. Infine, ringrazio anche gli enti patrocinanti, gli sponsor, le forze dell’ordine e gli uffici comunali preposti alla macchina organizzativa. La Sagra del Carciofo costituisce, insieme alla Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo, una delle eccellenze della nostra comunità. Per questo rivolgo a voi tutti l’invito a tornare a Sezze il prossimo 14 aprile, per partecipare alla Passione del Venerdì Santo, un momento da vivere davvero particolare, dal profondo senso religioso».

L’Assessore allo Sviluppo Locale Antonio Di Prospero ha ringraziato gli agricoltori locali, che nonostante la crisi, continuano ad investire risorse nel comparto agricolo, vera ricchezza del territorio.

«L’Amministrazione – ha concluso Di Prospero- sarà presente a tutte le iniziative, promuovendo, in sinergia con i produttori, interventi finalizzati all’innovazione ed allo sviluppo tecnologico del settore agricolo. Ringrazio, in particolare, le forze dell’ordine che potranno godere meno della giornata di domenica 2 aprile, assicurando, con il loro prezioso lavoro, il regolare svolgimento della manifestazione». 


16 marzo 2017

  Incontro in Regione per il PRG

Oggi una delegazione del Comune di Sezze è stata ricevuta dall’Assessore alle Politiche del territorio Michele Civita

In data odierna la delegazione individuata dal Consiglio Comunale del 02 marzo scorso, composta dal Sindaco Andrea Campoli e dai Consiglieri Titta Giorgi e Serafino Di Palma, oltre al tecnico incaricato Arch. Gianfranco Di Gregorio, ha incontrato l’Assessore Regionale alle Politiche del territorio, Michele Civita, per esaminare le problematiche legate all’iter di approvazione del nuovo PRG di Sezze.

Grande disponibilità è stata riscontrata nell’esame delle possibili soluzioni alle problematiche emerse nell’esame del nuovo strumento urbanistico, che dovrà essere ulteriormente vagliato e approfondito prima della definitiva approvazione da parte del Consiglio Comunale di Sezze.

In particolare è stata valutata la procedura per l’approvazione della VAS (Valutazione Ambientale Strategica), presupposto fondamentale nella definizione completa della nuova pianificazione urbanistica, ed elemento di grande complessità che va articolato e definito in maniera globale ed esaustiva.

A tal proposito l’impegno assunto dall’Amministrazione Comunale è stato quello di approvare in Consiglio Comunale nel più breve tempo possibile e, comunque, entro la fine della consiliatura, il cosiddetto “Rapporto Ambientale di Sintesi nel corso del procedimento VAS”, che rappresenta il corretto avvio di questa ulteriore fase autorizzatoria.

Un incontro positivo, dunque, che ha rispettato appieno la volontà e l’indirizzo della massima Assise Cittadina, che ha espresso, in maniera unanime, la ferma volontà di accelerare il più possibile la definitiva approvazione di questo essenziale strumento di governo del nostro territorio e del suo sviluppo.

«Quella di oggi è stata una giornata positiva – ha dichiarato il Sindaco Andrea Campoli -  che segna un punto di svolta nell’ambizioso tentativo di recuperare il tempo finora trascorso  e dotare definitivamente la città di Sezze di questo nuovo strumento urbanistico. Va dato atto del rinnovato impegno dei tecnici incaricati e dell’attuale dirigente dell’UTC, Dott.ssa Gloria Di Rini, che hanno posto questo tema come una priorità assoluta».


15 marzo 2017

Concorso per Istruttore Direttivo Tecnico: il Comune di Sezze non è alla ricerca di un dirigente per l’ufficio tecnico

 « Il Comune di Sezze non è alla ricerca di un dirigente per l’ufficio tecnico; il concorso indetto, infatti, riguarda il reclutamento di una figura di Istruttore Direttivo Tecnico, dando seguito a quanto già espresso in sede di approvazione del Piano del fabbisogno triennale del personale per gli anni 2016-2018, approvato con Delibera di Giunta n. 99 del 09/09/2016. Certamente è sfuggito agli interroganti Consiglieri che il Regolamento Comunale dagli stessi richiamato “Titoli di studio e materie di esame”, a cura del prof. Papadia (pag. 10, Istruttore Direttivo tecnico Cat. D, Titolo di studio richiesto: diploma di geometra e con tre anni di esperienza o diploma di Laurea Breve, titolo di servizio – iscrizione all'albo dei geometri), non è più vigente in questo Comune da qualche tempo».
Queste le parole del Sindaco Andrea Campoli a seguito dei diversi articoli apparsi sulla stampa locale inerenti le interrogazioni presentate dai Consiglieri Brandolini, Di Palma e Moraldo in riferimento al concorso pubblico indetto.

«Il Regolamento stesso – continua il Sindaco – è stato abrogato dall’approvazione dei successivi regolamenti di riferimento ai quali ci si è attenuti, dando puntuale applicazione a quanto previsto dalla normativa vigente in materia, per la stesura del bando di concorso. Mi preme, inoltre, sottolineare che la necessità di adottare i nuovi regolamenti è derivata dalle modificazioni legislative intervenute in questi anni. In conclusione, nell'espletamento delle formalità previste per il concorso pubblico per Istruttore Direttivo Tecnico, l’Ente non ha disatteso quanto previsto dalla normativa di riferimento».


8 marzo 2017

Inaugurato l’ufficio UMA

La cerimonia si è svolta martedì 07 marzo presso l’ex colonia agricola

Martedì 7 marzo è stato inaugurato l’ufficio UMA presso l’ex colonia agricola sita in Via Migliara 45. Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti diversi amministratori, tra cui l’Assessore allo Sviluppo Locale Antonio Di Prospero e il Presidente della Commissione Consiliare “Attività Produttive” Luciana Lombardi, nonché imprenditori agricoli locali.

«La scelta di trasferire tale servizio in questa struttura – ha dichiarato il Sindaco Andrea Campoli- rappresenta una scelta di grande valore anche dal punto di vista simbolico, poiché è il primo passo della volontà di continuare ad investire su questo straordinario patrimonio. L’ex colonia agricola, infatti, con la ristrutturazione completa del casale costituisce una grande risorsa a disposizione della comunità e in particolar modo del comparto agricolo e che, se ben sfruttato, attraverso un attento lavoro di progettazione, potrà diventare un volano per l’economia del nostro territorio. A tal proposito i fondi del PSR e delle misure che saranno bandite dalla Regione nei prossimi mesi dovranno essere sfruttate al meglio per consentire che questo bene potrà essere valorizzato nella maniera migliore possibile. L’ufficio UMA, quindi, rappresenta l’avamposto di un disegno molto più ampio di valorizzazione e di rilancio dell’agricoltura attraverso lo sfruttamento dell’ex colonia agricola e dei suoi 15 ettari di terreno di proprietà dell’Amministrazione Comunale».


14 febbraio 2017

Piano di localizzazione impianti telefonia mobile

Il Comune di Sezze si doterà presto di un “Piano di Localizzazione degli impianti per telefonia mobile” e relativo Regolamento di attuazione.

Con determinazione 552 del 15/12/2016 del Settore Ambiente, il Comune di Sezze ha affidato alla ditta POLAB s.r.l. l’incarico di predisporre il Piano per la telefonia mobile con contestuale redazione del Regolamento di disciplina.

Il Comune, non disponendo di alcun atto generale per la disciplina dei procedimenti di autorizzazione all’installazione di impianti per la telefonia mobile e non avendo adeguate professionalità interne, ha svolto un’indagine di mercato informale verificando, al contempo, il livello di soddisfazione dei Comuni che hanno effettuato un affidamento analogo.

La società incaricata della predisposizione del piano procederà, per prima cosa, ad una definizione del quadro conoscitivo generale, acquisendo dati e documenti depositati presso i vari uffici comunali quali cartografie, mappe dei vincoli, siti sensibili, analizzando successivamente lo stato di fatto attraverso un censimento comunale degli impianti di telefonia mobile.

Saranno poi individuati i siti idonei ad ospitare nuove Stazioni Radio Base e si procederà alla effettuazione di calcoli di impatto elettromagnetico per le diverse soluzioni che verranno presentate successivamente all’Amministrazione Comunale.

«La soluzione scelta- ha dichiarato l’Assessore all’Ambiente Prof. Pietro Bernabei che esprime ampia e motivata soddisfazione- è l’unica soluzione accreditata (sostenuta dalla Legge Quadro n.36/2001 e da unanime Giurisprudenza) che consentirà al Comune di governare le installazioni di Stazioni Radio Base per telefonia mobile sul proprio territorio favorendo, al contempo e ove possibile, la loro delocalizzazione e l’accorpamento con conseguente riduzione sia del numero e sia del potenziale degrado visivo creato dalle installazioni medesime.»

Il realizzando Piano Comunale dovrà possedere alcuni requisiti fondamentali e imprescindibili. In primis, dovrà rispettare e applicare il principio di minimizzazione delle esposizioni per la popolazione e per l’ambiente, ovvero limitare l’impatto e l’inquinamento elettromagnetico. Il fine è quello di tutelare l’ambiente, all’interno del quale lo sviluppo del progresso e delle tecnologie deve essere sempre coniugato con i criteri di sostenibilità ma, soprattutto, dovrà tutelare la salute dei cittadini, ai quali deve essere sempre assicurata la massima protezione, anche in via precauzionale, dai rischi derivanti dalla esposizione ai campi elettromagnetici. Il redigendo Piano dovrà, pertanto, essere valido tecnicamente, nel senso che dovrà dare risposte alle esigenze di copertura dei Gestori di telefonia mobile, e dovrà essere adottato con un Regolamento che ne disciplini l’applicazione, senza peraltro creare aggravi di procedure o impedimenti che penalizzino la realizzazione delle reti di telecomunicazione. Vale la pena di ricordare che tali reti sono equiparate (come da richiamata Legge Quadro) alle opere di urbanizzazione primaria. Da non trascurare che il Piano verrà realizzato favorendo le nuove installazioni sui siti di proprietà comunale creando in tal modo un importante budget di entrate annuali derivante dai proventi della locazione di siti pubblici agli Enti Gestori. Da non sottovalutare, infine, che all’interno della realizzazione del Piano è prevista una adeguata campagna di informazione alla cittadinanza. Ciò consentirà di prevenire o ridurre i contrasti sociali derivanti dalle proteste che accompagnano le installazioni selvagge e non pianificate.

«Finalmente siamo arrivati – continua e conclude l’Assessore Bernabei – ma per onestà di pensiero voglio ricordare che il percorso è stato non facile. E’ stato, anzi,  lungo e accidentato. Più volte interrotto e altrettante volte caparbiamente ripreso e rimesso al centro dell’agenda amministrativa. Va riconosciuto pertanto merito anche a tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale di aver insistentemente sollecitato e voluto questo Piano Comunale e questo Regolamento di attuazione, fondamentali strumenti di pianificazione in grado di ottemperare ai bisogni di governo del territorio.»


13 gennaio 2017

Chiusura manifestazione Natale Setino 2016/2017

Domenica 15 Gennaio 2017 alle 17,00 presso l'Auditorium Mario Costa di Sezze tornano gli anni '60.
Tutti quanti siamo legati a una canzone, chi più chi meno, un brano che sentiamo nostro. E tutti quanti siamo legati ad un’annata che più ha segnato l’adolescenza, la gioventù, gli amori, le amicizie. 

Sono gli anni ’60, bellezza. E noi proviamo a raccontarli a suon di musica. In Italia le note e le voci che allietano le nostre giornate sono quelle di Claudio Villa e Domenico Modugno, ma è Il Cielo in una stanza a segnare il 1960 prima con la versione interpretata da Mina poi con quella di Gino Paoli. Bob Dylan fa il suo debutto a New York, gli Stati Uniti mandano i primi soldati in Vietnam. In Italia veniamo sommersi da Adriano Celentano con la sua 24 mila baci, da Giorgio Gaber con La ballata del Cerutti, da Tony Dallara e Peppino Di Capri. 

Però la leggerezza di una timida canzone segna le calde ore estive del 1961: Legata a un granello di sale. Nel 1962 muore Marilyn Monroe, c’e’ una grande crisi internazionale, al cinema arriva l’agente James Bond e i Beatles registrano il loro debutto: Love me do. In Italia scalano le hit cantautori come Sergio Endrigo, Fabrizio De André e Luigi Tenco. Il 1963 e’ l’anno da una parte delle grandi icone, muore Kennedy, Giovanni XXIII scrive la Pacem in terris, Martin Luther King si impone con l’I HAVE A DREAM, dall’altra della grande tragedia, il Vayont. 

A livello musicale si impongono Gianni Morandi e Rita Pavone, Gino Paoli con Sapore di Sale, Edoardo Vianello con Abbronzatissima.  Gigliola Cinquetti si impone al festival di San Remo e all’Eurovision Song Contest con Non ho l’età

Le classifiche italiane vedono alternarsi gruppi come I Giganti, The Rokes, l'Equipe 84 ma ci sono anche i Beatles. E, ovviamente Mina che porta al successo una canzone scritta da Jimmy Fontana e Tony Del Monaco, L'ultima occasione. Chi non ricorda le manifestazioni contro la guerra del Vietnam, il primo episodio di Star Trek, la grande alluvione di Firenze? E Gianni Morandi con C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones

Era il 1966, ma a segnare l’anno musicale fu soprattutto il caschetto di Caterina Caselli e il ritmo irrefrenabile di Nessuno mi può giudicare. Il 1967 viene ricordato per la morte di Che Guevara, di Luigi Tenco e per una splendida canzone dell’Equipe 84 che segna la vita di tutti: 29 settembre.  

E’ il 1968 e in Italia cantiamo l'intramontabile successo di Celentano, Azzurro, frequentiamo il Piper, dove esplode Patty Pravo con la sua Bambola. Il 1969 ci porta successi come Lisa dagli occhi blu di Mario Tessuto e a Nada con il suo grande successo Ma che freddo fa
Sezze e provincia non sono immuni da questi fervori musicali. Come è noto il nostro paese, oltre ad aver dato i natali ad illustri personaggi della cultura e dell'arte, è stato sempre vivo e particolarmente attento alla musica, nelle sue varie forme e linguaggi, cittadini e associazioni hanno sempre trovato motivo ed interesse artistico e professionale. Non ultimo, ma non per importanza, è bene ricordare le diverse orchestrine o gruppi musicali che sono nati a Sezze alla fine del dopoguerra per assumere più rilevanza in seguito già dagli anni '60 fino ai nostri giorni.

Il fenomeno invece, di gruppi musicali, è stato molto vivo e presente negli anni '60 e '70 a Sezze. Alcuni di questi gruppi, seppur in formazioni diverse, ancora sono presenti, altri sono del tutto scomparsi.
Sulla scia dei grandi musicisti inglesi ed americani e dei “complessi musicali” italiani anche a Sezze cominciano a costituirsi i primi gruppi che si ritrovano nelle sale parrocchiali , o nei locali dei partiti per provare i loro pezzi da presentare nelle feste di piazza o nelle sale da ballo.

Chi non ricorda i famosi gruppi setini dei “Peccatori”, “I Cardinali”, “I Galanti”, i “ The Gold Man”, e poi “Le Formule”, “Il Sistema Solare”, “Gli Odissea”, “I Canarini”, “I Rangers” e tanti altri che con la loro musica hanno fatto divertire ed innamorare quelle giovani generazioni.

Alcuni di questi gruppi continuano seppur in forma amatoriale la loro attività musicale, altri invece, si sono riuniti per l’occasione rispolverando gli antichi strumenti musicali e tutti insieme si esibiranno il 15 gennaio 2017 presentandoci alcune delle famose canzoni di quegli anni.

Sappiamo che in quegli anni Sezze non è stata esente dagli influssi dei movimenti politici e culturali che tanto hanno modificato il pensiero nelle giovani generazioni e la musica ha certamente aiutato, anzi collaborato ad affermare un nuovo modello di società. Gli anni Sessanta o, se preferite, i "mitici" anni Sessanta come spesso molti amano definirli, hanno rappresentato certamente il decennio caratterizzato dal più importante rinnovamento generazionale che il secolo scorso abbia mai visto. 

La rassegna archeologica setina giunge quest’anno alla sua dodicesima edizione , come sempre organizzata dall’Associazione culturale “Il Grillo”, si avvale del patrocinio del Comune di Sezze . Il direttore artistico dell’Associazione Piero Formicuccia, ideatore di questo evento , tiene a precisare che il livello musicale delle ultime edizioni è notevolmete cresciuto e i gruppi che quest’anno si esibiranno non tradiranno certamente le attese del pubblico variegato proveniente dall’intera provincia di Latina. 
Per l’occasione e per restare nel tema presso il foyer del Costa sarà allestita, a cura di Pietro Mastrantoni, una esposizione dei più famosi e ricercati spartiti musicali degli anni 60, pezzi pregiati che oggi è difficile reperire. 
E allora l’appuntamento è per il 15 gennaio 2017, alle ore 17,00 per ascoltare dal vivo 7 gruppi musicali che allieteranno il pomeriggio musicale del “M. Costa”.


23 novembre 2016

Presentazione del libro “Basta, mi fai male!” di Jeph Anelli
Venerdì 25 novembre, ore 18.00, Sala Polifunzionale “Colonne di Tito” 
Venerdì 25 novembre, alle ore 18.00 presso la Sala Polifunzionale “Colonne di Tito”, sarà presentato il libro dal titolo “Basta, mi fai male!” di Jeph Anelli”.
L’evento rientra all’interno della rassegna de “I Venerdì Letterari” promossa dal Comune di Sezze.
Oltre all’autore, interverranno: il Sindaco Andrea Campoli; il Sottosegretario di Stato del Ministero delle Riforme Costituzionali e dei Rapporti con il Parlamento, On. Sesa Amici; l’Assessore alle Politiche di Welfare e Partecipazione, Pari opportunità del Comune di Latina nonché fondatrice del Centro Donna Lilith Latina, Patrizia Ciccarelli; il Segretario SPI CGIL Monti Lepini, Anna Rita Vertecchi; il Prof. Alessandro Ceci, criminologo; il Prof. Sandro Trani, scrittore.
Ad introdurre e coordinare gli interventi sarà il Dirigente dei Servizi Culturali del Comune di Sezze Piero Formicuccia.
«Questa raccolta dell’autore Jeph Anelli – ha dichiarato il Sindaco Andrea Campoli - racconta con potenza poetica il trauma della violenza perpetrata ai danni delle donne. Tema antico, che l’autore scandaglia con sensibilità profonda e “femminile”, tanto da rendere abissale la compassione ed il trasporto emotivo del lettore».
«E’ importante e significativo - così il Dirigente Piero Formicuccia - aver inserito l’ultimo lavoro di Jeph Anelli all’interno della rassegna culturale che il Comune annualmente organizza ed aver previsto la sua presentazione proprio in occasione della Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Violenza contro le Donne, ricorrenza istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999, designando il 25 novembre come data della ricorrenza e invitando a organizzare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica in questo giorno. La presentazione di questa raccolta di poesie, così come uno spettacolo che si terrà all’Auditorium Costa alle ore 21,00, sarà un’occasione per riflettere su questo fenomeno ancora così preoccupante».
Nel corso della presentazione verranno proposte, altresì, letture di alcune parti del libro a cura di Julia Borretti dell’Associazione Matutateatro.
« Jeph Anelli- così si legge nella presentazione dell’opera a cura di Alessandro Ceci – sente il dolore; quello delle donne, prima di tutto, quello più forte, più emotivo, più emozionante, perché è il dolore della madre, la minaccia alla genesi. "Basta!" è un'opera poetica di impegno civile. L'autore ascolta, in silenzio, e si ostina a coinvolgere il lettore nell'ascoltare, con intensità emotiva, il suo ascolto inquieto ai sussurri, alle lamentele, agli sbuffi, alle grida e ai sospiri delle narratrici vittime della violenza e del potere degli uomini». 
Jeph Anelli è laureato in Sociologia all’Università degli Studi di Trento. 
Dal 1995 al 2004 è stato sindaco di Maenza; è cofondatore del Premio di Poesia Dario Bellezza e Fondatore del “Club dei poeti erranti”.
Ha pubblicato: “Il dolce canto d’Assan” (cicl., 1980), “Gente d’Europa” (Pellicanolibri,1985), “Il dolore infinito” (Pellicanolibri, 1988), “Il tempo, la morte, il nulla, il resto” (Il Ventaglio, 1991), “Finitudini” (Scettro del Re, 2003), “Il Pianeta minore” (Derive Approdi, 2004), “Fiori d’amore” (Manni Editore, 2009), “Auspici per cuori solitari” (Artegraf Edizioni, 2014).


18 novembre 2016

Sottoscritto Protocollo d’Intesa tra l’Amministrazione Comunale e le Organizzazione Sindacali per l’Istituzione di un Fondo IRPEF per l’anno 2017

Nella giornata odierna si è tenuto l’incontro tra l’Amministrazione Comunale e le Organizzazione Sindacali per la sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa finalizzato all’istituzione di un Fondo IRPEF per l’anno 2017.

Presenti il Sindaco Andrea Campoli, l’Assessore al Bilancio Pietro Bernabei, il Dirigente area “Amministrativa – Contabile” Piero Formicuccia, ed i rappresentanti delle segreterie delle Organizzazioni Sindacali territoriali e provinciali di Latina CGIL, CISL, UIL oltre alle Organizzazioni Sindacali dei Pensionati.

Le parti hanno convenuto che, anche alla luce della richiesta sindacale di ridurre il prelievo fiscale locale almeno sulle fasce a basso reddito di lavoratori dipendenti e pensionati, di costituire  un apposito Fondo IRPEF per redistribuire risorse ad una platea di cittadini in difficoltà economiche.

E’ stato stabilito che per l’anno 2017 tale fondo ammonta a 60.000 € da ripartire per un terzo ai pensionati, un terzo ai lavoratori dipendenti ed un terzo ai giovani tra i 18 e i 29 anni inoccupati.

Allo scopo le parti hanno convenuto che entro il mese di dicembre verrà istituito un gruppo di lavoro per redigere un regolamento che disciplini i criteri di erogazione, la platea degli aventi diritto, modalità di gestione e la durata dell’intervento.

Nel protocollo si è sottolineato che, nonostante i tagli operati nei confronti dei comuni e le inevitabili conseguenze negative sui bilanci degli stessi, il Comune di Sezze ha continuato in questi anni qualità e quantità dei servizi alla persona, soprattutto ai più deboli, anzi potenziandoli in questo momento di crisi sociale.

Tale intervento per il 2017 è da intendersi come “una tantum”, sperimentale, ma che, compatibilmente con le risorse di bilancio, potrà essere confermato e implementato nelle future annualità.


14 ottobre 2016

Domenica 16 ottobre appuntamento con la Fiera di San Luca

Domenica 16 ottobre si terrà la Fiera di San Luca.

La fiera di San Luca ha origini molto lontane; se ne trova menzione nello Statuto del Comune di Sezze, stampato nel 1547, in cui si fa riferimento anche a leggi, usanze e costumi del medioevo, oltre che alla Fiera di S. Lidano.

L’Amministrazione Comunale, da diversi tempo, sta attuando una programmazione volta a riqualificare le due storiche fiere di Sezze, promuovendo edizioni sperimentali finalizzate alla riscoperta del significato storico, culturale e religioso delle stesse.

La giornata si aprirà, presso il Parco della Rimembranza, con il Campionato Nazionale Cinofilo ANPC, promosso dall’Associazione Cinofila Dog City Show di Gigliola Medici, delegata regionale Lazio ANPC e addestratrice.

Nell’ambito della manifestazione verranno premiate, inoltre, le unità cinofile che hanno operato sui luoghi del terremoto di Amatrice. In programma anche l’esposizione di animali a cura di un’azienda agrituristica locale e l’esibizione di gruppi folcloristici.

Per i piccoli non mancherà tanta animazione e, per l’occasione, il Museo del Giocattolo (via Umberto) rimarrà aperto. Stand fieristici ed enogastronomici saranno dislocati in: via S. Leonardo, via dei Cappuccini, Ferro di Cavallo, via Marconi e Porta Pascibella.


5 ottobre 2016

L’Amministrazione Comunale festeggia la centenaria F. Ciarlo

Mercoledì 5 ottobre la comunità setina è tornata a festeggiare una nuova centenaria, Filomena Ciarlo.

Per l’occasione l’Istituto Nazionale del Nastro Azzurro fra Combattenti al Valor Militare ha consegnato alla Sig.ra Ciarlo, alla presenza del Sindaco Andrea Campoli, un attestato di Benemerenza con le seguenti motivazioni: «per i grandi sacrifici subiti nei periodi bellici e post bellici. Per l’impegno profuso ad infondere onestà ed altruismo verso i propri cari e la comunità setina che le riconoscono con gratitudine anche le nuove generazioni».

Sposata con Giuseppe Millozza è rimasta vedova nel 1987, continuando a rimboccarsi le maniche con onestà e dedizione per dare l’esempio ai propri figli Salvatore e Teresa e all’intera comunità circostante.

«E’ con grande piacere a nome della città – ha dichiarato il Sindaco Andrea Campoli - recare il saluto e l’augurio alla Sig.ra Filomena Ciarlo per il compimento dei suoi 100 anni di vita. Queste occasioni rappresentano un momento importante per una comunità perché si possano riscoprire valori importanti legati alla esperienza di vita di chi ha attraversato i decenni e con essi diverse epoche. La Sig.ra Ciarlo ha affrontato momenti terribili come quelli delle due guerre mondiali, la povertà, ma anche la ripresa e tutta l’epopea del secondo dopoguerra, lavorando e conducendo l’intera sua vita con dedizione al servizio della sua famiglia e dei suoi cari. Queste esperienze debbono rappresentare un modello ed un esempio per le nuove generazioni. Auguri alla Sig.ra Filomena, alla sua famiglia ed a tutti coloro che hanno voluto condividere un così alto momento di gioia e felicità».


17 settembre 2016

Da lunedì parte la raccolta differenziata nel centro storico. 
Invito ai cittadini alla collaborazione e a ritirare i Kit di raccolta 

Da lunedì mattina (19 settembre) parte la raccolta differenziata “porta a porta” anche nel centro storico di Sezze. Nei giorni scorsi, come da programma stilato insieme all’amministrazione comunale, gli operatoti della SPL Sezze S.p.A. (Servizi Pubblici Locali), la società affidataria del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani, hanno ultimato la procedura di consegna dei Kit per le utenze domestiche del Centro Storico.
Sono stati consegnati n° 680 kit, con relativo materiale informativo, a fronte di 1.100 utenze domestiche risultanti e per la restante parte delle utenze sono stati lasciati gli inviti al ritiro del materiale presso il Centro di raccolta di Via Valle Pazza. 
Al fine di consentire la piena efficacia del servizio di raccolta differenziata, l’amministrazione comunale e la SPL sollecitano gli utenti che ancora non lo avessero fatto a ritirare i kit presso il Centro raccolta di via Valle Pazza, che è a disposizione dei cittadini dal lunedì al sabato dalle 8,00 alle ore 12,30, mentre per ogni ulteriore informazione è attivo il numero verde 800-421009 e il personale della SPL, contattabile al numero 0773.889643 oltre al sito internet della SPL dove sono riportate in dettaglio le modalità di svolgimento della raccolta differenziata. 
Lunedì mattina, quindi, saranno svuotati per l’ultima volta e tolti i tradizionali cassonetti dei rifiuti anche nel Centro storico, comprese le aree di Porta Pascibella, Porta Romana e via San Leonardo anch’esse interessate dal nuovo servizio. 
La raccolta differenziata nel Centro Storico consente di estendere ad una ulteriore zona del paese la raccolta differenziata “porta a porta” nell’ambito di un programma predisposto dall’amministrazione comunale di Sezze che nel corso degli ultimi anni ha visto l’implementazione del servizio di raccolta domiciliare dei rifiuti in diverse altre zone del territorio comunale. L’obiettivo è quello di migliorare il servizio per i cittadini, adeguandosi anche alle normative imposte dell’Unione Europea in tema di rifiuti e rendere migliore la vivibilità del paese. Per riuscire a conseguire tali obiettivi Comune e SPL fanno appello ala senso civico e alla piena collaborazione dei cittadini, che saranno destinatari di apposite azioni informative che coinvolgeranno anche il mondo della scuola, mentre saranno attivati appositi sistemi di controllo del servizio. Dopo una prima fase di rodaggio del servizio saranno previste anche sanzioni per i trasgressori. 

Si ricorda che ad ogni utenza è stato consegnato un contenitore da 35 litri per l’indifferenziato, un contenitore da 25 litri per la frazione organica e sacchetti in materiale biodegradabile. E’ stato anche consegnato un opuscolo informativo sulle modalità di esecuzione del servizio.
Si conferma, inoltre, che i giorni di ritiro delle diverse tipologie di rifiuto sono quelli previsti dal calendario di raccolta consegnato alle singole utenze: 
- organico (lunedì, mercoledì e sabato) 
- plastica (mercoledì) 
- vetro (giovedì)
- alluminio e metallo (lunedì) 
- carta e cartone (giovedì)
- indifferenziato (martedì e venerdì) 
I cittadini dovranno semplicemente lasciare i rifiuti differenziati fuori dalla porta, nei giorni ed orari prestabiliti, ed il personale della SPL passerà puntualmente a ritirarli. 
Anche nei prossimi giorni il personale della SPL preposto alla raccolta, è a disposizione per aiutare i cittadini con un servizio informativo. 


16 settembre 2016

  Il Comune di Sezze richiede un contributo per la valorizzazione del Monumento ai caduti della I Guerra Mondiale

Un progetto per valorizzare e tutelare il Monumento ai caduti di Sezze.

L’Ente comunale ha inviato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo una richiesta di contributo per la valorizzazione e la tutela del Monumento ai caduti, sito all’interno del parco della Rimembranza.

L’iniziativa nasce in risposta al bando, promosso dal Ministero, per l'assegnazione di contributi a progetti ed iniziative relativi al patrimonio storico della prima guerra mondiale.

«Il progetto presentato dal nostro comune - ha dichiarato il Sindaco Andrea Campoli – ha come obiettivo quello di valorizzare e tutelare il Monumento ai caduti, per mantenere viva la memoria e rendere omaggio ai nostri concittadini che hanno perso la vita in difesa della Patria. Saranno previsti, pertanto, interventi volti alla salvaguardia ed al recupero dell’area in cui si trova il monumento, che fino ad oggi, purtroppo, è stato spesso oggetto di azioni vandaliche. Il tutto sarà arricchito altresì attraverso la creazione di un percorso formativo ed educativo con un intreccio storico-letterario mediante la digitalizzazione del testo dal titolo “il culto dei caduti” dell’autore locale Vincenzo Faustinella».

La realizzazione del parco della Rimembranza e del Monumento ai Caduti risale al XX secolo. Dopo la fine della Prima Guerra Mondiale, in quasi tutti i Comuni italiani si attivarono comitati per ricordare e celebrare i soldati italiano morti per la Patria.

Anche a Sezze, nel 1923, venne costituito un libero comitato di cittadini impegnato a raccogliere fondi per costruire un monumento ai caduti, completato nel 1926.

«Ci auguriamo – ha concluso il Sindaco – che la nostra istanza possa essere accolta dal Ministero in modo tale da poter dar vita alle attività previste dal progetto, rendendo quindi più accessibile e fruibile il parco, quale luogo commemorativo, nonché concorrere a far veicolare maggiormente i contenuti storici alla Prima Guerra Mondiale attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie».


8 settembre 2016

La raccolta differenziata arriva nel centro storico 

Partita la distribuzione dei kit
La raccolta differenziata “porta a porta” arriva anche nel centro storico di Sezze a partire dal prossimo 19 settembre. L’iniziativa, promossa dal Comune di Sezze e attuata dalla SPL Sezze S.p.A. (Servizi Pubblici Locali), la società affidataria del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani, consente di estendere ad una ulteriore zona del paese la raccolta differenziata “porta a porta”, ed è l’ultimo step in ordine di tempo di un programma che nel corso degli ultimi anni ha visto l’implementazione del servizio di raccolta domiciliare dei rifiuti in altre zone di Sezze. L’obiettivo è quello di rendere sempre più capillare tale servizio ed intercettare così sempre più materiale che, attraverso i corretti processi di riciclo, può essere trasformato e riutilizzato. Da alcuni giorni personale della SPL, appositamente autorizzato, sta provvedendo a distribuire alle utenze del centro storico i contenitori per la raccolta dei rifiuti insieme a materiale informativo nel quale vengono illustrati i dettagli del nuovo sistema di raccolta porta a porta, i giorni di conferimento e le procedure corrette per effettuare la raccolta differenziata.
Ad ogni utenza viene consegnato un contenitore da 35 litri per l’indifferenziato, un contenitore da 25 litri per la frazione organica e sacchetti in materiale biodegradabile. Viene inoltre consegnato un opuscolo informativo sulle modalità di esecuzione del servizio, mentre nel caso in cui l’utente non sia presente riceve un avviso con invito a ritirare egli stesso il kit presso il Centro di raccolta di via Valle Pazza.
I giorni di ritiro delle diverse tipologie di rifiuto sono quelli previsti dal calendario di raccolta consegnato alle singole utenze: 
- organico (lunedì, mercoledì e sabato) 
- plastica (mercoledì) 
- vetro (giovedì)
- alluminio e metallo (lunedì) 
- carta e cartone (giovedì)
- indifferenziato (martedì e venerdì) 

I cittadini dovranno semplicemente lasciare i rifiuti differenziati fuori dalla porta, nei giorni ed orari prestabiliti, ed il personale della SPL passerà puntualmente a ritirarli. 
Per consentire una corretta partecipazione dei cittadini alla nuova raccolta, il personale della SPL in questi giorni, oltre alla consegna del kit ai cittadini, svolge un servizio informativo presso tutte le utenze. 
Per ogni ulteriore informazione è a disposizione il numero verde 800-421009 e il personale della SPL, contattabile al numero 0773.889643. 
Per riuscire ad ottenere i risultati programmati e l’efficiente svolgimento del servizio sarà fondamentale la collaborazione dei cittadini, che saranno destinatari di apposite azioni informative che coinvolgeranno anche il mondo della scuola, mentre saranno attivati appositi sistemi di controllo del servizio. Tra questi, è prevista la presenza di Ispettori Ambientali, che avranno il compito di monitorare lo svolgimento del servizio per aiutare i cittadini ad attuare i corretti comportamenti ed accertare eventuali violazioni ai regolamenti e alle direttive. Verrà quindi attuato il monitoraggio della qualità del servizio per verificare che gli standard previsti siano mantenuti nel tempo. 
Oltre ad incrementare i risultati della raccolta differenziata, il nuovo sistema di raccolta domiciliare dei rifiuti si pone l’obiettivo di migliorare la qualità del servizio offerto ai cittadini. 
Un cambio di abitudini, dunque, anche per i cittadini del centro storico, la cui collaborazione anche in questa prima fase di consegna kit è fondamentale, all’interno di un programma che prevede l'estensione totale del servizio di raccolta differenziata porta a porta in tutto il territorio comunale.


26 agosto 2016

Rinviata la Notte Bianca del 27 agosto

In seguito alla proclamazione del lutto nazionale per la data del 27 agosto da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Amministrazione Comunale, anche in considerazione del diffuso sentimento di dolore per la scomparsa di tre concittadini durante gli eventi calamitosi che hanno colpito la città di Amatrice, ha ritenuto necessario annullare l’appuntamento della Notte Bianca previsto per quella data.

La stessa iniziativa verrà riprogrammata a data da destinarsi.

Continuano le iniziative di raccolta fondi e materiali per sostenere le popolazioni colpite ed in attesa del rientro delle salme attorno alle quali si stringerà l’affetto dell’intera città di Sezze.

Come in tutta Italia domani nella residenza municipale verranno esposte le bandiere a mezz’asta e listate di nero, in segno di lutto e cordoglio.


28 giugno 2016

Autorizzato apparato provvisorio a “Fonte La Penna”

In merito alla vicenda della carenza idrica in numerose località di Sezze di questi ultimi giorni, il Sindaco rende noto che nella mattinata odierna è stata firmata l’autorizzazione ad Acqualatina che dovrà, a seguito dell’ordinanza n. 40 del 26 giugno scorso, installare un apparato provvisorio per far ripartire l’impianto di “Fonte La Penna”.

Come noto tale impianto è stato, e rimane sotto sequestro, a causa dell’infortunio mortale che ha riguardato, qualche mese fa, un operaio della società Acqualatina che stava effettuando un ripristino dopo un furto di rame.

L’autorizzazione suddetta consentirà, dunque, di collegare gli impianti di sollevamento con generatore esterno, e questo dovrebbe servire in breve tempo per ristabilire equilibrio e pressione sufficiente all’acquedotto comunale e, quindi, tornare a servire tutte le località del nostro territorio.

Ai cittadini colpiti da questo grave disservizio vanno i sensi della comprensione e della vicinanza dell’Amministrazione Comunale che ha operato con tempestività ed incisività per risolvere questa grave situazione.

Alla società Acqualatina si ribadisce il contenuto della sopra citata ordinanza e si sottolinea la immediatezza dell’intervento oggetto dell’autorizzazione.


27 giugno 2016

Emergenza idrica a Sezze, vicina la soluzione

A seguito dell’ordinanza n. 40 del 26 giugno 2016, in data odierna si è tenuto un incontro presso la Procura della Repubblica di Latina alla presenza del Sindaco Andrea Campoli, dei tecnici di Acqualatina  e dei responsabili dell’indagine penale riguardante l’infortunio mortale avvenuto presso l’impianto di “Fonte La Penna”.

In esito a tale incontro sono state definite le procedute e le modalità della istanza di dissequestro parziale che consentirà di riattivare l’impianto di sollevamento con il generatore elettrico ed una quadristica esterna e provvisoria.

Tale soluzione consentirà di far tornare funzionante l’impianto di “Fonte La Penna” e ristabilire la normalità dell’approvvigionamento idrico e la normale funzionalità dell’acquedotto comunale.

L’auspicio sottolineato dal Sindaco è stato quello di una rapidissima soluzione a tale problematica, anche alla luce dei disagi che stanno patendo numerosi cittadini, soprattutto in quelle famiglie in cui ci sono anziani, bambini o disabili.


26 giugno 2016

Ordinanza n. 40 del 26 giugno 2016: Ripristino funzionamento impianto idrico “Fonte La Penna”.

Con ordinanza n. 40 del 26 giugno 2016 il Sindaco Andrea Campoli ha intimato alla Società Acqualatina, al fine della salvaguardia della pubblica salute, di provvedere nell’immediatezza ad eliminare l’inconveniente relativo alla fornitura d’acqua, ripristinando la piena funzionalità dell’impianto di “Fonte La Penna”, con mezzi e strumenti che riterrà necessari ed utili, anche in via provvisoria e/o sostitutiva, il tutto secondo quanto previsto nella convenzione. Fino ad oggi, per un infortunio mortale di un dipendente della Società Acqualatina S.P.A. avvenuto presso l’impianto di Fonte La Penna, si è registrato il fuori esercizio dell’intero impianto di approvvigionamento idrico, a seguito del sequestro emesso dall’autorità giudiziaria.

La concessionaria del Servizio Idrico, a causa del sequestro, non ha provveduto ad assumere a proprio carico iniziative atte al completo ripristino della funzionalità del medesimo e quindi alla riattivazione del regolare flusso idrico, in particolare nelle zone servite dall’impianto sequestrato. Si registra, inoltre, per l’innalzamento delle temperature estive, una carenza idrica particolarmente diffusa, in quanto i soli impianti in servizio non riescono a garantire la richiesta idrica dell’intero territorio comunale.

Da più di quattro giorni, le zone alte di Suso sono prive di ogni adeguata fornitura idrica, con  notevole disagio per la popolazione residente, oltre che per le numerose comunità alloggio per anziani che insistono nelle zone limitrofe.

Da contatti avuti con le forze dell'ordine, sono state riferite, altresì, problematiche inerenti l'ordine pubblico. Per tali motivi, conclude l’ordinanza, si rende necessario ed urgente provvedere, nel più breve tempo possibile, ad eliminare l’inconveniente relativo alla mancata fornitura idrica per le numerose famiglie, venutasi a creare, con il fuori servizio dell’impianto di “Fonte La Penna”.


17 giugno 2016

Finalmente si inaugura il Museo Archeologico di Sezze

Dopo il lungo iter burocratico, finalmente, sabato 18 giugno sarà inaugurato il Museo Archeologico di Sezze.

Con decreto, rep. 408 del 16.11.2015, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha autorizzato, infatti, il deposito temporaneo di n. 1432 reperti archeologici di proprietà statale presso il Museo Civico di Sezze, a seguito della nota della Soprintendenza Archeologica del Lazio e dell’Etruria Meridionale, con cui è stata definita l’istruttoria ed espresso parere favorevole al deposito dei reperti stessi.

Il Museo, prima Antiquarium Comunale, sorge all’interno di un edificio medioevale, un tempo usato come carcere mandamentale e come pretura.

Nel 1968 l’Amministrazione Comunale affidò al Prof. Luigi Zaccheo l’incarico di organizzare un museo storico archeologico.

Grazie all’assidua collaborazione fra i cittadini di Sezze, l’Amministrazione e la Soprintendenza alle Antichità del Lazio, l’Antiquarium Comunale divenne una delle migliori realtà museali del Lazio, sia per la sistemazione delle sale che per l’attività culturale.

Nel Museo è dedicata una sezione allo studio della preistoria della Pianura Pontina e della zona di Sezze in particolare.

Oltre ai reperti archeologici del periodo romano, di grande interesse artistico è certamente un pavimento musivo del I sec. a.c., appartenente alla Curia di Sezze, di forma rettangolare e policromo.

Molti sono altresì i reperti, le pergamene e gli atti comunali del periodo medioevale.

L’Antiquarium si è arricchito nel tempo anche di opere pittoriche di artisti locali o che hanno operato sul posto nei secoli Seicento, Settecento e Ottocento.

Nel 1972 ci fu il passaggio alla Regione Lazio dei Musei locali e ciò ha reso possibile un salto di qualità alle attività culturali organizzate dall’Antiquarium.

Ogni anno il Museo Archeologico è visitato da circa 5.000 persone ed i giorni di maggiore affluenza sono proprio quelli in cui l’Amministrazione Comunale organizza manifestazioni speciali come: la Sacra Rappresentazione del Venerdì Santo, la Sagra del Carciofo, l’Estate Setina, il Natale ed il Carnevale Setino.

Presso il Museo Archeologico, inoltre, si svolgono, su richiesta delle istituzioni scolastiche, visite guidate e lezioni in collaborazione con il Museo Etnografico del Giocattolo e la Ludoteca Comunale “Orso Rosso”.

Per la promozione culturale, presso le sale del Museo si organizzano anche conferenze specialistiche nonché incontri con gli autori, mostre di arte contemporanea, di arte sacra e convegni di diverse tematiche.

Alla cerimonia inaugurale, prevista per le ore 11.30, prenderanno parte: il Sindaco Andrea Campoli, il Sottosegretario per le Riforme Costituzionali e Rapporti con il Parlamento, On. Maria Teresa Amici; il Senatore Claudio Moscardelli; il Presidente della Provincia di Latina, Eleonora Della Penna; il Presidente della Commissione Consiliare Cultura, Ernesto Di Pastina, il Presidente della Compagnia dei Lepini, Quirino Briganti; per la Soprintendenza Archeologica del Lazio e dell’Etruria meridionale, la Dott.ssa Alfonsina Russo e la Dott.ssa Nicoletta Cassieri; il Prof. Luigi Zaccheo, Storico locale e fondatore dell’Antiquarium Comunale; la Dott.ssa Elisabeth Bruckner, Direttore Scientifico del Museo Archeologico di Sezze; il Dirigente area 2 “Cultura e Sviluppo del Territorio”, Dott. Piero Formicuccia, e gli operatori del “Servizio Cultura” che si sono contraddistinti nella realizzazione di questo evento.


26 maggio 2016

Una tribuna per il campo “Fontanelle”

 Intervento dell’Assessore Eramo sull’impiantistica sportiva.

 L’Assessore allo Sport Enzo Eramo, nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale del 18 maggio sul bilancio di previsione, è intervenuto in merito alla situazione in cui versa l’impiantistica sportiva, effettuando un’analisi delle risorse messe a disposizione.

«Ogni anno – ha dichiarato l’Assessore Eramo – per l’impiantistica sportiva ci sono in bilancio circa 25/30 mila euro. Va precisato che da quattro anni il Comune di Sezze non può effettuare mutui per saldare i vecchi debiti e negli ultimi tre anni non ci sono pervenuti finanziamenti da altri enti e non abbiamo residui mutui a disposizione. Pertanto, le risorse di bilancio sono state utilizzate, esclusivamente, a favore della messa a norma e del miglioramento dell’impiantistica sportiva, grazie anche a lavori effettuati in economia e alla collaborazione delle società sportive».

Eramo ha precisato che nessuna cifra è stata destinata a elargizioni varie ma, bensì, a sostenere una spesa strutturale, vale a dire migliorare gli impianti esistenti:

·        ripristino e messa in funzione, dopo 10 anni, dell’impianto del Tennis Club di via Piagge Marine;

·        ristrutturazione e messa a norma degli spogliatoi e delle tribune presso lo stadio “Tasciotti”;

·        realizzazione della “Sala Sport” presso lo stadio “Tasciotti”, che ultimamente ha ospitato un corso per dirigenti sportivi promosso dalla Federazione Italiana Gioco Calcio;

·        adeguamento delle palestre scolastiche;

·        recente adeguamento del campo di calcio “Cesarino Tornesi” di Sezze Scalo per una spesa di circa 16 mila euro;

·        istallazione, dopo 13 anni, dell’impianto di riscaldamento del “Pallone Tensostatico” di via Roccagorga in collaborazione con la Provincia nell’anno 2013.

Durante l’ultimo Consiglio Comunale, inoltre, si è discusso della risoluzione di un problema “storico” e conosciuto da tutti, ormai improcrastinabile, ossia dotare il campo delle “Fontanelle” di una tribuna.

« Il campo delle Fontanelle – ha spiegato Eramo - pur ospitando l’attività di circa 350 ragazzi e vari campionati regionali, non è dotato di una tribuna con problemi connessi alla viabilità ed alla sicurezza degli spettatori. Per questo si è deciso di impiantare una tribuna rimovibile di 98 posti».

L’Assessore Eramo, ringraziando tutte le società sportive delle varie discipline per il lavoro svolto e sapendo che gli interventi posti non sono esaustivi delle necessità, ha reso noto altresì che è stato inviata alla Provincia la richiesta di un finanziamento per la sistemazione del vecchio e storico campo di basket all’aperto sito in via Cappuccini.

L’Assessore, infine, ha ringraziato tutti quei Consiglieri di maggioranza e di opposizione che hanno sostenuto tali interventi. 


26 maggio 2016

 Attivato lo sportello di Federconsumatori contro le diffide di pagamento inviate dalla Costruzioni Dondi SPA ai cittadini di Sezze

Da lunedì 30 maggio, per un mese, sarà attivo lo sportello per l’assistenza al cittadino contro le diffide di pagamento inviate dalla Costruzioni Dondi SPA ai cittadini di Sezze.

Il Comune di Sezze ha firmato un protocollo d’intesa con l’Associazione Federconsumatori di Latina per l’assistenza legale in fase stragiudiziale avverso le diffide inviate dalla Costruzioni Dondi SPA ai cittadini intestatari delle utenze del Servizio Idrico Integrato (S.I.I.).

La Costruzione Dondi, ex Concessionaria del S.I.I. presso il Comune di Sezze fino al mese di luglio 2014, ha spedito a migliaia di cittadini intestatari delle utenze del servizio idrico delle bollette per la maggior parte composte da sanzioni e penali per ritardato pagamento.

Il Sindaco Andrea Campoli rende edotta la cittadinanza che sarà attivo lo sportello per l’assistenza al cittadino nelle giornate di:

 

·        lunedì, dalle 15.30 alle 18.30, presso i locali della biblioteca comunale in Piazza Margherita;

·        venerdì dalle 9.30 alle 12.30, presso i locali della biblioteca comunale in Piazza Margherita;

·        martedì, dalle 15.00 alle 18.00, presso la sede distaccata comunale nella stazione ferroviaria di Sezze Scalo.

 

L’Associazione Federconsumatori di Latina si farà carico di assistere i cittadini in questa fase stragiudiziale e valutare caso per caso quale sia la legittima richiesta della ex Concessionaria e contestare le richieste non dovute.


20 maggio 2016

  Nominato l’Amministratore Unico della società SPL

L’annuncio del Sindaco in conferenza stampa.

Venerdì 20 maggio si è tenuta, presso la Sede Comunale, la conferenza stampa in cui è stato reso noto, da parte del Sindaco Andrea Campoli, il nome dell’Amministratore Unico della SPL (Servizi Pubblici Locali) SPA.

Si tratta del Prof. Bernardino Quattrociocchi, Presidente del Consiglio di Area Didattica della Facoltà di Economia dell’Università “Sapienza”, sede di Latina, titolare altresì delle cattedre di “Economia e gestione delle imprese” e di “Produzione e sistemi logistici” presso lo stesso polo universitario, nonché titolare della cattedra di “Economia applicata” presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università “Sapienza”, sede di Latina.

Con determinazione Reg. Gen. n. 341 del 21.07.2015 il Comune di Sezze ha approvato l’Avviso Pubblico per l’individuazione di un soggetto da incaricare quale Amministratore Unico della SPL SPA.

Tale avviso è stato pubblicato all’Albo Pretorio comunale e sul sito istituzionale dell’Ente per 30 giorni fino al 21 Agosto 2015 e, successivamente, non essendo stato individuato il soggetto preposto a tale incarico, è stato prorogato con determinazione Reg. Gen. n. 48 del 01.04.2016.

Alla conferenza hanno preso parte diversi amministratori comunali ed il personale della società SPL.

«Con il Presidente Vincenzo Rosella – ha dichiarato il Sindaco Andrea Campoli – abbiamo vissuto una stagione importante di questa esperienza. Quando nell’agosto del 2008 lo individuai come presidente, la società scontava una sorta di “peccato originale” che era legata alla mancata riscossione dei tributi per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti. L’Amministrazione Comunale nonostante ciò ha voluto ribaltare la situazione e affidare alla società altri servizi investendo in mezzi e risorse umane. Ci tengo a sottolineare che il Presidente uscente Rosella ha saputo condurre tutto ciò con grande capacità e determinazione, facendo crescere l’azienda ed il suo prestigio agli occhi dei cittadini. Ormai siamo giunti ad un ricambio fisiologico di gestione, anche per stanchezza di chi ha dovuto assumersi queste responsabilità. Ribadisco i ringraziamenti a questo management della società anche se non nascondo che l’azienda, oggi, ha bisogno di una ristrutturazione del debito accumulato e di un nuovo piano finanziario e, laddove possibile, un rilancio industriale per tagliare da una parte i costi, dall’altra garantire una maggiore efficienza ed efficacia dei servizi. Per quanto riguarda la nomina del Prof. Quattrociocchi, siamo arrivati a lui in maniera puramente casuale ed alla ricerca delle migliori competenze e del merito. Il suo compito sarà quello di rimettere in salute la società dal punto di vista finanziario e rilanciare la stessa».

Ad affiancare il Prof. Quattrociocchi con l’incarico di Consulente per la Gestione degli Aspetti Industriali dell’azienda, secondo quanto dichiarato dal Sindaco, sarà l’Ing. Enrico Valleriani, che ha maturato un’esperienza trentennale nella gestione manageriale e gestionale di diverse multinazionali operanti nel campo della produzione e dei servizi.

«Al Presidente Rosella – ha concluso il Sindaco – chiederemo di continuare a dare il proprio contributo, supportando il nuovo Amministratore. Soltanto con la collaborazione di tutti sarà possibile mettere in sicurezza la società, rilanciarla e renderla più vicina ai cittadini».

Il Presidente uscente Rosella  ha ringraziato il Sindaco per il sostegno ricevuto durante l’incarico di gestione della SPL.

«Sicuramente – ha spiegato Rosella - c’è da risolvere il problema finanziario dell’azienda. Dovranno essere bravi a recuperare i tre milioni di euro dovuti alla società. Faccio un in bocca al lupo al Prof. Quattrociocchi, assicurando da parte mia piena disponibilità».

Dopo il Presidente Rosella ha preso la parola il Prof. Bernardino Quattrociocchi.

«Sento la responsabilità dell’incarico conferitomi – ha dichiarato Quattrociocchi - e spero di non deludere nessuno, per primi il Sindaco e la Giunta. Ringrazio il Presidente Rosella, che mi lascia un bilancio in utile. Sono certo che con lui ci sarà uno scambio di idee. Io credo fermamente nel lavoro di squadra: la prima risorsa dell’azienda sono i lavoratori. Il mio obiettivo sarà, innanzitutto, porre al centro le risorse umane della società e la cittadinanza. Sarà possibile ristrutturare l’azienda e dare nuove certezze soltanto con il lavoro di tutti ».

L’ing. Valleriani ha aperto il suo intervento rivolgendo al nuovo Amministratore Unico gli auguri di buon lavoro.

«Ho accettato l’incarico che mi ha proposto il Sindaco – così Valleriani - perché come setino voglio portare un contributo alla gestione di questa società sulla base dell’esperienza da me maturata».

La nomina verrà formalizzata dall’Assemblea costituita dal socio unico Comune di Sezze, previa designazione effettuata dal Sindaco con apposito decreto.

La durata dell’incarico è prevista in tre esercizi, come stabilito dalla statuto della società SPL e dal Codice Civile.


17 maggio 2016

 Siglato il protocollo d’intesa tra il Comune di Sezze e l’Associazione Federconsumatori di Latina per l’assistenza legale contro le diffide di pagamento inviate dalla Costruzioni Dondi SPA ai cittadini di Sezze.

L’Ente Comunale metterà a disposizione dei cittadini uno sportello sia a Sezze Centro che allo Scalo.

Il Comune di Sezze ha firmato un protocollo d’intesa con l’Associazione Federconsumatori di Latina per l’assistenza legale in fase stragiudiziale e giudiziale avverso le diffide inviate dalla Costruzioni Dondi SPA ai cittadini intestatari delle utenze del Servizio Idrico Integrato (S.I.I.).

La Costruzione Dondi, ex Concessionaria del S.I.I. presso il Comune di Sezze fino al mese di luglio 2014, ha spedito a migliaia di cittadini intestatari delle utenze del servizio idrico delle bollette per la maggior parte composte da sanzioni e penali per ritardato pagamento.

A seguito di tale situazione, il Sindaco Andrea Campoli ha chiarito la posizione dell’Ente, specificando ai cittadini, che hanno regolarmente pagato il dovuto, che alla Società Dondi vanno pagati esclusivamente i consumi idrici relativi all’erogazione del servizio fino al mese di luglio 2014, con esclusione degli interessi di mora, di eventuali penali dovute a ritardati pagamenti, così come di spese legali per il recupero delle somme. Tuttavia, visto che molti cittadini hanno ricevuto bollette inesatte e/o non dovute, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto opportuno tutelare gli stessi affidando l’assistenza legale, in fase stragiudiziale e giudiziale, all’Associazione Federconsumatori di Latina che si farà carico di accogliere le istanze promosse presso un apposito sportello messo a disposizione dall’Ente.

«Il servizio di assistenza legale – ha spiegato il Sindaco Andrea Campoli - verrà fornito ai cittadini intestatari delle utenze del servizio idrico del Comune di Sezze che hanno ricevuto, dalla Costruzioni Dondi Spa, bollette per la maggior parte composte da sanzioni e penali per ritardato pagamento. Metteremo a disposizione uno sportello a Sezze centro presso gli uffici dell’ex Cadit, siti all’interno della Biblioteca Comunale, ed uno a Sezze Scalo negli uffici comunali collocati presso la stazione ferroviaria».

A breve il Comune di Sezze renderà noti i giorni e gli orari di apertura degli sportelli.


4 maggio 2016

  Il Dipartimento di Salute Mentale torna a Sezze

L’Amministrazione Comunale comunica che nei prossimi giorni sarà riattivato il servizio completo erogato dal Dipartimento di Salute Mentale (DSM) presso la Casa della Salute di Sezze, in quanto nei giorni scorsi il Sindaco ha emanato un provvedimento per precisare quali siano gli ambienti soggetti a pericolo e quindi interdetti con precedente ordinanza.

Da tale precisazione, appunto, si evince che i locali precedentemente usati dal DSM potranno tornare ad essere utilizzati per un servizio sanitario così delicato ed al quale si rivolgono centinaia di pazienti.

L’aspetto più importante di questa vicenda, infatti, ha riguardato il rischio che queste centinaia di persone con serie problematiche di salute e con evidenti fragilità abbiano rischiato di dover raggiungere mete lontane per essere curate.

Con la collaborazione di tutti si è risolta una vicenda che si andava trascinando da mesi e la cui soluzione consentirà agli operatori sanitari di tornare a lavorare con comodità e con la consueta professionalità ed ai pazienti di vivere con serenità il loro percorso terapeutico.


21 aprile 2016

Cordoglio dell’Amministrazione Comunale per la scomparsa dell’ex Sindaco Lidano Zarra.

L’Amministrazione Comunale partecipa costernata al dolore della famiglia per la scomparsa del già Sindaco di Sezze Lidano Zarra.

Un uomo delle Istituzioni che ha servito la sua città con passione e dedizione nei lunghi anni della sua esperienza politica.

Una militanza, la sua, inscindibilmente legata alla sua esperienza umana e professionale.

Un medico dotato di grande acume clinico che ha reso un importante servizio alla sua comunità, esercitando la sua professione per lunghi decenni presso l’ospedale civile di Sezze.

Lascia un grande vuoto in Consiglio Comunale, dove continuava ad esprimere con acutezza e lucidità il suo punto di vista, concorrendo ad innalzare la qualità delle scelte e degli orientamenti che l’Amministrazione assumeva.

La Città saprà ricordarlo affinché il suo servizio potrà essere conosciuto e tramandato alle future generazioni.


7 aprile 2016

I carciofi di Sezze in regalo al Papa per i poveri di Roma
Duemila carciofi di Sezze sono stati consegnati ieri pomeriggio in Vaticano a Papa Francesco, quale omaggio di Sezze al Pontefice e per essere destinati alle mense dei poveri assistiti quotidianamente dalla Santa Sede.
Si tratta di una iniziativa congiunta promossa dal Comune di Sezze e dall’Associazione della Passione di Cristo, che ogni anno organizza la notissima Rappresentazione del Venerdì Santo. A coordinare l’iniziativa è stato il dirigente del Comune di Sezze, il dott. Piero Formicuccia, che ha curato anche gli aspetti logistici e di rapporti con la Santa Sede. 
Nel pomeriggio di ieri, un camion con a bordo duemila carciofi raccolti nei campi di Sezze è partito dal centro lepino per giungere a Città del Vaticano, dove l’arrivo del rinomato prodotto era atteso. Insieme ai carciofi sono state fatte arrivare in Vaticano anche duecento pagnotte dell’altrettanto rinomato pane di Sezze: il gustoso carico è stato consegnato alla segreteria di Papa Francesco per essere destinato al Pontefice e, quindi, ai poveri insieme ad una lettera a firma congiunta del sindaco di Sezze, Andrea Campoli, e del presidente dell’Associazione della Passione di Cristo di Sezze, Elio Magagnoli. Nella missiva recapitata al Pontefice Campoli e Magagnoli scrivono:
“La nostra, Santo Padre, è terra di grandi figli della Chiesa: dal radioso insegnamento di San Carlo da Sezze alla illuminata missione di Mons. Ubaldo Calabresi. Ma è anche terra di ricchi frutti del duro lavoro: Carciofi, nobile dono dei campi, e Pane lavorato da sempre con amore, che rappresentano essenza, tradizione, collante tra differenti generazioni. 
Questi frutti, Santità, di cui abbiamo anche piacevolmente argomentato nel nostro incontro, voglia gradire insieme ai poveri delle parrocchie romane, quale nostro ringraziamento per i valori e gli insegnamenti che Ella ogni giorno ci offre, improntati alla solidarietà e al rispetto della vita in ogni sua forma”.
Il sindaco Campoli ha inoltre commentato: “Il nostro è un gesto di carità che siamo certi farà molto piacere al Papa perché egli stesso conosce e apprezza i carciofi di Sezze. Ne abbiamo anche piacevolmente parlato con lui alla fine dell’udienza generale del 16 marzo scorso, quando il Pontefice ha salutato la delegazione di Sezze e con lui abbiamo parlato delle tradizioni setine e della bontà dei nostri carciofi, conosciuti in tutta Italia. In quella circostanza abbiamo promesso al Papa di fargli avere un po’ di carciofi per i poveri assistiti dal Vaticano, ma confidiamo che anche il Pontefice ne possa assaggiare più di uno”.
Il presidente Magagnoli ha affermato: “Il Giubileo della Misericordia è stato indetto soprattutto per richiamare la nostra attenzione sui drammi della povertà, come ci ha scritto lo stesso Papa Francesco nella lettera che ha inviato alla nostra associazione in occasione della Rappresentazione del Venerdì Santo. Insieme al Comune di Sezze abbiamo voluto così dare un piccolo aiuto ai poveri assistiti dal Vaticano, anche come segno di ringraziamento e sostegno all’opera del Pontefice”.
E domenica prossima i carciofi di Sezze potranno essere degustati da tutti nelle vie del paese in occasione della tradizionale sagra dedicata al rinomato frutto della terra setina. 


6 aprile 2016

47° Sagra del Carciofo

Dopo la Processione del Venerdì Santo, Sezze vi aspetta un’altra volta Domenica 10 aprile per un evento che è diventato tra i più attesi in ambito regionale.

Parliamo della Sagra del Carciofo, giunta alla sua 47ma edizione, che ogni anno registra un record di partecipazione.

Associazioni culturali, istituzioni scolastiche, produttori agricoli, ristoratori, commercianti e cittadini insieme al Comune di Sezze danno vita ad una festa popolare che pervade tutto il centro storico della città e le zone adiacenti.

L’appuntamento vuole coniugare un prodotto tipico con la gastronomia locale e la valorizzazione dell’antico tessuto urbano dai cui vicoli si aprono panorami unici che si affacciano sulla piana pontina, sul mare, sul Circeo e sulle isole pontine e sulle montagne lepine.

La sagra riproduce paesaggi storici, costumi e usanze tradizionali, oggetti ed arnesi della cultura contadina creando un’atmosfera che i ritmi odierni ci fanno dimenticare.

Ad aprile il carciofo è all’apice della maturazione e i numerosi visitatori potranno gustarlo nelle sue migliori e variegate ricette, come quelle alla giudìa e al forno.

“Come organizzatori – ha spiegato il Sindaco Andrea Campoli - assicuriamo che ne verranno cucinati in piazza a migliaia, con qualità controllata, a costi controllati ed alla portata di ognuno”. Tutti potranno assaggiarli seduti nelle tavolate attrezzate nella bella cornice dell'antico centro storico.

“Il 10 aprile – ha dichiarato il Sindaco - è la giornata conclusiva, un momento di grande partecipazione, e per la circostanza ognuno di noi darà il meglio di sé. Nei giorni che precedono non mancheranno appuntamenti importanti, che metteranno al centro aspetti della storia, della cultura e della tradizione locale”.


6 aprile 2016

Aspettando la 47° Sagra del Carciofo

Tutto è ormai pronto per la XLVII edizione della Sagra del Carciofo.

La manifestazione, prevista per domenica 10 aprile, sarà anticipata come di consueto da alcune iniziative che vedono la collaborazione del Comune di Sezze con l’I.S.I.S.S  “Pacifici e De Magistris” e le Associazioni “Le Decarcie”, “I Turapitto” e “Le Colonne”, oltre che il Centro Socio-Educativo “C. Tamantini” ed i plessi scolastici di Melogrosso e Crocevecchia.

Giovedì 7 aprile, alle ore 16.30 presso l’Aula Magna dell’Istituto Superiore “Pacifici e De Magistris”, è previsto l’appuntamento “Sezze: tra storia e canti”, che vuole mettere all’attenzione lo studio del territorio seguendo approcci diversi.

In tale occasione oltre all’esibizione del gruppo musicale “Canusia”, porteranno il loro contributo studiosi e storici locali.

Interverranno il prof. Luigi Zaccheo che relazionerà sui nobili De Magistris, il prof. Fausto Orsini su “L’agricoltura pontina tra ottocento e novecento”, mentre il dott. Agostino Attanasio  illustrerà il tema “Le bonifiche dei papi in terra pontina”.

Venerdì 8 aprile, alle ore 17.30 presso l’Auditorium “M. Costa”, si terrà lo spettacolo “Alla festa di Ciccirinella” a cura del Centro Diurno “Carla Tamantini”.

L’evento nasce dal lavoro corale realizzato con l’impegno e la passione di tutti i ragazzi diversamente abili ed i bambini con disagio che frequentano la struttura, coadiuvati dall’equipe del centro formata da psicologi, educatori, operatori e tirocinanti.

Ospiti dell’evento saranno le classi VB e VC di Melogrosso e VA di Crocevecchia, che quest’anno insieme agli educatori del Centro Tamantini hanno dato vita ad un piccolo concorso letterario dal titolo “Poesia…al Centro”.

Nel corso della manifestazione di venerdì, pertanto, saranno premiati i primi tre vincitori che si sono cimentati nella realizzazione di poesie e racconti brevi.

In serata, presso la Sala Polifunzionale “Colonne di Tito” si proseguirà con “Poetando e Cantando”, poesia e canti in dialetto.

Sabato 9 aprile alle ore 17.00, invece, presso il Museo Archeologico verrà presentata l’iniziativa “Officina Plena Bonis, alla scoperta dell’archivio storico del Comune di Sezze”: una mostra per favorire la conoscenza dei documenti antichi conservati presso l’Archivio storico comunale e la presentazione del Progetto “Traduzione dell’Antico statuto comunale dal latino in italiano”, avviato con l’Istituzione “Pacifici e De Magistris” e con il quale studenti e docenti dell’Istituto superiore si stanno cimentando con la traduzione di uno dei più belli ed importanti documenti storici della città di Sezze.


23 marzo 2016

Precisazioni del Sindaco sui fatti riguardanti il bilancio del 2009

In merito alle notizie di stampa, riguardanti il rinvio a giudizio da parte della Corte dei Conti, circa il riconoscimento dei debiti fuori bilancio avvenuto nel 2009, ritengo doveroso ribadire e precisare quanto segue:
-non vi è nessun procedimento penale in corso, ma la questione sollevata riguarda esclusivamente l’amministrazione contabile;
- con l’approvazione del riequilibrio di bilancio avvenuta nel 2009, l’Amministrazione guidata dal sottoscritto si è trovata nella condizione di dover riconoscere e pagare circa 3.800.000,00 euro di debiti fuori bilancio. Debiti, peraltro, generati e maturati dalle amministrazioni precedenti e che si aggiungono ai 168.000,00 euro circa riconosciuti nel 2008. Tali debiti, in gran parte riconducibili a sentenze esecutive e parcelle legali, avevano rischiato di provocare il dissesto finanziario dell’Ente, con tutte le conseguenze nefaste che questo avrebbe provocato per i cittadini di Sezze. Soltanto il nostro senso di responsabilità, quindi, dovendo pagare debiti fatti da altri, ha fatto uscire la nostra città da una fase così difficile;
-orbene, oggi la Corte dei Conti contesta le modalità e la legittimità di una parte di tali riconoscimenti per un importo di circa 625.000,00 euro. Senza entrare nel merito, voglio soltanto sottolineare che la delibera di riconoscimento era regolarmente corredata dai pareri e dalle certificazioni del Segretario Generale, dei Dirigenti e dei Revisori dei Conti. Siamo comunque fiduciosi nella possibilità di dimostrare non solo la legittimità ma, financo, lo specifico obbligo politico e amministrativo di tale assunzione di responsabilità;
-siamo persuasi che la Corte dei Conti, invece, sarà in grado di verificare la buona condotta dell’Amministrazione da me guidata in forza dell’impugnazione alle suddette sentenze e delle vittorie giudiziarie che ci stanno consentendo di far rientrare nelle casse comunali una buona parte di quei debiti, riconosciuti e pagati nel 2009, per un importo superiore ai due milioni di euro.
Rassicuro i cittadini, infine, che in questi anni sono stati governati da Amministratori seri ed onesti, che avranno certamente commesso errori, ma che stanno rischiando di pagare di tasca propria per aver tutelato la salute finanziaria dell’Ente e che, in questi ormai nove anni di amministrazione non hanno causato neanche un euro di debiti fuori bilancio, giacchè quelli del 2009 sono gli ultimi, né ne lasceranno a chi verrà dopo.
Sezze 23/03/2016                                              Il Sindaco, Dott. Andrea Campoli


5 gennaio 2016

Contratti pubblici legittimi

In riferimento all’articolo apparso sul quotidiano “Il Giornale di Latina” il giorno 2/01/2016 riguardante la nota inviata al Comune di Sezze ed alla SPL Sezze SPA dalla società AeG SPA a firma di un suo legale, preme ribadire e ricordare che, in merito alla legittimità degli atti messi in essere dall’Amministrazione Comunale, nessun organo sovracomunale ha implicitamente contestato la legittimità degli stessi né in particolare, dall’organismo di vigilanza sui contratti pubblici (ANAC) è stato fatto alcun rilievo se non l’invito ad aggiornare il regolamento comunale disciplinante le procedure contrattuali, (deliberato dal Consiglio Comunale con atto n.50 del 6/08/2015).

Così come nella seduta del Consiglio del 7/01/2016 verrà portata l’approvazione del Regolamento di Contabilità.

Sulla questione degli avvisi di accertamento TARSU ed ICI più volte è stata fatta chiarezza nelle sedi opportune ed in merito agli stessi il Comune, dopo una attenta verifica, ha prodotto atti per l’annullamento e la rettifica di tutti quelli, prodotti dall’AeG, che sono risultati infondati ed oggetto di diversi errori. Di questa azione è stata coinvolta la stessa  AeG con la proficua collaborazione della SPL Sezze.

Per quanto riportato nella recente nota pervenuta da parte dell’AeG si ribadisce che il Comune, con contratto n. 9388 del 25/02/2014, aveva affidata alla stessa la realizzazione della banca dati unificata dei contribuenti, banca dati pervenuta ma ancora in fase di verifica per cui, ad oggi, ogni azione conseguente risulta priva di richieste risarcitorie perché appunto non sono stati effettuati puntualmente gli adempimenti contrattuali da parte dell’AeG. Anzi, per tutto il clamore che, da una anno a questa parte, si è creato a causa di imprecise azioni amministrative da parte di chi invece avrebbe dovuto dare garanzie di operazioni corrette e proficue per l’Ente, si è profilata la volontà di nominare un legale per la messa in campo di azioni legali per la tutela dell’Amministrazione Comunale e dei cittadini, rinviando quindi al mittente le pretestuose richieste risarcitorie verificando nel contempo che non esistano agli atti condizioni che consentano all’Amministrazine stessa di mettere in campo azioni risarcitorie.

Sezze 5/01/2016                                                            L’Amministrazione Comunale

comunicati stampa 2016- 2017