Agesci

 

domenica 23 febbraio 2014                              Sezze - Parco della Rimembranza- Monumento
Agesci - Zona Pontina Gruppo Sezze I°
organizza l'incontro

Giornata del pensiero - 2014

l'educazione apre le porte a tutte le ragazze e i ragazzi

   servizio fotografico di Massimo Rovere

Domenica 23 febbraio a Sezze si riuniranno tutti gli scout della zona pontina per festeggiare la “Giornata del Penisiero” (Thinking Day).
Come ogni anno si rinnova questa tradizione che risale dal 1926 dove ragazze e ragazzi, guide e scout da ogni parte del mondo festeggiano il compleanno di Baden Powell, i fondatore del guidismo e dello scoutismo.
Questo giorno speciale è diventato nel corso degli anni un simbolo di riflessione 
nonché un momento in cui rivolgere un, appunto, “pensiero” agli scout e alle guide meno fortunati, donando simbolicamente un ‘penny’ per aiutare lo sviluppo del movimento scout nel mondo.
Questa iniziativa, cherisale al dopo la seconda guerra mondiale, era diretta ad aiutare le guide scoutnei Paesi più colpiti, tra cui figurava anche l'Italia.
In tempi moderni oltre alla raccolta del penny si dedica questa giornata ad approfondire una tematica che avvicini i giovani alla comprensione dei problemi che come cittadini attivi e partecipi nel e per il mondo sono chiamati a conoscere.
Il tema di scelto quest’anno si ispira ad uno degli obbiettivi del millennio ovvero: raggiungere un’educazione primaria universale. 
Lo slogan di questa giornata sarà “L’educazione apre le porte a tutte le ragazze e i ragazzi” e questo sarà il motivo principale di tutti i giochi e le attività che saranno svolte a Sezze da più di 800 ragazzi provenienti dalla zona pontina. 
Nella giornata di domenica Sezze sarà invasa da questa onda di colori, canti, giochi ma soprattutto sarà invasa da questa voglia di costruire qualcosa di migliore, da questo sentimento di fratellanza universale che ci unisce e dalla convinzione che non solo “l’importante è il pensiero” ma è anche un ottimo punto di partenza. 

“L’educazione è il grande motore dello sviluppo personale. È grazie all’educazione che la figlia di un contadino può diventare medico, il figlio di un minatore il capo miniera o un bambino nato in una famiglia povera il presidente di una  grande nazione. 

Non ciò che ci viene dato, ma la capacità di valorizzare al meglio ciò che abbiamo è ciò che distingue una  persona dall’altra. “
NELSON MANDELA

Scouts e guide dell’AGESCI Zona Pontina riuniti a Sezze per celebrare la Giornata del Pensiero (Thinking Day)

A cura di Salvatore Corso
E' stata un'invasione pacifica da parte di circa 800 ragazzi, che hanno riempito con i loro giochi e canti il parco della Rimembranza, parte di Via Marconi e Porta Pascibella.
La giornata è iniziata con l’innalzamento delle bandiere dell’AGESCI, Masci, Italia ed Europa su di una struttura di pali legati con corde tipica delle costruzioni pionieristiche dei campi scout.
I gruppi scouts, convenuti da tutta la zona nord della provincia, sono stati accolti dal saluto di benvenuto dei Responsabili di Zona dell’AGESCI e del Masci e del Sindaco.
Il sindaco, Andrea Campoli, ha sottolineato l’importanza dei valori di solidarietà e fratellanza, da sempre caratteristici dello stile scout, che in questi tempi così sofferti della vita civile del nostro paese, assumono un grande significato di speranza per un mondo migliore, rimarcando l’importanza storica del movimento scout a Sezze.
La recente scoperta di un documento ufficiale dell’allora ASCI testimonia l’iscrizione del primo gruppo SEZZE 1 il 7 luglio del 1926 , con sede in via del Guglietto, in singolare coincidenza con l’anno di fondazione della Giornata del Pensiero da parte della conferenza mondiale del guidismo.
Il tema mondiale della Giornata del Pensiero 2014 è: “L’educazione apre le porte a tutte le ragazze e i ragazzi” L’educazione è un tema molto importante per tutti i giovani del mondo. Nonostante i progressi, circa 250 milioni di bambini in età delle scuole elementari non sanno leggere, scrivere e far di conto. Il tema si ispira ad uno degli otto “Obiettivi del Millennio”, tra i quali le Guide e gli Scout individuano, ogni anno, il filo conduttore del Thinking Day, che in tutti i Paesi viene celebrato attraverso iniziative che permettono la raccolta del “Penny”, segno di solidarietà per lo sviluppo dello scoutismo nel mondo.
Quest’anno i “penny” raccolti dagli scouts di tutto il mondo saranno destinati al sostegno di progetti specifici nei cinque paesi individuati dall’associazione scout mondiale che sono:
Egitto, Bangladesh, Armenia, Saint Vincent e Grenadine e Benin.
Il tema dell’accesso all’educazione ha riscosso l’immediata attenzione e supporto logistico della preside che ha reso disponibili i locali della palestra, da utilizzare in caso di avverse condizioni meteo. Fortunatamente il bel tempo, ha permesso un tranquillo svolgimento dei vari giochi e attività.
La giornata si è conclusa con la S. Messa celebrata dal Vescovo Mons. Mariano Crociata che si è dichiarato entusiasta di questa sua prima occasione di incontro con gli scouts.
Da rimarcare la pronta disponibilità ed il supporto logistico offerti dalla SPL e delle associazioni di Protezione Civile, che hanno contribuito al buon esito della manifestazione.

il fotoracconto a cura di Massimo Rovere