Passeggiate archeologiche 

Setina Civitas      torna al calendario delle escursioni  >>>

> 27 giugno 2021:  2a tappa del gruppo “In difesa dei Beni Archeologici”

a cura di Ignazio Romano

Visita guidata sul tracciato della Via Setina

 Con il patrocinio del Comune di Sezze, l'opera di pulizia dei volontari In Difesa dei Beni Archeologici, l'intervento del gruppo Scout Agesci, il lavoro di raccolta rifiuti di Plastic Free, la collaborazione della SPL ed  il coordinamento del Circolo Culturale Setina Civitas per la riqualificazione del sito

                  

Domenica 27 giugno, partendo dalla chiesa sconsacrata della Madonna della Pace,  scenderemo dalla collina di Sezze lungo l'antica Via Setina fortificata dai romani con torri di difesa ancora visibili, muri di sostruzione, paracarri e basolato a ricordare la storia millenaria che di lì è passata. Si arriverà al rudere della Madonna dell'Appoggio e proseguendo il tracciato, in meno di un chilometri, arriveremo ad incrociare la Via Ninfina nei pressi della cava di calcare.

Il progetto di "Riqualificazione della Via Setina" è stato elaborato nel 2004 dall'architetto Giuseppe Bondì e dall'archeologa Elisabeth Bruckner.

La visita sarà articolata in più tappe per esporre i diversi periodi che caratterizzano l'area del Monumento Naturale Fosso Brivolco: il professore Luigi Zaccheo e l'archeologa Carla Mattei illustreranno l'epoca romana ed in particolare il tracciato su cui si svolgerà l'escursione; l'archeologo Michelangelo La Rosa affreonterà i temi della preistoria illustrando le caratteristiche del Riparo Roberto che si trova sul versante opposto del fosso e che è visibile grazie a un affaccio meraviglioso; mentre per l'epoca dei dinosauri il geologo Vittorio Faustinella in compagnia di Daniele Raponi, il geologo che nel 2003 ha scoperto le orme dei dinosauri, ci parleranno dell'importanza del ritrovamento, della unicità del luogo e della riqualificazione del sito.

La Via Setina è parte integrante del Monumento Naturale ed insieme al Riparo Robertro costituiscono un parco archeologico che, passando per la preistoria, parte dall'epoca dei dinosauri ed ariva all'epoca romana. Nella tesi che segue il geologo Vittorio Faustinella approfondisce i temi riguardanti il geosito con impronte di dinosauro scoperte il 14 luglio 2003. 

Il geosito a impronte dinosauriane di Sezze 
(LT): inquadramento geo-paleontologico, 
valorizzazione e fruizione

Scheda tecnica

Giorno: 27 giugno 2021

Appuntamento: ore 8,30

Partenza: ore 9.00 

Ritorno previsto: ore 13.00

Luogo di partenza: Sezze Via Bassiano, 10 (davanti alla Madonna della Pace)

Lunghezza: km 4 (andata e ritorno)

Dislivello: m 300 circa

Durata: 3 ore 

Difficoltà: E (escursionistico)

Tipologia tracciato: sterrato circa km 2

Attrezzatura necessaria: Abbigliamento da trekking, bastoncini e scarpe da trekking 

Attrezzatura consigliata: cappellino e acqua al seguito

(non saranno ammesse persone senza calzature adatte)

In caso di pioggia la passeggiata può essere rimandata oppure annullata.

La Via Setina: un tesoro inestimabile da valorizzare

La "Via Setina", così detta perché da Roma conduceva a Setia, è un tesoro inestimabile, inserita in un contesto unico, che necessita di interventi urgenti di riqualificazione e valorizzazione.
Ignazio Romano, presidente del Circolo Culturale Setina Civitas, dedica due appuntamenti allo storico tracciato: il primo è un intervento di pulizia in programma domenica 20 giugno, il secondo è una visita guidata nella giornata di domenica 27 giugno. Due momenti di promozione dello storico percorso della via di accesso al paese di epoca romana, in uso fino alla fine dell’ottocento. 
Il progetto di “Riqualificazione della Via Setina”, sul quale Setina Civitas lavora dal 2004, è stato elaborato dell’architetto Giuseppe Bondì e dall’archeologa Elisabeth Bruckner, presentato al Comune di Sezze più di una volta e costituito da uno studio di riqualificazione del sito dal punto di vista storico, naturalistico e paesaggistico, senza tralasciare la messa in sicurezza dei luoghi.

Il tracciato, lungo circa due chilometri, parte dalla Madonna della Pace e sfiora la sottostante cava di calcare per giungere poco distante dalle orme dei dinosauri. Insieme al Riparo Roberto, sito preistorico con i suoi graffiti a carboncino, e alle orme dei dinosauri scoperte nel 2003, la Via Setina con i suoi ruderi di epoca romana, le torri di difesa, i paracarri, il basolato e i muri di sostruzione, rappresenta il tesoro del Monumento Naturale Fosso Brivolco, che è stato istituito dalla Regione Lazio nel 2018 a cura del geologo Diego Mantero.
Con il sostegno del commissario prefettizio del Comune di Sezze, Dr. Raffaele Bonanno, è stato possibile eseguire alcune opere di pulizia che hanno reso percorribile la strada, grazie a una squadra di infaticabili volontari che hanno lavorato per molti giorni sul tracciato. Volontari che vale la pena nominare uno per uno: Diego Ficaccio, Luigi Valleriani, Sergio Piccaro, Luciano Corbi, Giancarlo Pallonari, Riccardo Molinari, Enrico Ceccano, Alessandro Luccone.
Tutti insieme hanno dato nuova linfa e forza al gruppo “In Difesa dei Beni Archeologici” impegnato dal 2004 a far conoscere e frequentare le tante risorse culturali sparse sul territorio di Sezze.
A questi volontari si sono aggiunti i ragazzi del gruppo Agesci Scout di Sezze guidati da Augusto Carlesimo e Massimo Marchetti, ed il gruppo Plastic Free di Sezze guidati da Annalisa Savelli ed Enrica Marchionne che con la collaborazione della SPL e del suo presidente, Giovanni Rosella, hanno il compito di ridare alla Via Setina il decoro che merita. Tutti, coordinati dal Circolo Culturale Setina Civitas, domenica 20 giugno alle ore 8,30 con appuntamento in via Bassiano, nei pressi della Madonna della Pace, sono pronti a scendere lungo lo storico tracciato ed effettuare la raccolta dei rifiuti urbani gettati abusivamente.
Mentre, per permettere a tutti di godere delle bellezze del sito archeologico, l'appuntamento è per domenica 27 giugno, sempre alle ore 8,30 alla Madonna della Pace, con la visita guidata. Articolata in modo da tornare indietro nel tempo fino all'epoca dei dinosauri, la visita è curata dal professore Luigi Zaccheo, dall’archeologa Carla Mattei, dall’archeologo Michelangelo La Rosa, dal geologo Vittorio Faustinella e dal geologo Daniele Raponi, scopritore delle orme dei dinosauri. Disposti in punti strategici del tracciato, le guide illustreranno i diversi aspetti nelle diverse epoche che questi luoghi hanno conosciuto.

Alla manifestazione, aperta a tutti, sono stati invitati: il Commissario prefettizio del Comune di Sezze, Raffaele Bonanno, il Consigliere regionale, La Penna Salvatore, l'Assessore regionale, Onorati Enrica, il Funzionario archeologo della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio del Lazio per le Province di Frosinone e Latina, Di Mario Francesco, il Dirigente della regione Lazio, Mantero Diego.

Molte decine di escursionisti hanno partecipato alla visita guidata al Monumento Naturale Fosso Brivolco di Sezze.

Era dai tempi dei Volsci e dei Romani che la Via Setina non vedeva una invasione di gente come quella che c'è stata oggi.

Ci sto pure io, grazie a Marco


quelle che seguono sono le foto di Walter Salvatori

Setina Civitas      torna al calendario delle escursioni  >>>