Sagra del carciofo 2018

49a edizione

  Domenica 15 aprile 2018              tutta la manifestazione

edizione "giovani" della Sagra del carciofo

in migliaia a Sezze i giovani da tutta la provincia

Dalle prime sagre degli anni '70 realizzate interamente con le cooperative agricole e con il Comune di Sezze che esponevano e cucinavano i carciofi per tutti, si è passati gradualmente alle sagre degli anni '90 dove le associazioni hanno curato la ristorazione e introdotto gli aspetti culturali. Con il carciofo sempre più marginale ma con una forte connotazione territoriale legata alle tradizioni, siamo arrivati ai primi anni del 2000, quando la partecipazione dei giovani è iniziata a crescere. Oggi, con l'edizione 2018, il sorpasso delle nuove generazioni su ogni altro aspetto dell'evento appare evidente. 

La 49° Sagra del Carciofo è stata l'edizione giovani con Piazza dei Leoni sommersa da migliaia di presenze sotto al palco allestito dai commercianti della piazza. 

Un successo per la birra al carciofo
Il 14 e il 15 aprile si é svolta la 49esima edizione della Sagra del Carciofo, il più atteso evento tradizionale della storia setina, che tutti attendono in maniera spasmodica. E tra le fitte vie del centro storico e nelle piazze si sono riversati in migliaia, accompagnati dai sempre numerosi visitatori, attirati dall’importanza che gli abitanti di Sezze accreditano alla Sagra, autentico e fulgido vanto d’appartenenza. Un manifesto locale generazionale.
In mezzo all’impegno dell’amministrazione comunale, alla dedizione delle svariate attività commerciali che hanno soddisfatto le esigenze dei partecipanti e alla professionalità delle forze dell’ordine, questa 49esima edizione della Sagra si é rivelata il contesto ideale per la presentazione di un piccolo miracolo: la nascita della ‘A Carciofa, la prima Birra Artigianale al Carciofo mai prodotta su suolo setino.
Ideata e realizzata dall’Associazione Culturale “La Macchia”, in nome del progetto di riqualificazione e valorizzazione territoriale “Evado – LiberaMente Fuori”, coadiuvata dall’Associazione “SEMI(di) LIBERTÁ Onlus”, la ‘A Carciofa é una squisita birra artigianale parzialmente scura, che acquisisce una spiccata nota di amaro e le inestimabili proprietà benefiche del carciofo locale, coltivato nei campi della pianura pontina.
E, allora, quale occasione migliore dell’annuale Sagra del Carciofo per consegnare alla storia di Sezze tale prodotto?
Dapprima riunitisi nel pomeriggio del 14 aprile nei locali del Museo Archeologico comunale per la presentazione ufficiale, alla quale hanno presenziato gli esponenti delle due associazioni, il sindaco Sergio Di Raimo , il vicesindaco Antonio Di Prospero e l’Assessore alla Cultura e alle Attività Produttive Pietro Ceccano, tutti i presenti hanno potuto in seguito coronare l’evento degustando la ‘A Carciofa in un tripudio di soddisfazione ed euforia generale. Occasione che é stata possibile ripetere in serata nei pressi degli stand messi a disposizione dalle due associazioni in Piazza Margherita.
Come prevedibile, la ‘A Carciofa ha ottenuto il successo che meritava, andando letteralmente a ruba tra i presenti accorsi, curiosi e soddisfatti di tale novità. Grande merito va riservato, a onor del vero, ai volenterosi e impeccabili studenti dell’alberghiero dell’I.S.I.S.S. Pacifici e De Magistris, coordinati dal professore Vincenzo Petrone, che sono riusciti a incarnare alla perfezione lo spirito di giovialità e professionalità che ha contraddistinto l’evento, partecipando attivamente alle attività di degustazione, sia a seguito della presentazione ufficiale, sia durante gli allestimenti serali e per l’intera giornata del 15 aprile. Il successo e la perfetta riuscita della presentazione della ‘A Carciofa non sarebbe stato tale senza il loro inestimabile contributo.
Così, il 15 aprile non ha riservato sorprese o cambi di marcia, ribadendo un concetto assimilato e condiviso da tutti i presenti: é stato un successo. E non poteva essere altrimenti.