Cattedrale di Santa Maria 

CAPPELLA DELLA MADONNA DEL ROSARIO  

La tela della Madonna con Gesù bambino torna al suo posto nella Cattetrale

articolo a cura della redazione pubblicato domenica 21 agosto 2016

Sottoposta ad un accurato restauro, è tornata in questi giorni a Sezze ed è stata ricollocata al suo posto all’interno della cattedrale, nella cappella della Madonna del rosario, l’antica tela della Madonna con Gesù bambino, copia della omonima opera di Giovanni Battista Salvi, detto il Sassoferrato (1609-1685). La tela, che l’autore pare abbia replicato più volte, è giunta a Sezze almeno dopo il 1743, dato che nella visita pastorale effettuata dal vescovo in quell’anno, come pala dell’altare della cappella viene descritta una Madonna del rosario con i santi Domenico di Guzman e Caterina da Siena, di cui si sono perse le tracce: quando e con che modalità sia giunta a Sezze la tela ricollocata in questi giorni, ancora non è dato sapere.

La Madonna con Gesù bambino è stata sottoposta ad un delicato restauro (presso lo studio di Cristiana Noci e Francesca Piat di Roma), che le ha restituito l’esatta cromia (alterata dal fumo delle candele e dalla polvere), ha reintegrato le cadute di colore (dovute in particolare ai fori realizzati per allogare due corone sulla testa della Vergine e di Gesù bambino) e due larghe bruciature nella zona inferiore (causate dalle candele accese davanti al quadro).

La cattedrale di Sezze in questi ultimi anni sta riscoprendo il proprio valore storico-artistico e sta rivalutando numerose testimonianze del suo passato: si aggiunge, con il restauro della Madonna con Gesù bambino, un ulteriore tassello a questa meritoria opera, resa possibile in questa occasione dai proventi dell’8 x 1000 destinato dai contribuenti di tutta Italia alla Chiesa cattolica. nella foto sotto la tela restaurata della Madonna con Gesù bambino

Nelle immagini che seguono due fasi della tela durante il restauro