Sezze città della Passione

  

Inaugurazione del monumento "Sezze città della Passione"
Sabato
5 giugno 2010, alle ore 10,30 presso la rotonda che da Sezze Scalo da accesso alla nuova SR 156 dei Monti Lepini, si terrà l'inaugurazione del monumento scultoreo "Sezze città della Passione", realizzato dal M° Giuseppe Cherubini.

L'evento è organizzato e finanziato dall'Azienda ASTRAL S.p.A. (Azienda Strade Lazio) in sinergia con il Comune di Sezze e l'Associazione "Passione di Cristo". Alla cerimonia inaugurale interverranno: il Presidente dell'Astral, Giovan Battista Giorgi; l'Assessore al Turismo e Marketing della Regione Lazio, Stefano Zappalà; l'Assessore alle Infrastrutture e LL.PP.  della Regione Lazio, Luca Malcotti; il Presidente della Provincia di Latina, Armando Cusani; il Prefetto di Latina, Antonio D'Acunto; il Sindaco di Sezze, Andrea Campoli il Presidente dell'Associazione "Passione di Cristo", Elio Magagnoli; il Direttore Artistico dell'Associazione "Passione di Cristo", Piero Formicuccia ed il Maestro Giuseppe Cherubini.
Benedirà l'opera il Parroco di Sezze Scalo Don Henryk Laba. Al taglio del nastrro saranno presenti anche i rappresentanti dell'ATI (Consorzio Cooperative Costruzioni - Monaco S.p.A.) che ha contribuito alla realizzazione della scultura.
L'opera, ideata da Cherubini, è un omaggio alla "Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo", una delle più belle ed antiche tradizioni che Sezze ha saputo valorizzare e conservare nel corso degli anni, diventando un appuntamento religioso sempre più noto ed apprezzato a livello nazionale ed internazionale. Lo scultore è noto a livello mondiale per aver realizzato splendidi monumenti a Sezze, Priverno e Ciampino, opere per chiese, musei e luoghi pubblici, nonché bozzetti, targhe, premi, trofei e medaglie per Enti pubblici, Accademie, Archivi di Stato, alcune coniate dalla Zecca dello Stato e assegnate a noti personaggi.

Inaugurazione del monumento "Sezze Città della Passione"

 

E' stato inaugurato stamane - Sabato 5 giugno 2010 -, presso la rotonda SR 156 dei Monti Lepini (Sezze Scalo direzione Via degli Archi), il monumento scultoreo "Sezze città della Passione", realizzato dal M° Giuseppe Cherubini. L'evento è stato organizzato e finanziato dall'Azienda ASTRAL S.p.A. (Azienda Strade Lazio) in sinergia con il Comune di Sezze e l'Associazione "Passione di Cristo". Alla cerimonia inaugurale sono intervenuti: il Presidente dell'Astral, Giovan Battista Giorgi; l'Assessore al Turismo e Marketing della Regione Lazio, Stefano Zappalà; l'Assessore alle Infrastrutture e LL.PP. della Regione Lazio, Luca Malcotti; i Consiglieri Regionali Claudio Moscardelli e Gianfranco Sciscione; il Sindaco di Sezze, Andrea Campoli; il Presidente dell'Associazione "Passione di Cristo", Elio Magagnoli; il Direttore Artistico dell'Associazione "Passione di Cristo", Piero Formicuccia ed il Maestro Giuseppe Cherubini. Al taglio del nastro hanno partecipato anche autorità istituzionali locali, civili e religiose, nonché diverse delegazioni di studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado "Pacifici e De Magistris" di Sezze ed i rappresentanti dell'ATI (Consorzio Cooperative Costruzioni - Monaco S.p.A.) che ha contribuito alla realizzazione della scultura.
L'opera è stata benedetta dal Parroco di Sezze Scalo Don Henryk Laba. "Quest'opera - ha dichiarato il Sindaco Andrea Campoli - è un omaggio ad una delle più belle ed antiche tradizioni che Sezze ha saputo valorizzare e conservare nel corso degli anni. Attraverso questa antica rappresentazione della Passione di Cristo, parte integrante della nostra storia, vogliamo guardare al futuro. La Sacra Rappresentazione può essere, infatti, un volano per la nostra città, in termini economici e turistici. Ringrazio il Presidente dell'Astral per aver creduto in questa intuizione e gli Assessori Zappalà e Malcotti per il
sostegno dimostratoci dalla Regione Lazio". Il Primo Cittadino ha ringraziato anche tutte le autorità intervenute, l'Associazione della Passione di Cristo e le centinaia di donne, uomini e bambini che ogni anno fanno rivivere questo appuntamento religioso sempre più noto ed apprezzato a livello nazionale ed internazionale.


Rinnovo del direttivo
Domenica
13 dicembre 2009 si è riunita presso la propria sede l'Assemblea dei Soci dell'Associazione della Passione di Cristo per l'elezione del Presidente e del nuovo Consiglio Direttivo e per l'entrata di nuovi membri nell'Assemblea dei Soci. Alla carica di Presidente è stato riconfermato Elio Magagnoli, mentre il Consiglio Direttivo di 10 membri è formato da: Benvenuti Fabio, Bernasconi Arianna, Fanella Elena, Formicuccia Piero, Gori Costantino, Mattei Antonio, Marchetti Italo, Notarfonso Franco, Rosella Angelo e Toti Enrico.
Il Presidente e il Consiglio Direttivo resteranno in carica 3 anni come previsto dallo Statuto associativo. I nuovi membri entrati a far parte dell'Assemblea dei Soci sono: Altobelli Riccardo, D'Alessandri Michela, De Angelis Verusca, Giordani Alberto e Nasato Daniele.


Rinnovo del direttivo
A Sezze, domenica
21 maggio 2006 presso l’Auditorium comunale San Michele Arcangelo, si è tenuta l’Assemblea dei soci dell’Associazione Passione di Cristo per eleggere il Presidente ed il nuovo Consiglio direttivo.

Alla carica di Presidente è stato riconfermato Elio Magagnoli, mentre alcune novità si registrano nel Consiglio che, allargato a dieci membri, si arricchisce con l’ingresso di Francesco Lutero e di Arianna Bernasconi. Riconfermati invece gli altri otto membri che sono: Fabio Benvenuti, Antonio Mattei, Bruno Cipolla, Costantino Gori, Angelo Rosella, Italo Marchetti, Piero Formicuccia e Franco Notarfonzo. Il Presidente ed il Consiglio direttivo, eletti domenica, resteranno in carica per tre anni così come previsto dallo statuto associativo. La riconferma di Magagnoli non può che fare piacere, vista la dedizione dimostrata negli ultimi anni e le capacità messe in campo dal Presidente per superare abilmente le tante difficoltà incontrate. L’esperienza acquisita e la passione indiscussa, con cui ogni anno si adopera per garantire un futuro alla tradizione setina, fanno di Elio Magagnoli un vero punto di riferimento per l’Associazione. Stessa cosa va detta per ogni membro del direttivo, ognuno di loro costantemente impegnato, nell’intero arco dell’anno, in molteplici aspetti della vita sociale del paese. Per concludere ho scelto una “nota di colore” (rosa per la precisione) che non guasta mai e che, fra l’altro, non giunge neppure per caso; parlo dell’ingresso nel Consiglio di Arianna Bernasconi, unica donna che, nonostante la sua giovane età, ha già alle spalle un’importante esperienza nell’organizzazione della Passione di Cristo. Ora tutto ciò che mi sento di augurare al nuovo direttivo è l’unione d’intenti e la consapevolezza di rappresentare una parte importante della storia del paese.