Feste Natalizie Setine 

Quartetto Zahir in concerto

7 gennaio 2012                                                                          ore 18,00 -  Auditorium Mario Costa

 il Rotary Club con il patrocinio del Comune di Sezze presenta 
Quartetto Zahir in concerto

la magia di quattro sax

Il Rotary Club Latina Monti Lepini ha organizzato il 7 gennaio 2012 presso l'Auditorium M. Costa di Sezze, uno spettacolo unico ed importante per la sua finalità di beneficenza pro L.I.L.T.
Alla presenza di un pubblico numeroso "Zahir" , quartetto di sassofonisti composto da Stefano Di Giorgio, Fiorella Isola, Gianluca Caetani, Enrica Birsa (alunni dal prof. Paoletti), ha proposto un repetorio musicale di eccellente esecuzione in un connubio di linguaggi classici contaminati da tradizione ed innovazione. I brani si sono stati intervallati da letture di poesie di Don Titta Zarra e Leone C. interpretate splendidamente da Giancarlo Loffarelli e Marina Eianti. Poi un finale palpitante con le musiche di Gershwin, Romero, Ayoub ed in chiusura quel "Vacanze Romane" dei Mattia Bazar regalando così ai fortunati presenti una serata magnifica che non dimenticheranno facilmente . 

“Il vero cambiamento può partire solo da ciascuno di noi ed occorre cominciare dal nostro animo.

Non possiamo condividere la pace con gli altri se questa non esiste già in noi.
Non  possiamo  interessarci  ai  bisogni  del  mondo  intero  senza  prima  badare  a quelli delle

persone più vicine a noi: le nostre famiglie, i nostri Club, le nostre comunità”.
(Kalyan Banerjee – PRESIDENTE DEL ROTARY INTERNATIONAL) .

Questo è il vero spirito rotariano di ogni socio a prescindere dal proprio ceto sociale.

Fare Rotary nel mondo e’ strategia della realizzazione di grandi progetti finalizzati ai bisogni primari dei popoli, spesso supportando anche l’opera impagabile dei missionari ed ai quali si deve riconoscenza.

Ma il  rotary  opera  anche  in  realtà  locali ed il nostro club a tal fine  ha realizzato il parco giochi a fontanelle ed a Sezze Scalo, ha sovvenzionato il restauro dei crocefissi nel duomo di S. Maria, da anni approntiamo a Natale e Pasqua il   “Banco  Alimentare ”; organizzato vari incontri culturali, in particolare  sulla storia di Sezze narrata da Vincenzo Tufo e quella affascinante della Colonia Agricola Pontina di Giancarlo Onorati.  Si vorrebbe sistemare il sito archeologico degli Archi di S. Lidano , abbiamo proposto una idea sulla destinazione del Monastero di S. Chiara da inserire in un progetto distrettuale Rotary  “ I Club si raccontano” ; è previsto nel nostro  programma un Premio di Poesia dialettale di tutto il comprensorio lepino.

Già si sono presi contatti con istituti scolastici di Sezze e Priverno per progetti finalizzati alla Legalità ed Etica, con le scuole materne per istruire, tramite persone specializzate, i primi interventi per la disostruzione delle vie aeree ed evitare ai bambini la gravità del soffocamento.

Come pure nei paesi di Bassiano, Prossedi, Maenza, Roccagorga, Priverno, Sonnino, Roccasecca e Sezze si sono organizzate campagne sanitarie per controllare lo stato di salute delle nostre genti.

E fare rotary è anche l’appuntamento  di questa sera con  il quartetto “Zahir”, giovanissimi  musicisti del conservatorio “Tomadini” di Udine, che animeranno con i fiati dei loro sassofoni, partiture di bellissime melodie nelle note che nasceranno da quel pentagramma che ha sempre emozionato i nostri cuori, i nostri sentimenti.

Tutti, noi e voi,  uniti  in una doverosa causa:  aiutare la  Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori  cercando di dare un piccolo, ma importante contributo alla ricerca.

Significa essere vicini a quanti soffrono, non farli sentire soli e magari regalare una speranza da poter tramutare in certezza di guarigione. Offrire momenti di vera solidarietà.

Leone  Caetani Dicembre 2008

AUTUNNO  D’AMORE “

E  sento  nel  silenzio

del mattino 

il fruscio  delle foglie,

le vedo e

sembrano giocare fra loro.

Quasi si confondono,

baciate come sono dal sole,

nei colori ambrati

di un tardivo  e

dolce autunno.

Improvvisamente  arriva

l'impetuoso  merlo  

che con il suo zirlo

chiama.

Ecco la compagna.

E' un rincorrersi

da una parte  all'altra

del giardino

tra il chioccolare  e

ripetute giravolte.

Ora insieme volano via.  

Le foglie vibrano

ancora di più come a voler

battere le mani,

a spingerli

verso il momento più bello:

quello dell'amore.

Leone  Caetani Dicembre 2008

“ TANGO “

Pronti gli sguardi.

Concentrati all’approccio

dei corpi.

Già tremano gli umori

dentro.

La prima nota …

è liberazione dell’attesa.

Lo sfiorarsi le braccia,

i corpi caldi,

le gambe ad entrare nelle altre,

quelle guance rosse sotto

gli occhi desiderosi

di pensare a quella musica

che da brividi vermigli.

A toccare per la prima volta

corde nascoste,

con la forza del contatto

ad annientare

inibizioni che legavano

la spiritualità del desiderio. 

Non per un mero senso  dell’eros,

ma nel coinvolgimento incontrastato

di pensieri, gioia, trasporto di ogni

sensibilità dei corpi.

Un continuo girasi ed incontrarsi.

Perfetti nei movimenti.

Nel vertiginoso crescendo

della sinfonia del vedersi, sentirsi.

Indorati dalle luci

rosse, blu, bianche.

Poi torna il silenzio

e non si è più uno.

Aspettando la prossima emozione

che Piazzolla ci darà.

Leone Caetani Luglio 2010

Il QUARTETTO DI SAXOFONI ZAHIR  nasce all’interno della classe di sassofono del conservatorio di Udine del prof. Fabrizio Paoletti e da una amicizia consolidata dalla stessa passione per la musica. Riveste un importante ruolo all’interno delle molte formazioni cameristiche del conservatorio, tra cui l’orchestra di sassofoni con un organico di 30 elementi, che operano attivamente su tutto il territorio regionale e  oltre collaborando con le associazioni culturali, gli enti locali, i centri di produzione musicale. Nel caso specifico, la particolarità dell’organico diventa  strumento privilegiato per la diffusione di repertori di rara esecuzione, con un interessante connubio tra linguaggi classici e contaminati, tra tradizione  e innovazione.

 

Stefano De Giorgio, ha cominciato a studiare saxofono con il M° Angelo Di Giorgio e si è diplomato nel Conservatorio di Udine con il M° Fabrizio Paoletti. In conservatorio ha suonato con l’orchestra “Academia Symphonica” del M° PierAngelo Pelucchi e con l’orchestra fiati del M° Massimo Grespan, con cui ha partecipato a masterclass tenute da direttori di fama internazionale (Jan Van der Roost, Eugene Corporon, Joan de Meij),  ha collaborato con alcune orchestre fiati friulane, principalmente a Sedegliano sotto la direzione del M° Fabrizio Fontanot, con il quale ha inciso diversi CD e la colonna sonora del mediometraggio “Fuochi Fatui”.

Ha inciso dei CD con big band ed ensemble di saxofoni per la valorizzazione della musica originale friulana. Attualmente suona principalmente nella “Baby Big Band” del M° Fontanot, nei “Saxophonix Ensemble” del M° Alex Sebastianutto, nella big band della scuola di jazz del conservatorio di Udine, diretta dal M° Glauco Venier. Occasionalmente si esibisce con formazioni funky e blues.

Insegna saxofono in alcune scuole di musica della provincia di Udine.

 

Fiorella Isola, nata a Trieste. Ha iniziato lo studio del saxofono all'età di quindici anni, sotto la guida del M° Nevio Zaninotto. Diplomata nella classe di Saxofono presso il Conservatorio Tomadini di Udine, sotto la guida del M° Fabrizio Paoletti. Ha partecipato a concorsi nazionali, quali il concorso OV-Est Musica Giovani 2007 di Muggia (conseguendo il premio speciale strumenti a fiato), e ha seguito numerose Master Class tenute da famosi docenti sia italiani che stranieri fra i quali: Marco Albonetti, David Brutti, Claude Delangle,  Marco Gerboni, Mario Marzi, Federico Mondelci, Fabrizio Paoletti, Vincenzo Rapanà, Silvio Zalambani. Attualmente frequenta il Biennio di specializzazione in sassofono interpretativo presso il Conservatoire d'Aulnay-sous-Bois (Paris), sotto la guida del professore Jerome Laran. Ha suonato inoltre sotto la direzione di Massimo Grespan, Joan De Meij, Fipponi Maurizio, Gabriele di Toma, e collaborato con l'orchestra "Accademia del concerto" e l'associazione "Gran Teatro la Fenice". Tiene concerti in qualità di saxofono contralto sia con la formazione di quartetto, in duo con pianoforte o sax, e trio di due sax e pianoforte.

 

Gianluca Caetani, nato a Sezze (LT), vive a Udine. Si è diplomato in  sassofono al conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine nel 2010. Tra i suoi maestri, i più significativi per la sua formazione sono stati  Antonio Di Raimo e Fabrizio Paoletti. Svolge attività di concertista, è stato docente di sassofono presso la scuola di musica “Salvador Gandino” di Porcia-Pordenone. Frequenta presso il conservatorio “Tomadini” di Udine il Biennio di specializzazione in sassofono interpretativo. Ha partecipato in qualità di allievo a vari masterclass di perfezionamento, con musicisti di fama mondiale quali Claude Delangle, Alfonso Padilla, J.Y. Fourmeau, Quartetto di sassofoni di Riga e il Quartetto di Sassofoni Accademia. Con il “quartetto Zahir” svolge un’intensa attività concertistica.  Si  è esibito (sax soprano, alto e tenore) con la “Libera Orchestra Latina”, l’Orchestra di fiati del conservatorio Tomadini, con l’orchestra “Academia Symphonica”  del  M° PierAngelo Pelucchi , la Big Band Jazz diretta dal M° Glauco Venier e lavora con diverse formazioni  strumentali interpretando vari generi musicali (jazz, rock, funk). Nel dicembre 2011 vince la borsa di studio al conservatorio “Tomadini” di Udine, per svolgere  attività di assistente/correpetitore di sassofono a fianco del M° Fabrizio Paoletti.

 

Enrica Birsa, nata a Trieste. Inizia gli studi musicali all’ età  di dieci anni diplomandosi in saxofono col massimo dei voti sotto la guida del  M° Fabrizio Paoletti presso il Conservatorio C. Pollini di Padova a 19 anni. E’  nell’organico effettivo della Civica Orchestra di Fiati G. Verdi di Trieste e dell’Orchestra giovanile Academia Symphonica di Udine nelle quali ricopre il ruolo di saxofono contralto e soprano.

Ha partecipato a importanti concorsi nazionali ed internazionali risultando sempre fra i vincitori e ha seguito numerose Master Class con Claude Delangle, Klaus Gesing, Antonio Felipe Belijar, Arimura Sumichika, Lars Mlekusch, Alessandro Lic ostini, Mitja Žerjal, David Brutti, José Massara, Begoña Tomé Fernández.

Tiene concerti come saxofono soprano sia con la formazione del Quartetto che in quella dell’Ottetto; suona in duo con pianoforte, trio di due saxofoni e pianoforte e duo di sax.

Nel 2009  le è stato assegnato il riconoscimento regionale “Premio Accordo 2008”.

E’ iscritta al Biennio specialistico interpretativo presso il conservatorio J. Tomadini di Udine e insegna saxofono al liceo musicale “Caterina Percoto” di Udine.