Auditorium del Turismo

Mario Costa

 | FOTO INAUGURAZIONE | FOTO DELLA SERATA LEPINA |

Primo assaggio delle possibilità offerte dall'auditorium

GALA DI APERTURA “SERATA LEPINA

articolo di Carlo Luigi Abbenda - foto Ignazio Romano

> Sezze, 15 maggio 2004 

Sabato 15 maggio2004 alle ore 21.00 si è artisticamente dischiuso al pubblico il nuovo Auditorium “Mario Costa” di Sezze.

Il Gala di apertura della cosiddetta “Serata Lepina” ha celebrato l’evento sempre in musica e cioè con gli squilli di trombe – e con il  rullar di tamburi – della notissima associazione degli “Sbandieratori dei Rioni di Cori”, presente per quest’occasione con 21 giovani elementi del suo organico. La formazione è entrata in sala avvolgendo il pubblico presente - circa 300 persone invitate - da destra a sinistra ed esibendosi, con le proprie bandiere, in alcune figure coreografiche.

Dopo questo “fuori programma” il noto presentatore di Radio Luna, Gianmaurizio Foderaro, ha dato il benvenuto agli ospiti, appositamente “invitati” a questo particolare momento socio-culturale. Ad affiancare Foderaro è stata scelta come suo partner femminile la modella Valentina Mambro, attualmente rappresentante della linea “Rosso di sera”, già nota per aver indossato vari famosi marchi di moda. La serata artistica è iniziata con il Centro Regionale della Danza che ha proposto una performance di ballerine del gruppo Vula Sanganiti , dal nome del coreografo suo fondatore, specializzato nelle figure del “paso doble”.

< nella foto accanto la modella Valentina Mambro

esibizione sul palco degli Sbandieratori dei Rioni di Cori

La breve ma intensa esibizione è stata tratta dall’opera “ La Casa di Bernalda Alba”. Dopo questo elegante momento è stata la volta di Antonio Campoli, noto giurista provinciale e affermato poeta dialettale. Per questa importante occasione il nostro concittadino ha recitato, con pathos e con simpatica scioltezza, alcune delle più note sue poesie ( Al Belvedere, La Calandrella, La Bazzoffia, Tibbo Tabbo, Saffica e Ninna Nanna ). A seguire si è esibita, come momento di musica leggera, l’artista pontina Manuela Zanier: Tale cantante, dopo la notorietà del festival di San Remo e dopo essere stata protagonista della “Tosca” nel Gran Teatro di Tor di Quinto ( fortemente voluta da Lucio Dalla ), si appresta ora a decollare verso rosei traguardi. In questa serata la Zanier, reduce dal Marocco in cui ha girato uno video di promozione musicale, ha presentato in anteprima il brano “Non rispondi” – che uscirà a breve – e il frizzante e solare “Tango Navigando”, la cui uscita è invece prevista in autunno.

Centro regionale della danza; ballerine del gruppo "Vula Sanganiti"

Dopo questa esibizione canora la serata ha avuto un momento più serio e più pacato con l’intervista di tre politici di primo grado ( avv. Paride Martella, Presidente provinciale uscente e Commissario Straordinario dell’APT di Latina; dott. Lidano Zarra, attuale Sindaco di Sezze e il consigliere regionale “Tittarello” Giorgi ). Tali politici, tutti di origine setina, sono stati intervistati dal giornalista pontino Alessandro Locca, corrispondente di Latina Oggi e voce di Radio Luna. Il “fuoco” di domande è servito per illustrare la motivazione della dedica dell’Auditorium ( intitolato allo scomparso senatore Mario Costa ) a ripercorrere il travagliato cammino della progettazione e della realizzazione della struttura ( 1979-2004 ) ed a individuare le linee guida di un globale sviluppo socio-culturale di tutto il comprensorio dei monti lepini. 

L'avvocato Antonio Campoli e le sue coloratissime poesie in lingua dialettale

Tra l’altro è in fase di realizzazione il progetto di riapertura dell’area interna dell’Anfiteatro Sacro Italiano ( già dedicata al compianto Filiberto Gigli) che dovrebbe essere ripresentato al pubblico, restaurato e più funzionale, con una cerimonia solenne già preventivamente fissata al prossimo 15 luglio 2005. Staremo a vedere, speranzosi e ansiosi per questo nuovo traguardo! 

La cantante Manuela Zanier accolta da Gianmaurizio Foderaro

Dopo questa dovuta precisazione “politica” lo spettacolo di gala è proseguito con il pianista Vincenzo Bianchi, dell’Università della Musica di Roma, specializzato a Boston e cultore di musica jazz e di bossanova.L’artista, dopo un primo brano di Chopin e dopo un secondo pezzo tratto dalla colonna sonora del film “Momenti di Gloria”, si è esibito in alcuni gradevoli  arrangiamenti di musica moderna. Tra i brani eseguiti ricordiamo:  “La donna Cannone” (di F. De Gregori), “Questo Piccolo Grande Amore” ( di C. Baglioni), “Fiore di Maggio” ( di F. Concato) , “Immagine” ( di J. Lennon ) e “Diamante” ( canzone scritta da De Gregori e cantata da Zucchero ). 

esibizione del pianista Vincenzo Bianchini

Per chiudere la serata artistica è stata fortemente voluta la briosa Manuela Aureli ( cabarettista rivelatasi nella trasmissione televisiva “Carramba che Fortuna” e fatta “esplodere” dal “Maurizio Costanzo Show”). Con immediata simpatia e verve comica l’artista laziale si è lanciata nelle azzeccatissime imitazioni della coppia Vianello-Mondaini, di Al Bano , di Rita Levi Montalcini, dei Ricchi e Poveri, di Sofia Loren, di Fiorella Mannoia, di Valeria Marini, di Mina, di Lilli Gruber, di Barbara D’Urso, di Pino Daniele, di Mara Venier e dell’ex coppia Al Bano-Romina Power.

Il presentatore Foderaro ha infine concluso la manifestazione anticipando che, a breve scadenza, l’Auditorium ospiterà una rassegna teatrale del “Castello di Ermione”, con ingresso gratuito per tutti gli spettacoli.

Alessandro Locca conduce l'intervista ai politici durante la serata

articolo di  Carlo Luigi ABBENDA - foto di Ignazio Romano

  | FOTO INAUGURAZIONE | FOTO DELLA SERATA LEPINA |