Riparo Roberto  1p

 | Arnalo dei Bufali | La Villa Romana | Via dei Templi |

 

| Riparo Roberto 2a parte | 3a parte  | il Progetto |

 

Riparo Roberto

(sito del Neolitico)

maggio 2001

Ultima meta di questa inchiesta (che si ferma  solo per una pausa, prima di ripartire in autunno) lo straordinario spettacolo che potete ammirare in queste pagine, ma ben visibile anche arrivando a Sezze gi dalla strada consolare Appia.

Forgiato milioni di anni fa dalla natura, utilizzato dall'uomo del Neolitico che vi ha inciso graffiti raffiguranti figure umane, cervi in corsa e reticolati, completamente ignorato ai giorni nostri.

 

Questa grande apertura orizzontale si trova sulla parette rocciosa che da sulla valle della Culla a nord del paese. 

Lunga circa 30 metri e alta mediamente 2,5

riporta i graffiti sulla parete di fondo che ha forma singolarmente a botte.

 

Attualmente molto difficile individuare le figure di cervi in corsa e quelle antropomorfe descritte sul libro di Luigi Zaccheo "I monti Lepini"

nel 1985; anche perch oggi sul fondo del riparo preistorico campeggiano scritte con vernice blu, tipo metropolitano, che danno tutto il senso del rispetto e la considerazione che c' oggi a Sezze verso questi luoghi.

 

Immaginate un tale scempio alla montagna spaccata di Gaeta, o su al tempio di Giove a Terracina, oppure lungo le mura medievali di Sermoneta appena ristrutturate. 

 

Come per i precedenti siti archeologici di questa inchiesta anche il luogo del riparo Roberto non mai segnalato ed molto difficile arrivarci.

 

continua

 

 

  | Arnalo dei Bufali | La Villa Romana | Via dei Templi |

 

| Riparo Roberto 2a parte | 3a parte  | il Progetto  |