2015 Renata 

 

19 aprile 2017

Incontro con l'autore di "Renata" all’istituto comprensivo “Alessandro Volta” di Latina

 

Un altro importante riconoscimento per “Renata”, lo spettacolo della GKO Company inserito in un progetto di teatro pedagogico-sociale che in questi anni è stato messo in atto in tante scuole della provincia pontina, con un numero di spettatori che supera le 5.000 unità. Il progetto “Grow Up Renata”, formato da una conferenza incentrata sul tema della violenza sulle donne e realizzata dai responsabili della compagnia e dalle operatrici del “Centro Donna Lilith” di Latina, dallo spettacolo e da un momento dedicato ai lavori degli studenti, “Liberalarte”, in cui i ragazzi stessi hanno proposto degli elaborati artistici di riflessione sul tema, all’Istituto Volta avrà un momento intermedio, fortemente voluto dagli stessi allievi della scuola, dai docenti e dalla dirigente scolastica Claudia Rossi, che si concretizzerà giovedì, 20 aprile alle ore 10:30 nei locali del plesso scolastico e che sarà incentrato sull’incontro con l’autore dell’opera, Vincenzo Persi. Un incontro frutto della necessità, della voglia e dell’esigenza da parte dei giovani studenti di andare oltre, dopo il progetto di Teatro Pedagogico Sociale preceduto dalla conferenza. Una fase intermedia tra la stessa conferenza, lo spettacolo e la conclusione di Liberalarte, che si svolgerà nella stessa struttura la prima domenica di maggio e chiuderà, di fatto, l’esperienza di “Renata” nelle scuole della provincia di Latina. 

Soddisfazione per questa richiesta degli studenti è stata espressa dallo stesso Vincenzo Persi, che ha spiegato: “I ragazzi sono stati talmente coinvolti nelle prime due fasi del progetto di Grow Up Renata, che hanno espressamente chiesto un ulteriore passaggio per analizzare le sfaccettature dello spettacolo e per aprire nuove fasi di confronto su un tema così delicato come quello contro la violenza sulle donne. Questa nuova situazione, totalmente inaspettata, mi rende fiero di quello che come GKO siamo riusciti a realizzare e – spiega il direttore artistico della compagnia – per questo motivo devo ringraziare tutti i collaboratori di questa realtà che ha in serbo diverse altre sorprese in futuro. Come naturalmente voglio ringraziare per la disponibilità la dirigente Claudia Rossi, i docenti dell’istituto “Alessandro Volta” e tutti i ragazzi che hanno partecipato a questo progetto di teatro pedagogico sociale ed hanno insistito per entrare più approfonditamente nel tema. Tra la conclusione con Liberalarte che si svolgerà sempre al Volta – conclude Vincenzo Persi – e la mi partecipazione al concorso letterario “San Giorgio e il Drago”, che si svolgerà a Sezze il prossimo 29 aprile, posso affermare che questo anno scolastico si chiude il maniera estremamente positiva e che dal prossimo torneremo a proporre prodotti di qualità finora molto apprezzati”.


25 e 26 gennaio 2017

Grow up Renata sbarca all’istituto comprensivo “Alessandro Volta” di Latina 

Importante riconoscimento, l’ennesimo, per la GKO Company e per il progetto “Grow up Renata”, che dopo aver coinvolto circa 4.000 bambini di diverse scuole della provincia pontina, adesso sbarca in una delle scuole più grandi e rinomate del capoluogo, l’istituto comprensivo “Alessandro Volta” di Latina. La dirigente Claudia Rossi, unitamente al personale docente, ha considerato valida la proposta formativa ideata dalla squadra GKO guidata da Vincenzo Persi ed ha dato il via al primo step di conferenze sul delicato tema della violenza sulle donne. A parlare ai giovani delle classi seconde, 25 e 26 gennaio, lo stesso direttore artistico della compagnia e le operatrici del Centro Donna Lilith di Latina. Le violenze sulle donne si possono prevenire ed eliminare solo insegnando ai bambini il rispetto per le bambine, i maschi hanno le stesse responsabilità delle femmine: tutti gli esseri umani sono Persone, con gli stessi diritti e doveri. 

È su queste semplici affermazioni che si fonda il progetto “Grow up Renata” della compagnia di spettacolo Gko Company. Il progetto è diviso in tre tappe che coinvolgeranno gli alunni: prima in una conferenza a cura delle operatrici volontarie dell’associazione anti-violenza Centro Donna Lilith, poi nella visione dello spettacolo di GKO Company, in questo caso previsto per lunedì 30 e martedì 31 gennaio alla presenza di oltre 450 alunni, e infine li renderà protagonisti di una composizione artistica nella conclusione del progetto denominata “LiberalArte”. Agli spettacoli parteciperanno anche gli allievi di una scuola di Terracina, l’istituto “Montessori”, che non è riuscita ad organizzarsi per vederli all’auditorium Mario Costa di Sezze. Soddisfazione per la prima fase del progetto è stata espressa dalla professoressa Giovanna Cirino, che ha ringraziato la dirigente Claudia Rossi per la sensibilità dimostrata nel dare fiducia al progetto ed ha spiegato le prime reazioni dei giovani alla conferenza introduttiva: “Ho assistito a parti diverse della conferenza e mi piace sottolineare come i ragazzi, rientrati in classe, abbiano manifestato la necessità di raccontare episodi inerenti quello che gli era stato raccontato da Gko e dalle operatrici della Lilith. E’ la prima volta che affrontiamo questo percorso e pensavamo che la tematica fosse rivolta a ragazzi più grandi. 

Ma sbagliavamo e possiamo confermare che i genitori sono stati contenti della tematica affrontata. L’arte – ha spiegato la referente del dipartimento di Lettere – non ha età e la utilizziamo per far conoscere ai ragazzi tematiche attuali. Ci interessa aiutare quelli che per problematiche caratteriali (timidezza, disabilità, problemi a casa) riescono a convogliare i momenti di disagio che hanno in loro stessi”. Allo studio, infine, l’ipotesi di chiudere il ciclo di Grow Up Renata proprio all’istituto “Volta”, con una giornata dedicata che potrebbe svolgersi nel mese di maggio.


venerdì 25 novembre 2016 - ore 21,00                                                   Auditorim Mario Costa 

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

GKO Company presenta: 

"Renata" una storia di violenza sulle donne

Il 25 novembre ricorre la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, istituita il 17 dicembre 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. 

Per questo motivo la GKO Company, reduce dai successi raccolti nei laboratori con le scuole della provincia con le rappresentazioni di “Renata” e di “Porcellini” che hanno coinvolto circa 3.000 studenti, ha deciso di tornare a mettere in scena l’opera scritta da Vincenzo Persi sul tema della violenza sulle donne ed offrirla gratuitamente alla cittadinanza setina per questa speciale occasione. Alle ore 21 di venerdì, presso l’auditorium comunale “Mario Costa” e con il patrocinio del Comune di Sezze, andrà in scena una serata che non si limiterà all’opera della GKO, ma coinvolgerà anche diverse altre realtà, a cominciare dall’associazione “Le Colonne”, con letture di un’opera di Ibsen realizzate da Giancarlo Loffarelli e Marina Eianti, passando per un intermezzo musicale a cura di Renato Mattei, Alessandro Mattei e Fabio Montagnola, fino ad arrivare ad un’esibizione di Roberta Red, artista presso ModuloCentroStudiDanza di Pontinia, e dei giovani allievi di canto della Maestra Roberta Frighi, proveniente dalla realtà parallela della GKO Company, il Magazzino Centro Studi d'Arte inaugurato qualche mese fa. Prima dell’evento concentrato all’auditorium ci sarà una passeggiata simbolica e silenziosa con protagoniste solo donne, dal piazzale dell’Anfiteatro al Costa, per sensibilizzare ulteriormente nei confronti di quella che ormai è diventata una piaga sociale. 

Nella hall del teatro, inoltre, saranno esposte le opere degli studenti che hanno partecipato attivamente al progetto socio-pedadogico di “Renata”, attraverso il passaggio di “Liberalarte”, essenziale per renderli protagonisti di quanto si sta realizzando durante i laboratori e sul palco. Infine lo spettacolo che tanti applausi ha già raccolto e che ha coinvolto circa 3.000 studenti delle scuole pontine, pronto ad allargare il suo raggio di azione, con Vincenzo Persi, Giorgia Luccone, Pierluigi Polisena, Bianca Vona e Valerio Vittori a suonare dal vivo il Didgeridoo, che metteranno in scena il dramma dei protagonisti. Parteciperanno alla manifestazione anche diverse operatrici del Centro Donna Lilith di Latina, sempre al fianco della GKO in questi progetti. Presenterà la serata la giornalista Paola Bernasconi.


21 aprile 2016                                                     

GKO COMPANY CONCLUDE LA TOURNEE DELLO SPETTACOLO “RENATA”

La compagnia di Teatro Pedagogico – Sociale di Sezze GKO COMPANY, fondata  dal ballerino e performer Vincenzo Persi conclude la stagione 2015/2016 con diciotto repliche di spettacoli. Giovedì 14 aprile 2016, presso l’Auditorium Mario Costa di Sezze, la GKO COMPANY porterà in scena l’ultima replica dello spettacolo “RENATA una storia di violenza sulle donne” per la Scuola media di Priverno. Nonostante la giovane età della compagnia di teatro pedagogico – sociale, civile, basata sulla “partitura emotiva”, che prevede la combinazione delle arti performative, passando per l’improvvisazione, e rendendo l’artificio il più naturale possibile, GKO COMPANY ha mostrato al pubblico di docenti, studenti e adulti di saper toccare in maniera innovativa, originale e contemporanea temi di grossa importanza sociale. La “trasformatività”, processo proprio della pedagogia, è l’impegno che la compagnia tutta si pone, ossia il poter intervenire su processi di riflessione basati su condizionamenti culturali. Denuncia, sociale, riflessione e sensibilizzazione i quattro pilastri della GKO COMPANY.

Lo spettacolo di danza, canto e recitazione, che vede protagonisti Vincenzo Persi, Pierluigi Polisena, Giorgia Luccone, Bianca Vona e Samantha Centra, ha già saputo emozionare quasi 2000 ragazzi di diverse scuole della provincia di Latina, coinvolti in un progetto più ampio e articolato in tre fasi: dapprima una conferenza interattiva con le operatrici del Centro Donna Lilith, poi la visione dello spettacolo di GKO COMPANY e infine il progetto “Libera l’arte” in cui i ragazzi stessi hanno proposto degli elaborati artistici di riflessione sul tema. Tali elaborati saranno esposti dal vivo nell’evento conclusivo di domenica 8 maggio alle ore 17,30 presso il Costa di Sezze. <<Quando nacque l’idea di rappresentare un tema tanto delicato e complicato – afferma Vincenzo Persi, direttore artisitco della GKO COMPANY- mi spingeva la volontà di utilizzare le forme d’arte a mia disposizione come strumento di denuncia, per riflettere e far riflettere. Durante il periodo di attività più intenso mi sono sentito in dovere di cercare di non escludere alcun ragazzo dall’opportunità di riflettere su un tema profondamente attuale, che coinvolge ognuno di noi come parte integrante della comunità umana. Alla fine del percorso, raccogliendo i materiali relativi a “Libera l’arte”, siamo convinti di aver colto nel segno>>.

Un ringraziamento speciale va al Centro donna Lilith di Latina che ha svolto il lavoro in modo professionale e con elevata sensibilità nei confronti degli istituti che ci hanno ospitato.


28 novembre 2015                                                     

GROW UP RENATA

Come preannunciato lo scorso 22 maggio in occasione del debutto dello spettacolo “Renata - una storia di violenze sulle donne”, presenziato dal Centro Donna Lilith e patrocinato dal Comune di Sezze, lo spettacolo è entrato nelle scuole per sensibilizzare al tema. Tre tappe hanno coinvolto gli alunni: una conferenza a cura delle operatrici volontarie dell’associazione anti-violenza Centro Donna Lilith, la visione dello spettacolo di GKO Company e infine un progetto interattivo per non esaurire l’esperienza alla chiusura del sipario ma prolungarla in un percorso in cui saranno gli studenti i protagonisti di una composizione artistica.

“GROW UP  RENATA – afferma il direttore artistico GKO Company Vincenzo Persi - è un percorso in cui l’alunno potrà confrontarsi in maniera appropriata con una piaga sociale della nostra cultura moderna: la paura del diverso, nel nostro caso diversità di genere. Si è pensato a questo cammino coinvolgendo anzitutto le operatori del Centro  Donna Lilith, che potessero fare in modo professionale un primo incontro con ragazzi tramite una conferenza direttamente all’interno degli Istituti Scolastici. Si è proseguiti con la visione dello spettacolo dove il problema è stato affrontato in maniera antropologico - culturale e si concluderà con il progetto “Libera l’arte” previsto per aprile 2016 in cui gli studenti potranno produrre personalmente del materiale artistico di qualsiasi forma e genere (disegno, poesia, recitazione, coreografia, composizione musicale) sulle impressioni che si sono fatti sull’argomento.” Il materiale sarà pubblicato sui Social Media della compagnia per invogliare ad uno scambio di riflessioni finali. Questo permetterà di fare un utilizzo dei social in modo molto differente da quello che normalmente i più giovani ne fanno.

Lo spettacolo fu stato costruito con il preciso scopo di essere solo una delle tappe di un percorso più ampio. Ogni Artista in scena si è posto il medesimo obiettivo di ”sensibilizzare.”

Di fondamentale importanza si è rivelato l’appoggio ed il sostegno che il Comune di Sezze ha apportato alla compagnia, permettendo la realizzazione pratica del progetto. Stesso discorso per il Centro Donna Lilith di Latina. Restava da testare la sensibilità degli Istituti Scolastici e degli altri Comuni che non si sono tirati indietro ma che, al contrario, hanno spalancato le porte alla rassegna di Teatro Pedagogico Sociale firmata GKO Company. “I Comuni ai quali ci siamo rivolti - dice ancora il direttore artistico - ci hanno sostenuto aiutandoci con tutte le forze per un lavoro che “parte dal basso”, dandoci sostegno morale oltre che pratico, patrocinando totalmente l’iniziativa e mettendo a nostra disposizione le loro risorse strutturali e logistiche.”

GKO COMPANY si è fatta da collante di più Istituzioni, unendole sinergicamente in vista di obiettivo comune.

Cinque le conferenze con gli studenti tenute dalle operatrici del Centro Donna Lilith di latina. Due nell’Istituto Comprensivo Roccagorga - Maenza, due nell’ Istituto Pacifici e De Magistris di Sezze – Bassiano e una presso l’Istituto Valerio Flacco di Sezze Scalo.

Dieci invece gli spettacoli, in 8 giorni, tra Roccagorga, Sezze e Maenza. Un Pubblico di 1400 persone. Molti hanno riso e si sono portati a casa una morale con lo spettacolo “I Porcellini” interpretato da Samantha Centra, Giorgia Luccone, Pierluigi Polisena e Consuelo Ziroli. Altri 600, i più grandicelli, hanno riflettuto e si sono emozionati, anche piangendo, su una delle più grandi piaghe della nostra società: la violenza sulla donne.

I ragazzi partecipando alle conferenze interattive tenute dalle operatrici della Lilith di latina hanno avuto da subito l’opportunità di interagire con gli artisti che avrebbero portato in scena lo spettacolo “Renata”: Vincenzo Persi, Giorgia Luccone, Pierluigi Polisena e Bianca Vona. E’ nata subito una sinergia, uno scambio,  e una forte sensazione di apprezzamento nei nostri confronti. Alla fine degli spettacoli il silenzio dirompente durato un’intera ora, magicamente si  rompeva con lunghissimi applausi. Quel silenzio, chiamato in causa dal Direttore Artistico Vincenzo Persi, era la riflessione. Talvolta i piccoli spettatori hanno preteso che  gli artisti uscissero dai camerini per abbracciarli, per fare foto con loro, segno di un legame che voleva “andare oltre” e restare impresso da qualche parte. Li volevamo sentire vicini. Volevano vicino la nostra “Renata” che avevano visto soffrire. Qualcuno le urlava addirittura “In Bocca al lupo Renata”. È stato emozionante per me, è stato un dovere mettere la mia arte al servizio della comunicazione e sensibilizzazione. Gli studenti coinvolti hanno riflettuto insieme a docenti e compagnia  su di una problematica che ancora oggi è causa di molte vittime.

Il viaggio non si ferma perché a gennaio 2016 si ripartirà dalle scuole di Pontinia e di Priverno.

Tante le persone che ci hanno supportato, moralmente e praticamente.
Si ringrazia pertanto il Comune di Sezze, di Roccagorga, di Maenza  che hanno patrocinato e ospitato l'evento. Il Centro Donna Lilith che ha tenuto le conferenze nelle scuole.
I Dirigenti scolastici, i docenti e tuti gli studenti.

La Tipografia Angeletti unico sponsor della compagnia.
Tutti gli artisti che avevano contribuito al debutto di "Renata" il 22 maggio 2015: 

Roberto Cardinali e Valentina Del Re Duo, Silvio Sangiorgi, Alessandra Montesi, Mauro Di Capua, Margherita Baratta, Giulia Tresca, Magda Marconi, Veronica Pagliaroli. 


5, 6, 7 febbraio 2014 - ore 21,00                                                   Auditorim Mario Costa 

La G.K.O. COMPANY di Sezze presenta la tre giorni di spettacoli 5-6-7 febbraio

Prima Rassegna di Teatro Pedagocico-sociale dei Lepini

Dopo il successo del debutto, la compagnia di spettacolo GKO company promuove la prima rassegna di teatro pedagogico sociale dal titolo “I Monti Lepini incontrano l’Arte”, una tre giorni di spettacoli  rivolta alle scuole del comprensorio Lepino. La rassegna, che si svolgerà dal 5 al 7 febbraio 2014 presso l’Auditorium Mario Costa di Sezze, vuole offrire agli studenti la possibilità di avvicinarsi non solo alle arti della danza e del teatro  ma anche l’occasione per  riflettere su temi sociali che li riguardano direttamente. La compagnia GKO, infatti, è nata proprio con lo scopo di accorciare le distanze tra i giovani e l’arte e,  mediante questa, ricucire quel tessuto sociale fondamentale per la crescita e lo sviluppo del giovane.

Anche questa volta la GKO punta su partiture emotive, sulle contaminazioni di stili per una sana comunicazione sociale.  «Tramite produzioni di teatro e danza fuse insieme – afferma il direttore artistico Vincenzo Persi - la G. K.O. Company sviluppa un metodo di ricerca sulla “partitura emotiva”. Essa nasce con lo scopo di sensibilizzare all’arte il mondo dei più piccini e quello degli adolescenti. La nostra compagnia professionale  pone la sua attenzione alla dedizione, al lavoro, all’umiltà, proponendosi così di educare all’arte, allo spettacolo , basandosi sulla riscoperta dei valori basilari. Svolgere la rassegna “I Monti Lepini incontrano l’arte” in un unico auditorium dà la possibilità di incontro tra gli studenti aventi stessa identità geografica; vuol dire dare il via ad un unico gruppo studentesco dei Monti Lepini e allacciare  nuove sinergie tra ragazzi, educatori ed insegnanti in ambiti diversi. Lo scopo è di educare e sensibilizzare, unendo tutte le forze sotto un’unica direzione educatrice».

Le rappresentazioni che verranno proposte sono spettacoli che affrontano diverse tematiche, ognuna adatta ad una diversa fascia d’età. Si inizia mercoledì 5 febbraio alle ore 11 con gli allestimenti ed i primi spettacoli scolastici “matiné”. Si entra nel vivo con lo spettacolo serale “Sentire” di giovedi 6 febbraio, alle ore 21, rivolto alle scuole superiori. Qui si affronta il tema delle ambizioni e dell’arrivismo che hanno addormentato la nostra percezione emotiva. Uno spettacolo che vuole essere un monito a prendere coscienza di sé.

La Rassegna si concluderà venerdì 7 febbraio, sempre a partire dalle ore 21.00, con lo spettacolo Giochiamo…?”  rivolto alle scuole materne ed elementari, interpretato dalla compagnia Baby GKO  UNDER 11: piccoli artisti che si divertono interpretando ruoli di bimbi in un epoca contemporanea, con accanto la figura del Nonno che simboleggia la società ed il gioco di una volta.

 Per la realizzazione della rassegna la G.K.O. Company ringrazia il Comune di Sezze, nella persona del sindaco Andrea Campoli, per il patrocinio concesso e le agevolazioni che hanno aiutato ad abbattere i costi di produzione rendendo lo spettacolo più fruibile. Un ringraziamento va anche alla scuola di Latina Non Solo Danza di Simone Finotti che stringe,  per questo evento, un Co-produzione con Gko.  Infine si ringrazia la  A.S.D. Gokuhi Okuden nella persona del Maestro Carlo Tosto e Maestro Lucio De Santis  Viavaio della compagnia professionale, sostegno morale e strutturale   della GKOcompany.


domenica 26 maggio 2013 - ore 21,00                                                   Auditorim Mario Costa 

La G.K.O. COMPANY di Sezze presenta la produzione artistica 2013/14

Danza e Teatro, per uno spettacolo pedagogico e sociale

Intrecci di danza di ricerca e teatro sperimentale. Partiture emotive. Contaminazioni di stili. Pathos e comunicazione sociale. Questi alcuni degli elementi che compongono la produzione artistica 2013/14 della G.K.O. COMPANY, la nuova compagnia di Danza di Sezze. Il debutto si terrà il prossimo 26 maggio presso l’auditorium Mario Costa di Sezze, a partire dalle ore 20,30 in occasione della presentazione della Compagnia e degli spettacoli scritti e diretti dal Maestro Vincenzo Persi. Sono lavori cui hanno lavorato solo ballerini setini e attori della compagnia teatrale setina Matutateatro di Titta Ceccano e Julia Borretti. Due gli spettacoli scritti e proposti per bambini e per adolescenti, ognuno con finalità pedagogiche - sociali. I testi e le suite sono frutto di un lavoro intenso, di spessore artistico, di qualità e livello tecnico, che riescono a liberare il “corpo” dai tecnicismi, dandogli così respiro ed emozione, con il fine di comunicare e spingere lo spettatore alla riflessione. 

Dietro la produzione artistica c’è, inoltre, un progetto pedagogico/formativo che si baserà sulla realizzazione di un metodo di lavoro, come spiega il Maestro Persi. «Tramite produzioni di teatro e danza fuse insieme – afferma il direttore artistico - la G. K.O. Company sviluppa un metodo di ricerca sulla “partitura emotiva”. Essa nasce con lo scopo di sensibilizzare all’arte il mondo dei più piccini e quello degli adolescenti. La nostra compagnia pone la sua attenzione alla dedizione, al lavoro, all’umiltà, proponendosi così di educare all’arte, allo spettacolo teatrale, basandosi sulla riscoperta dei valori basilari». 

Le produzioni del 2013/2014 sono due: “Giochiamo?” e “Sentire”. Il primo spettacolo è realizzato dalla compagnia under 11 della G. K. O. Company ed è scritto per un pubblico di scuole materne ed elementari, il secondo, invece, è stato pensato esclusivamente per un pubblico di scuole superiori e come spettacolo serale per i teatri. «I nostri bimbi non giocano più come una volta – afferma ancora Persi - passano il tempo davanti ad uno schermo (pc, tv, tablet) perdendo quindi capacità comunicative e immaginative. In platea - anticipa il Maestro Persi - ci troveremo così un pubblico di piccoli che guardano uno spettacolo fatto da “piccoli” sulla riscoperta del gioco di una volta, un’opposizione questa tra passato e presente. L’importanza di avere in platea un pubblico di piccoli che guarda piccoli che interpretano dei ruoli in una drammaturgia narrativa ed emotiva serve come stimolo per prendere coscienza di questa realtà e per avvicinarsi al mondo teatrale. La seconda produzione, invece, è “Sentire”, ed affronta il tema delle ambizioni e dell’arrivismo che hanno addormentato la nostra percezione emotiva. 

Qui si fa un trascorso emotivo/narrativo sui cinque sensi e le nostre capacità di sentire le emozioni utilizzando il teatro e la danza, seguendo la metodologia guidata della G.K.O. La società ci ammalia, proponendo spesso icone negative che sono esche per gli adolescenti i quali, come burattini, cercano di inseguire un sogno che in realtà non è il loro. Si mette in luce lo sforzo dei ragazzi che si affannano a costruire una vita all’esterno senza basi emotive. C’è quindi un evidente  problema di comunicazione». Uno spettacolo, insomma, che vuole essere anche un appello, un invito a prendere coscienza di sé e dei cambiamenti negativi che ci impone la società, condizionata da un continuo bombardamento mediatico e da un incalzante arrivismo.


- PRIMA PARTE -

- SECONDA PARTE -

GKO Company Danza-Teatro, ed è subito magia

      Successo di pubblico e critica per lo spettacolo della nuova compagnia setina

28 maggio 2013  -  comunicato Ufficio Stampa GKO

Successo di pubblico e critica per la GKO Company. Il debutto della nuova compagnia di Danza e Teatro di Sezze, fondata e diretta dal maestro Vincenzo Persi, ha registrato un tutto esaurito all’auditorium Mario Costa di Sezze, stipato in ogni ordine di posti. I due spettacoli della produzione artistica 2013/14 rappresentati e andati in scena domenica 26 maggio scorso, hanno confermato i pronostici della vigilia. C’era attesa e curiosità per una nuova idea di spettacolo, realizzata dalla fusione di ballerini e attori; c’era interesse per un’opera complessa dove la danza di ricerca ed il teatro sperimentale si mescolano per dare vita ad un’opera basata su partiture emotive e contaminazioni di stili. Due gli spettacoli proposti: “Giochiamo?” e “Sentire”. Il primo realizzato dalla compagnia under 11 della GKO Company, il secondo con GKO adulti e per un pubblico più maturo. Preziosa, anzi fondamentale, la collaborazione degli attori della compagnia teatrale Matutateatro di Titta Ceccano e Julia Borretti.

E’ chiaro che sul palco del “Costa” è stato proposto un progetto artistico innovativo, sperimentale, pedagogico, che ha saputo emozionare e trasmettere forti messaggi. I temi affrontati, come ha ricordato lo stesso coreografo e direttore artistico Vincenzo Persi, sono quelli delle ambizioni e dell’arrivismo che hanno addormentato la nostra percezione emotiva, in una società che spesso ammalia e annulla i sensi e la percezione. Nonostante la difficoltà dei temi, l’esperimento è riuscito. A fine spettacolo applausi scroscianti per tutta la G.K.O, per gli attori e per i ballerini che magistralmente hanno saputo ipnotizzare gli astanti. «La G.K.O. Company, compagnia di Danza e Teatro sperimentale di Sezze  - afferma il maestro Vincenzo Persi – rinnova i suoi ringraziamenti a tutti coloro i quali hanno permesso la realizzazione dello spettacolo. Un doveroso ringraziamento al Comune di Sezze, nella persona del sindaco Andrea Campoli per il patrocinio concesso e per la presenza in sala, dimostrando così di essere sensibile a questa forma d’arte e vicino a questa attività artistica che vede coinvolti artisti e staff Setini. Un ringraziamento lo dobbiamo anche al sindaco di Roccagorga, Carla Amici, per gli spazi comunali concessi per gli allestimenti dello spettacolo. Ed un grazie di cuore a Matutateatro, allo sponsor della serata, la Tipografia Angeletti, a  tutti i presenti, ai genitori degli allievi e a tutti coloro hanno preso parte all’evento».

Per l’under 11 GKO Company si sono esibiti: Giorgia Consoli,  Giulia Terella, Sofia Magnanti, Alice Sofia Senise, Piergiorgio Senise, Alessandro Atrei, Alice Mazza, Stefania Siano, Samantha Foggia, Irene Puccioni, Anika Leach e Isabela Orban. 

Per il gruppo adulti GKO, invece: Elena Alfonsi, Danilo Sarego, Matteo Barozzi, Antonietta Coccia, Alessandro Balestrieri, Lucia Carandente,Virgina Carandente, Bianca Vona e Andrea Zaccheo.

nel foyer dell'auditorium  le foto dello spettacolo di Serena Cantarelli

L’ingresso allo spettacolo, che gode del patrocinio del Comune di Sezze, è libero. 

Per maggiori informazioni:  Via Umberto 114, 04018 Sezze (Lt)  - Telefono: 327/7077905  - www.gkocompany.it   - info@gkocompany.it     gkocompany@libero.it

sito ufficiale  www.gkocompany.it