Sagra del carciofo

gruppi folcloristici

2008
Alla Sagra del Carciofo L’Arte del Danzare del M° Fabritio Caroso da Sermoneta

 

La Compagnia Rinascimentale “TRES LUSORES” a Sezze

La Compagnia Rinascimentale “TRES LUSORES” è stata invitata ad esibirsi oggi, domenica 6 aprile, a Sezze nell’ambito della Sagra del Carciofo, presso palazzo de Ovis, con inizio alle ore 17:30, dove presenterà uno spettacolo dedicato all’Arte del Danzare del M° Fabritio Caroso da Sermoneta, ballerino, maestro e teorico del ballo della seconda metà del 1500. Lo spettatore effettuerà un interessante viaggio nel Rinascimento, quando cioè la danza di corte, sempre presente nei momenti trionfali di uno Stato, di un Ducato o di una nobile famiglia, rappresentava quel particolarissimo “stile” in cui si specchiavano regole di comportamento e “maniere” della vita sociale del tempo.

Il programma presentato raccoglierà squisitissimi brani musicali e canti tra il XV ed il XVI secolo ed un repertorio coreografico dei maggiori maestri di danza dell’epoca. Lo spettacolo della Compagnia è il risultato dell’importante collaborazione con insegnanti dell’Accademia Nazionale di Danza i quali sono riusciti ad elaborare insieme ai ballerini un interessante programma di danze tratte dall’ampio repertorio dei manuali dei maestri del Rinascimento. In particolare, la Compagnia ha dedicato costante attenzione alle danze descritte nei trattati “Il Ballarino” (1581) e “Nobiltà di Dame” (1600) del M° Fabritio Caroso da Sermoneta, ballerino, maestro e teorico del ballo della seconda metà del 1500.  I balli descritti nei due trattati, dai titoli cortigianeschi (Alta Regina, Ardente Sole, Fulgente Stella, Gloria d’Amore, Bella Gioiosa, Leggiadra Ninfa, ecc.), sono vistosamente dedicati a Regine, principesse e gentildonne di Francia, Spagna e Italia. Lo spettacolo sarà inoltre arricchito da momenti altamente spettacolari con un esperto maestro “bandieraio” che presenterà l’antica Arte del Maneggiar l’Insegna, una delle arti più praticate dai nobili nel tardo Medioevo e nel Rinascimento. Grazie alla professionalità dei giovani ballerini della Compagnia coadiuvati da musicisti ed artisti di riconosciuta bravura appartenenti al Complesso Strumentale “Fanfarra Antiqua”, come Mauro Salvatori, Carlo Vittori, Carlo Marchionne, Anna Maria Gentile, Maria Letizia Troiano, gli attori Francesca Corbi e Giampaolo Saragoni rispettivamente nelle vesti di una gentildonna e di un giullare, questo spettacolo, unico nel suo genere, patrocinato dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Latina e dal Comune di Sezze, sarà il preludio alle innumerevoli iniziative di spettacolo che saranno presentate in occasione della Sagra del Carciofo, che si protrarranno in tutto l’arco della giornata. Lo spettacolo all’interno dell’atrio del palazzo de Ovis sarà preceduto da una breve sfilata per il centro storico della città.


2007
L’Arte del Danzare del M° Fabritio Caroso nel programma della Sagra del Carciofo

 

La Compagnia “TRES LUSORES” in scena a Sezze

La Compagnia Rinascimentale “TRES LUSORES” si esibirà domenica 22 aprile a Sezze nell’ambito della Sagra del Carciofo, in piazza Margherita, con inizio alle ore 11:30, dove presenterà lo spettacolo “Cortesie e Bizzarrie d’Amore” – musiche, canti, danze ed arti del Rinascimento, dedicato all’Arte del Danzare del M° Fabritio Caroso da Sermoneta, ballerino, maestro e teorico del ballo della seconda metà del 1500.

Lo spettatore effettuerà un interessante viaggio nel Rinascimento, quando cioè la danza di corte, sempre presente nei momenti trionfali di uno Stato, di un Ducato o di una nobile famiglia, rappresentava quel particolarissimo “stile” in cui si specchiavano regole di comportamento e “maniere” della vita sociale del tempo.

La danza nel Rinascimento infatti non era solo un divertimento, una tecnica di corteggiamento o una forma ludica, ma un’arte musicale e coreutica molto raffinata ed elegante, tanto che venne codificata in forme scritte ben precise; un vero rituale di celebrazione del potere, di cui protagonisti erano i cortigiani, impiegati sia come attori che come spettatori. Il programma presentato in “Cortesie e Bizzarrie d'Amore” raccoglie squisitissimi brani musicali e canti tra il XV ed il XVI secolo ed un repertorio coreografico dei maggiori maestri di danza dell’epoca, come il  M° Fabritio Caroso, ballerino, teorico e “inventore di scene”.

Egli fu il più ricercato organizzatore ed animatore di feste e banchetti del momento, in quanto particolarmente esperto nell’interpretare la magnificenza di numerose famiglie nobili, e soprattutto di gentildonne d’Italia, di Spagna e di Francia intestatarie dei suoi balli. In questo spettacolo, la Compagnia “Tres Lusores” dedicherà particolare attenzione al noto maestro di Sermoneta, perché con le sue opere “Il Ballarino” (1581) e “Nobiltà di Dame” (1600), autentiche pietre miliari della storia della danza, contribuì in modo determinante al prestigioso cammino dell’ “arte suprema”. Lo spettacolo sarà arricchito da momenti altamente spettacolari, con i “bandierai” che presenteranno l’antica Arte del Maneggiar l’Insegna, una delle arti più praticate dai nobili nel tardo Medioevo e nel Rinascimento. Grazie alla professionalità dei giovani ballerini della Compagnia, coadiuvati da musicisti ed artisti di riconosciuta bravura, come Mauro Salvatori, Carlo Vittori, Annamaria Gentile, Maria Letizia Troiano e l’attore Tito Vittori nelle vesti di un giullare narratore, questo spettacolo, unico nel suo genere, patrocinato dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Latina e dal Comune di Sezze, sarà il preludio alle innumerevoli iniziative di spettacolo che saranno presentate in occasione della Sagra del Carciofo, che si protrarranno in tutto l’arco della giornata.  

Ulteriori informazioni sulla Compagnia Rinascimentale “Tres Lusores”  

possono essere consultate sul sito www.treslusores.it    Foto 2007 (Alessi)

gruppi folcloristici