Calcio Sezze

    Promozione girone D   stagione 2016-17

   archivio > stagione 2014-15  stagione 2015-16  stagione 2017-18

Sezze chiude con una vittoria la stagione 2016/17  

CALCIO SEZZE - PRIVERNO  3 - 1

7 maggio 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

SEZZE: Ciarmatore F., Damiani, De Santis, Martelletta, Rogato, Di Trapano, Ciarmatore A., Cece, Coia (40’ st Caciorgna), Rosella, Reali (33’ st Palombi). A disp.: Miccinilli, Bernardi. All.: Pernarella

PRIVERNO: Del Zio, Restaini, Rossetti (25’ st Collalti), Rinaldi, Nardi, D’Onofrio, Laggiri, Di Giulio, Funari, Tomassi, Fratini. A disp.: Oliva, Magni, Tartara, Gurgui. All.: Stefanini

ARBITRO: Mattacola di Frosinone

Assistenti: Manni e Savoi di Frosinone

MARCATORI: 1’ pt e 32’ st Coia, 33’ pt Reali (rigore), 46’ st Collalti.   

NOTE: Ammonito: Nardi. Recupero: pt: 0’; st: 2’

SEZZE – Termina con un rotondo 3-1 la stagione 2016/2017 del Calcio Sezze, che al “Tasciotti” si impone nettamente nel derby contro il Priverno. Bastano 70’’ di gioco a Coia per portare in vantaggio i suoi: sugli sviluppi di un corner battuto da Reali il pallone arriva dalle parti del bomber rossoblu che in spaccata batte Del Zio. Sezze ci prova anche al 3’ con Damiani, che però si allunga troppo la sfera permettendo il facile intervento di Del Zio. Al 12’ Reali tutto solo servito da Di Trapano non riesce a concludere efficacemente, mentre al 15’ altra occasione per Coia, sempre sugli sviluppi di un corner battuto da Reali, ma stavolta Del Zio si fa trovare pronto alla ribattuta. Il raddoppio dei rossoblu arriva al 32’ su rigore assegnato per la trattenuta di Rossetti ai danni di Reali. Lo stesso giovane attaccante si incarica della battuta, cedutagli da Coia, e segna spiazzando Del Zio. Il primo brivido dalle parti di Francesco Ciarmatore arriva al 42’, con Funari che ci prova dal limite ma non trova il bersaglio grosso. La ripresa si apre sulla falsariga del primo parziale, con Sezze a gestire il controllo della sfera e Priverno a cercare di imbastire senza mai creare grossi patemi alla difesa rossoblu. Al 56’ Cece sfiora la rete con un tiro dal limite dopo una prolungata azione di Damiani sull’out destro, mentre al 77’ Coia fa 27 in stagione, tra campionato e Coppa Italia, raccogliendo l’assist al bacio di Reali e battendo di testa l’estremo difensore del Priverno. Sotto di 3 reti gli ospiti cercano di reagire. All’85’ Ciarmatore salva alla disperata su Tomassi scappato sul filo del fuorigioco, mentre l’occasione per il poker capita all’88’ sul destro di Rosella, che trova pronto Del Zio alla parata in tuffo. Nel recupero arriva la rete della bandiera di Collalti, che sfrutta nel migliore dei modi un’azione in contropiede orchestrata da Funari e fissa il risultato sul 3-1.


Sconfitta in trasferta per il Calcio Sezze  

INSIEME AUSONIA - CALCIO SEZZE  3- 1

30 aprile 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

AUSONIA: Germanelli, Natoni, Signore (30’ st Marrocco), Quintigliano C., La Manna, Pirolozzi N., Pirolozzi E., Badu (9’ st Radu), Mariniello, Caiazzo, Gatti (25’ st Viccarone). A disp.: Cenerelli, Quintigliano M., Guastaferro, Marzochella. All.: Gioia

SEZZE: Ciarmatore F., De Santis, Bernardi (21’ pt Di Girolamo), Martelletta, Rogato, Di Trapano, Ciarmatore A., Lucarini, Coia (34’ st Palombi), Rosella (47’ st Caciorgna), Reali. A disp.: Stefanini, Miccinilli. All.: Pernarella

ARBITRO: Scarpati di Formia

Assistenti: Franchitto di Cassino e Battisti di Latina

MARCATORI: 2’ pt Caiazzo, 33’ pt Coia (rigore), 40’ pt e 46’ st Mariniello.

NOTE: Espulsi: 29’ st Di Girolamo per doppia ammonizione, 32’ st Lucarini per proteste, 47’ st Stefanini dalla panchina per proteste. Ammoniti: Di Girolamo, Signore, Germanelli, Viccarone. Recupero: pt: 1’; st: 4’. Al 18’ st Rogato (S) ha fallito un calcio di rigore.

AUSONIA – Termina con una netta sconfitta l’ultima gara in esterna della stagione del Calcio Sezze, che cade al cospetto della compagine allenata da Roberto Gioia e già concentrata sui playoff. La gara inizia in salita per i rossoblu: dopo appena 150’’ Caiazzo scatta sul filo del fuorigioco, entra in area e da posizione defilata lascia partire un destro potente che si infila alle spalle di Francesco Ciarmatore. Al 5’ trema ancora la difesa del Sezze, con Emanuele Pirolozzi che stacca di testa sul corner di Gatti e colpisce la traversa a Ciarmatore ormai battuto. Al 20’ si fa male Bernardi, sostituito da Di Girolamo. Al 33’ Sezze pareggia con bomber Coia (25esima rete stagionale per l’attaccante) su rigore, assegnato per un contatto in area tra La Manna e Rosella, tra le proteste dei difensori locali. 

Due minuti più tardi lo stesso Coia si divora la doppietta dopo un eccellente invito di capitan Di Trapano. Prima dell’intervallo arriva la rete dei padroni di casa con Mariniello, che riceve da Badu, entra in area e batte ancora una volta Ciarmatore. Prima del duplice fischio il tiro-cross di Di Trapano mette in difficoltà Germanelli, bravo ad alzare la traiettoria della sfera. Nella ripresa partono bene i padroni di casa, ansiosi di mettere in cassaforte il risultato. Al 1’ Gatti arriva alla conclusione contrastato efficacemente da Di Girolamo e l’azione sfuma. Al 17’ Germanelli combina un disastro, perde palla e poi stende Andrea Ciarmatore, costringendo il direttore di gara ad assegnare il secondo penalty. Stavolta sul dischetto va Rogato, che calcia incredibilmente a lato facendo sfumare una ghiotta occasione. Sezze resta in dieci al 29’ per il secondo giallo a Di Girolamo e in nove 3 minuti più tardi per il rosso diretto per proteste sventolato sotto il naso di Lucarini. Al 40’ Mariniello grazia Ciarmatore da buona posizione, mentre in pieno recupero l’attaccante non sbaglia sull’assist di Caiazzo e fissa il risultato sul 3-1 per i suoi.


Pari a reti inviolate nella terzultima giornata  

CALCIO SEZZE - SPORTING VODICE  0 - 0

23 aprile 2017- addetto stampa Simone Di Giulio    

SEZZE: Stefanini, Damiani, De Santis, Lucarini, Rogato, Di Trapano, Ferrara (40’ st Palombi), Cece, Coia, Reali (18’ st Ciarmatore A.), Bernardi. A disp.: Ciarmatore F., Miccinilli, Montini, Angelini. All.: Pernarella

VODICE: Palmacci, Ragozzo, Dalla Nora, Berti, Fagioli, Petricca, Sannino (30’ st Petitti), Prezioso, Incollingo (8’ st Alla), Marconi (22’ st Assorati), Costanzi. A disp.: Rocci, Campoli, Tiziani, Ficaccio. All.: Coco

ARBITRO: Veri di Aprilia

Assistenti: Civilini di Tivoli e Ferrera di Albano Laziale

NOTE: Ammoniti: Coia, Incollingo, Berti, Prezioso. Recupero: pt: 2’; st: 5’.

SEZZE – Termina con uno scialbo 0-0 il match, valido per la terzultima giornata del girone D del campionato Promozione, tra Calcio Sezze e Sporting Vodice, con i secondi a rammaricarsi per aver perso punti nella corsa ad un posto nei playoff. Pernarella in avvio deve fare i conti con le assenze di Martelletta, Di Girolamo e Rosella, mentre la buona notizia è legata al ritorno, dopo diversi mesi, di Andrea Miccinilli, che si accomoda in panchina. Gli ospiti partono subito forte e all’8’ Incollingo scatta sul filo del fuorigioco e arriva tutto solo davanti a Stefanini, ma calcia incredibilmente alto. Al 28’ altra occasione per gli ospiti con Sannino, che però non riesce a trovare la giusta coordinazione servito da Prezioso. Sezze risponde al 34’ Coia, che lanciato da Cece viene fermato in posizione di fuorigioco quantomeno dubbia. Lo stesso attaccante eccede nelle proteste e prende un giallo. Nel primo parziale non si registrano altri sussulti e nella ripresa la prima occasione arriva al 17’ con Reali, che conclude da buona posizione trovando pronto Palmacci alla respinta. I due tecnici provano con i cambi a portare la gara dalla loro parte, ma le emozioni sono con il contagocce. Al 26’ brivido per la retroguardia rossoblu con Sannino che si invola, arriva al tiro da appena dentro l’area di rigore, ma trova pronto Stefanini alla parata a terra. La gara scivola via senza ulteriori sussulti e serve l’ultimo secondo del recupero, 5’ assegnati dal direttore di gara, per segnalare un’azione degna di nota con capitano Di Trapano, che prova a fare tutto solo partendo dalla sua metacampo, ma trova sulla strada tra lui e il gol l’attento Palmacci, che in uscita ferma tutto.


Pesante sconfitta dei rossoblu  

TERRACINA - CALCIO SEZZE  3 - 1

19 aprile 2017- addetto stampa Simone Di Giulio  

TERRACINA: Monti, Zeppieri, Bagnara, Drogheo, Carocci (9’ st Russo), Mauti, Stefanelli (41’ st Di Vizio), Fanelli, Tornesi (29’ st Della Fornace), Venerelli, Flore. A disp.: Micheli, Campobasso, Fia, isacane. All.: Milo

SEZZE: Stefanini, De Santis, Bernardi, Martelletta, Di Girolamo (5’ st Palombi), Di Trapano, Ciarmatore A. (31’ st Baklouti), Cece, Ferrara, Rosella, Reali (19’ st Damiani). A disp.: Ciarmatore F., Lucarini, Coia. All.: Pernarella

ARBITRO: Lupoli di Latina

Assistenti: Ventre e Di Mambro di Cassino

MARCATORI: 18’ pt Rosella, 4’ st e 14’ st Tornesi, 36’ st Russo.

NOTE: Ammoniti:Bagnara, Di Girolamo, Fanelli, Bernardi, Flore. Recupero: pt: 1’; st: 3’.

TERRACINA – Niente da fare per il Calcio Sezze, che al “Mario Colavolpe”, nella gara valida come recupero della ventiduesima giornata, regge un tempo al cospetto di un Terracina ancora in corsa per un posto nei playoff. I rossoblu in avvio devono rinunciare a Coia, leggermente infortunato, che si accomoda inizialmente in panchina. Il primo lampo è del Terracina e arriva al 10’ con il cross di Bagnara che Stefanini controlla senza affanni. Al 13’ altro pericolo, stavolta con Tornesi che chiama Stefanini ad un intervento più complicato rispetto al primo. A sorpresa, al 18’ Sezze passa in vantaggio con Rosella, che ruba palla a Carocci, si invola verso l’area e supera Monti in uscita con un bel destro a girare. 

Al 21’ Stefanini si supera su Tornesi, dopo un brutto pallone perso da Bernardi al limite dell’area, mentre al 37’ altro miracolo di Stefanini sulla punizione di Fanelli, con il volo dell’estremo difensore rossoblu a strozzare in gola la gioia del gol al centrocampista. Proprio nel finale di tempo si registra l’occasione clamorosa per Martelletta servito da Reali, ma la sua conclusione risulta facile preda della retroguardia terracinese. Nella ripresa il Terracina entra in campo con un piglio decisamente diverso e in 10’, tra il 4’ e il 14’ ribalta il risultato con due reti di Tornesi: il pareggio arriva dopo il colpo di testa di Carocci miracolosamente intercettato da Stefanini, che però non può nulla sul tap-in di Tornesi. Un minuto prima del gol del vantaggio Tornesi se ne divora uno gigantesco, ma al 14’, sull’invito di Russo, non può fallire e batte per la seconda volta Stefanini. Pernarella prova a rimettere i partita i suoi con i cambi, ma è proprio un cambio del Terracina che sortisce l’effetto migliore. Al 36’, infatti, c’è gloria anche per il neo entrato Russo, che scatta sul filo del fuorigioco, arriva davanti a Stefanini e lo salta con un pallonetto che regala il 3-1 ai suoi.


Pareggio a reti inviolate 

HERMADA - CALCIO SEZZE  0 - 0

12 aprile 2017- addetto stampa Simone Di Giulio  

HERMADA: D'Incá, Fedeli M., Stefanelli (36’ st Bove), Minieri, Marzano, Fedeli C., Mucciarelli (18’ st Di Girolamo D.), Borelli, Savarese, Palmacci (22’ st Aloisi), Zandonà. A disp: Bagnariol, Lombardo, Masci, Recchia. All. Ramazzotto.

SEZZE: Stefanini, De Santis (42’ st Baklouti), Bernardi, Martelletta, Rogato, Di Trapano, Ferrara, Cece, Coia (3’ st Ciarmatore A.), Rosella, Reali (35’ st Palombi). A disp: Ciarmatore F., Di Girolamo S., Damiani, Lucarini. All.Pernarella

Arbitro: Tartarone di Frosinone

Assistenti: Milazzo e Fabrizi di Frosinone

NOTE: Espulso: 26’ st Rogato per doppia ammonizione. Ammoniti: Rogato, Minieri. Recupero: pt: 3’; st: 4’. Al 48’ st Aloisi fallisce un calcio di rigore.

TERRACINA – Pari a reti bianche per il Calcio Sezze, che al cospetto dell’Hermada non riesce a confermare il buono stato di forma palesato domenica scorsa contro l’Alatri. I rossoblu alla fine escono con un punto che serve a poco. In avvio gli ospiti partono forte e all’8’ Cece ci prova dopo un’azione manovrata, ma conclude alto. La risposta dei padroni di casa arriva al 17’ con la punizione di Palmacci, che si spegne al lato della porta difesa da Stefanini. Alla mezzora i padroni di casa si divorano la rete del vantaggio con Zandonà, che è lestissimo a rubare il tempo a tutti e saltare Stefanini, ma a porta praticamente vuota spedisce clamorosamente sull'esterno della rete. La risposta del Sezze arriva prima dell’intervallo con Martelletta, che riceve palla dal fallo laterale di Lorenzo Bernardi, ma il suo tocco da buona posizione termina a lato. La ripresa si apre con una tegola per i rossoblu, che devono fare a meno di Coia, infortunatosi prima del duplice fischio. Al 6’ è Savarese a provarci dalla distanza, ma Ciarmatore fa buona guardia. Al 10’ Sezze rischia grosso, con Palmacci che colpisce il pallone di tacco e trova il palo a negargli la gioia del gol. La battaglia tra Palmacci e i legni non si ferma e 2’ più tardi è la traversa a negare la soddisfazione personale all’attaccante dei locali. La risposta del Sezze arriva al 19’ con l’insidiosa punizione di Di Trapano che sfiora il montante. La gara diventa in salita per i rossoblu al 26’ quando Rogato, già ammonito, eccede nelle proteste sull’assegnazione di un calcio d’angolo e trova il secondo giallo. Sotto di un uomo Sezze soffre e al 38’ ci vuole uno Stefanini formato gigante per opporsi alla conclusione a botta sicura di Zandonà. L’ultimo brivido in pieno recupero: Aloisi trova un contatto in area e il direttore di gara assegna il penalty, che lo stesso batte trovando reattivo Stefanini che salva tutto e fa chiudere la contesa in parità.


Sezze torna a vincere 

CALCIO SEZZE - ALATRI  1 - 0

9 aprile 2017- addetto stampa Simone Di Giulio  

SEZZE: Stefanini, Damiani, Bernardi, Rogato, Di Girolamo (29’ st De Santis), Di Trapano, Ferrara (33’ st Ciarmatore A.), Cece, Coia, Rosella, Reali. A disp.: Ciarmatore F., Palombi, Zaazaa, Lucarini, Montini. All.: Pernarella.

ALATRI: Ludovici, Latini, Pirone (20’ st Colelli), Colasanti, Galuppi (35’ st Culicelli), Cestra, Fiacco, Simone, Kawashima (16’ st Pignoli), Settanni, Sbaraglia. A disp.: Minucci, Pompili, Marigera, Arribino. All.: Carlini.

ARBITRO: Bosco di Ostia Lido

Assistenti: Nardini di Ostia Lido e Mariniello di Latina

MARCATORE: 27’ pt Coia (rigore)

NOTE: Ammoniti: Colasanti, Bernardi, Settanni, Latini, Pignoli. Recupero: pt: 0’; st: 3’

SEZZE – Basta una rete di Alessandro Coia al 27’ del primo tempo, concessa per un fallo proprio sull’attaccante rossoblu, a far trovare i tre punti al Calcio Sezze, al cospetto di un Alatri mai domo. In avvio partono meglio i padroni di casa e il primo brivido arriva al 10’, con Rosella che si invola e serve Coia, che controlla male e spara alto con il sinistro. Al 12’ una punizione da metacampo di Di Trapano inganna Ludovici, ma la palla incoccia sulla traversa e Di Girolamo non riesce a farsi trovare pronto al tap-in. Un minuto dopo l’Alatri risponde con Simone, che in percussione lascia sul posto Damiani, arriva al tiro, ma trova pronto Stefanini. 

Al 23’ occasionissima in contropiede per gli ospiti, con Kawashima che ci prova con un pallonetto dal limite, ma la sfera termina a lato. La gara si sblocca al 27’: Coia viene trattenuto in area da Galuppi e il direttore di gara assegna il penalty, tra le proteste degli ospiti che ritenevano il contatto leggero: dal dischetto lo stesso Coia realizza spiazzando Ludovici e regalando il vantaggio ai suoi. Fino all’intervallo non si segnalano ulteriori azioni pericolose, mentre la ripresa si apre con il clamoroso batti e ribatti in area dell’Alatri al 14’, con 4 conclusioni degli avanti rossoblu che non trovano la via della rete. Al 34’ occasione per Coia che ci prova in acrobazia, ma Ludovici si fa trovare reattivo e mette in angolo, mentre al 37’ Rosella fa tutto bene, poi la conclusione finisce a lato di un soffio. Dall’altra parte occasione per Pignoli, ma Stefanini fa buona guardia, mentre al 41’ ancora Coia avrebbe l’opportunità di mettere in ghiaccio l’incontro, ma Ludovici salva la sua porta. Nei minuti finali l’assedio della compagine di Carlini non riesce a spaventare la retroguardia rossoblu, che tiene botta e permette di arrivare al triplice fischio senza grosse preoccupazioni.


Sconfitta inevitabile contro la capolista Anagni 

CITTA’ DI ANAGNI - CALCIO SEZZE 3 - 0

2 aprile 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

ANAGNI: Mouton, Pappalardo, Sciucco, Gemmiti, Seppani, Padovani, Virgili (35’ st Cardinali), Fortini (26’ st Massari), Flamini (28’ st Cirelli), Celenza, Carlini. A disp.: Mancini, Brahushay, Colapietro, Mata. All.: Gerli

SEZZE: Stefanini, Damiani (43’ st Ceci), De Santis, Martelletta, Di Girolamo (1’ st Bernardi), Di Trapano, Ciarmatore A. (33’ st Palombi), Cece, Ferrara, Rosella, Reali. A disp.: Ciarmatore F., Lucarini. All.: Pernarella

ARBITRO: Caldarola di Roma 2

Assistenti: Morano e Morlacchetti di Roma 2

MARCATORI: 13’ pt e 15’ st Fortini, 47’ st Cardinali.

NOTE: Espulso: 45’ st Martelletta per doppia ammonizione. Ammoniti: Martelletta, Padovani, Ferrara, Flamini, Celenza, Damiani, Virgili. Recupero: pt: 1’; st: 3’.  

ANAGNI – Niente da fare per il Calcio Sezze nella tana della capolista. Senza Coia e Rogato squalificati e senza Pellerani e Miccinilli ancora ai box, i rossoblu non riescono ad opporre alcuna resistenza alla regina del girone D, cui adesso manca un solo punto per accedere con largo anticipo in Eccellenza, e adesso le speranze di raggiungere i playoff sono davvero appese ad un filo. In avvio partono a mille i padroni di casa e al 2’ Carlini si rende pericoloso su punizione, ma Stefanini è attento, così come lo è al 4’, sempre sulla punizione del numero 11 dei locali. I padroni di casa vanno avanti al 13’ con Fortini, che entra con i tempi giusti sull’angolo di Celenza e batte Stefanini. Sezze non trova il bandolo della matassa, mentre l’Anagni non affonda il colpo. L’ultimo brivido del primo tempo arriva al 43’, con Virgili che stacca tutto solo sul corner di Carlini ma non trova la porta. Ad inizio ripresa Pernarella butta nella mischia Bernardi al posto di Di Girolamo e al 48’ proprio il neo entrato ci prova dal limite, ma il pallone termina alto. Al 53’ clamorosa occasione per Reali sul calcio di punizione di Bernardi, ma sul suo colpo di testa Mouton si supera mettendo in corner. Nel momento migliore dei rossoblu arriva la rete che indirizza definitivamente il match: un gol fotocopia del primo e anche in questo caso dalla punizione di Carlini Fortini brucia tutti e regala il raddoppio ai suoi. Al 69’ Carlini sfiora il tris, ma la sua conclusione di sinistro termina a lato di un soffio, mentre al 76’ è la traversa a negare al capocannoniere del girone la gioia del gol, dopo una bella discesa di Massari sulla fascia destra. Nel finale Sezze resta in dieci per il secondo giallo a Martelletta, mentre nel recupero l’Anagni cala il tris con il neo entrato Cardinali, che fissa il risultato sul 3-0 per i suoi.


Interrotta la striscia di vittorie dei rossoblu beffati al 94' 

CALCIO SEZZE - PRO CALCIO LENOLA  2 - 2  

26 marzo 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

SEZZE: Stefanini, Rogato, Damiani, Martelletta, Di Girolamo, Di Trapano, Lucarini (32’ pt De Santis), Cece, Coia, Rosella (45’ st Ciarmatore A.), Reali (20’ st Ferrara). A disp.: Ciarmatore F., Ceci, Di Giorgi, Palombi. All.: Pernarella

LENOLA: Matrone, Iandico A. (36’ st Marrocco), Siniscalchi (45’ st Perrone), Antonelli, Iandico G., Gaudiano, Beltramini, Tognoni, Cerroni, De Angelis, Petronzio. A disp.: Susa, Paparello, Mastrobattista. All.: Lauretti

ARBITRO: Altobelli di Frosinone

Assistenti: Laudando e Manganiello di Aprilia

MARCATORI: 8’ pt Rogato            , 40’ pt Petronzio, 33’ st Coia, 49’ st De Angelis

NOTE: Espulsi: 28’ pt Rogato per doppia ammonizione, 38’ st Coia per doppia ammonizione. Ammoniti: Lucarini, Rogato, Coia, Iandico A., Tognoni. Recupero: pt: 3’; st: 4’.

SEZZE – Si concretizza al 94’ la beffa per il Calcio Sezze che, nonostante la doppia inferiorità numerica, stava riuscendo a portare a casa la quinta vittoria consecutiva. Ma, come già accaduto in questa stagione (basti pensare alla gara del “Tasciotti” contro Sabaudia), gli ultimi istanti sono fatali ai rossoblu. Sezze parte benissimo in avvio e all’8’ va in vantaggio con Rogato, pronto a ribadire in rete dopo la respinta di Matrone sul colpo di testa di Di Girolamo sugli sviluppi di un corner battuto da Rosella. Al 28’ Sezze si mette nei guai da sola con il secondo giallo in pochi minuti di Rogato, che lascia i suoi in dieci. Pernarella corre ai ripari inserendo De Santis e togliendo dalla mischia Lucarini, peraltro ammonito. Al 35’ il Lenola chiede a gran voce un penalty per un contatto in area tra Di Girolamo e De Angelis, ma il direttore di gara lascia correre. Al 40’ arriva il pareggio degli ospiti con Petronzio: De Santis perde palla sull’out destro, Beltramini si invola e mette dentro un pallone che l’attaccante controlla e mette alle spalle di Stefanini. Nella ripresa al 3’ ci prova Rosella dal limite dopo uno spunto interessante, ma la palla termina alta. Al 13’ Antonio Iandico spaventa con un calcio di punizione che termina a lato di un soffio, mentre al 24’ ancora Lenola pericoloso con De Angelis, che di testa non trova il bersaglio grosso. Nel momento di maggiore sofferenza dei rossoblu arriva la rete del vantaggio con Coia, che pennella alla perfezione un calcio di punizione e gela Matrone. Lo stesso Coia becca ingenuamente il secondo giallo al 38’, costringendo i suoi a disputare gli ultimi minuti in doppia inferiorità numerica. Nei minuti finali la beffa si concretizza. Il direttore di gara prima assegna 3’ di recupero, poi ne aggiunge un altro, ma a 49:10 sul cronometro la difesa si addormenta e De Angelis può battere facilmente a rete regalando il pareggio ai suoi e la delusione ai padroni di casa.


Continua la striscia di vittorie per il Calcio Sezze

SS. MICHELE E DONATO - CALCIO SEZZE  0 - 1  

19 marzo 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

SS. MICHELE E DONATO: Daversa, Scuoch (16’ st Santocono), Altobelli (31’ st Osman), Gravina, Toti, Piccirilli, Cocuzzi, Forzan A., Campagna, Cifra (14’ st Maresca), Santangelo. A disp.: Neroni, Ruggiero, Diarra, Tintari. All.: Giovannelli

SEZZE: Stefanini, Rogato, Damiani (15’ pt Ciarmatore A.), Martelletta, Di Girolamo, Di Trapano, Lucarini, Cece, Coia, Rosella (40’ st Ferrara), Reali. A disp.: Ciarmatore F., Ceci, Malandruccolo, De Santis, Palombi. All.: Pernarella

ARBITRO: Di Palma di Cassino

Assistenti: Forte di Cassino e Cozzuto di Formia

MARCATORE: 27’ st Lucarini.

NOTE: Espulsi: 43’ st Campagna per proteste, 48’ st Ruggieri dalla panchina per proteste. Ammoniti: Di Trapano, Cocuzzi, Coia, Cece. Recupero: pt: 1’; st: 4’.

SABAUDIA – Partita tutta grinta e cuore per il Calcio Sezze, che coglie la quarta vittoria consecutiva vincendo di misura il match contro il San Michele e Donato grazie alla rete di Lucarini a 20’ dalla fine. In avvio Pernarella deve fare a meno dei lungodegenti Pellerani e Miccinilli, e di Bernardi, fermato da noie muscolari. In avvio parte subito forte la squadra di casa: al 9’ ci prova Gravina da fuori, ma la palla finisce a lato. Sezze perde subito Marco Damiani, che si fa male e viene sostituito da Andrea Ciarmatore. Al 23’ Cifra viene pescato tutto solo da Campagna in piena area, ma il suo colpo di testa è facile preda di Stefanini. 

Al 29’ occasionissima per i padroni di vasa, con la palla che attraversa tutta l’area tra un nugolo di gambe, arriva a Campagna che ci prova con un pallonetto, ma che trova pronto Stefanini che con un colpo di reni mette in corner. Al 37' Sezze rischia ancora con Cocuzzi che si invola e Stefanini che gli tocca il pallone quel tanto che basta per fargli perdere l'equilibrio. Il primo tempo se ne va via senza ulteriori sussulti e ad inizio ripresa il primo brivido per la difesa rossoblu arriva al 5’: sugli sviluppi di una punizione calciata da Cocuzzi la palla arriva a Scuoch che calcia a botta sicura senza fare i conti con i riflessi di Angelo Stefanini, che respinge la conclusione dell’ex di turno con un intervento prodigioso. Il rischio corso sveglia i rossoblu di Pernarella, che iniziano a muovere la palla come si deve e a creare grattacapi agli avversari. Tra il 15’ e il 20’ della ripresa il monologo setino porta ad un paio di buone occasioni, comunque non sfruttate a dovere. 

La gara si sblocca al 27’: Lucarini si inserisce in area con i tempi giusti, Andrea Ciarmatore lo serve in maniera perfetta e il centrocampista rossoblu attende l’uscita di Daversa e lo supera con un tocco morbido. La rete carica gli ospiti, mentre la reazione dei padroni di casa è a tratti confusionaria. Nel finale gli ultimi brividi: prima Campagna trova un rosso diretto per proteste, poi è Ruggiero dalla panchina a trovare anzitempo la via degli spogliatoi dopo un’azione in cui i borghigiani vedono un fallo in area del Sezze. Le ultime mischie nei minuti di recupero non portano a stravolgimenti e Sezze si porta a casa tre punti pesantissimi per il morale e per le chance di agganciare le zone alte del raggruppamento D.


Seconda vittoria casalinga consecutiva per Sezze

12 marzo 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - THEODICEA CALCIO  4 - 0

SEZZE: Stefanini, Rogato, Damiani, Martelletta (43’ st Di Giorgi), Di Girolamo, Di Trapano, Bernardi (20’ pt Lucarini), Cece, Coia, Rosella, Reali (27’ st Ciarmatore A.). A disp.: Ciarmatore F., Benigni, De Santis, Ferrara. All.: Pernarella

THEODICEA: Tronchi, Theodorov, Capocci, Di Silvio F., D’Aguanno (5’ pt Fasulo), Arcaro, D’Agostino M., Fierravanti, Pittiglio, Delicato (43’ st De Maria M.), Di Silvio D. A disp.: Iadicicco, De Maria F., Casciano, Del Giudice, Di Loreto. All.: Serra

ARBITRO: Di Serio di Latina

Assistenti: Mounga Ngwate di Aprilia e D’Alessandris di Frosinone

MARCATORI: 33’ pt Coia, 25’ st Reali, 39’ st Martelletta, 42’ st Rosella.

NOTE: Ammoniti: Fierravanti, Capocci, Delicato, Reali, Theodorov. Recupero: pt: 4’; st: 1’

SEZZE – Sfrutta nel migliore dei modi il doppio turno casalingo il Calcio Sezze, che tra le mura del “Tasciotti” dopo la vittoria di domenica scorsa contro l’Arpino (4-1) ne segna quattro anche al Theodicea. Il match inizia con un brivido a causa dello scontro fortuito tra D’Aguanno e D’Agostino, con il primo che ha la peggio e deve uscire, accompagnato in ambulanza all’ospedale. Al 19’ anche Sezze perde un uomo, Bernardi, con Pernarella che inserisce nella mischia Lucarini. La gara si sblocca al 33’ con la punizione di Coia che batte l’estremo difensore dei teotini con un tiro velenoso. Al 35’ ci prova Cece, ma Tronchi mette in angolo. 

Al 41’ altra occasione per Coia lanciato da Martelletta, ma il suo pallonetto con Tronchi in uscita finisce lontanissimo dai pali. Al 44’ Ceci vicino al gol dopo un’insistita azione di Damiani sull’out destro e prima dell’intervallo Reali spara addosso a Tronchi in uscita da buona posizione. La ripresa inizia con Sezze che continua a produrre occasioni da rete. Al 9’ viene annullato un gol a Rosella che, secondo il primo assistente, parte dietro l’ultimo difensore al momento del tiro dal limite di Cece respinto da Tronchi. La rete della tranquillità arriva al 25’ con Reali, che controlla al limite dell’area, si porta la palla sul sinistro e batte Tronchi. Sulle ali dell’entusiasmo Sezze sfiora in tre occasioni la rete del tris con Di Trapano e Rosella, che trovano pronto Tronchi sulle rispettive conclusioni verso la rete, e Martelletta che di testa manda a lato da buona posizione. Ma Sezze non molla e in tre minuti, tra il 39’ e il 42’, chiude definitivamente la pratica, prima con Martelletta, che riceve Rosella, si gira e calcia il pallone alle spalle di Tronchi, poi con Rosella, che in acrobazia fissa il punteggio sul 4-0 raccogliendo i meritati applausi del pubblico sulla tribuna.


I rossoblu vincono agevolmente contro i Ciociari

5 marzo 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - ARPINO  4 - 1

SEZZE: Stefanini, Rogato, Damiani, Martelletta, Di Girolamo, Di Trapano, Bernardi (41’ st Lucarini), Cece, Coia, Rosella (44’ st De Santis), Reali Simone II (23’ st Ciarmatore A.). A disp.: Giordani, La Macchia, Malandruccolo, Ferrara. All.: Pernarella

ARPINO: Fiorini, Gabriele, Merolle, Sementilli, Raponi G. (23’ st Scappaticci), Pagnanelli, Notargiacomo, Musi 1’ (st Simone), Raponi F., Bruni (28’ st Guida), Reali Simone I. A disp.: Sbardella, Arcese, Di Folco, Cela. All.: Nanni

ARBITRO: Lorenzato di Ostia Lido

Assistenti: Romagnoli di Albano Laziale e Cirillo di Roma 1

MARCATORI: 16’ pt (rigore), 27’ st e 42’ st  Coia, 20’ st Martelletta, 35’ st Raponi F.

NOTE: Ammoniti: Musi, Pagnanelli. Recupero: pt: 0’; st: 2’

SEZZE – Tutto facile per i rossoblu, che al “Tasciotti” hanno la meglio di un Arpino che si inchina ai colpi di Coia e compagni. In avvio ci prova subito Di Girolamo di testa su invito di Rosella, ma Fiorini fa buona guardia. Al 16’ la gara si sblocca con il penalty realizzato da Coia e assegnato per il fallo di Musi su Bernardi (costato il giallo al centrocampista). Al 19’ Sezze chiede un altro rigore per il contatto tra Merolle e Rosella, ma il direttore di gara lascia correre. Al 29' Rosella danza in mezzo alla pioggia e dopo un bellissimo dribbling serve Martelletta che conclude di destro, ma è bravo il portiere ospite a bloccare. Al 38’ Stefanini si fa trovare pronto sulla conclusione di Reali, poi mischia e palla spazzata dalla difesa. Prima dell’intervallo ci prova Bruni, ma la sua conclusione in girata sfiora il palo. In avvio di ripresa Sezze trema per il colpo di testa di Raponi che termina a lato di un soffio, ma al 20’ trova il raddoppio: Rosella mette un bel pallone in mezzo che Martelletta scaraventa in rete di testa. Sulle ali dell’entusiasmo i rossoblu calano il tris con Coia al 27, su assist al bacio di Bernardi. Al 33’ possibilità di poker con il neo entrato Ciarmatore su invito di Rosella, ma Fiorini anticipa il giovane rossoblu. Al 35’ Raponi accorcia le distanze dopo che la conclusione di Reali era finita sul palo, mentre al 37’ Reali ancora pericoloso dalle parti di Stefanini, ma la sua conclusione ad incrociare con il sinistro termina fuori. La gara viene messa in ghiaccio al 42’ con il neo entrato Lucarini che alla prima palla toccata sforna un assist per Coia che punta la porta e batte inesorabilmente il portiere ospite, regalandosi la personale tripletta e i tre punti ai rossoblu.


Tre punti importanti per il Sezze

26 febbraio 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

CITTA’ DI MINTURNO - CALCIO SEZZE  1 - 2

MINTURNO: Grasso, Conte (37’ st Graziano), Di Russo, Sinhorelli, Fulco (23’ st Stravato N.), Gelli, Da Silva, Pergamo, Jelicanin, Bosco, Fabozzi (1’ st Sinigaglia). A disp.: Sciarretta, Mallozzi, Campanile, Tavassi. All.: Stravato L.

SEZZE: Stefanini, Damiani, Rogato, Martelletta, Di Girolamo, Di Trapano, Lucarini (20’ st Ciarmatore A.), Cece (8’ st Bernardi), Coia, Rosella, Reali. A disp.: Giordani, De Santis, Malandruccolo, La Macchia, Gori. All.: Pernarella

ARBITRO: Di Biasio di Formia

Assistenti: Peluso di Frosinone e Abbatecola di Cassino

MARCATORI: 22’ pt  (rigore) e 6’ st Coia, 42’ st Pergamo

NOTE: Ammoniti: Di Russo, Rosella, Lucarini, Da Silva, Di Girolamo. Recupero: pt: 1’; st: 5’.

MINTURNO – Vittoria importante per il Calcio Sezze, che viola il “Rolando Conte” e coglie tre punti importanti. In avvio Pernarella deve fare a meno, oltre che dei lungodegenti Miccinilli e Pellerani, anche di Ferrara, uscito malconcio dalla gara contro Sabaudia. Sezze parte bene e al 2’ ci prova Coia su una punizione di seconda dal limite, ma Grasso fa buona guardia. Al 12’ Reali direttamente da calcio d’angolo spaventa la retroguardia dei padroni di casa, con la palla che attraversa tutta l’area di porta e termina sul fondo. La rete è nell’aria e arriva al 22’ con Coia su calcio di rigore assegnato per il mani in area di Di Russo sul cross di Reali. Sulle ali dell’entusiasmo i rossoblu ospiti ci riprovano al 24’ con l’insistita azione Rosella-Lucarini-Coia, con l’attaccante che arriva alla conclusione di sinistro senza trovare la porta. Al 32’ arriva il primo sussulto del Minturno con Jelicanin, che ci prova in acrobazia dal limite, ma Stefanini controlla senza affanni. Al 41’ contropiede pericoloso dei padroni di casa condotto da Jelicanin, che aspetta Fabozzi che arriva a rimorchio ma che calcia a lato. 

Prima dell’intervallo clamorosa occasione per Coia servito da Rosella dopo un ottimo spunto sulla fascia, ma la sua conclusione al volo termina a lato di un soffio. La ripresa inizia sulla falsariga del primo parziale e al primo affondo Sezze passa: Coia forse si aggiusta il pallone con un braccio, poi si invola, entra in area e batte Grasso. Vane le proteste dei giocatori di casa, con il direttore di gara e il guardalinee che non ravvedono alcuna irregolarità. All’11’ Lucarini raccoglie dal limite e ci prova con il destro, ma la palla fuori. Sezze controlla senza affanni fino agli ultimi minuti, ma al 42’ i padroni di casa accorciano le distanze con Pergamo, che di sinistro calcia sulla respinta di Stefanini, il quale riesce a parare anche questa ma, stando a quanto ritiene il guardalinee, permette che il pallone superi la linea. I brividi per gli ospiti sono tutti nel recupero, soprattutto al 48’, quando il cross alla disperata di Stravato incoccia sulla parte alta della traversa. Poi il triplice fischio e tre punti pesanti che danno morale.


Sezze beffata all'ultimo minuto

19 febbraioo 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - AURORA VODICE SABAUDIA 2 - 2

SEZZE: Stefanini, Rogato, De Santis, Martelletta, Di Girolamo, Di Trapano, Ferrara (6’ st Damiani), Cece, Coia, Rosella. Ciarmatore A. (24’ st Lucarini). A disp.: Giordani, Nicolò, Di Giorgi, Malandruccolo, Reali. All.: Pernarella

SABAUDIA: Della Folgore, Rosania (27’ st Bosso), Margagliano (16’ st Nappa), Somma, Orientale, Racciatti A., Monetti, Racciatti P., Cerqua, Mugione, Aveta. A disp.: Pedini, Hamid, Pernarella, Gerardi. All.: Reggio

ARBITRO: Veri di Aprilia

Assistenti: Jorgji di Albano Laziale e Aceti di Cassino

MARCATORI: 1’ pt Coia, 30’ pt Margagliano (autogol), 13’ st Orientale, 49’ st Racciatti A.

NOTE: Ammoniti: Aveta, Margagliano, Rosella, Di Girolamo, Racciatti A., Rogato. Recupero: pt: 2’; st: 5’.

SEZZE – Si concretizza all’ultimo istante di gara la beffa per il Calcio Sezze, che viene raggiunto dal Sabaudia proprio all’ultima azione di una gara piena di rammarico per essere stati ripresi nonostante il doppio vantaggio maturato nel primo tempo. L’avvio per i rossoblu di Pernarella è in discesa e dopo appena 13 secondi di gioco vanno in vantaggio con Coia, che raccoglie l’invito di Rosella, controlla dal limite e di destro batte Della Folgore. La risposta degli ospiti arriva al 6’con Somma servito da Monetti, che arriva alla conclusione da buona posizione e sfiora il palo. All’8’ è Monetti a spaventare la retroguardia rossoblu, ma la sua conclusione termina a lato. Alla mezzora arriva il bis del Sezze: sulla punizione dal limite di Di Trapano Margagliano tocca la sfera che si insacca alle spalle dell’incolpevole Della Folgore. 

Nella ripresa Sezze entra con il piglio giusto, anche se la prima occasione è targata Sabaudia, con Racciatti che sugli sviluppi di un calcio di punizione, dopo il miracolo di Stefanini, viene fermato in posizione di fuorigioco. Dall’altra parte Ferrara si invola tutto solo, ma calcia addosso a Della Folgore in uscita. E’ l’ultima azione dell’attaccante rossoblu, che viene sostituito da Damiani. Al 13’ accorcia le distanze il Sabaudia con Orientale, che raccoglie la lunga rimessa di Monetti, controlla in area e con un sinistro ad incrociare batte Stefanini. 

Al 15’ rischiano ancora i padroni di casa con un’azione del Sabaudia partita da una punizione sulla trequarti, che mette in condizione Somma di battere e rete trovando pronto Stefanini. Pernarella prova a coprirsi inserendo Lucarini al posto di Andrea Ciarmatore, ma il Sezze non riesce a rendersi pericoloso dalle parti di Della Folgore e al 33’ rischia enormemente per un retropassaggio di De Santis che mette solo Cerqua davanti a Stefanini, che è bravo a restare in piedi e a chiudere l’attaccante ospite. Nel quarto dei cinque minuti di recupero assegnati, la beffa si concretizza: sulla punizione di Mugione Antonio Racciatti anticipa tutti e va alla conclusione che, probabilmente deviata, si infila alle spalle di Stefanini. Termina 2-2, un risultato che va stretto ai rossoblu, che comunque devono prendersela con se stessi per non aver chiuso prima la pratica.


Finisce qui il percorso in Coppa Italia del Calcio Sezze

15 febbraio 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

SERMONETA - CALCIO SEZZE  1 - 0

SERMONETA: Pintore, Iannella, Todo, De Santis F., Formato, Celli, Pisano, Ispas (30’ st Caputi), Gesmundo (25’ st Ciccarelli), Peressini, Valente. A disp.: Minutilli, Manni, Micolani, Onorato, Ricci. All.: Gesmundo

SEZZE: Stefanini, Damiani, Bernardi, Martelletta (30’ st Ciarmatore A.), Di Girolamo, Rogato, Lucarini (35’ st Coia), Cece, Ferrara, Rosella, Reali (8’ st De Santis V.). A disp.: Ciarmatore F., Ceci, Di Giorgi, Malandruccolo. All.: Pernarella

ARBITRO: Martinelli di Ostia Lido

Assistenti: Mounga Ngwate di Aprilia e Civilini di Tivoli

MARCATORE: 21’ st Peressini.

NOTE: Espulso: 95’ st Rogato per proteste. Ammonito: Todo. Recupero: pt: 0’, st: 8’.

NORMA – Termina nel peggiore dei modi l’avventura in Coppa Italia per il Calcio Sezze, eliminato nel doppio confronto con il Sermoneta da decisioni arbitrali discutibili, più che dal reale valore degli avversari, che accedono alle semifinali della competizione. In avvio Pernarella deve rinunciare agli squalificati Pellerani e Di Trapano e all’infortunato Miccinilli, mentre Coia inizia il suo match dalla panchina, lasciando spazio davanti al terzetto formato da Rosella e Reali a sostegno di Ferrara. Proprio all’attaccante capita la prima occasione del match, al 3’: sulla rimessa con le mani stile corner di Bernardi va a colpire di testa ma il pallone termina alto. Al 12’ rischia grosso il Sezze, con Peressini che si invola e lancia Gesmundo tutto solo davanti a Stefanini, che riesce ad opporsi alla conclusione tenendo in vita i suoi. Al 23’ altra clamorosa occasione per Peressini che scappa sull’out destro, si accentra, entra in area e prova a battere non riscendo di un soffio a trovare la porta. 

Prima dell’intervallo ancora lo scatenato Peressini mette in mezzo un pallone che Ispas, complice anche un errore di Bernardi, riesce a controllare e a concludere, sfiorando il palo. Nella ripresa Sezze sembra entrare in campo con un altro piglio, e al 19’ 64' Martelletta invoca il penalty per un contatto in piena area, ma il direttore di gara lascia correre. Alla prima occasione del secondo parziale il Sermoneta passa: Peressini si fa trovare in area tutto solo da De Santis, controlla agevolmente e di sinistro batte Stefanini. La rete subita blocca le gambe dei rossoblu che un minuto più tardi rischia grosso sul tiro di Gesmundo sul quale Stefanii compie un miracolo. Sezze avanza il baricentro del suo gioco lasciando spazi ai padroni di casa, che in contropiede al 28’ sfiorano il bis con Ipsas, che spreca tutto strozzando la conclusione. A 10’ dalla fine Pernarella si gioca la carta Coia, mentre al 36’ Cece raccoglie da De Santis e dal limite ci prova con il destro non trovando però il bersaglio grosso. Gli ultimi minuti di gara sono al cardiopalma e negli ultimi 40 secondi del recupero accade l’inverosimile: sul tiro dal limite di Rosella la palla carambola sul braccio di Formato e termina fuori, ma il direttore di gara si limita ad assegnare un corner, sugli sviluppi del quale, in mischia, il pallone finisce nettamente sul braccio di Iannella. Anche in questo caso il direttore di gara lascia correre, scatenando le proteste dei rossoblu. A pagare il prezzo più alto è Rogato, che trova il rosso diretto. Poi tanta confusione e un triplice fischio che sa di beffa per quanto fatto vedere in campo e per quanto tolto da discutibili decisioni arbitrali. 


Tornano a vincere i rossoblu del Calcio Sezze

5 febbraio 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - TECCHIENA TECHNA  2 - 0

SEZZE: Stefanini, Damiani, De Santis, Martelletta, Di Girolamo, Di Trapano, Ferrara (38’ pt Lucarini), Cece, Coia (26’ st Reali), Rosella, Bernardi. A disp.: Ciarmatore F., Ceci, Di Giorgi, Ciarmatore A., Malandruccolo. All.: Pernarella

TECCHIENA: Mumuni, Fanella, Rinaldi, Imperiali, Rizzuto, Dell’Orco (20’ st Cipriani), Paris (29’ st Pica), D’Arpino, Paglia, Casertano (1’ st Bonanni), Magliocchetti. A disp.: Liberti, Agostini. All.: Promutico

ARBITRO: Mancuso di Roma 1

Assistenti: Corsini e Poggetti di Roma 1

MARCATORI: 8’ pt Ferrara, 4’ st Cece. 

NOTE: Ammoniti: Paglia, Martelletta, Rinaldi, Coia, Stefanini, Rizzuto. Recupero: pt: 3’; st: 4’. Al 9’ st Coia fallisce un calcio di rigore.

SEZZE – Torna alla vittoria in campionato il Calcio Sezze, cui basta una rete per tempo per avere la meglio del Tecchiena. In avvio Pernarella deve fare i conti con l’infermeria e con le squalifiche di Rogato e Pellerani, ma Sezze parte subito forte e all’8’ trova la rete del vantaggio con Ferrara, che raccoglie l’assist di Rosella e batte Mumuni con un destro ad incrociare. Al 13’ il Tecchiena rischia ancora sul cross di Bernardi, con Rizzuto che sbaglia l’intervento e mette in difficoltà Mumuni, che fa buona guardia. La reazione degli ospiti, dopo l’allontanamento della panchina di un infuriato Promutico, arriva al 26’ con Magliocchetti che si rende pericoloso dal limite, ma sulla sua conclusione Stefanini si distende e mette in corner. 

Al 34’ sul lancio profondo di Di Girolamo Ferrara va alla conclusione ma non inquadra la porta, mentre lo stesso attaccante al 38’ deve lasciare il campo a Lucarini per un fastidio muscolare. In avvio di ripresa Sezze chiude la pratica con la rete di Cece, che arriva a rimorchio, viene servito da Coia e batte di destro regalando il raddoppio ai suoi. Al 9’ st Sezze potrebbe chiudere definitivamente la pratica su calcio di rigore assegnato per il fallo di Rizzuto su Bernardi. Ma dal dischetto Coia fallisce, poi Mumuni si supera sul tentativo di tap-in di Lucarini. Al 19’ Coia trova ancora un super Mumuni a negargli la gioia del sigillo personale, mentre al 21’ Martelletta non si fa trovare pronto sull’invito di Di Trapano sugli sviluppi di un calcio di punizione. Al 26’ Coia si fa male e viene sostituito da Reali, che al 35’ sfiora la rete su punizione. Termina 2-0 per i rossoblu, che risalgono la china e guardano con ottimismo alle prossime uscite tra campionato e Coppa Italia.  


Parità nel derby lepino di Coppa Italia

1 febbraio 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - SERMONETA  1 - 1

SEZZE: Stefanini, Damiani, De Santis, Martelletta, Rogato, Di Trapano, Rosella, Cece, Coia, Pellerani, Ferrara (15’ st Ciarmatore A.). A disp.: Ciarmatore F., Ceci, Baklouti, Di Giorgi, Malandrucolo, Reali. All.: Pernarella

SERMONETA: Minutilli, Gasbarra M., Trapani (4’ st Tosto), Caputi (29’ st Gesmundo), Manni, Celli, Onorato, Cosimi, Ciccarelli, Torri (26’ st Pisano), Valente. A disp.: Pintore, Iannella, Gasbarra P., Nicolan. All.: Gesmundo

ARBITRO: Figliomeni di Roma 2

Assistenti: Bianchini e Milazzo di Frosinone

MARCATORI: 10’ st Coia, 22’ st Onorato.  

NOTE: Espulsi: 19’ st Di Trapano per doppia ammonizione, 42’ st Pellerani per gioco violento,

Ammoniti: Celli, Di Trapano, Pellerani, Cosimi, Coia, Caputi, Gasbarra M.. Recupero: pt: 2’; st: 5’.

SEZZE – Termina con il punteggio di 1-1 l’atteso derby lepino valido per l’andata dei quarti di finale di Coppa Italia Promozione. Un risultato che tiene aperte le possibilità per i rossoblu di passare il turno, ma che rammarica allo stesso tempo per le circostanze che lo hanno generato, con una gestione arbitrale quantomeno dubbia. In avvio Pernarella deve fare a meno degli squalificati Di Girolamo e Lucarini, oltre che dell’infortunato Miccinilli. In compenso i rossoblu ritrovano a centrocampo Cece, mentre il reparto offensivo è affidato al terzetto formato da Pellerani, Ferrara e Coia. 

In avvio partono meglio gli ospiti e al 3’ Onorato spaventa la retroguardia rossoblu facendosi trovare pronto sulla punizione di Torri, ma la palla termina alta. Al 27’ ci prova Caputi dal limite su corto rinvio della difesa rossoblu, ma alza troppo la mira. Sezze non riesce a trovare il bandolo della matassa, pur non correndo grossi rischi fino al 40’ quando Ceccarelli, forse partito in posizione di fuorigioco, si invola, entra in area e batte di destro colpendo la parte alta della traversa. Nella ripresa i rossoblu entrano con il piglio giusto e al 10’ Coia sblocca la gara: sul lancio millimetrico di Rogato il bomber attende l’uscita di Minutilli e lo batte con un preciso pallonetto di sinistro. Al 14’ Torri in contropiede dopo un rimpallo a centrocampo arriva in area e calcia trovando pronto Stefanini. Il Sermoneta reagisce e tra il 16’ e il 18’ si fa due volte pericolosa dalle parti di Stefanini, ma né Torri né Caputi riescono a trovare il bersaglio grosso. La gara prende un’altra piega al 19’ quando Di Trapano tocca Onorato che cade in area, costringendo il direttore di gara ad assegnare il penalty e a mostrare il secondo giallo della partita al capitano rossoblu. Dal dischetto lo stesso Onorato spiazza Stefanini e regala il pareggio ai suoi. La gara diventa più cattiva e l’arbitro fatica a controllare il tutto. Al 42’, infine, arriva il rosso diretto per Pellerani, reo di aver commesso un fallo da dietro. Termina senza ulteriori sussulti, con Sezze che in nove cerca di difendere almeno il pareggio, con la speranza tra quindici giorni di ribaltare il pronostico al comunale di Norma.


Un pareggio prezioso per i rossoblu

29 gennaio 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

SUIO TERME CASTELFORTE - CALCIO SEZZE  2 - 2

SUIO: Giordano, D’Alessandro, Franco, Mastroianni, Scipione, Fusciello, Petrillo, Gagliardi (33’ st Paduano), Cenerelli, Martino, Veglia (38’ st Battista). A disp.: Casagrande, Saltarelli, Somma, Mignano, Papa. All.: Pernice

SEZZE: Ciarmatore F., Damiani, De Santis, Martelletta, Di Girolamo, Rogato, Rosella, Lucarini (12’ st Cece), Ferrara, Pellerani, Bernardi. A disp.: Giordani, Ceci, Di Giorgi, Ciarmatore A., Malandruccolo, Reali. All.: Pernarella

ARBITRO: Mattacola di Frosinone

Assistenti: Ventre di Cassino e Manganiello di Aprilia

MARCATORI: 2’ pt Petrillo, 4’ st e 20’ st Ferrara, 28’ st Mastroianni (rigore)

NOTE: Espulsi: 8’ st Pellerani e Franco per reciproche scorrettezze. Ammoniti: Di Girolamo, Cenerelli, Gagliardi, Damiani, Rogato, Bernardi, Paduano, Recupero: pt: 0’, st: 4’.

CASTELFORTE – Pareggio importante per il Calcio Sezze, su un campo difficile e al cospetto di una formazione ostica. Un punto che muove la classifica per la compagine rossoblu, che in un momento del match pensava addirittura di potersi portare a casa il bottino pieno. In avvio Pernarella deve fare i conti con le assenze per squalifica di capitan Di Trapano e Coia, dell’infortunato Miccinilli e di Stefanini, a letto con la febbre. In mezzo al campo fiducia a Lucarini, che con Martelletta forma la diga davanti alla difesa, mentre davanti si sperimenta il terzetto formato da Pellerani e Bernardi a supporto di Ferrara. Partenza sprint dei padroni di casa, che dopo appena 2’ passano in vantaggio con Petrillo, che parte sul filo del fuorigioco e batte Ciarmatore con un velenoso pallonetto. Al 6' Sezze vicina al pari con Ferrara, che di esterno destro colpisce la traversa. 

La risposta dei padroni di casa arriva al 12’, con Ciarmatore che vola sulla punizione di Martino, mentre al 14’ si pareggia il conto dei legni con il palo di Gagliardi. Al 25’ annullata una rete a Petrillo sugli sviluppi di un corner, mentre i restanti minuti del primo tempo scivolano via senza sussulti. Nella ripresa la gara cambia volto, con Sezze concentrato e attento che al 4’ trova la rete del pareggio con Ferrara, che riceve da Martelletta e di sinistro batte Giordano. Sulle ali dell’entusiasmo Sezze di rende pericoloso anche al 6’, ma stavolta l’estremo difensore ospite fa buona guardia su Bernardi. La gara si infiamma all’8’, con una mischia che costa cara a Pellerani e a Franco, entrambi espulsi. Al 15’ altro miracolo di Ciarmatore su Cenerelli tutto solo in piena area, ma al 20’ Sezze passa in vantaggio ancora con Ferrara, che inganna Giordani che cincischia con il pallone e deposita in rete la sfera di vantaggio. Al 22’ e al 26’ Ciarmatore si supera prima su Petrillo, poi sulla punizione di Mastroianni. Al 27’ Rogato stende Veglia in area e il direttore di gara assegna il rigore che Mastroianni realizza. Fino al triplice fischio succede poco e alla fine Sezze torna a casa con un punto prezioso in attesa dell’andata dei quarti di finale di Coppa Italia prevista per mercoledì al “Tasciotti” contro il Sermoneta.


Sezze trova il pari in extremis contro il Pontinia

22 gennaio 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - PONTINIA 1 - 1

SEZZE: Stefanini, Rogato, De Santis, Lucarini (40’ st Ciarmatore A.), Di Girolamo, Di Trapano, Damiani, Martelletta (26’ st Rosella), Coia, Pellerani, Ferrara (15’ st Bernardi). A disp.: Ciarmatore F., Ceci, Di Giorgi, Reali. All.: Pernarella

PONTINIA: Ristic, Bottoni, Ceccarelli M., Seghetti, Vanzari, Dell’Isola, Di Fazio (21’ st Ceccarelli A.), Conforto, Di Marco (23’ st Valle), D’Amico, Manauzzi. A disp.: Catalani, Battistuzzi, Fregnani, Paccagnella, Fava. All.: Cencia

ARBITRO: Tartarone di Frosinone

Assistenti: Pignalosa di Formia e Fainelli di Aprilia

MARCATORI: 14’ pt Conforto, 49’ st Coia. 

NOTE: Espulsi: 11’ st Di Trapano per proteste, 18’ st Seghetti per doppia ammonizione. Ammoniti: Seghetti, Coia, Ristic. Recupero: pt: 1’; st: 6’.

SEZZE – Serve il quarto minuto di recupero al Sezze per ottenere il pareggio al cospetto di un Pontinia mai domo, che al 94’ pensava di essere riuscito a mettere a segno il colpaccio al “Tasciotti”. In avvio Pernarella deve fare a meno di Miccinilli e Cece ed opta per il terzetto offensivo formato da Pellerani e Ferrara a sostegno di Coia. E’ il Pontinia di Cencia, però, a partire meglio e dopo nemmeno due minuti Di Marco viene lasciato libero in area e ci prova di testa, alzando sopra la traversa di un nulla. Al 4’ ci vuole uno straordinario intervento di Stefanini a mettere in angolo su Di Marco partito sul filo del fuorigioco, mentre all’11’ ancora Di Marco ci prova con un velenoso pallonetto che finisce a lato di un soffio. Il gol è nell’aria e attiva al 14’ grazie a Conforto, che raccoglie un lungo lancio dalle retrovie, si inserisce tra Stefanini e Rogato e batte a porta sguarnita regalando il vantaggio agli amaranto. Sezze non riesce a reagire e la prima conclusione verso la porta di Ristic arriva al 23’, con Ferrara che ci prova dal limite ma il pallone termina alto. Il primo parziale scivola via senza ulteriori sussulti e in avvio di ripresa la prima occasione capita ai padroni di casa con Ferrara, che sfrutta un’indecisione di Bottoni e ci prova di sinistro strozzando la conclusione che termina fuori. La gara prende una piega decisiva all’11’ con il rosso diretto a capitano Di Trapano, per proteste, ma al 18’ si ristabilisce la parità numerica per il secondo giallo indirizzato a Seghetti. 

Al 20’ occasione per il Pontinia con la ripartenza lampo di Di Marco che crossa per  Manauzzi contrastato provvidenzialmente da Di Girolamo, mentre al 25’ Sezze invoca il penalty per un contatto in area tra Vanzari e Pellerani, ma il direttore di gara lascia correre. Al 36’ ci prova Rogato dal limite, ma non trova il bersaglio grosso. Quando ormai la sconfitta sembra dietro l’angolo, al 4’ dei 6’ di recupero assegnati dal direttore di gara, arriva la rete del pareggio: sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti in area sale anche Angelo Stefanini, la palla si impenna e lo stesso Stefanini la devia quel tanto che basta per mettere Coia, contrastato da Vanzari che forse addirittura tocca la sfera, nelle condizioni di battere Ristic e regalare almeno un punto ai suoi.


Sezze passa ai quarti di finale di Coppa Italia

18 gennaio 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

PRIVERNO - CALCIO SEZZE 1 - 3

PRIVERNO: Del Zio, Restaini (34’ pt Lagiri), Fratini, Di Giulio, Magni, D'Onofrio (30’ st Mbaye), D'Agostino, Rosetti (34’ pt Collalti), Funari, Tomassi, Gurgui. A disp: Rossi,Tartara, Nardi. All.: Stefanini.

SEZZE: Stefanini, Miccinilli (27’ pt Lucarini), De Santis, Martelletta, Di Girolamo, Di Trapano, Reali (20’ pt Damiani), Rogato, Coia, Ferrara (32’ st Pellerani), Bernardi. A disp: Ciarmatore F., Ciarmatore A., Di Giorgi, Rosella. All.: Centra (Pernarella squalificato).

ARBITRO: Giudice di Frosinone

Assistenti: Caputo di Latina e Di Mambro di Cassino.

MARCATORI: 16’ pt Coia (rigore), 1’ st Tomassi, 6’ st Martelletta, 42’ st Lucarini

NOTE: Ammoniti: Reali, Di Giulio, Restaini, Magni, Gurgui, Tomassi. Recupero: pt: 3’; st: 2’.

PRIVERNO – Colpaccio del Calcio Sezze, che riesce a dar seguito alle buone indicazioni della Coppa Italia (con il passaggio ai quarti di finale) e del buon punto ottenuto domenica sul campo del Cassino, imponendosi al “San Lorenzo” nel recupero della 17esima giornata di andata con un perentorio 1-3 sulla compagine allenata da Ubaldo Stefanini. In avvio Pernarella (squalificato, in panchina siede Tonino Centra) piazza Ferrara in avanti a cercare di sostenere Coia, anche se la prima occasione dell’incontro capita ai padroni di casa, che trovano pronto Angelo Stefanini sul colpo di testa di D’Onofrio. L’estremo difensore del Calcio Sezze non si distrae nemmeno sulla punizione di Fratini al 15’, con il pallone indirizzato velenosamente verso il sette. Dall’altra parte, al primo affondo, Sezze passa su calcio di rigore assegnato per il mani di Restaini in area e trasformato con freddezza da Alessandro Coia, che spiazza Del Zio.

 La gara sembra mettersi in discesa per i rossoblu, ma in 7’ si fanno male Reali e uno degli ex di turno, Miccinilli, sostituiti rispettivamente da Damiani e da Lucarini. Anche Stefanini decide di cambiare e prima dell’intervallo tira fuori dal gioco Restaini e Rosetti, buttando nella mischia Lagiri e Collalti. Prima del duplice fischio l’occasione per il raddoppio capita a Coia, che dal limite dell'area spara un potente destro che sibila al lato di poco. La ripresa si apre con il Priverno arrembante e dopo appena 40’’ arriva il pareggio di Tomassi, che si incunea tra le maglie rossoblu, penetra in area ed appoggia con un sinistro rasoterra che batte l'incolpevole Stefanini. Sezze, però, non si abbatte per la rete subita e dopo 6’ trova di nuovo il vantaggio con Martelletta, che sugli sviluppi di un corner la cui traiettoria viene allungata da Di Trapano batte ancora Del Zio. Lo stesso Martelletta sfiora il raddoppio al 18’, ma stavolta Del Zio fa buona guardia. Il Priverno cerca la reazione e ancora una volta trova lo straordinario Stefanini che al 22’ salva su Fratini che calcia a colpo sicuro. Sezze controlla senza affanni e prima della fine trova addirittura il tris con Lucarini, che di destro sigilla il risultato che fa tornare i suoi a casa con tre punti buoni per la classifica e soprattutto per il morale.


Su un campo pessimo pari a reti bianche a Cassino

16 gennaio 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

REAL CASSINO - CALCIO SEZZE 0 - 0

CASSINO: D’Aguanno, Meta, Njie, Rosato, Pesce, Shabanaga, Giurini (18’ st Tretola), Cucchi, Ambrifi (26’ st Pagliuca), Tommaso, Gelfusa (30’ st Pettese). A disp.: Viola, Soave, Cipriani, Isidori. All.: Zollo

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, De Santis, Rogato, Di Girolamo, Di Trapano, Damiani, Lucarini, Coia (31’ st Ferrara), Pellerani (44’ st Martelletta), Bernardi (22’ st Rosella). A disp.: Ciarmatore F., Di Tullio, Ciarmatore A., Reali. All.: Pernarella

ARBITRO: Pica di Roma 1

Assistenti: Manni e Fiorini di Frosinone

Ammoniti: De Santis, Coia, Ferrara, Damiani, Cucchi. Recupero: pt: 0’; st: 3’

CASSINO – Termina con un pareggio a reti bianche, su un campo decisamente al limite della praticabilità, la sfida tra la compagine di Zollo e quella di Pernarella, con i setini a recriminare maggiormente per un clamoroso rigore negato che forse avrebbe cambiato le sorti del match. In avvio Pernarella mischia le carte in tavola rispetto alle ultime uscite, concedendo riposo a Rosella, Martelletta e Reali, dando fiducia in mezzo al campo a Rogato e Lucarini. In avvio di gara, nonostante le oggettive difficoltà a stare in piedi tra ghiaccio e pozzanghere, Sezze parte meglio e al 6’ Coia spalle alla porta imbecca alla perfezione Pellerani, anticipato di un soffio da D’Aguanno in uscita. Al 9’ è Coia a provarci con un velenoso destro dal limite, ma D’Aguanno si salva in corner. Al 23’ il cross di Shabanaga diventa un tiro che Stefanini toglie dal sette, mentre 4’ più tardi altra occasione per Shabanaga, che da buona posizione in piena area calcia a lato. Alla mezzora grande occasione per Coia che si invola sul servizio di Rogato, arriva a tu per tu con D’Aguanno, ma gli calcia addosso, mentre prima dell’intervallo Rogato raccoglie dal limite e ci prova di sinistro non trovando la porta. 

La ripresa si apre con maggiori difficoltà per la creazione del gioco, con il ghiaccio sciolto che crea ulteriori problemi. La gara si infiamma dopo 20’, prima con la punizione pericolosa di Cucchi, alta di poco, poi con l’episodio che potrebbe decidere il match al 35’: Damiani su invito di Rosella scatta sul filo dell’offside, entra in area e viene atterrato da Rosato. Ma il direttore di gara incredibilmente ammonisce l’attaccante del Sezze per simulazione, nonostante sembrasse chiara la dinamica dell’azione, con il Cassino addirittura fermo perché pensava fosse rigore. Sezze ci prova ancora al 43’ con Pellerani, che su assist di Ferrara prova la battuta di destro ma non trova il bersaglio grande. In pieno recupero Ferrara non serve Damiani tutto solo e l’azione sfuma. Poi il triplice fischio, con la soddisfazione di aver fermato una delle squadre più in forma del torneo, ma allo stesso tempo la consapevolezza che si poteva uscire dal “Salveti B” con il bottino pieno.


Sezze qualificata ai quarti di finale in Coppa Italia

12 gennaio 2017- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - FC GARBATELLA  0 -  0

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, De Santis, Lucarini, Di Girolamo, Di Trapano, Reali (16’ st Damiani), Martelletta, Coia, Pellerani (42’ st Rosella), Bernardi. A disp.: Ciarmatore F., Di Tullio, Di Giorgi, Ciarmatore A., Ferrara. All.: Pernarella

GARBATELLA: Pividori, Fisichella, Scaramuzzini (35’ st Rossi), Crocetti, Forte, Bertarelli, Ciolfi, Palamitesi (35’ st Manni), Casu (5’ st Starace), Montenero, Bendia. A disp.: Ottaviani, Cornetta, Giudetti, Acevedo. All.: Durante

ARBITRO: Ferrara di Roma 2

Assistenti: Gizzi e D’Antoni di Ciampino

NOTE: Espulsi: 19’ st Starace per doppia ammonizione, 31’ st Bernardi per doppia ammonizione, 38’ st Lucarini per doppia ammonizione. Ammoniti: Palamitesi, Pividori, Di Girolamo, Montenero, Crocetti, Starace, Ciolfi, Lucarini, Bernardi, Manni. Recupero: pt: 1’; st: 5’

SEZZE – E’ sufficiente uno 0-0 al Sezze per ottenere la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia Promozione. Forti del 2-3 conquistato a Roma, i rossoblu si limitano a controllare le velleità degli avversari e alla fine ottengono il pass per essere tra le migliori 8 della categoria. In avvio Pernarella deve rinunciare a Rogato, squalificato, e in mezzo al campo fiducia a Martelletta e Lucarini, con Bernardi e Reali a lavorare sulle fasce. La gara, complice anche il gran freddo, non decolla e per una buona mezzora le compagini in campo si limitano a studiarsi vicendevolmente. Al 33’ guizzo di Coia, che controlla il pallone al limite dell’area e lascia partire una violenta conclusione di destro che finisce alta di poco, poi l’intervallo. Nella ripresa la gara sale di intensità: all’8’ occasionissima per Bendia, che supera anche Stefanini in uscita ma poi trova pronto Di Girolamo a ribattere la conclusione a botta sicura. 

La prima svolta della gara arriva al 19’, con Starace che, entrato da soli 14’, trova due gialli nel giro di 5 secondi (prima un fallo poi le proteste) e lascia i suoi in dieci. Al 25’ Sezze potrebbe chiudere la pratica ma Pellerani tutto solo calcia altissimo sull’invito di Coia. Al 31’ si ristabilisce la parità numerica per il rosso a Bernardi, con la stessa dinamica di quello a Starace, prima fallo a centrocampo, poi qualche parola di troppo all’indirizzo del direttore di gara. Sezze resta addirittura in nove per il secondo giallo a Lucarini al 38’, ma a mettere in ghiaccio il risultato ci pensa Stefanini, che al 43’ chiude la saracinesca su Manni lasciato libero di calciare da un rimpallo nel cuore dell’area, poi, in pieno recupero, ipnotizza Bendia. Termina a reti inviolate, un risultato che permette ai rossoblu di accedere ai quarti di finale.


Sezze chiude il 2016 con una sconfitta casalinga

14 dicembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - INSIEME AUSONIA  0 - 1

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, De Santis, Rogato, Di Girolamo, Di Trapano, Rosella (23’ st Ferrara), Martelletta (9’ st Lucarini), Coia (28’ st Di Tullio), Pellerani, Reali. A disp.: Ciarmatore, Damiani, Di Giorgi, Malandruccolo. All.: Pernarella

AUSONIA: Cenerelli, Marzocchella, Tomas, Quintigliano, La Manna, Colacicco, Radu, Badu (39’ st Signore), Pirolozzi, Caiazzo, Natoni. A disp.: Germanelli, Marrocco, Gatti, Branca, Agbonifo, Mancini. All.: Gioia

ARBITRO: Aronne di Roma 1

Assistenti: Mazzarella di Ostia Lido e Di Bello di Formia

MARCATORE: 43’ pt Badu

NOTE: Ammoniti: Badu, Reali, La Manna, Lucarini, Natoni, Marzocchella. Recupero: pt: 2’, st: 4’.

SEZZE – Termina nel peggiore dei modi il 2016 del Calcio Sezze, che al “Tasciotti” cede di misura al cospetto della seconda della classe, pur non demeritando. In avvio Pernarella deve fare a meno di Cece, mentre davanti fiducia al terzetto formato da Pellerani, Coia e Reali, premiato dopo la bella prestazione di mercoledì in Coppa a Roma. In avvio proprio Reali, dopo appena un giro di lancette, si rende pericoloso dalle parti di Cenerelli, che lo anticipa di un soffio dopo la sponda di Coia. All’11’ grande occasione proprio per il bomber rossoblu, che però davanti a Cenerelli non riesce a trovare lo spazio per battere verso rete. La risposta dell’Ausonia è affidata a Pirolozzi, che al 13’ colpisce l’incrocio dei pali da buona posizione. Sezze reagisce e al 21’ Coia ci prova su punizione, ma Cenerelli fa buona guardia, mentre un minuto dopo Pellerani viene anticipato di un soffio da Quintigliano. 

Al 33’ci prova Radu, ma Stefanini fa buona guardia. Prima dell’intervallo arriva la rete del vantaggio ospite: Radu parte sul filo del fuorigioco, si accentra e serve Badu che a rimorchio batte Stefanini. La ripresa inizia sulla falsariga del primo parziale, con Sezze a tenere in mano le redini del gioco e Ausonia pronto a far male in contropiede. Al 14’ annullato un gol ai rossoblu per carica al portiere, mentre al 21’ una buona chance capita a Reali, che per non trova la porta. Al 27’ ennesima tegola per i rossoblu, con l’infortunio muscolare a Coia, che lascia il posto a Di Tullio. Al 33’ su una palla persa malamente da De Santis grande occasione per Radu, che però calcia alto da buona posizione. Nel primo dei 4’ di recupero altro gol annullato al Sezze, stavolta con Ferrara pescato in posizione di fuorigioco. Termina con la vittoria della seconda della classe e con un Sezze che alla ripresa delle ostilità dovrà tirare fuori orgoglio e grinta in campionato e in Coppa Italia.


Il Calcio Sezze risorge in Coppa Italia

14 dicembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

FOOTBALL CLUB GARBATELLA - CALCIO SEZZE  2 - 3

GARBATELLA: Ottaviani, Luliatelli, Forte, Crocetti, Starale, Bertarelli, Cornetta, Ciolfi, Casu, Montenero, Bendia. A disp.: Pividori, Manni, Rossi, Cortesi, Di Francesco, D’Elia. All.: Durante

SEZZE: Ciarmatore, Miccinilli, Di Tullio, Cece, Di Girolamo, Rogato, Rosella, Martelletta, Coia (34’ st Di Trapano), Ferrara (20’ st Pellerani), De Santis (1’ st Reali). A disp.: Bozza, Battisti, Lucarini, Di Giorgi. All.: Pernarella

ARBITRO: Caroli di Roma 1

Assistenti: Garcea di Roma 1 e Romagnoli di Albano Laziale

MARCATORI: 47’ pt Casu, 3’ st Coia, 7’ st Casu, 11’ st Reali, 18’ st Coia

NOTE: Espulsi: 28’ st Rogato per doppia ammonizione, 47’ st Luliatelli per doppia ammonizione. Ammoniti: Luliatelli, Miccinilli, Rogato, Rosella, Casu. Recupero: pt: 2’, st: 5’

ROMA – Risorge in Coppa Italia il Calcio Sezze, che dopo la brutta prestazione in campionato contro il Vodice, vince in casa del Garbatella nell’andata degli ottavi di finale. Pernarella in avvio deve fare a meno di Stefanini, squalificato, mentre capitan Di Trapano e Pellerani si accomodano inizialmente in panchina, ancora alle prese con i loro infortuni. Al 9’ Ciarmatore vola sulla punizione dal limite di Starale. Al 26’ ci prova Coia dal limite, Ottaviani mette in angolo. Sezze spinge e al 29’ Ferrara fa tutto bene, poi allarga troppo la conclusione e la palla finisce a lato. Al 38’ grande occasione per Ciolfi, che spara a lato da buona posizione.Al 40’ ancora Ferrara sugli scudi con un bel destro dal limite che trova ancora pronto Ottaviani. In pieno recupero, anche oltre, Casu castiga i rossoblu in contropiede e si va all'intervallo sull'1-0 per i romani. 

La ripresa inizia con Reali gettato nella mischia al posto di De Santis. Dopo appena 3’ Sezze trova il pareggio con Coia: tre quarti di gol è di Simone Reali, che dal limite colpisce la traversa e trova il bomber pronto a battere di testa a porta vuota. Al 6’ erroraccio di Di Tullio che tocca male il pallone in direzione di Ciarmatore, che si salva in extremis su Casu. Sull’angolo che ne consegue lo stacco di testa di Casu punisce ancora i rossoblu. All’11’ Reali trova il pari: Ottaviani esce male, la palla resta lì e il classe 1999 rossoblu può depositare nella porta sguarnita il pallone del 2-2. Al Al 18’ azione perfetta di contropiede di Coia che si invola e con un pallonetto batte Ottaviani. Al 19’ la punizione di Ciolfi spaventa ma finisce a lato, mentre al 21’ doppia occasione per Coia: prima Ottaviani a dire di no, poi palla alle stelle. Al 28’ rosso per Rogato, che trova il secondo giallo, mentre al 37’ Casu ci prova ancora di testa, ma Ciarmatore fa buona guardia. Al 40’ mischia furibonda in area, ma Sezze si salva e dopo 5’ di recupero i rossoblu possono alzare le braccia al cielo.


Brutto passo indietro del Calcio Sezze

11 dicembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio
SPORTING VODICE - CALCIO SEZZE  3 - 0

VODICE: Rocci, Ragozzo, Dalla Nora, Berti, Manni, Faggioli, Sannino (23’ st Alla), Prezioso, Incollingo, Marconi (28’ st Renzi), Costanzi (44’ st Campoli). A disp.: Palmacci, Falovo, Ficaccio, Biscaro. All.: Coco

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Di Tullio, Cece, Di Girolamo, Rogato, Damiani (40’ st Lucarini), Reali, Coia, Ferrara, De Santis. A disp.: Ciarmatore, Di Trapano, La Macchia, Ceci, Di Giorgi, Panfilio. All.: Pernarella

ARBITRO: Scarpati di Formia

Assistenti: Viglianti di Formia e Ciccarelli di Latina

MARCATORI: 42’ pt e 39’ st Costanzi, 17’ st Incollingo

NOTE: Espulso: 25’ st Incollingo per doppia ammonizione. Ammoniti: Incollingo, Ragozzo, Manni, Faggioli, Costanzi, Di Girolamo. Recupero: pt: 1’; st: 4’.

SABAUDIA – Brutto passo indietro per il Calcio Sezze, che non riesce a giocare come sa e cade malamente sul campo del Vodice, al termine di una gara lontana parente di quella coraggiosa di domenica scorsa contro l’Hermada.In avvio Pernarella deve fare i conti con le defezioni di Pellerani, Rosella e Martelletta per squalifica e capitano Di Trapano che, infortunato, si accomoda in panchina per fare numero. Al 7’ è provvidenziale il recupero di Miccinilli su Sannino lanciato a rete in un’azione di contropiede, mentre al 12’ Damiani sull’invito di Coia viene anticipato di un soffio da Rocci in uscita. Al 22’ è la volta di Cece, che ci prova con un tiro dal limite su invito di Coia, ma la palla fuori di poco. Al 36’ ancora Miccinilli decisivo in chiusura, stavolta su Sannino lanciato da un errore della retroguardia rossoblu. 

Prima dell’intervallo, al 42’, arriva il vantaggio dei padroni di casa: Sannino scappa a Rogato, arriva sul fondo e lascia partire un tiro-cross sul quale si avventa l’ex Costanzi che mette dentro a porta sguarnita. La ripresa inizia con il Vodice ancora pericoloso: al 6’ ci prova Sannino, che chiama Stefanini all’intervento a terra. Sezze cresce, ma nel suo miglior momento subisce il raddoppio dei padroni di casa con Incollingo, che vince un contrasto con Di Girolamo e si ritrova tutto solo davanti a Stefanini, che nulla può per evitare la rete. Al 24’l’estremo difensore rossoblu tiene in vita i suoi sulla punizione di Marconi e sul prosieguo dell’azione arriva il secondo giallo ad Incollingo, che lascia i suoi in dieci. Nonostante la superiorità numerica gli ospiti non riescono ad incidere dalle parti di Rossi e al 39’ arriva il tris, personale doppietta di Costanzi ex di turno con il dente avvelenato, che si invola dopo un dubbio contrasto a centrocampo con Rogato, trova Stefanini alla risposta sulla prima conclusione, ma poi batte a porta vuota. Termina 3-0 per i padroni di casa, mentre il Sezze ora teme contraccolpi in vista dell’importante appuntamento di mercoledì nell’andata degli ottavi di finale di Coppa Italia in casa del Garbatella.


Vittoria eroica del Calcio Sezze

4 dicembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - HERMADA  1 - 0

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, De Santis, Martelletta, Rogato, Di Trapano, Rosella, Cece, Coia, Pellerani, Reali. A disp.: Ciarmatore, Parente, Ceci, Di Tullio, Di Giorgi, Damiani, Ferrara. All.: Pernarella

HERMADA: D’Inca, Minieri, Stefanelli, Di Biasio, Fedeli, Marzano (23’ st Recchia), Esposito (1’ st Bove), Borelli (20’ st Vitiello), Savarese, Palmacci, Di Girolamo. A disp.: Bagnariol, Guarnieri, Mastracci. All.: Pannozzo (Ramazzotto squalificato)

ARBITRO: Iudicone di Formia

Assistenti: Rienzi di Tivoli e Dattilo di Roma1

MARCATORE: 12’ st Miccinilli.

NOTE: Espulsi: 44’ pt Pellerani e Martelletta per aver proferito bestemmie, 42’ st Rosella per doppia ammonizione. Ammoniti: Coia, Marzano, Bove, Stefanelli, Rosella. Recupero: pt: 3’; st: 4’

Al 32’ st Coia ha fallito un calcio di rigore.

SEZZE – Contro tutto e contro tutti, in 9 uomini per un tempo intero, in 8 per gli ultimi concitati minuti di gara. Nemmeno queste condizioni fanno cadere il Calcio Sezze, che al “Tasciotti” mette in campo un’altra prestazione tutto cuore dopo quella di Anzio di mercoledì che ha fruttato la qualificazione agli ottavi di Coppa Italia e si prende tre punti in una gara importante per rilanciarsi. In avvio Pernarella deve rinunciare a Di Girolamo squalificato, oltre che a Cannariato e a Matteo che in settimana hanno sciolto il contratto che li legava ai rossoblu. In difesa si rivede Rogato, che con Di Trapano torna a formare la coppia di centrali che tanto bene ha fatto nella passata stagione. Sezze parte subito forte e dopo nemmeno 30 secondi Reali non arriva per un soffio sull’invito di Pellerani. Al 19’ i padroni di casa rischiano per un errore in fase di disimpegno di Rogato, che poi è bravo a recuperare e a chiudere su Borelli. Al 23’ Reali raccoglie dal limite e prova a sorprendere D’Inca, ma la palla finisce fuori. Alla mezzora sugli sviluppi di un calcio di punizione dal limite Fedeli ci prova in spaccata ma non trova il bersaglio grosso. Al 33’ occasionissima per Coia lanciato nello spazio da Cece, ma il suo tentativo di conclusione a giro non crea alcun problema a D’Inca. 

Prima dell’intervallo la gara prende una piega decisa, con i due cartellini rossi in 30 secondi sventolati in faccia a Pellerani e a Martelletta, probabilmente entrambi rei di aver bestemmiato. La ripresa inizia con il Sezze in evidente difficoltà a causa della doppia inferiorità numerica. Al 6’ il miracolo di Stefanini su Borelli servito alla perfezione da Minieri: con la mano di recupero il prodigioso intervento dell’estremo difensore del Sezze, che salva i suoi. Al 7’ azione di contropiede che mette Rosella nella condizione di battere verso rete, ma il suo tiro dal limite si spegne al lato. Un minuto dopo ancora Coia ma stavolta è provvidenziale l’intervento di D’Inca che mette in corner. Al 12’ a sorpresa il gol del Sezze con Micinilli, che ci crede su un cross lungo di Di Trapano e batte al volo D’Inca. Al 15’ le mani di Stefanini ancora provvidenziali, con l’estremo difensore che vola ancora sulla punizione di Palmacci. Al 32’ Sezze avrebbe l’opportunità di chiuderla con il rigore assegnato per il fallo di Stefanelli su Coia, ma dal dischetto lo stesso bomber, stremato, sbaglia calciando a lato. Sezze in contropiede avrebbe un paio di occasioni, mentre al 42’ i rossoblu restano addirittura in otto per il rosso a Rosella che, ammonito qualche istante prima, eccede nelle proteste e trova il secondo giallo. Al 45’ Coia ci prova da metacampo ma D’Inca si salva e dopo 4’ di recupero il direttore di gara fischia la fine di una gara vinta con cuore e grinta dai rossoblu.


Sezze torna a vincere e passa agli ottavi di Coppa Italia

30 novembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

DILETTANTI FALASCHE - CALCIO SEZZE  1 - 2

FALASCHE: Remiddi, Vernice, Diana, Gattamelata (26’ st Giordani), Maimone (30’ st Pomponi), Petruolo, Franco (12’ st Menghini), De Marco, Flamini, Bonomo, Della Santa. A disp.: Nasoni, Gentile, Pirone, Giancana. All.: Giovarruscio

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Di Tullio, Martelletta (38’ st Rosella), Di Girolamo, Di Trapano, Damiani, Cece, Coia (44’ st Ferrara), Pellerani, Reali (47’ st Raponi). A disp.: Ciarmatore, Romano, Baklouti, Ceci. All.: Pernarella

ARBITRO: Sanseverino di Latina

Assistenti: Gookooluk di Civitavecchia e Tartaglia di Ostia Lido

MARCATORI: 6’ pt Coia, 22’ pt Bonomo (rigore), 3’ st Pellerani.

NOTE: Ammoniti: Stefanini, Gattamelata, Flamini, Menghini. Recupero: pt: 0’; st: 3’

ANZIO – Risorge il Calcio Sezze, che a Villa Claudia cancella il momento negativo e batte il Dilettanti Falasche, prendendosi l’accesso agli ottavi di finale della Coppa Italia Promozione 2016/2017. I rossoblu partono a mille e dopo nemmeno 30’’ occasionissima per Damiani, chiuso alla disperata da Diana. Dall'altra parte spaventa Bonomo, chiuso dall'intervento di Stefanini e Di Tullio. Al 6’ ancora Damiani imbeccato da Martelletta, ma Remiddi fa buona guardia. Sull’angolo che ne consegue la palla arriva a Coia che di testa gela l’estremo difensore dei romanio regalando il meritato vantaggio ai suoi. Lo stesso bomber ci prova anche al 10’ su punizione, ma stavolta Remiddi ci mette una pezza. Al 21’ Bonomo ci prova da buona posizione, ma con Stefanini non si passa. Un minuto più tardi, però, Stefanini in uscita tocca De Marco e il direttore di gara decide, tra le polemiche dei rossoblu, di assegnare il penalty, che Bonomo non sbaglia regalando il pareggio ai suoi. 

Prima dell’intervallo rischia grosso il Sezze, con Flamini che si fa trovare tutto solo in area ma schiaccia troppo la conclusione. La ripresa inizia con Sezze determinata a sbrigare la pratica e dopo appena tre giri di lancette Pellerani prende palla al limite, alza la testa e gela Remiddi con un sinistro che finisce la sua corsa sotto la traversa. Sulle ali dell’entusiasmo, al 14’, i rossoblu mettono in atto l’azione perfetta, con Pellerani che serve nello spazio Reali, che supera anche Remiddi in uscita ma trova il palo sulla sua conclusione. Al 20’ padroni di casa pericolosi dopo un liscio difensivo che mette Maimone tutto solo davanti a Stefanini, ma il suo colpo di testa termina a lato. Sezze soffre la veemenza del Falasche, ma alla fine controlla senza affanni e in un paio di occasioni potrebbe anche arrotondare. Termina con la vittoria dei rossoblu, che provano ad uscire dal momento di crisi e adesso attendono la propria avversaria agli ottavi della competizione regionale. Intanto domenica al “Tasciotti” partita importante contro l’Hermada.


Ancora una sconfitta per il Calcio Sezze

27 novembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

ALATRI - CALCIO SEZZE  2 - 1

ALATRI: Ludovici, Latini, Pirone, Colasanti, Frezza, Fiacco, Pompili, Simone, Kawashima, Settanni, Del Vescovo (28’ st Xhanay). A disp.: Minnucci, Culicelli, Arabito, Colelli, Cippitelli, Magassa. All.: Carlini

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, De Santis, Martelletta, Di Girolamo (42’ pt Pellerani), Di Trapano, Rosella, Matteo (14’ st Ferrara), Coia, Cannariato (37’ st Cece), Damiani. A disp.: Ciarmatore, Raponi, Di Tullio, Reali. All.: Pernarella

ARBITRO: Giannotti di Roma 1

Assistenti: Saccone di Albano Laziale e Zoni di Roma 2

MARCATORI: 22’ st Coia, 32’ st Settanni, 39’ st Colasanti.

NOTE: Espulso: 24’ pt Latini (A) per gioco violento. Ammoniti: Di Girolamo, Colasanti, Settanni, Coia, De Santis, Cannariato, Frezza, Di Trapano. Recupero: pt: 2’; st: 4’. 

ALATRI – Incredibile debacle per il Calcio Sezze, che al “Chiappitto” non riesce a sfruttare la superiorità numerica per 70’ e la rete di vantaggio, venendo recuperata e poi superata dai padroni di casa, mai domi, che alla fine vincono una gara inverosimile. In avvio Pernarella deve rinunciare a Rogato e davanti si affida al terzetto formato da Matteo, Rosella e Coia. Sezze inizia bene e all’11’ bella triangolazione Coia-Damiani-Cannariato, con quest’ultimo che prova la conclusione dal limite ribattuta da Frezza. La riposta dei rosa-verdi arriva al 14’ con Kawashima che ci prova su punizione, ma Stefanini risponde senza problemi. Al 24’ l’Alatri resta in dieci per il rosso diretto a Latini, che entra male su Rosella e viene espulso. Sulla punizione che ne consegue Matteo ci prova di testa trovando la prodigiosa risposta di Ludovici. 

Al 37’ Kawashima ancora pericoloso, ci prova da posizione defilata ma non trova la porta. Al 39’ clamorosa occasione per Matteo che, servito da Martelletta, si ritrova tutto solo davanti a Latini ma gli calcia addosso. Al 42’ Pernarella toglie dalla mischia Di Girolamo, già ammonito, e inserisce Pellerani. Prima dell’intervallo clamorosa occasione per Settanni che calcia addosso a Stefanini in uscita disperata. Nella ripresa Sezze cerca di sfruttare nel migliore dei modi la superiorità numerica. All’8’ Coia ci prova di tacco su assist di Pellerani, ma Ludovici si supera, mentre al 14’ Pernarella decide di mettere fuori Matteo e di inserire Ferrara. Al 17’ occasione per Martelletta servito da Damiani, ma palla alta. Al 22’ Coia fa tutto bene in area, ma poi calcia addosso a Ludovici. Sull’angolo che ne consegue la palla arriva di nuovo all’attaccante che stavolta non sbaglia ragalando il vantaggio ai suoi. Sezze però, nonostante l’uomo in più e avanti di una rete, sembra timorosa, permettendo ai padroni di casa di rendersi più aggressivi. L’Alatri trova il pari con Settanni al 32’, complice anche una disattenzione difensiva. Al 36’ miracolo di Stefanini su Kawashima, mentre al 39’ Colasanti gela i rossoblu con un colpo di testa che batte Stefanini. Inutile l’assalto finale e sconfitta che brucia.


Rossoblu praticamente mai scesi in campo

20 novembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - CITTÀ DI ANAGNI  1 - 3

SEZZE: Stefanini, De Santis, Cece, Rogato, Di Girolamo, Di Trapano, Rosella (35’ st Di Tullio), Cannariato, Coia, Pellerani (24’ st Ferrara), Reali (18’ st Damiani). A disp.: Ciarmatore, Raponi, Martelletta, Miccinilli. All.: Pernarella

ANAGNI: Mancini R., Braushai, Sciucco, Gemmiti, Seppani, Silvestri (4’ st Massari), Virgili (39’ st Mancini P.), Fortini, Tucci (18’ st Mata), Celenza, Carlini. A disp.: Pavia, Pappalardo, Flamini, Pisa. All.: Gerli

ARBITRO: Castellone di Napoli

Assistenti: Gizzi di Ciampino e Boccafurni di Roma 1

MARCATORI: 19’ pt, 38’ pt e 23’ st Gemmiti, 30’ st Coia. 

NOTE: Ammoniti: Rogato, Sciucco, Rosella, Fortini. Recupero: pt: 2’; st: 5’.

SEZZE – Tutto troppo facile per la capolista del girone D, che al “Tasciotti” trova un avversario che raramente la mette in difficoltà e che non riesce proprio a reagire al momento di appannamento. In avvio Pernarella deve rinunciare a Matteo per squalifica ed opta per il ritorno di Rogato sulla linea di difesa, mentre a centrocampo operano Cece e Rosella a sostegno delle punte Pellerani, Reali e Coia. Sezze subito forte in avvio: al 2’ Rosella si libera e lascia partire un tiro dal limite dell’area che sfiora il palo alla destra di Mancini, mentre al 3’ Pellerani semina il panico tra le maglie della difesa avversaria e mette in mezzo un pallone sul quale è provvidenziale l’intervento di Seppani in anticipo su Coia. Al 14’ Anagni pericolosissimo: su una mischia scaturita da un corner, il pallone arriva a Tucci che in acrobazia gira verso la rete trovando il palo a dirgli di no. Al 19’ la gara si sblocca in favore degli ospiti con l’erroraccio di Rogato che non si accorge della presenza di Gemmiti, tocca il pallone verso Stefanini e permette all’avversario di battere agevolmente a rete. Al 37’ Carlini si libera bene di De Santis e arriva alla conclusione trovando una grande risposta di Stefanini. Sul corner che ne consegue lo schema dell’Anagni funziona e Gemmiti si ritrova tutto solo e realizza la sua personale doppietta. Sezze accusa il colpo, ma al 41’ va vicino ad accorciare le distanze con Cece, che ci prova dal limite su invito di Pellerani ma non trova il bersaglio grosso. La ripresa si apre sulla falsariga del primo tempo, con i rossoblu a gestire il pallone ma a trovare enormi difficoltà a far male alla retroguardia dei ciociari. Al 15’ Mancini si supera sul colpo di testa di Coia, mentre al 21’ Sezze invoca il rigore per un fallo su Rosella, ma il direttore di gara ammonisce il centrocampista rossoblu. Un minuto più tardi ennesimo batti e ribatti in area dell’Anagni, ma la porta di Mancini sembra stregata. Al 23’, forse nel momento migliore per i setini, arriva la tripletta di Gemmiti, che si incunea tra le maglie della difesa rossoblu e batte Stefanini per la terza volta. Alla mezzora Sezze accorcia le distanze: funziona lo schema su punizione, con Cannariato che scodella per Di Trapano che mette in mezzo e trova Coia che realizza la rete che fissa il risultato sull’1-3.


Andata dei sedicesimi di Coppa Italia a reti bianche

13 novembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - DILETTANTI FALASCHE  0 - 0

SEZZE: Stefanini, Damiani, Miccinilli, Rogato, Di Girolamo (28’ st Di Tullio), Di Trapano, Cannariato, Matteo, Reali, Pellerani, Martelletta (20’ st Ferrara). A disp.: Ciarmatore, Raponi, Cece, Di Giorgi, Rosella. All.: Pernarella

FALASCHE: Nasoni, Maimone, Diana (24’ st Giordani), Gattamelata, Palmieri, Petruolo, Pomponi (13’ st Gentile), De Marco (28’ st Della Santa M.), Flamini, Menghini, Della Santa S.. A disp.: Remiddi, Severa, Vannozzi, De Carolis. All.: Giovarruscio

ARBITRO: Galasso di Ciampino

Assistenti: Iacopino di Albano Laziale e Cecchi di Roma 1

NOTE: Ammoniti: Petruolo, Pellerani. Recupero: pt: 1’; st: 3’.

SEZZE – Termina a reti bianche l’andata dei sedicesimi di Coppa Italia Promozione e per il Calcio Sezze sarà necessario giocarsi le proprie possibilità nel ritorno previsto tra 14 giorni sul campo del Dilettanti Falasche. Gara poco brillante per l’undici allenato da Mauro Pernarella, che si rende pericoloso soprattutto nella parte finale di gara, dopo aver praticamente regalato un tempo agli avversari. In avvio i rossoblu scendono in campo senza Coia, ancora alle prese con l’infortunio che però sembra sulla via del recupero e che domenica potrebbe tornare in campo contro l’Anagni. Davanti spazio al tridente formato da Matteo (che domenica sarà squalificato, Reali e il ritrovato Pellerani. La prima occasione del match capita a Matteo al 12’ su invito di Pellerani, ma il suo colpo di testa finisce alto di un soffio. La risposta degli ospiti di Giovarruscio arriva al 24’ con Menghini, che si libera bene e lascia partire un tiro dal limite che però non spaventa Stefanini. Al 32’ pericoloso Matteo su assist di Pellerani e ottima risposta di Nasoni che alza sopra la traversa aiutato dallo stesso legno. Nella ripresa Sezze entra con più mordente. Al 13’ Pellerani ci prova con il destro trovando pronto e reattivo Nasoni, mentre al 23’ il neo entrato Gentile non riesce a trovare la porta sull’invito perfetto di Della Santa. Sezze a trazione anteriore (dentro anche Ferrara e attacco a 4) sfiora la rete al 40’, ma sul colpo di testa di Matteo la difesa anticipa proprio il neo entrato Ferrara. L’ultimo brivido al 44’, con il miracolo di Nasoni sulla punizione di Cannariato dal limite. Termina 0-0, un risultato che sicuramente non lascia soddisfatto l’ambiente rossoblu, che adesso guarda con speranza alla sfida di domenica, quando al “Tasciotti” arriverà la capolista Anagni.


Una brutta sconfitta per i rossoblu di Sezze

13 novembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

PRO CALCIO LENOLA - CALCIO SEZZE  2 - 0

LENOLA: Carezza, Gaudiano, Bartolomeo, Antonelli, Fiore, Sibilio, Montefusco (20’ st Cioffi (28’ st Siniscalchi)), Papa, Cerroni, Carbonaro, Ottobre (36’ st Minauda). A disp.: Matrone, Murolo, Piccione, Fabbri. All.: Lauretti

SEZZE: Stefanini, Damiani, Di Tullio (10’ st Pellerani), Rogato, Di Girolamo, Di Trapano, Cece, Matteo, Reali (42’ pt De Santis), Cannariato, Rosella (28’ st Ferrara). A disp.: Ciarmatore, Miccinilli, Martelletta, Raponi. All.: Pernarella

ARBITRO: Velocci di Frosinone

Assistenti: Di Bello di Formia e Boccaccini di Ciampino

MARCATORI: 31’ pt Gaudiano, 46’ st Siniscalchi

NOTE:  Espulso: 35’ pt Matteo (S) per doppia ammonizione. Ammoniti: Papa, Montefusco, Matteo, Carbonaro, Cannariato, Siniscalchi. Recupero: pt: 0’; st: 3’

LENOLA – Brutto ko per il Calcio Sezze, che al “Falcone, Borsellino e scorte” cade all’inglese contro il Lenola, al termine di una gara pesantemente condizionata dal rosso a Matteo dopo appena 35’. In avvio ci prova subito il Sezze con Matteo, che al 2’ lascia partire una conclusione che Carezza mette in corner. All’8’ la risposta affidata a Montefusco, che trova pronto Stefanini. Al 30’ l’estremo difensore del Sezze vola sul tiro da limite di Cerroni, ma sugli sviluppi del corner i padroni di casa passano in vantaggio con Gaudiano, che la difesa dimentica e gli permette di battere Stefanini di testa. Al 35’ Matteo, ammonito qualche istante prima per alcuni screzi con Montefusco, esagera nelle polemiche dopo la decisione del direttore di gara e trova il secondo giallo, lasciando i suoi in dieci con quasi un’ora da giocare ancora. Al 39’ Carezza si supera sulla punizione a giro di Cannariato, mentre prima dell’intervallo Pernarella butta fuori dalla mischia Reali ed inserisce De Santis. Nella ripresa Sezze parte forte cercando di non farsi condizionare dall’inferiorità numerica. Al 5’ Cannariato calcia alto da posizione defilata, mentre al 10’ Pernarella si gioca la carta Pellerani, in campo per Di Tullio. Al 12’ convulsa azione in area del Sezze, che si salva a fatica, così come al 26’. Sezze fatica a costruire gioco e Pernarella gioca la carta Ferrara, arrivato qualche giorno fa, al posto di Rosella. Al 35’ Cece sfiora il pareggio, ma la sua conclusione viene deviata in corner. Al 39’ Stefanini dice di no a Gaudiano, mentre un minuto più tardi Siniscalchi spreca l’occasione d’oro tutto solo in area. Nel primo dei 3’ di recupero assegnati arriva il bis del Lenola con Siniscalchi, che trova Stefanini pronto sulla prima conclusione, poi lo beffa con un pallonetto di testa.


Pari a reti bianche che scontenta tutti

2 novembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - SS MICHELE E DONATO 0 - 0

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, De Santis, Rogato, Di Girolamo, Di Trapano, Cece (25’ st Pellerani), Matteo, Reali, Cannariato, Rosella. A disp.: Ciarmatore, Raponi, Martelletta, Di Tullio, Damiani, Lucarini. All.: Pernarella

SS MICHELE E DONATO: Daversa, Santocono, Altobelli, Diarra (28’ st Ruggiero), Scuoch, Toti, Cocuzzi, Santangelo (34’ Raiz), Campagna, Galofero, Cifra (18’ st Gravina). A disp.: Neroni, Di Maggio, Osman, Agostini. All.: Giovannelli

ARBITRO: Abdulkadir di Aprilia

Assistenti: Palmiero di Latina e Mazzarella di Ostia Lido

NOTE: Ammoniti: Matteo, Galofero, Rogato, Di Girolamo, Rosella, Altobelli. Recupero: pt: 1’; st: 3’.

SEZZE – Termina con un pari a reti bianche che non accontenta nessuno il derby pontino tra Sezze e San Michele e Donato. In avvio mister Pernarella deve rinunciare a Coia, alle prese con un fastidio muscolare, e a Pellerani ancora non al meglio, che comunque si accomoda in panchina. Davanti fiducia a Simone Reali, classe 1999 e due reti che sono valse la qualificazione in Coppa Italia mercoledì, supportato da Matteo e da Rosella. Partono meglio gli ospiti, che al 3’ si rendono pericolosi con Santangelo, che approfitta di un rimpallo e va alla conclusione che si spegne a lato. Al 7’ la grande occasione è per Reali, che incrocia troppo da buona posizione e non trova la porta. Un minuto dopo è la traversa a negare la gioia del gol a Matteo dopo una bella azione corale. Al 13’ Stefanini dice di no a Cucuzzi ben liberato da Santangelo. La gara è equilibrata e al 17’ ci prova Galofero di testa, ma la palla termina alta. Prima dell’intervallo si segnalano ancora due opportunità per i padroni di casa: al 38’ Cannariato ci prova dalla distanza spaventando Daversa, che si salva d’istinto, mentre al 40’ viene annullato un gol a Reali per fuorigioco. In avvio di ripresa subito brivido per il Sezze, con Cifra che scappa sull’out destro e mette in mezzo un pallone che Campagna colpisce ma vede incocciare il palo. Al 3’ Stefanini decisivo su Cifra. Sezze soffre e rischia grosso al 16’, quando Di Girolamo perde palla sulla linea dell’area e Campagna si ritrova tutto solo davanti a Stefanini, che prima compie un prodigio, poi vede la ribattuta di Cocuzzi terminare a lato. Al 25’ Pernarella si gioca la carta Pellerani e Sezze si rende più intraprendente dalle parti di Daversa. Al 29’ Matteo viene chiuso dall’intervento disperato di Scuoch, mentre l’ultimo brivido del match è al 42’ la seconda rete di giornata annullata al Sezze, sempre a Reali, che raccoglie l’invito di Matteo e segna, ma il direttore di gara annulla tutto perché a suo dire la palla sarebbe uscita, tra le proteste del pubblico del “Tasciotti”. Termina con un pareggio che, quindi, non accontenta nessuno, soprattutto il Sezze, chiamato adesso alla delicata trasferta di domenica prossima sul campo del Lenola.


Sezze passa il turno

2 novembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - SPORTING VODICE  2 - 0

SEZZE: Stefanini, Damiani, Miccinilli, Martelletta (12’ st Cece), Rogato, Di Trapano, Lucarini, Matteo, Reali (40’ st Baklouti), Pellerani, Cannariato. A disp.: Ciarmatore, Raponi, Di Tullio, Di Girolamo, Rosella. All.: Pernarella

VODICE: Palmacci, Dalla Nora, Campoli (12’ Incollingo), Berti, Manni (44’ pt Marconi), Renzi, Ficaccio, Pestrin, Terrazzino, Alla (28’ st Areni), Costanzi. A disp.: Rocci, Petitti, Ragozzo. All.: Soave (Coco squalificato)

ARBITRO: Potenza di Roma2

Assistenti: Milazzo e Peluso di Frosinone

MARCATORI: 15’ st e 21’ st Reali.

NOTE: Espulso: 10’ st Dalla Nora per doppia ammonizione. Ammoniti:Matteo, Dalla Nora, Martelletta, Lucarini. Recupero: pt: 3’; st: 0’. Al 17’ pt Matteo fallisce un calcio di rigore.

SEZZE – Passa il turno il Calcio Sezze, che dopo l’1-1 dell’andata riesce ad imporsi 2-0 contro il Vodice, nonostante un episodio dubbio nel primo tempo che vede annullata la realizzazione di un rigore calciato da Matteo. Inizia meglio il Vodice, ma la prima occasione è del Sezze con Pellerani che all’8’ ci prova da posizione defilata e non trova la porta. Al 14’ Campoli perde un pallone da ultimo uomo e vede involarsi Reali, chiuso provvidenzialmente da Manni, prima che il resto della difesa recuperi e faccia sfumare l’azione. Al 16’ Manni stende Lucarini in piena area e il direttore di gara decreta il penalty, che Matteo batte e segna, ma incredibilmente il direttore di gara, su segnalazione dell’assistente Peluso, annulla ammonendo Matteo e riprendendo il gioco con una punizione per il Vodice. Secondo il direttore di gara l’attaccante del Sezze avrebbe interrotto la rincorsa. Da qui la decisione di ammonirlo e di assegnare il calcio di punizione agli ospiti. La decisione della giacchetta nera fa tremare le gambe al Sezze, che tra il 27’ e il 30’ rischia due volte di finire sotto, con l’ex Ficaccio che viene chiuso tempestivamente da Stefanini, e con Alla che colpisce il palo. Nella ripresa i rossoblu entrano in campo con il piglio giusto e il rosso a Della Nora (seconda ammonizione) spiana le porte al successo. La gara si sblocca al 15’ grazie a Reali, che lanciato da Damiani sul filo del fuorigioco, si invola e batte Palmacci in uscita. Seconda rete per il classe 1999 dopo il gol dell’illusorio 3-2 domenica in casa del Real Theodicea. Con il Vodice all’arrembaggio alla ricerca del pari, al 21’ arriva il bis di Reali, che riceve da Matteo scappato sull’out sinistro e batte ancora Palmacci. Al 23’ Renzi rischia di beffare il suo portiere anticipandolo, ma poi si salva spazzando dalla linea di porta. Al 24’ è la volta di Pellerani, che ci prova di destro dopo una giocata fantastica in area, ma il suo tiro sfiora il palo. Al 34’ Stefanini evita la rete con un prodigioso doppio intervento su Areni prima e Costanzi poi, raccogliendo il convinto applauso del “Tasciotti”. Termina 2-0 per i rossoblu, che adesso accedono ai sedicesimi di finale e domenica tornano in campo tra le mura amiche ospitando il Ss Michele e Donato.


Brutta battuta d'arresto per i rossoblù

30 ottobre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

REAL THEODICEA -  CALCIO SEZZE  3 - 2

THEODICEA: Iadicicco, Gulia, Capocci, Capraro, Teodorov, Valente, Ferdinandi (30’ st Arcaro), Di Silvio F., Del Giudice, Pittiglio, Fasulo (9’ st Delicato). A disp.: Tronchi, Arcaro, Carollo, Perlingeri, Di Silvio D., Capezzone, Delicato. All.: D’Amico

SEZZE: Stefanini, Damiani, Di Tullio, Rogato, Di Girolamo, Di Trapano, Rosella, Cece (40’ st Lucarini), Coia (1’ st Pellerani), Cannariato, De Santis (30’ st Reali). A disp.: Ciarmatore, Miccinilli, Martelletta, Lucarini, Raponi, Reali, Pellerani. All.: Pernarella

ARBITRO: Giudice di Frosinone

Assistenti: Vanacore e Fiorini di Frosinone

MARCATORI: 5’ pt Capocci, 22’ pt Rosella, 37’ st Arcaro, 39’ st Pittiglio, 43’ st Reali

NOTE: Ammoniti: Valente, Pittiglio, Teodorov. Recupero: pt: 1’, st: 3’.

CASSINO – Sconfitta che brucia per il Calcio Sezze, che a Sant’Angelo in Theodicea cade sotto i colpi della compagine cassinate. In avvio partono meglio i padroni di casa, che al 5’ passano in vantaggio con Capocci, che sugli sviluppi di un corner sul quale la retroguardia rossoblu si addormenta, riesce a toccare il pallone che rotola in rete. Sezze reagisce al 13’ con Di Trapano che di testa su invito di Cannariato non trova la porta. Al 19’ grande occasione per Di Tullio, che da buona posizione calcia addosso a Iadicicco. Al 22’ arriva il pareggio di Marco Rosella che servito da Di Tullio, batte Iadicicco con un pallonetto perfetto. Al 29’ lo stesso Rosella ci prova con un’invenzione sulla linea di fondo e cross per Coia che non arriva per un soffio all’appuntamento con il pallone. Nel recupero del primo tempo l’infortunio di Coia, costretto a lasciare il rettangolo di gioco nonostante provi a rientrare nella ripresa e valutare il problema, che lo costringe al forfait. La gara non decolla, nonostante Sezze tenga molto il possesso di palla senza però creare mai scompiglio dalle parti di Iadicicco. Al 29’ pericoloso Delicato su punizione, mentre al 37’ il Real Theodicea passa in vantaggio con Arcaro, che pesca il jolly della domenica e porta i suoi in vantaggio. Sulle ali dell’entusiasmo i padroni di casa dilagano e al 39’ arriva anche il 3-1 di Pittiglio. La reazione del Sezze è tardiva. Al 43’ accorcia le distanze Reali su invito di Di Tullio ben lanciato da Pellerani, poi i 3’ di recupero che non cambiano il finale. 


Sezze porta a casa 3 punti importanti

24 ottobre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

ARPINO - CALCIO SEZZE  1 - 2

ARPINO: Fiorini, Gabriele, Guida (25’ st Colafrancesco), Di Folco, Raponi C. (1’ st Bruni), Pagnarelli, Reali G., Musi, Simone (6’ st Sementilli), Valev, Moisa. A disp.: Tomaselli, Alonzi, Fraioli, Careni. All.: Nanni  

SEZZE: Stefanini, Damiani, Di Tullio, Rogato, Miccinilli, Di Trapano, Cece (20’ st Rosella), Matteo, Coia (30’ st Pellerani), Cannariato, De Santis. A disp.: Morichini, Raponi L., Martelletta, Lucarini, Reali S. All.: Pernarella

ARBITRO: Scarpati di Formia

Assistenti: Corrado di Formia e Di Fausto di Ciampino

MARCATORI: 22’ pt Matteo, 37’ st Sementilli, 43’ st Pellerani.

NOTE: Espulsi: 46’ pt Matteo (S) per proteste. Ammoniti: Cece, Musi, Di Tullio, Reali G., Pellerani. Recupero: pt: 1’; st: 3’.

ARPINO – Cuore e tanta voglia di portarla a casa. Si può sintetizzare così la gara del Calcio Sezze, che contro l’Arpino manda avanti l’orgoglio e riesce a portare nel proprio carniere tre punti importanti al termine di un match pesantemente condizionato da discutibili decisioni arbitrali. Sezze, che deve rinunciare a Di Girolamo e Antonucci, inizia subito forte e al 4’ Di Trapano di testa su angolo di Cannariato colpisce incredibilmente il palo a Fiorini ormai battuto. Al 13’ brividi per Stefanini sulla violenta conclusione di Valev da posizione defilata, ma l’estremo difensore rossoblu para in due tempi. Al 22’ Matteo la sblocca: l’attaccante di Aprilia riceve da Cannariato, si accentra e dal limite gela Fiorini portando in vantaggio i suoi. Prima dell’intervallo, con Sezze in totale controllo della gara, la partita cambia faccia, con l’incredibile rosso per Matteo reo, secondo il direttore di gara, di aver contestato una sua decisione. La ripresa si apre con un guizzo al 9’ dell’Arpino, pericoloso con Valev che arriva sul fondo e mette un cross che il neo entrato Sementilli non riesce a raggiungere per un soffio. Al 37’ arriva la beffa con la punizione di Sementilli che passa attraverso un nugolo di gambe, qualche deviazione e si infila. Quando sembra che la gara sia destinata ad un pari e con i padroni di casa che cercano di allargare le maglie della retroguardia rossoblu, arriva la rete della vittoria, con Pellerani che, a 2’ dalla fine, riceve da Cannariato e di destro batte Fiorini regalando tre punti di platino ai suoi e portando Sezze a ridosso delle prime della classe. 


Prima di Coppa Italia con un pari per Sezze

19 ottobre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

SPORTING CALCIO VODICE - CALCIO SEZZE  1 - 1

VODICE: Palmacci, Dalla Nora, Campoli (1’ st Pestrin), Berti, Faggioli, Renzi, Incollingo, Ficaccio, Terrazzino (7’ st Sannino), Marconi (14’ st Alla), Costanzi. A disp.: Rocci, Biscaro, Areni, Rosati. All.: Coco

SEZZE: Stefanini, Damiani, Di Tullio, Martelletta, Di Girolamo (33’ pt Miccinilli), Di Trapano, Rosella (23’ st Pellerani), Cece (39’ pt Lucarini), Coia, Cannariato, De Santis. A disp.: Morichini, Raponi, Rieti, Reali. All.: Pernarella

ARBITRO: Altobelli di Frosinone

Assistenti: Giudice di Frosinone e Ciccarelli di Latina

MARCATORI: 40’ pt Coia, 46’ st Dalla Nora.

NOTE: Espulsi: 38’ st Faggioli (V) per doppia ammonizione. Al 13’ st allontanato mister Coco (V) per proteste. Al 38’ st Coia fallisce un calcio di rigore. Ammoniti: Marconi, Terrazzino, Costanzi, Stefanini, Incollingo, Di Trapano, Berti, Pellerani, Faggioli. Recupero: pt: 2’, st: 3’.

SABAUDIA – Inizia con un pareggio l’avventura in Coppa Italia per il Calcio Sezze, che contro il Vodice non riesce a mantenere il vantaggio e la superiorità numerica e viene raggiunta in pieno recupero dalla compagine allenata da Coco. In avvio partono meglio i rossoblu di Pernarella, che al 7’ vanno vicini al vantaggio con Coia, che raccoglie un lancio millimetrico di capitan Di Trapano e colpisce violentemente non trovando la porta. La replica dei padroni di casa arriva al 15’ con Incollingo, che sfiora la traversa con un destro dal limite. Al 18’ ancora Coia sugli scudi sull’assist di Cece, ma la sua conclusione é debole. La gara si sblocca al 40’, quando Coia raccoglie un invito perfetto di Cannariato su punizione e di testa batte Palmacci. La ripresa si apre con un’occasione al 3’ per Marconi, che si libera in area ma di testa in tuffo non trova la porta. Al 21’ insistita azione sull’asse Damiani-Lucarini, con quest’ultimo che prova la conclusione ma trova la risposta attenta di Palmacci. Al 23’ si rivede Pellerani, fermo da oltre un mese, mentre al 27’ il doppio miracolo di Stefanini su Terrazzino e su Alla tiene bloccato il risultato. Al 31’ ci prova l’ex di turno Pestrin, ma il suo destro dal limite si spegne sul fondo. Al 37’ la gara potrebbe chiudersi quando per un contatto tra Pellerani e Faggioli il direttore di gara assegna il penalty, con il difensore che viene anche ammonito. Sul dischetto Coia però sceglie la via della potenza e coglie in pieno la traversa. Faggioli esagera nelle polemiche e viene espulso. Al 44’ ancora decisivo Stefanini che smanaccia il pallone sul cross di Costanzi destinato ad Incollingo. Ma la beffa per il Sezze si concretizza al primo dei 3’ di recupero, con il pareggio di Dalla Nora, che sugli sviluppi di un corner approfitta della distrazione della difesa e batte comodamente Stefanini, tenendo vive le speranze di qualificazione per i suoi.


Buona la prima per Pernarella, nuovo allenatore del Sezze

10 ottobre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - CITTA’ DI MINTURNO  4 - 0

SEZZE: Stefanini, Miccinilli (32’ st Di Tullio), De Santis, Rogato, Di Girolamo, Di Trapano, Lucarini (26’ st Cece), Matteo (35’ st Antonucci), Coia, Cannariato, Reali. A disp.: Morichini, Martelletta, Damiani, Rosella. All.: Pernarella

MINTURNO: Polverino, Canali, Aniello, Greco, Iandico G., Fusco, De Vita (10’ st Signorelli), Cicala, Quintigliano, Da Silva (17’ st Verrante), Conte (35’ st Iandico A.). A disp.: Villar, Vitale, Di Luna, Bosco. All.: Stravato

ARBITRO: Caldarola di Roma 2

Assistenti: Ventre e Franco di Cassino

MARCATORI: 27’ pt Coia (rigore) e 9’ st Coia, 10’ st Matteo, 24’ st Reali.

NOTE: Espulso: 21’ st Iandico G. per doppia ammonizione. Ammoniti: Fusco, De Vita, Cicala, Iandico G., Canali, Reali. Recupero: pt: 1’, st: 2’

SEZZE – Buon debutto per Mauro Pernarella, nuovo allenatore del Sezze che esordisce con una convincente vittoria ai danni del Minturno, che regge 25’ ma che poi viene cancellato dal campo dai rossoblu, che nel secondo tempo dilagano. In avvio il tecnico opta per una formazione giovane inserendo ben 4 under. Il primo sussulto al 9’, con la punizione dal limite di Quintigliano che Stefanini controlla senza alcun problema. Al 21’ buona occasione per il Sezze nell’area degli ospiti, ma né Reali né Coia riescono a trovare il pertugio giusto per battere a rete. La gara si sblocca al 27’ quando Matteo che viene steso da Fusco costringendo il direttore di gara ad assegnare il penalty, che Coia trasforma spiazzando Polverino. Al 34’ Coia sfiora il raddoppio con un pallonetto su invito di Di Trapano che Polverino devia in corner con un prodigioso colpo di reni. Al 38’ Sezze ancora pericoloso con Cannariato, che su punizione non trova compagni pronti a spingere il pallone in rete e al 40’ l’azione di contropiede del Sezze mette paura, con Matteo che si trova tutto solo davanti a Polverino ma il suo pallonetto finisce a lato. Sezze subito forte nella ripresa e all’8’ Lucarini vicino al gol, ma Iandico spazza sulla linea. Al 9’ Coia fa tutto bene, controlla in area spalle alla porta servito da Miccinilli, si gira e di destro batte Polverino. Un minuto dopo tocca a Matteo ricevere da Coia e battere ancora l’estremo difensore degli ospiti. Altro contropiede al 16’, ma Matteo trova sulla strada tra lui e la porta uno straordinario Polverino, mentre Rogato sulla ribattuta si vede respingere la conclusione da Canali. Al 21’ cala il sipario, con il rosso a Giuseppe Iandico e al 24’ c’è gioia anche per Reali, che riceve da Rogato e batte per la quarta volta Polverino. Al 32’ è la traversa a negare a Matteo la soddisfazione della doppietta personale su un cross che diventa pericoloso dopo la deviazione di Canali. Termina 4-0, un risultato che fa sorridere e che lancia i rossoblu al primo impegno in Coppa Italia previsto per mercoledì sul campo dello Sporting Vodice.


Secondo pareggio consecutivo per il Calcio Sezze

10 ottobre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

AURORA VODICE SABAUDIA - CALCIO SEZZE  1 - 1

SABAUDIA: Pedini, Racciatti, Carchitto (13’ st De Villa), Assorati, Buonanno, Margagliano, Ceci, Corni (26’ st Pasciuti), Cerqua (35’ st Guarda), Cinelli, Monetti. A disp.: Werder, Falovo, De Angelis, Falso. All.: Iavarone

SEZZE: Stefanini, De Santis, Cece, Rogato, Di Girolamo, Di Trapano, Reali (23’ st Damiani), Matteo, Coia, Canniariato, Antonucci (23’ st Di Tullio). A disp.: Morichini, Martelletta, Raponi, Lucarini, Rieti. All.: Gaeta

ARBITRO: Petrov di Roma 1

Assistenti: Pepe di Ciampino e Manganiello di Aprilia

MARCATORI: 28’ pt Monetti, 44’ st Matteo. 

NOTE: Ammoniti: Matteo, Cerqua, Pasciuti, Buonanno. Recupero: pt: 1’, st: 4’.

SABAUDIA – Trova solo un punto il Calcio Sezze, che colleziona il secondo 1-1 consecutivo. Ma rispetto alla gara contro il Terracina al “Tasciotti”, quello al “Mario Fabiani” contro il fanalino di coda Sabaudia sembra un’occasione sprecata per ottenere di più, al termine di un match giocato male (soprattutto il primo tempo), senza idee e recuperato in extremis. Dopo 28’ di poco calcio, i padroni di casa di Iavarone passano addirittura in vantaggio: Assorati butta un pallone in avanti trovando Carchitto scattato sul filo dell’offside, che mette in mezzo e pesca Monetti tutto solo che di sinistro batte Stefanini regalando il vantaggio ai suoi. La reazione del Sezze sta tutta nella conclusione di Matteo al 35’, ma il suo destro da posizione defilata ma non trova la porta. Sezze inizia meglio il secondo parziale e al 2’ va vicina al gol con Coia, che colpisce di testa su invito di Cannariato ma vede il pallone terminare a lato di un nulla. Al 6’ bella azione di Matteo che beffa Racciatti sull’out destro e mette in mezzo un pallone che Coia, contrastato da Buonanno, non riesce ad indirizzare con precisione. Al 10’ il Sabaudia in contropiede invoca un penalty per un presunto contatto tra Cerqua e Di Girolamo, ma il direttore di gara mostra il cartellino giallo all’attaccante dei tirrenici per simulazione. Al 25’ batti e ribatti sugli sviluppi di un corner, ma Sezze sfortunato, mentre tra i 38’ e il 39’ è doppia l’opportunità che capita a Coia: nella prima, solo davanti a Pedini cerca di anticiparne l’uscita con un pallonetto che termina la sua corsa a pochi centimetri dal palo, nella seconda invece, su invito perfetto di Di Tullio, lo stesso centravanti ci prova addirittura di petto, trovando la pronta risposta di Pedini. Quando sembra che la gara sia terminata arriva la zampata di Matteo, che di testa su assist di Di Trapano beffa Pedini e regala il pareggio ai rossoblu tra le polemiche dei padroni di casa, che invocavano l’intervento del direttore di gara per un contatto tra il capitano del Sezze e Cinelli in ripiegamento difensivo. Sezze tenta l’assedio e nel recupero ci prova Matteo, ma la difesa fa buona guardia e permette ai tirrenici di strappare un punto importante.


Un pareggio importante per il Calcio Sezze

3 ottobre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - TERRACINA  1 - 1

SEZZE: Stefanini, De Santis, Cece, Rogato, Di Girolamo, Di Trapano, Rosella (1’ st Antonucci), Matteo, Coia, Cannariato, Damiani (28’ st Rieti). A disp.: Morichini, Martelletta, Miccinilli, Reali, Di Tullio. All.: Gaeta

TERRACINA: Micheli, Zeppieri, Bagnara, Flore, Campobasso, Altobelli, Drogheo, Incitti, Venerelli (30’ st Pisacane), Fanelli (37’ st Della Fornace), Di Vizio. A disp.: Monti, Giardino, Capocci, Ficcino, Fia. All.: Milo

ARBITRO: D’Eusanio di Faenza

Assistenti: La Gorga di Aprilia e Bianchini di Frosinone

MARCATORI: 8’ st Venerelli (rigore), 17’ st Coia (rigore).

NOTE: Ammoniti: Coia, Di Girolamo, Stefanini, Flore, Cannariato. Recupero: pt: 0’, st: 4’.

SEZZE – Termina con un pareggio l’attesa sfida della quinta giornata del torneo Promozione 2016/2017. Al “Tasciotti” Sezze e Terracina impattano e trovano un punto che muove la classifica di entrambe nelle zone alte della graduatoria. Gaeta in avvio rivoluziona la formazione rispetto al tracollo di domenica scorsa a Tecchiena, inserendo De Santis sulla linea dei difensori e dando fiducia a Damiani, che va a completare il terzetto offensivo con Coia (di nuovo in campo dopo la squalifica) e Matteo. In difesa Rogato e Di Girolamo formano la coppia centrale, con capitan Di Trapano spostato sull’out destro. Gara estremamente tattica in avvio, con il Terracina che tiene benissimo il campo e Sezze che non trova spazi per far male. Serve il 32’ per la prima azione da gol, targata Sezze, con Matteo pericoloso ma Micheli a controllare senza affanni. La risposta del Terracina arriva al 34’ ma Venerelli non arriva sull’invito di Di Vizio. Al 39’ Stefanini alza in corner la punizione pericolosa di Fanelli e prima dell’intervallo ancora Terracina pericoloso con Flore che trova ancora pronto Stefanini (ex di turno). Gaeta nella ripresa toglie Rosella inserendo Antonucci e al 4’ sono brividi per i rossoblu, con Stefanini che si lascia sfuggire il pallone sul cross di Venerelli, ma l’occasione per gli ospiti non si concretizza. Al 7’ il Terracina usufruisce di un penalty per il fallo di Stefanini su Di Vizio. L’azione però parte da un netto fallo a centrocampo su Matteo, ma il direttore di gara lascia correre e sugli sviluppi  arriva il calcio di rigore, che Venerelli trasforma. Sezze a questo punto spinge sull’acceleratore e al 16’ trova un rigore per il fallo di Zeppieri su Matteo. Coia trasforma di potenza. La gara si infiamma e gli spazi concessi da entrambe le squadre la rendono ancora più avvincente. Al 28’ Stefanini dice no alla conclusione di Incitti dal limite, mentre al terzo dei 4’ di recupero Cannariato si vede ribattuta la punizione da Micheli. Finisce in parità e tutto sommato sembra il risultato più giusto.


Prima sconfitta stagionale per il Calcio Sezze

25 settembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

TECCHIENA - CALCIO SEZZE  1 - 0

TECCHIENA: Fiormonte, Rizzuto, Evangelisti, Imperiale, Dell’Orco, Rinaldi, Carosi, D’Arpino, Magliocchetti, Colafranceschi, Fanella. A disp.: Ciocca, Iacovissi, Pica, Bonanni, Ciampini, Manni, Casertano. All.: Promutico

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Di Tullio, Rogato, Di Girolamo, Rieti, Rosella (32’ st Antonucci), Matteo, Martelletta, Cannariato, De Santis (32’ st Damiani). A disp.: Morichini, Raponi, Cece, Reali, Lucarini. All.: Gaeta

ARBITRO: Forconi di Roma 2

Assistenti: Franchitto di Cassino e De Chirico di Ciampino

MARCATORE: 31’ st Colafranceschi (rigore)

NOTE: Espulsi: 27’ st D’Arpino per doppia ammonizione, 35’ st Colafranceschi per doppia ammonizione. Ammoniti: Colafranceschi, D’Arpino, Evangelisti, Cannariato, Di Girolamo, Imperiale. Recupero: pt: 2’; st: 4’.

TECCHIENA – Prima sconfitta stagionale per il Calcio Sezze, che al “Gino Sevi” non riesce a sfruttare a dovere la doppia superiorità numerica e cade. Gaeta in avvio deve improvvisare la formazione a causa delle assenze degli squalificati Di Trapano e Coia. Il tecnico opta per Martelletta al centro dell’attacco, supportato da Matteo e De Santis, mentre torna a fare il centrale di difesa Rogato. Parte meglio il Tecchiena che all’8’ si rende pericolosa con Fanella, che ci prova dal limite ma non trova la porta. Al 18’ ci prova Rogato da oltre 25 metri mettendo in difficoltà Fiormonte, che para in due tempi. Il buon momento del Sezze prosegue e al 19’ i rossoblu prima reclamano il penalty per un contatto in area su Rosella, poi sfiorano il vantaggio con un bel destro di Matteo che finisce di poco a lato. Al 32’ è un autentico miracolo quello di Di Girolamo, che toglie dalla porta la conclusione a botta sicura di Carosi. La ripresa inizia con Sezze che sembra controllare senza affanni e Cannariato ci prova subito, ma Fiormonte fa buona guardia. Al 14’ è la volta di Imperiale, che dal limite costringe Stefanini a mettere in angolo. Al 27’ gli animi si infiammano per un entrataccia di D’Arpino che, già ammonito, rimedia il secondo giallo lasciando i suoi in dieci. A sorpresa al 31’ il Tecchiena usufruisce di un calcio di rigore per il fallo di Di Girolamo su Colafranceschi, Lo stesso attaccante si incarica dell’esecuzione e realizza spiazzando Stefanini. Al 35’ anche il momentaneo match-winner trova il secondo giallo e lascia i suoi in nove. La gara a questo punto si gioca a sprazzi e non servono nemmeno i 4’ di recupero assegnati dal direttore di gara. L’assedio setino non porta frutti e i padroni di casa chiudono con una vittoria.


Pari a reti inviolate per il Calcio Sezze

18 settembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - SUIO TERME CASTELFORTE  0 - 0

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Di Tullio, Rogato, Di Girolamo, Di Trapano, Rieti, Matteo (30’ st Antonucci), Coia, Cannariato, De Santis (30’ st Damiani). A disp.: Ciarmatore, Martelletta, Cece, Reali, Rosella. All.: Gaeta

SUIO: Giordano, D’Alessandro, Franco, Mastroianni, Fusciello, Circio, Gagliardi (44’ st Paduano), Veglia, Cenerelli (40’ st Lonardo), Martino, Caterino (36’ st Abbattista). A disp.: Casagrande, Papa, Caiazzo, Petrillo. All.: Pernice

ARBITRO: Veri di Aprilia

Assistenti: Rastelli di Ostia Lido e Peluso di Frosinone

NOTE: Espulsi: 21’ st Di Trapano per doppia ammonizione, 31’ st Coia e Franco per reciproche scorrettezze. Ammoniti: Veglia, Di Trapano, Di Girolamo, Franco, Circio, Matteo. Recupero: pt: 1’; st: 5’.

SEZZE – Pari a reti bianche per i rossoblu, che al “Tasciotti” non vanno oltre lo 0-0 contro il Suio e terminano il match in 9 uomini. Gaeta in avvio ripropone lo stesso undici che tanto bene ha fatto domenica scorsa a Pontinia. Sezze parte meglio, ma all’8’ Suio pericoloso in ripartenza con Cenerelli, che raccoglie l’invito di Martino ma di testa non riesce ad indirizzare verso la porta difesa da Stefanini. All’11 Sezze sfiora il vantaggio con De Santis, che si fa trovare pronto sull’invito di Rogato ma calcia addosso a Giordano in uscita disperata. Al 13’ Coia ci prova con una girata ma non trova la porta. Il Suio copre bene gli spazi e al 28’ Caterino prova a spaventare Stefanini, che para con una presa a terra. Al 30’ brivido per il Sezze con Stefanini costretto ad uscire di testa su Cenerali e Martino che ci prova al volo dalla trequarti e sfiora il palo. Al 35’ batti e ribatti al limite dell’area del Suio e palla che arriva a Matteo, che prende la mira, supera Giordano, ma vede il pallone sbattere sul palo ed uscire sul fondo. Nella ripresa Sezze parte ancora forte e dopo appena 23 secondi Miccinilli ci prova dal limite, ma il pallone sfiora l’incrocio dei pali. Al 10’ incredibile occasione sprecata da Matteo e Coia: il primo non calcia da buona posizione e serve il collega d’attacco che sbaglia clamorosamente. Al 21’ Sezze resta in dieci per il rosso a Di Trapano che, già ammonito nel primo parziale, eccede nelle proteste e trova il secondo giallo. Il Suio ci crede e al 23’ ci prova con Martino, che costringe Stefanini ad alzare in angolo. Al 31’ Coia e Franco si beccano e trovano entrambi il rosso. Sezze in nove e con Matteo appena sostituito si affida in attacco al solo Antonucci. Non bastano i cinque minuti di recupero e arriva il primo pareggio della stagione.


A Pontinia tutto facile per il Calcio Sezze

12 settembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

PONTINIA - CALCIO SEZZE  0 - 4

PONTINIA: Ristic, Venditti, Ceccarelli, Seghetti (1’ st Tosti), Vanzari, Dell’Isola, Barbera (29’ st Marco), Prezioso, Florian (8’ st D’Amico), Zanutto, Di Fazio. A disp.: Catalani, Fregnani, Vona, Fava. All.: Cencia

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Di Tullio (28’ st Martelletta), Rogato, Di Girolamo, Di Trapano, Rieti, Matteo (39’ st Antonucci), Coia (1’ st Rosella), Cannariato, De Santis. A disp.: Morichini, Cece, Damiani, Reali. All.: Carconi (Gaeta squalificato)

ARBITRO: Felici di Aprilia

Assistenti: Petrella di Albano Laziale e D'Antoni di Ciampino

MARCATORI: 15’ pt Canniariato, 19’ pt (rigore) e 46’ pt Coia, 34’ st Matteo (rigore).

NOTE: Espulso: 16’ st Prezioso (P) per doppia ammonizione. Ammoniti: Ristic, Di Fazio, Dell’Isola, Di Tullio, Zanutto, Prezioso. Recupero: pt: 2’; st: 2’.

PONTINIA – Tutto facile per il Calcio Sezze, che al “Riccardo Caporuscio” batte nettamente gli amaranto e resta a punteggio pieno nel girone D. Gaeta (in panchina per la seconda gara consecutiva Carconi, stante squalifica del tecnico) in avvio deve fare a meno di Pellerani, ma ritrova Matteo, che fa il suo esordio in maglia rossoblu, e Rogato, che insieme a Cannariato va a formare la coppia centrale di centrocampo. Al 3’ la disattenzione di Di Trapano mette Florian tutto solo davanti a Stefanini, che si salva miracolosamente in uscita. Il Pontinia continua a spingere e un minuto più tardi il cross di Barbera non trova nessun compagno pronto a spingere la sfera in fondo al sacco. Nel momento peggiore i rossoblu passano in vantaggio con Cannariato, che su punizione (rimediata da un’intuizione di Matteo sulla fascia sinistra) mette in mezzo un pallone che, deviato da Vanzari, si insacca alle spalle di Ristic. La reazione del Pontinia e immediata e al 16’ Seghetti chiama Stefanini ad un altro importante intervento. Al 18’ Sezze raddoppia con un rigore concesso per il fallo di Ristic su De Santis lanciato da un illuminante pallone di Coia. Dal dischetto lo stesso bomber spiazza l’estremo difensore amaranto e sigla la sua seconda rete in campionato. Al 25’ Zanutto cerca il jolly su punizione da distanza siderale, ma il pallone termina a lato. Al 42’occasione per Vanzari di testa, ma con Stefanini non si passa. Prima dell’intervallo arriva il tris in contropiede, con Coia che raccoglie l’invito di De Santis, controlla di petto e di destro sigla la sua personale doppietta. Ad inizio ripresa Gaeta toglie precauzionalmente Coia ed inserisce Rosella, mentre Cencia risponde buttando nella mischia Tosti al posto di Seghetti. Sezze parte meglio e al 4’ Matteo fa tutto bene in serpentina, ma trova pronto Ristic sulla sua conclusione. Al 16’ piove sul bagnato in casa Pontinia, con Prezioso che rimedia il secondo giallo in due minuti e lascia i suoi in dieci. Al 24’ Rogato si ritrova una prateria tra sé e Ristic, ma sbaglia la conclusione, mentre al 32’ altra clamorosa occasione per Matteo, che calcia incredibilmente a lato. Un minuto più tardi lo stesso attaccante viene steso in area e si incarica di battere il penalty spiazzando Ristic e fissando il risultato sullo 0-4. Un risultato importante che permette ai rossoblu di continuare il cammino da imbattuti.


Inizia con una vittoria il campionato del Calcio Sezze

5 settembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - REAL CASSINO TERRA LAVORO  2 - 1

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, De Santis, Cece, Di Girolamo, Di Trapano, Rieti (1’ st Damiani) Cannariato, Coia, Pellerani (40’ st Rosella), Antonucci (34’ st Di Tullio). A disp.: Morichini, Martelletta, Raponi, Reali. All.: Carconi (Gaeta squalificato)

CASSINO: D’Aguanno, Casillo (40’ st Tomasso), Tullio, Palma, Pesce, Cucchi (16’ st Tomassi), Gelfusa, Petraccone, Ambrifi, Rosato L., Meta (22’ st Di Silvio). A disp.: Landolfi, Vendittelli, Vettese, Rosato B. All.: Zollo

ARBITRO: Bernardini di Ciampino

Assistenti: Corrado di Formia e Iaboni di Frosinone           

MARCATORI: 10’ st Coia (rigore), 31’ st Ambrifi (rigore), 37’ st Di Trapano.

NOTE: Espulso: 9’ st Palma (C) per fallo di mano volontario che impedisce una chiara occasione da gol. Ammoniti: Miccinilli, Damiani. Recupero: pt: 1’, st: 4’.

SEZZE – Inizia con una vittoria, sofferta ma importante, la stagione 2016/2017 del Calcio Sezze, che al “Tasciotti” riesce ad imporsi 2-1 contro un ostico Real Cassino. In avvio Carconi (Gaeta squalificato dopo il playoff dello scorso anno contro il Racing Club) schiera un 4-3-3 che ha come terminali offensivi Coia, Antonucci e Pellerani. Mancano Matteo, lo squalificato Rogato e i giovani Locarini e Reginaldi. I primi minuti, complice anche il gran caldo, sono di studio. Al 14’ Cucchi si prova dal limite con un sinistro velenoso che Stefanini vola a deviare in angolo. La risposta del Sezze arriva al 19’ con Coia servito da Miccinilli, ma D’Aguanno fa buona guardia. Al 25’ Coia manca di un soffio l’appuntamento con il pallone su invito di Antonucci, mentre prima dell’intervallo al bomber viene annullata una rete per un fuorigioco rilevato dall’assistente. Nella ripresa Gaeta butta nella mischia Damiani al posto di Rieti e i rossoblu partono meglio sfiorando il vantaggio al 2’ con Cece, che raccoglie la corta respinta della difesa e ci prova da buona posizione, trovando reattivo Dell’Aguanno. Un minuto dopo Coia spara alto da buona posizione. Al 9’ l’episodio chiave, con un batti e ribatti sugli sviluppi di un corner e un fallo di mano di Palma che toglie con un braccio dalla porta il pallone colpito da Pellerani. Rigore per il Sezze e rosso per il difensore ospite. Dal dischetto Coia non sbaglia. Il bomber cerca il bis al 19’ su invito di Miccinilli, ma la sua semirovesciata termina alta pur raccogliendo l’applauso del Tasciotti. Al 30’, nel momento migliore del Sezze, gli ospiti ottengono un penalty per un fallo in mischia di Miccinilli. Sul dischetto si presenta Ambrifi che spiazza Stefanini. Sezze risponde subito con Damiani, ma il suo tiro-cross attraversa tutto lo specchio della porta e termina a lato. A togliere le castagne dal fuoco ci pensa capitan Di Trapano, che al 37’ raccoglie l’assist di Cannariato su punizione e di testa beffa D’Aguanno. In dieci e con un Sezze che non sbaglia più un pallone, il Cassino non si rende mai pericoloso e al triplice fischio i primi tre punti sono appannaggio dei rossoblu.


Presentazione istituzionale del Calcio Sezze

1 settembre 2016- addetto stampa Simone Di Giulio

Presentazione istituzionale per la prima squadra. Domenica ingresso a pagamento e intero incasso devoluto alla famiglia delle vittime setine del terremoto di Amatrice

Si è svolta giovedì pomeriggio all’interno della sala Ercole del Museo Archeologico Antiquarium Comunale di Sezze la presentazione istituzionale della prima squadra del Calcio Sezze, che da domenica sarà impegnata nel campionato Promozione 2016/2017. L’iniziativa, organizzata dalla società di concerto con il Comune, ha rappresentato l’occasione per l’amministrazione comunale di augurare le migliori fortune alla squadra, chiamata a rappresentare in tutta la Regione il nome della città. Presenti il sindaco Campoli, che ha fatto il suo personale incoraggiamento ai ragazzi e ha ringraziato la società per gli sforzi compiuti in questi anni, il presidente della commissione consiliare Sport, Carlo Ernesto Di Pastina, che ha parlato del valore sociale che una società sportiva ricopre nei confronti delle giovani generazioni, e l’assessore allo Sport del Comune di Sezze, Enzo Eramo, che ha tracciato un bilancio sugli investimenti ottenuti per l’ammodernamento e una messa in sicurezza maggiore dello stadio “Tasciotti” ed ha introdotto anche le novità che riguarderanno l’impianto di Fontanelle. 

Presenti anche diversi consiglieri comunali setini, che hanno raccolto l’invito della dirigenza ed hanno partecipato alla manifestazione. In rappresentanza la società hanno preso la parola il mister, Antonio Gaeta, che ha rinnovato la speranza di ritrovare il pubblico delle grandi occasioni nelle gare casalinghe, il direttore sportivo Fabrizio Di Emma, che ha parlato delle fasi del mercato e della costruzione della rosa, e il presidente, Marco Gaeta, che ha incentrato il suo intervento sulla necessità di proseguire un cammino iniziato due anni fa e che lo scorso anno ha portato la prima squadra ad un passo dall’Eccellenza, obiettivo che, senza nascondersi, si cercherà di conquistare in questa stagione ormai alle porte. Nel ringraziare l’amministrazione comunale tramite una maglia del Calcio Sezze consegnata dal capitano Giovanni Di Trapano al primo cittadino setino, la società ha anche confermato che l’intero incasso di domenica prossima (5 euro l'ingresso uomo/donna, bambini gratis), nella gara contro il Real Cassino, sarà devoluto alla famiglia Dell’Otto, colpita dalla tragedia del terremoto e scomparsa sotto le macerie della loro casa di Amatrice: “Come società – ha spiegato il presidente Marco Gaeta – avevamo deciso per l'ingresso gratuito per la prima giornata casalinga, così da favorire una maggiore partecipazione. Ma il dramma di Amatrice, con un’intera famiglia di Sezze scomparsa a causa del terremoto che ha investito quelle zone, ci ha fatto propendere per questa soluzione, che spero sarà apprezzata. Ci è sembrato doveroso, nelle nostre possibilità, metterci a disposizione per questa famiglia sfortunata e contribuire alle donazioni nei confronti di chi sta soffrendo”.