Calcio Sezze

    Promozione girone D   stagione 2015-16

   archivio > stagione 2014-15   stagione 2016-17  stagione 2017-18

Non bastano cuore e grinta per i rossoblu del Calcio Sezze

22 maggio 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

RACING CLUB - CALCIO SEZZE  1 - 1  DTS

RACING CLUB: Cojocaru, Oliva, Brignone, Bacchiocchi, Ugolini, Chianelli, Seferi, Bisogno (3’ 1TS Bozzoni), Ferrari (23’ st Mancini), Artistico, Baraldi (12’ 1TS Priori). A disp.: Samà, D’Ambrosio, Petruolo, Buonocore. All.: Petrelli

CALCIO SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Di Tullio, Papa (8’ 1TS Colongi), Rogato, Di Trapano, Martelletta (14’ st Ciotti), Cece, Coia, Berisha (38’ st Campoli), Costanzi. A disp.: Fiorini, Antonucci, Montini, Rossi. All.: Gaeta

ARBITRO: Bocchini di Roma 1

Assistenti: D'ilario e Atta Alla di Roma 1

MARCATORI: 1’ 1TS Costanzi, 9’ 1TS Artistico

NOTE: Espulsi: 43’ st Rogato per doppia ammonizione, 4’ 2ST Costanzi per proteste. Ammoniti: Rogato, Cece, Artistico, Ugolini, Brignone, Baraldi, Costanzi, Stefanini. Recupero: pt: 2’; st: 4’

ARDEA – Termina al primo turno l’avventura del Calcio Sezze nei playoff del campionato Promozione 2015/2016. Contro i romani di Petrelli i ragazzi di Antonio Gaeta mettono in campo cuore e grinta, riuscendo addirittura ad andare in vantaggio con Costanzi all’inizio del primo tempo supplementare. Poi, però, in nove contro undici non riescono a recuperare le energie per rispondere alla rete del pareggio di Artistico e lasciano la competizione che permette di entrare nelle graduatorie per il prossimo campionato di Eccellenza. In avvio Gaeta recupera Coia, mentre Ciotti si accomoda inizialmente in panchina. Partono meglio i romani e al 6’ tiro-cross di Seferi che Stefanini devia in corner per non correre rischi. La risposta del Sezze arriva con il tiro dal limite di Papa che Cojocaru controlla senza affanni. Al 18’ grande occasione per Berisha su invito di Papa, ma la sua conclusione in spaccata termina a lato. 

Al 26’ ancora Seferi, sicuramente il migliore tra i suoi, ci prova dal limite ma non trova la porta. Al 34’ Coia servito da Berisha non riesce a concludere come vorrebbe e la palla termina tranquilla dalle parti di Cojocaru. Prima dell’intervallo clamorosa occasione per il Sezze per passare in vantaggio: Papa scodella in mezzo, Costanzi la rimette al centro e Berisha viene chiuso miracolosamente da Ugolini, che toglie la palla dalla porta. La ripresa inizia sulla falsariga del primo parziale, con i rossoblu ospiti che tengono in mano il pallino del gioco. Al 6’ Cojocaru para agevolmente la conclusione dal limite di Papa, mentre un minuto dopo deve alzare il tiro-cross insidioso di Miccinilli. La risposta dei padroni di casa arriva al 12’ con Seferi, che conclude di sinistro ma non trova il bersaglio grosso. I ritmi di gara, complice il gran caldo, si abbassano e prima del triplice fischio Sezze resta in dieci per il secondo giallo a Rogato. Nel supplementare Sezze parte a mille nonostante l’inferiorità numerica e dopo solo 90 secondi passa in vantaggio con Costanzi, la cui traiettoria velenosa direttamente da calcio d’angolo beffa Cojocaru e si insacca regalando il vantaggio ai rossoblu. 

A quel punto il Racing reagisce e al 9’trova il pareggio con Artistico, che riceve da Baraldi e di punta batte Stefanini. Prima del cambio di campo il Racing si mangia il raddoppio e ad inizio del secondo supplementare arriva il rosso diretto a Costanzi (forse bestemmia). In nove il Sezze soffre tremendamente e al 7’ Artistico si divora la rete del 2-1, mentre al 9’ Bazzoni colpisce il palo con un sinistro a giro. I tre di recupero non sortiscono alcun effetto e alla fine sono i romani ad alzare le braccia al cielo, mentre Sezze esce tra le lacrime dei suoi giocatori, ma con la consapevolezza di aver dato il massimo.


Playoff, missione compiuta

1 maggio 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

ALATRI - CALCIO SEZZE  1 - 2

ALATRI: Liberti, Latini, Arrabito, Seppani, Lombardi, Cestra, Pazienza, Simone, Paglia (14’ st Dell’Uomo), Pompili (1’ st Settanni), Pignoli. A disp.: Belli, Casertano, De Persis, Fiorini, Xhanaj. All.: Campolo

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Di Tullio, Papa, Rogato, Di Trapano, Martelletta, Cece (35’ st Colongi), Berisha (23’ st Campoli), Pellerani (43’ st Montini), Costanzi. A disp.: Fiorini, Ciotti, Rossi S., Coia. All.: Gaeta

ARBITRO: Robilotta di Sala Consilina

Assistenti: Caprari di Roma 1 e Doria di Ciampino

MARCATORI: 33’ pt Pellerani, 38’ pt Martelletta, 19’ st Pazienza.

NOTE: Ammoniti: Papa, Settanni. Recupero: pt: 0’; st: 4’.

ALATRI – Playoff, missione compiuta. Il Sezze batte in trasferta l’undici allenato da Campolo nell’ultima giornata della stagione regolare e ottiene il pass per l’appendice del torneo che permette di entrare in graduatoria per un ripescaggio in Eccellenza. I rossoblu di Antonio Gaeta vincono al cospetto di una squadra che non regala nulla e chiudono la stagione con 63 punti, al terzo posto insieme al Lenola. Ma rispetto agli avversari il Calcio Sezze ha dalla sua gli scontri diretti (1-0 a Lenola, 3-0 per il Sezze al “Tasciotti”) e stacca il biglietto che ripaga degli sforzi finora messi in campo. In avvio Gaeta deve ancora fare a meno di Ciotti e Coia, che si accomodano in panchina per entrare in caso di emergenza. In campo fiducia confermata a Martelletta e al terzetto offensivo formato da Berisha, Pellerani e Costanzi. Sezze parte bene e al 3’ è subito pericoloso con Costanzi, che si invola sulla fascia sinistra e mette in mezzo un pallone sul quale Berisha non arriva per un soffio. Al 14’ Pellerani riceve da Berisha e dal limite lascia partire un destro che spaventa Liberti ma termina a lato. La rete del vantaggio è nell’aria e arriva al 33’ con Pellerani che trova uno spazio tra le maglie della difesa ciociara, arriva al limite e lascia partire un sinistro che si insacca alle spalle di Liberti. 

Sezze non si ferma e 5’ dopo arriva il raddoppio: Pellerani batte una punizione dal limite e Martelletta brucia sul tempo Lombardi e di testa deposita il pallone in fondo al sacco, regalandosi la soddisfazione del quinto sigillo stagionale. Nella ripresa l’Alatri parte meglio e al 3’ Paglia ci prova dal limite non trovando il bersaglio grosso. Al 10’ contropiede orchestrato da Pellerani, con Costanzi che arriva alla conclusione ma trova la risposta di Liberti. Sezze prova ad abbassare il ritmo, ma un’indecisione della difesa costa cara al 19’, quando Pazienza beffa la retroguardia rossoblu e accorcia le distanze. Da quel momento è sofferenza vera, con Sezze che arretra i maniera preoccupante il proprio baricentro, mentre i padroni di casa prendono man mano più campo. Azioni da gol non si segnalano né da una parte né dall’altra, ma l’atmosfera al “Chiappitto”, nel lato della tribuna appannaggio dei sostenitori rossoblu, è davvero al cardiopalma. Alla fine, dopo 4’ di recupero, arriva il triplice fischio e la felicità per aver raggiunto questo importantissimo obiettivo.


Ultima gara casalinga e vittoria convincente del Sezze

1 maggio 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - SUIO  4 - 0

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Di Tullio (32’ st Montini), Papa, Rogato, Di Trapano, Martelletta, Cece, Berisha, Pellerani (19’ st Campoli), Costanzi. A disp.: Fiorini, Colongi, Ciotti, Rossi S., Coia. All.: Gaeta

SUIO: Grasso, Iandico A., Lunardo, Paduan, Iandico G. (25’ st Fusco), Circio, Marotta (29’ st Cardillo), Cicala, Enrico (9’ st Ruberto), Tartaglia, Di Vito. A disp.: Ciorra, Russo, Somma. All.: Thomas

ARBITRO: Glapiak di Civitavecchia

Assistenti: Angileri di Aprilia e Peluso di Frosinone

MARCATORI: 10’ pt Costanzi, 28’ pt Pellerani, 15’ st Martelletta, 36’ st Berisha

NOTE: Ammonito: Circio

Recupero: pt: 1’; st: 3’.

SEZZE – Vittoria convincente nell’ultima gara stagionale giocata al “Tasciotti” per il Calcio Sezze, che si sbarazza agevolmente del Suio e domenica andrà a giocarsi sul campo dell’Alatri le speranze di ottenere il playoff. Gaeta in avvio deve rinunciare a Coia e Ciotti che si accomodano in panchina. Sezze parte bene e va in vantaggio al 10’: Papa scodella un pallone che Rogato stoppa in area e serve a Costanzi per il quale è un gioco da ragazzi battere Grasso. Sulle ali dell’entusiasmo ci prova anche capitan Di Trapano al termine di una percussione insistita, ma il suo tiro termina alto. Brivido al 14’ con Iandico che mette in difficoltà Grasso con un retropassaggio, ma l’estremo difensore si salva togliendo il pallone dalla linea di porta. Al 27’ Costanzi si invola e mette al centro un pallone sul quale non arrivano per un soffio Pellerani e Papa. Al 28’ arriva il bis con Pellerani che batte una punizione che nessuno tocca e che si infila sotto l’incrocio dei pali regalando il raddoppio ai suoi. Nella ripresa al 3’ pericoloso il Suio con Marotta che viene chiuso da Di Tullio in corner, sugli sviluppi del quale Stefanini deve parare a terra sul colpo di testa di Iandico. Al 15’ arriva il tris di Martelletta, che sfrutta alla perfezione un assist su punizione di Pellerani e di testa gela Grasso. Il poker lo cala Berisha al 36’ con un bolide dal limite che batte Grasso. Finisce con un rotondo 4-0 che però non assicura il playoff, considerato il risultato delle altre.


Sezze torna in corsa per i playoff

24 aprile 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - AGORA FC  3 - 0

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Di Tullio, Papa, Rogato, Di Trapano, Ciotti (1’ st Martelletta), Cece (38’ st Colongi), Berisha, Pellerani (46’ st Campoli), Costanzi. A disp.: Fiorini, Damiani, Rossi M., Coia. All.: Gaeta

AGORA: Catalani, Morelli, Liguori, Picciotto (12’ pt Di Massimo), Sarrecchia, Pannozzo, Consalvi (14’ st Martucci), Silvi, Comandini, Fratangeli, Fiocco (18’ st Pannella). A disp.:  Pinti, De Gol, D’Agostino, Pilotti. All.: Facci

ARBITRO: Potenza di Roma 2

Assistenti: Corrado di Formia e Aiossa di Aprilia

MARCATORI: 10’ st Rogato (rigore), 42’ st Pellerani, 48’ st Costanzi.

NOTE: Espulso:8’ st Sarrecchia per fallo a palla lontana. Ammoniti: Morelli, Catalani, Fratangeli, Liguori, Papa. Recupero: pt: 1’; st: 4’.

SEZZE – Torna prepotentemente in corsa per un posto nei playoff il Calcio Sezze, che al “Tasciotti” soffre un tempo contro l’Agora, ma alla fine riesce ad imporsi con un perentorio 3-0. In avvio Sezze parte bene e sfiora la rete in un paio di occasioni con Costanzi e Papa. Gli ospiti perdono presto Picciotto, sostituito da Di Massimo, mentre al 18’ sugli sviluppi di una punizione di Pellerani la palla arriva a Costanzi che perde l’equilibrio proprio al momento della conclusione. Al 23’ altra insistita azione dalla sinistra con Di Tullio che crossa e Pellerani che viene contrastato al momento del tiro. Al 27’ chance per Berisha, ma il suo tiro non trova il bersaglio grosso. Il primo tempo si chiude senza ulteriori emozioni, mentre la ripresa inizia con la presenza di Martelletta al posto di Ciotti. 

Al 3’ grande occasione per Costanzi servito da Pellerani, ma dopo aver superato anche Catalani calcia alto di destro da posizione defilata. All’8’ la gara si sblocca con l’Agora che resta in dieci per l’ingenua gomitata di Sarrecchia a Cece, che costa il rosso e il rigore che Rogato trasforma. Quarto gol in tre partite, tutti su rigore, per il centrale difensivo del Calcio Sezze, implacabile dagli undici metri. In superiorità numerica Sezze prova a chiudere la pratica, ma l’occasione colossale per pareggiare capita alla compagine di Facci, che al 40’ in mischia rischia di sorprendere la retroguardia setina con Martucci, che trova il piede di Stefanini a negargli la gioia del clamoroso gol del pareggio. Nel finale Sezze resta concentrata e dilaga negli ultimi minuti di gioco: al 42’ capolavoro balistico di Ermes Pellerani, che in contropiede supera un avversario e di sinistro pennella una traiettoria che non lascia scampo a Catalani e si infila sotto l’incrocio dei pali. A tempo scaduto Costanzi cala il tris sempre su contropiede, fissando il risultato sul 3-0, che porta i rossoblu a +3 dal Lenola.


Occasione sprecata per il Sezze

17 aprile 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - TECCHIENA TECHNA  1 - 1

SEZZE: Stefanini, Colongi, Miccinilli (30’ st Di Tullio), Papa (30’ st Cece), Rogato, Di Trapano, Ciotti, Martelletta (13’ st Coia), Berisha, Pellerani, Costanzi. A disp.: Fiorini, Campoli, Damiani, Rossi. All.: Gaeta

TECCHIENA: Fiormonte, Frezza, Venditti, Santopadre A., Pessia, Rinaldi, Porcaro (1’ st Marcoccia (40’ st Dell’Orco), D’Arpino, Reali, Colafranceschi, Flavi. A disp.: Petriglia, Verrecchia, Santopadre P., Sacchi, Cervini. All.: Promutico

ARBITRO: Felici di Aprilia

Assistenti: Ventre e Di Maola di Cassino

MARCATORI: 31’ pt Rogato (rigore), 8’ st Colafranceschi.

NOTE: Espulso: 43’ st Rinaldi per doppia ammonizione. Ammoniti: Stefanini, Rinaldi, Coia, Pellerani, Reali, Venditti. Recupero: pt: 2’; st: 6’.

SEZZE – Occasione sprecata per il Sezze che nel recupero non riesce ad andare oltre un pareggio contro un Tecchiena ormai salvo e senza alcuna velleità di classifica. In avvio Gaeta conferma la formazione di Pontinia per dieci undicesimi: Ciotti va in campo mentre Di Tullio si accomoda in panchina, così come Coia, ancora non al meglio della condizione. Sezze inizia un  po’ contratta, a causa probabilmente dell’alta posta in palio. Al 9’ ci prova Costanzi raccogliendo di testa l’invito di Pellerani, ma la palla si alza troppo. Al 18’ Berisha si libera dal limite dell’area e lascia partire una conclusione che trova pronto Fiormonte alla respinta con i pugni. Un minuto dopo chiusura perfetta di Di Trapano su Reali lanciato verso la porta. Al 31’ la gara si sblocca: sul cross di Ciotti Frezza devia con la mano e il direttore di gara assegna il penalty: Rogato segna il terzo rigore consecutivo in due gare nonostante Fiormonte riesca ad intuire la traiettoria del pallone. Fino all’intervallo non si segnalano ulteriori occasioni, ma nella ripresa Sezze entra un po’ deconcentrata e all’8’ arriva il pareggio di Colafranceschi, che riceve da Flavi e batte Stefanini regalando il pari ai suoi. Al 12’ Ciotti prova a scuotere i suoi, ma la sua punizione, deviata dalla barriera, è facile preda di Fiormonte. Gaeta si gioca la carta Coia, ma al 26’ Sezze rischia grosso, con Flavi che si trova tutto solo davanti a Stefanini, che riesce a chiudere con un’uscita fuori area. Al 33’ Frezza salva sulla linea sul colpo di testa di Costanzi, mentre allo scadere Fiormonte salva sulla punizione di Ciotti.


Vittoria di carattere per il Calcio Sezze

17 aprile 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

PONTINIA - CALCIO SEZZE  1 - 2

PONTINIA: Rocci, Callori, Margagliano, Severin (30’ st Ceccarelli), Manni (30’ st Locatelli), Dell’Isola, Aloisi, Prezioso, Valle (33’ st Barbera), Conforto, Incollingo. A disp.: Montin, Pirani, Guzzon, Elmometto. All.: Cencia

SEZZE: Stefanini, Colongi, Miccinilli, Papa, Rogato, Di Trapano, Di Tullio, Martelletta, Berisha (44’ st Damiani), Pellerani, Costanzi (35’ st Cece). A disp.: Fiorini, Campoli, Antonucci, Rossi M., Coia. All.: Gaeta

ARBITRO: Pozzi di Roma 1

Assistenti: Bianchini e Scopa di Frosinone

MARCATORI: 9’ pt (rigore) e 16’ st (rigore) Rogato, 6’ st Valle.

NOTE: Espulsi: 15’ st Callori (P) per fallo da ultimo uomo, 45’ st Conforto (P) per doppia ammonizione. Ammoniti: Conforto, Incollingo, Aloisi, Berisha, Margagliano. Recupero: pt: 1’; st: 4’.

PONTINIA – Vittoria di carattere per il Calcio Sezze, che vince al “Riccardo Caporuscio” e aggancia in classifica generale il Lenola, mettendosi in buona posizione nella corsa playoff. Bastano due rigori di Rogato ai rossoblu per avere la meglio degli amaranto di Cencia, al termine di una gara combattuta. Gaeta in avvio deve fare a meno, oltre dei lungodegenti, di Ciotti, Coia e Cece, anche se gli ultimi due si accomodano inizialmente in panchina. In mezzo al campo il tecnico lancia l’inedito terzetto formato da Papa, Martelletta e Di Tullio, mentre davanti operano Costanzi, Pellerani e Berisha. Al 5’ guizzo di Berisha che raccoglie una corta respinta della difesa e ci prova dal limite alzando troppo la mira. All’8’ Di Tullio si invola, entra in area e viene steso da Callori costringendo il direttore di gara ad assegnare il penalty, che Rogato trasforma spiazzando Rocci e portando i rossoblu in vantaggio. La gara si incattivisce ma non si segnalano grandi occasioni né da una parte né dall’altra. 

La ripresa inizia senza cambi e Sezze parte meglio: al 3’ Berisha trova pronto Rocci, anche se è tutto vano per una posizione di offside dell’attaccante del Sezze. Al 6’ gli amaranto di Cencia trovano a sorpresa il gol del pari con Valle, che è bravo a credere su un pallone a metà strada tra Stefanini e Miccinilli, a metterci il piede e a spingerlo in rete. Due minuti dopo, sulle ali dell’entusiasmo, è clamorosa l’occasione per Aloisi tutto solo davanti a Stefanini, ma la sua conclusione termina incredibilmente a lato. Al 15’ break di capitan Di Trapano che lancia Costanzi, che entra in area e viene steso da Callori. Rigore e rosso diretto per il difensore dei padroni di casa, che lascia i suoi in dieci. Sul dischetto di nuovo Luca Rogato che ancora una volta spiazza Rocci riportando Sezze in vantaggio. Nonostante l’inferiorità numerica il Pontinia non molla e al 40’ Stefanini salva tutto volando a dire di no sulla punizione di Prezioso. Nel finale, con il Pontinia sbilanciato, Sezze trova praterie in contropiede e al 44’ arriva il secondo giallo a Conforto. Finisce con la vittoria dei rossoblu, che mercoledì torneranno in campo per il recupero della gara contro il Tecchiena.


Una vittoria importante per il Calcio Sezze

6 aprile 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - HERMADA  2 - 0

SEZZE: Stefanini, Miccinilli (41’ st Raponi), Di Tullio, Papa, Campoli, Di Trapano, Ciotti (44’ st Rossi), Martelletta, Coia (3’ st Cece), Pellerani, Damiani. A disp.: Fiorini, Raponi, Loffarelli, Montin, Cece, Camillo, Rossi. All.: Gaeta

HERMADA: Monti, Fabrini (33’ st Carocci), Stef (30’ st Magnasi), Botta, Condi, Bonelli, Pernarella (23’ st Dei Giudici), Marzano, Di Trocchio, Perfetti, Marconi. A disp.: Carbone, Dei Giudici, Roccarina, Carocci, Magnasi, Di Vizio. All.: Ramazzotto

ARBITRO: Giusti di Ostia Lido

Assistenti: Martelluzzi di Frosinone e Tortora di Aprilia

MARCATORI: 27’ st Ciotti, 34’ st Pellerani.

NOTE: Ammoniti: Ciotti, Stef, Di Trapano, Botta.

Recupero: pt: 1’; st: 3’.

SEZZE – Vittoria importante per i rossoblu di Antonio Gaeta che battono 2-0 l’Hermada al termine di una gara difficile e piena di insidie. In avvio il tecnico dei rossoblu deve fare i conti con problemi di infermeria e deve fare a meno degli squalificati Rogato, Costanzi, Colongi e Berisha. In difesa fiducia a Campoli, mentre in mezzo al campo, con Cece non ancora al meglio, operano Papa, Martelletta, Ciotti e Damiani, di supporto alla coppia d’attacco Coia-Pellerani. Sezze subito forte: al 3’ insistita azione in area ospite che porta Coia al tiro, ma Monti controlla agevolmente. Al 20’ buona occasione per Coia servito da Pellerani, ma non riesce a trovare la coordinazione al momento della conclusione. Sezze prova a sfruttare il buon momento e al 23’ Pellerani prova a beffare Monti con un velenoso sinistro da fuori area, ma la palla non trova lo specchio della porta. Alla mezzora sortita offensiva di Martelletta, che colpisce di testa su assist da calcio d’angolo di Pellerani, ma non trova la porta. Il primo parziale si conclude senza ulteriori sussulti e nella ripresa Sezze inizia con la tegola dell’infortunio di Coia, che deve lasciare il terreno di gioco. Gaeta lo sostituisce con Cece. Al 12’ grandissima punizione dal limite di Pellerani e altrettanto grande la risposta di Monti che devia prima che la difesa riesca a spazzare. La gara si sblocca al 27’: Papa lancia in profondità Ciotti, che beffa Botta, arriva a tu per tu con Monti e lo batte regalando il vantaggio ai rossoblu. Sulle ali dell’entusiasmo e con l’Hermada alla disperata ricerca del pari, Sezze trova più spazi e al 34’ la magia di Pellerani su punizione fissa il risultato sul 2-0. Nel finale Gaeta regala minuti preziosi a Miccinilli e Ciotti, sostituiti da Raponi e Rossi. Finisce 2-0, un risultato che permette al Sezze di tenere il passo delle prime alla vigilia di una settimana che sarà bollente, con la sfida di domenica prossima a Pontinia, il recupero di mercoledì 20 aprile contro il Tecchiena e la gara del 24 contro l’Agora.


Solo un pari per il Calcio Sezze

6 aprile 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

LATINA SCALO CIMIL - CALCIO SEZZE 1 - 1

LATINA SCALO: Viscusi, Mankoussou (41’ st Ragozzo), Scuoch, Fiaschi, Di Stasio, Palladino, Di Rubbo (16’ st Incocciati), Di Capua, Sannino (42’ st Tosti), Peressini, Mosca. A disp.: Salvador, Mancini, Saoud, Apre. All.: Del Grosso (Iannarilli squalificato)

SEZZE: Stefanini, Colongi, Miccinilli, Papa, Rogato, Di Trapano, Ciotti, Berisha (40’ st Campoli), Coia, Pellerani (31’ st Di Tullio), Costanzi (37’ pt Martelletta). A disp.: Fiorini, Camillo, Cece, Damiani. All.: Gaeta

ARBITRO: Silvestri di Roma 1

Assistenti: Zuin e Ticani di Roma 2

MARCATORI: 4’ pt Costanzi, 21’ st Peressini (rigore)

NOTE: Espulsi: 19’ st Rogato per doppia ammonizione, 38’ st Colongi per doppia ammonizione.

Ammoniti: Costanzi, Berisha, Sannino, Colongi, Rogato, Mosca, Peressini, Di Capua, Fiaschi. Recupero: pt: 1’; st: 3’. 

LATINA – Non basta la grinta e il carattere al Calcio Sezze che, complici anche alcune discutibili decisioni arbitrali, ottiene solo un punto sul campo del Latina Scalo, nel primo turno infrasettimanale del campionato Promozione. Gaeta conferma la stessa formazione che domenica ha sconfitto in esterna il Sabaudia e, come domenica, a sbloccare il risultato è Federico Costanzi che al 4’, servito dall’invito al bacio di Pellerani, batte di sinistro e trafigge Viscusi. Sezze continua a spingere e al 13’ occasione per Papa servito da un tiro-cross di Ciotti, ma Di Stasio fa buona guardia contrastando il centrocampista del Sezze. Al 27’ grande occasione per Coia servito da Colongi, ma dopo aver superato Viscusi vede la palla tolta sulla linea di porta dal recupero di Scuoch. Dopo 37’ Gaeta deve rinunciare a Costanzi fermato da un problema alla spalla. Al suo posto Martelletta. Nella ripresa i padroni di casa entrano con un altro piglio, mentre i rossoblu sembrano calare alla distanza. La gara cambia volto al 19’, quando il direttore di gara ammonisce Rogato per un fallo al limite dell’area e sulla punizione che ne consegue vede un mani e decide di assegnare il rigore. Nella confusione che si genera a pagare il prezzo maggiore è lo stesso Rogato, giudicato colpevole del fallo (mentre in barriera non c’era) e gli mostra il secondo cartellino e il conseguente rosso. Peressini trasforma nonostante Stefanini intuisca e arriva a sfiorare il pallone. Sulle ali dell’entusiasmo e sopra di un uomo i padroni di casa sfiorano il gol del vantaggio alla mezzora, ma sull’invito di Mosca Sannino non ci arriva.  Al 34’ Peressini ci prova da posizione defilata, ma Stefanini è reattivo e mette in angolo. Sezze resta addirittura in nove per il rosso a Colongi, ma il risultato non cambia più.


Vittoria convincente in trasferta

4 aprile 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

AURORA VODICE SABAUDIA - CALCIO SEZZE  0 - 2

SABAUDIA: Zanutto, Carchitto, Altobelli, Racciatti, Todi, Devilla (34’ st Ceccariglia), Guarda (10’ st Corni), Assorati, Cerqua, Cinelli, Francavilla (10’ st Ceci). A disp.: Frateloreto, Testa, Neri, Aquino. All.: Polidoro

SEZZE: Stefanini, Colongi, Miccinilli, Papa, Rogato, Di Trapano, Ciotti, Berisha (44’ st Damiani), Coia (25’ st Di Tullio), Pellerani, Costanzi (37’ st Martelletta). A disp.: Fiorini, Campoli, Cece, Camillo. All.: Gaeta

ARBITRO: Lupoli di Latina

Assistenti: Corrado di Formia e Palmiero di Latina

MARCATORI: 8’ pt Costanzi, 31’ pt Coia

NOTE: Ammoniti: Cerqua, Todi, Berisha, Cinelli. Recupero: pt: 1’; st: 4’.

SABAUDIA – Vittoria convincente per il Calcio Sezze, cui bastano due lampi nel primo tempo per avere la meglio sulla compagine allenata da Polidoro. In avvio Gaeta prova l’inedito terzetto di centrocampo formato da Ciotti, Papa e Berisha, mentre davanti Pellerani e Costanzi sostengono gli sforzi di Coia. In avvio Sezze parte bene e all’8’ è già in vantaggio: sul corner di Ciotti Costanzi si coordina e in rovesciata batte Zanutto raccogliendo applausi dal pubblico convinto sulle tribune di Sabaudia. I padroni di casa provano una reazione e al 21’ recriminano per un gol annullato per fuorigioco a Cinelli. La risposta del Sezze arriva al 25’, ma sul cross di Miccinilli Coia non arriva all’impatto con il pallone. 

Al 26’ Cerqua raccoglie un pallone dopo una disattenzione difensiva e prova il colpo a giro che Stefanini riesce miracolosamente a mettere in angolo con un balzo felino. Al 28’ capolavoro balistico di Ciotti su punizione, ma la palla incoccia contro l’incrocio dei pali. La rete è nell’aria e arriva al 31’ con Coia: lancio perfetto di Papa per il bomber che batte Zanutto e porta a 14 il suo score personale in campionato. Il primo parziale termina senza ulteriori emozioni e nella ripresa Sezze inizia bene, mentre Sabaudia non riesce a rendersi pericolosa dalle parti di Stefanini. All’8’ Berisha serve Costanzi che riprova il numero del primo tempo, ma stavolta non trova la porta. Un minuto dopo ancora Costanzi a spaventare Zanutto, ma la sua conclusione termina alta. La risposta dei padroni di casa è affidata a Cinelli, che al 12’ si libera bene dal limite ma sbaglia la conclusione da posizione favorevole. L’ultimo brivido lo regala al 36’ Pellerani in contropiede, che viene contrastato da Racciatti, ma il direttore di gara lascia correre. Termina 0-2 per i rossoblu, che adesso dovranno restare concentrati per lo scontro del turno infrasettimanale in casa del Latina Scalo.


Nota ufficiale della Società Calcio Sezze in merito al rinvio della gara "Calcio Sezze - Tecchiena"

21 marzo 2016- il Presidente Marco Gaeta

“Quanto accaduto nella giornata di domenica allo stadio “A.Tasciotti” è qualcosa di surreale che non ha nulla a che vedere con i sani principi dello sport e di un senso civico generale. Tutti quanti domenica mattina ci siamo sentiti offesi anzitutto come cittadini del paese di Sezze. Andare a danneggiare cosi pesantemente l’impianto sportivo, che ricordiamo essere un bene comunale, è mancare di rispetto non solamente alla società calcistica ma alla collettività intera. Tante voci si sono rincorse nel tentativo di andare ad individuare i perché ed i responsabili di questo vile gesto. Non spetta certamente a noi effettuare indagini o lasciarsi andare a suggestive e fantasiose ipotesi. Allo stesso tempo desideriamo esprimere con fermezza che le possibili motivazioni non vanno ricercate all’interno della nostra realtà sportiva, almeno non direttamente. L’immagine data domenica al mondo esterno del Calcio Sezze e del paese in generale è qualcosa di fortemente vergognoso ed imbarazzante, che nulla ha a che fare con gli sforzi ed i principi che l’attuale gestione sportiva sta mettendo in campo. Quanto accaduto va fortemente censurato e non sminuito, vi è un problema sicurezza che sta colpendo il nostro paese nella sua totalità. Da parte nostra l’unica cosa che possiamo realmente fare è rispondere sul campo da gioco. Con l’occasione ringraziamo tutte quelle persone che domenica, venendo al Tasciotti con l’intento di assistere alla partita, si sono invece ritrovate in mezzo al terreno di gioco a raccogliere oggetti vari lasciati nel corso della notte. Grazie alle Forze dell’Ordine, all’amministrazione comunale e alla LND per gli interventi prontamente effettuati e alle tante persone che ci hanno dimostrato la loro vicinanza. Già da oggi insieme alla stessa amministrazione comunale abbiamo iniziato le attività di ripristino della struttura che contiamo di chiudere nel giro di pochissimi giorni. Ci sono bambini, ragazzi e sportivi in generale, che hanno semplicemente voglia di divertirsi praticando un po’ di sport. Abbiamo tutti la responsabilità di non deluderli”.


Secondo pareggio consecutivo per il rossoblu

13 marzo 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

INSIEME AUSONIA - CALCIO SEZZE  1 - 1

AUSONIA: Germanelli, Marotta, Tomas, Natoni, Colacicco, La Manna, Pirolozzi, Badu, Sticco (39’ st Traorè), Caiazzo, Gioia L. (27’ st Agbonifo). A disp.: Farina, Di Lanna, Polverino, Carbonaro, Panella. All.: Gioia R.

SEZZE: Fiorini, Colongi (32’ st Campoli), Di Tullio, Papa, Miccinilli, Di Trapano, Ciotti (45’ st Montini), Martelletta, Costanzi, Pellerani, Berisha (24’ st Damiani). A disp.: Stefanini, Reginaldi, Cece, Antonucci. All.: Gaeta

ARBITRO: Laudando di Aprilia

Assistenti: De Vellis e Orsini di Frosinone

MARCATORI: 32’ pt Badu, 40’ st Costanzi

NOTE: Ammoniti: Badu, Colongi, Montini, Caiazzo. Recupero: pt: 1’, st: 3’.

AUSONIA – Secondo pareggio consecutivo per il Sezze, che ottiene un punto in rimonta al cospetto di una delle avversarie per la corsa verso un posto nei playoff. In avvio formazione d’emergenza per Gaeta, che deve fare a meno degli squalificati Rogato e Coia, mentre Stefanini e Cece, non al meglio, partono dalla panchina. In mezzo al campo fiducia a Martelletta, Miccinilli va a formare la coppia di difesa con Di Trapano, mentre davanti spazio all’inedito tridente formato da Pellerani, Berisha e Costanzi. Sezze parte meglio e si rende subito pericolosa al 5’ con la punizione di Ciotti che non trova compagni pronti ad intervenire. Lo stesso Ciotti dall’altra parte rischia grosso perdendo un pallone al limite, ma Badu non riesce ad approfittarne. Al 12’ clamorosa occasione per Berisha, che supera Marotta ma calcia a lato a tu per tu con Germanelli. Dall’altra parte Caiazzo ci prova da posizione defilata ma non trova la porta. 17’ ancora Caiazzo su punizione, ma Fiorini è attento e ribatte con i pugni. 

I padroni di casa crescono alla distanza e al 32’ Gioia lavora un buon pallone sull’out destro e mette in mezzo per Caiazzo che di testa trova pronto Fiorini. Il vantaggio dell’Ausonia arriva al 36’ con Badu, che anticipa la difesa del Sezze sulla punizione di Tomas e di testa batte Fiorini. La rete galvanizza i padroni di casa e al 43’ Di Trapano rischia il retropassaggio mettendo in difficoltà Fiorini che deve uscire alla disperata su Gioia. Nella ripresa buon inizio del Sezze e al 3’ subito pericoloso Papa di testa su invito di Ciotti, ma Germanelli riesce a bloccare il tiro. Al 18’ Caiazzo semina il panico in area del Sezze ma Fiorini riesce a chiudere. La gara non sale di intensità, con il Sezze che cerca trame che possano impensierire, senza però riuscirci, la retroguardia dei padroni di casa. I locali avrebbero anche un paio di contropiede per chiudere la pratica, ma al 40’, quando ormai il risultato sembra segnato, arriva la zampata di Federico Costanzi (al primo sigillo su azione dopo il rigore contro il Boville), che su cross di Di Tullio si fa trovare pronto e batte Germanelli. Nel finale la stanchezza si fa sentire sulle gambe dei ventidue in campo e non si segnalano azioni da gol. Sezze torna con un punto che gli permette di mantenere invariato il distacco in classifica dai ciociari e guardare con ottimismo i prossimi impegni.


Pareggio a reti bianche nel big match di giornata

7 marzo 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - FORMIA 1905  0 - 0

SEZZE: Stefanini, Colongi, Miccinilli, Papa, Rogato, Di Trapano, Ciotti (44’ st Pellerani), Martelletta, Coia, Costanzi (33’ st Camillo), Berisha (33’ st Di Tullio). A disp.: Fiorini, Campoli, Loffarelli, Damiani. All.: Gaeta

FORMIA: Fiorenza, Carcinale, D’Amora, Volpe, Imbriaco, Villacaro, Scariati (37’ st Formisano), Foti, Accrachi (15’ st Di Stefano), Marciano (27’ st Di Florio), Sellitti. A disp.: Maraolo, Pizza, Esposito, Gagliardi. All.: Rosolino

ARBITRO: Galipò di Firenze

Assistenti: Caretti di Roma 1 e Petrillo di Albano Laziale

NOTE: Espulsi: 22’ st Coia per doppia ammonizione, 43’ st Rogato per comportamento violento. Ammoniti: Coia, Rogato, Fiorenza, Berisha, Costanzi, Imbriaco, Colongi. Recupero: pt: 2’, st: 5’.

SEZZE – Termina con un pareggio a reti bianche il big match di giornata tra la compagine di Antonio Gaeta e la capolista del girone D allenata da Rosolino. In avvio il tecnico del Sezze prova la mossa del centrocampo a tre inserendo Martelletta, Papa e Ciotti (stante l’indisponibilità di Cece, squalificato). Davanti fiducia a Berisha e Costanzi a sostegno di Coia. Il primo squillo è del Sezze e giunte al 7’ con Berisha, che viene rimontato in extremis da Imbriaco in piena area di rigore. La risposta del Formia arriva all’11’ con la punizione di Foti che termina a lato con Stefanini piazzato bene. La gara si infiamma intorno al 15’ con un paio di interventi duri che scaldano gli animi dei ventidue in campo. 

Al 20’ Formia pericoloso con Sellitti che, servito da Accrachi, arriva alla conclusione trovando pronto Stefanini. Al 38’ sempre Sellitti trova pronto Stefanini sulla conclusione da posizione defilata. Nella ripresa Sezze sembra iniziare meglio degli ospiti e controlla il gioco senza apparenti difficoltà. Al 20’ Foti ci prova ancora su punizione dal limite, ma Stefanini si fa trovare pronto alla deviazione in corner. I nervi saltano al 21’ quando Sezze non mette fuori un pallone con un giocatore del Formia a terra. Quando la sfera esce si crea un parapiglia e a rimetterci è Coia che, provocato dai giocatori formiani, reagisce trovando il secondo giallo. Il Formia in superiorità numerica inizia a credere al colpaccio e al 24’ ci prova Marciano che non trova la porta. La gara non decolla, con il Formia a controllare senza spingere eccessivamente e Sezze a cercare di creare qualcosa nonostante l’inferiorità numerica. Prima del triplice fischio i rossoblu restano addirittura in nove uomini per il rosso diretto a Rogato, che a gioco fermo colpisce un avversario e deve lasciare anzitempo il rettangolo di gioco. Al 94’ Imbriaco cerca il gol della domenica ma Stefanini chiude evitando la beffa. Termina con un risultato che sorride agli ospiti che mantengono il divario in classifica, mentre Sezze adesso dovrà affrontare la prossima gara, contro l’Insieme Ausonia, senza due elementi.


Nuova sconfitta in trasferta per i rossoblu

28 febbraio 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

ARPINO - CALCIO SEZZE  2 - 0

ARPINO: Sementilli M., Gabriele, Di Folco, Sementilli S., Raponi, Pagnanelli, Bruni (18’ pt Quaglieri), Musi (31’ st Parente), Careni, Reali, Sarr (12’ st Bianchi). A disp.: Rea, Sera, Conti, Alonzi. All.: Nanni

SEZZE: Fiorini, Colongi, Campoli (1’ st Berisha), Papa (33’ st Camillo), Rogato, Di Trapano, Ciotti, Cece, Coia, Costanzi (24’ st Pellerani), Di Tullio. A disp.: Stefanini, Martelletta, Miccinilli, Antonucci. All.: Gaeta

ARBITRO: Cavaliere di Paola

Assistenti: Di Maola di Cassino e Holweger di Aprilia

MARCATORI: 23’ pt Quaglieri, 45’ st Sarr.

NOTE: Espulso: 13’ st Cece per doppia ammonizione. Ammoniti: Cece, Coia, Sementilli S.

Recupero: pt: 2’; st: 3’.

ARPINO – Continua il mal di trasferta per il Calcio Sezze, che perde una gara importante in chiave playoff. Gaeta in avvio opta per un 5-3-2, mentre in panchina si rivedono dopo diverse settimane Stefanini e Miccinilli. Il primo quarto d’ora è di studio, su un campo veramente al limite della praticabilità. Al 18’ l’Arpino perde Bruni, che si infortuna al ginocchio ed è costretto a lasciare anzitempo il rettangolo di gioco. Il primo lampo del Sezze arriva al 21’ quando Coia controlla un pallone al limite dell’area e serve Ciotti a rimorchio, ma la sua conclusione termina a lato. Al 23’ i padroni di casa passano in vantaggio: Gabriele lascia partire un traversone sul quale la difesa dimentica il neo entrato Quaglieri che di esterno destro inventa la traiettoria che batte Fiorini. Sezze tarda a trovare una reazione degna di nota e prima dell’intervallo arriva il raddoppio della compagine di Claudio Nanni: verticalizzazione dalla destra per Sarr che scatta sul filo del fuorigioco, entra in area e batte Fiorini regalando il doppio vantaggio ai suoi in vista della ripresa. In avvio di seconda frazione Gaeta si gioca la carta Berisha, che prende il posto di Campoli. Sezze parte forte e al 2’ Coia riesce a liberarsi di Raponi e si trova a tu per tu con Sementilli, che riesce ad opporre il corpo alla conclusione del bomber. Le velleità di rimonta dei rossoblu si fermano al 13’, quando Cece trova il secondo giallo dopo un contrasto che sembrava regolare e lascia i suoi in dieci. In inferiorità numerica Sezze rischia in un paio di occasioni di prendere il terzo, mentre prima del triplice fischio, al 43’, si segnala una buona occasione per Berisha, ma la palla calciata da buona posizione scivola a lato.


Una vittoria facile per i rossoblu

15 febbraio 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - ATLETICO BOVILLE ERNICA  5 - 0

SEZZE: Fiorini, Colongi, Di Tullio, Martelletta, Campoli, Di Trapano, Ciotti (31’ st Loffarelli), Camillo (28’ st Rossi), Costanzi (36’ st Montini), Pellerani, Berisha. A disp.: Morichini, Antonucci, Cece, Papa. All.: Gaeta

BOVILLE: Nardozzi, Pelle, Iaboni (11’ st Iacovissi), La Posta, Villani, Sarracino (11’ st Igliozzi A.), Genovesi, Micheli, Partigianoni, Recchia, Reali. A disp.: De Luca, Germogli, Igliozzi G. All.: Caldaroni

ARBITRO: Peressini di Latina

Assistenti: Franco di Cassino e Parasmo di Formia

MARCATORI: 41’ pt Martelletta, 2’ st Costanzi (rigore), 16’ st Di Trapano, 22’ st Camillo, 29’ st Pellerani.   

NOTE: Ammoniti: Micheli, Villani. Recupero: pt: 1’; st: 0’.

SEZZE – Tutto facile per i rossoblu di Antonio Gaeta, che al Tasciotti tornano alla vittoria imponendosi con un perentorio 5-0 contro il fanalino di coda del girone D. In avvio il mister deve rinunciare agli squalificati Coia e Rogato, oltre a diverse defezioni per infortuni vari. Al 6’ Di Trapano sfiora il vantaggio: sull’angolo di Ciotti il capitano del Sezze arriva all’impatto di testa ma non trova la porta. Un minuto più tardi è Costanzi a provarci dal limite, ma la palla scivola a lato. Al 13’ altra occasione per i rossoblu, con Ciotti che arriva sul fondo e lascia partire un cross sul quale né Pellerani né Berisha riescono ad impensierire Nardozzi.  Sezze continua a spingere e al 26’ Costanzi impegna Nardozzi, mentre un minuto dopo, su assist di Berisha, calcia incredibilmente alto da buona posizione. Al 38’ è Camillo su assist di Costanzi a rendersi pericoloso di testa. La porta degli ospiti sembra stregata, ma al 41’ la gara si sblocca, con Martelletta si fa trovare pronto sull’invito di Pellerani, controlla e di destro batte Nardozzi. Nella ripresa Sezze parte a spron battuto e al 2’ Costanzi viene steso in area da Villani costringendo il direttore di gara ad assegnare il penalty che lo stesso ex attaccante del Sermoneta realizza, siglando la prima rete stagionale con la casacca del Calcio Sezze. Al 5’ Sezze invoca un altro rigore per un vistoso fallo su Berisha, ma l’arbitro lascia correre. Al 13’ ci prova Di Tullio da posizione defilata, ma Nardozzi fa buona guardia e mette in corner. Il tris del Sezze arriva al 16’ con Di Trapano che di testa beffa Nardozzi con una traiettoria velenosa che termina la sua corsa in fondo al sacco. Al 22’ Sezze cala il poker con Camillo, che riceve da Costanzi un assist al bacio e deposita la palla in fondo alla porta sguarnita. Al 29’ Pellerani firma una grande prestazione con la magia del lob che vale il 5-0. L’unico brivido della gara per Fiorini arriva al 32’, quando Micheli su punizione sfiora il palo. Al 37’ Di Tullio fa tutto bene, ma il suo destro termina alto. Finisce 5-0, un buon risultato in attesa della sfida di domenica prossima sul campo dell’Arpino.


Sconfitta pesante per il Calcio Sezze

15 febbraio 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

SAN MICHELE - CALCIO SEZZE  3 - 0

SAN MICHELE: D’Aversa, Vanzari, Di Matteo, Bellamio, Piccirilli, Gravina, Cocuzzi (42’ st Perna), Forzan, Osman (27’ st Gioia), Bernardo, Ruggiero (40’ st Fregnani). A disp.: Neroni, Onorato, Mazza, Agostini. All.: Giovannelli

SEZZE: Fiorini, Colongi, Martelletta (1’ st Costanzi), Papa (15’ st Rieti), Rogato, Di Trapano, Ciotti, Cece (19’ st Campoli), Coia, Pellerani, Berisha. A disp.: Morichini, Antonucci, Çuli, Camillo. All.: Gaeta

ARBITRO: Zani di Rimini

Assistenti: Giudice e Bianchini di Frosinone

MARCATORI: 13’ pt Cocuzzi, 33’ pt Vanzari, 14’ st Osman.

NOTE: Ammoniti: Forzan, Rogato, Piccirilli, Costanzi, Pellerani, Coia. Recupero: pt: 1’; st: 3’.

LATINA – Sconfitta pesante per il Calcio Sezze che non riesce a dar seguito alla buona prestazione di domenica scorsa contro il Lenola e cade a Borgo San Michele con lo stesso risultato. Si gioca su un campo al limite della praticabilità, ma Sezze inizia a spron battuto nonostante la difficoltà a giocare palla a terra. All’8’ Berisha viene anticipato di un soffio da Vanzari sul servizio di Coia. Al primo affondo, al 13’, il San Michele passa in vantaggio con una magistrale punizione di Cocuzzi, che da posizione defilata batte Fiorini regalando il vantaggio ai suoi e siglando la diciassettesima marcatura stagionale. Al 27’ ancora padroni di casa pericolosi con una bella azione corale che porta al tiro Bernardo, la cui conclusione termina alta. 

Al 33’ ci prova Forzan, ma trova solo un corner sulla deviazione di Rogato. Sul corner che ne consegue Vanzari anticipa di testa l’intervento della difesa e spedisce la palla in rete per il 2-0 dei suoi. Nella ripresa Sezze sembra entrare con il piglio giusto e al 2’ invoca il rigore per una spallata di Di Matteo ai danni di Coia, ma il direttore di gara lascia correre. Dall’altra parte, al 6’, Cocuzzi avrebbe l’opportunità di chiuderla, ma Fiorini in uscita disperata gli nega la gioia della doppietta personale. All’8’ sugli sviluppi di un corner Berisha arriva in anticipo e ci prova di punta non trovando il bersaglio grosso. Al 14’ arriva il tris: sugli sviluppi di un corner in area il pallone arriva a Osman che si destro batte ancora Fiorini regalando la rete della tranquillità ai padroni di casa. Al 21’ si consuma un giallo, con Piccirilli che viene ammonito la seconda volta (dopo il giallo rimediato 5 minuti prima) ma incredibilmente non viene espulso. Vane le proteste dei calciatori del Sezze, con il direttore di gara che probabilmente nella sanzione precedente aveva scritto un numero per un altro. Al 28’ Coia servito da Rogato trova uno straordinario intervento di D’Aversa a negargli la soddisfazione della rete. A tempo scaduto Fiorini nega il poker al neo entrato Perna.


Torna a vincere la squadra allenata da mister Gaeta

7 febbraio 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - PRO CALCIO LENOLA  3 - 0

SEZZE: Fiorini, Colongi, Martelletta, Papa, Rogato, Di Trapano, Ciotti, Cece, Coia (26’ st Costanzi), Pellerani (41’ st Campoli), Berisha (26’ st Camillo). A disp.: Ciarmatore, Rieti, Antonucci, Çuli. All.: Gaeta

LENOLA: Susa, Quadrino, Pirolozzi (34’ st Gaudiano), Del Giudice, Fumagalli, Mastroianni, Ruscitto, Pannozzo (1’ st Fortini), Mariniello, De Simone, Martino (15’ st Zizzo). A disp.: Lo Stocco, Tomassi, Bartolomeo, Piccione. All.: Davia

ARBITRO: Altobelli di Frosinone

Assistenti: Saccone di Albano Laziale e Rastelli di Ostia Lido

MARCATORI: 5’ pt e 20’ pt (rigore) Coia, 37’ pt Papa.  

NOTE: Ammoniti: Mariniello, Ruscitto, Berisha, De Simone, Rogato. Recupero: pt: 1’, st: 3’.

SEZZE – Torna alla vittoria il Sezze dopo il ko di domenica scorsa contro il Sermoneta e lo fa nel modo migliore, annichilendo letteralmente il Lenola di Davia, quarta forza del raggruppamento ad un solo punto di distanza dai rossoblu. Sezze parte con il piglio giusto e al 4’ ha subito una grande occasione per Coia servito da Cece, ma il suo colpo di testa da buona posizione termina a lato. E’ il preludio del gol che arriva un minuto più tardi: Pellerani vola sull’out destro e serve in mezzo un pallone che Coia deposita facilmente alle spalle di Susa. Dodicesimo sigillo stagionale per l’attaccante originario di Roccagorga. Al 19’ break di Berisha che entra in area e viene steso da Del Giudice costringendo il direttore di gara ad assegnare il penalty che Coia realizza portando i suoi al raddoppio e arrivando a quote tredici nelle realizzazioni personali di stagione. Sezze continua a spingere e al 32’ Ciotti ci prova dai venticinque metri, trovando pronto Susa alla deviazione in corner. Al 37’ Papa (ex di turno) cala il tris: ancora Pellerani scatenato sulla corsia destra serve Papa che deposita in rete il gol del 3-0. Nella ripresa Sezze non smette di controllare il match. All’8’ Pellerani prova la conclusione dal limite ma non trova la porta. L’unico tiro in porta del Lenola arriva su calcio di punizione al 24’, ma Fiorini respinge la conclusione di Mariniello. Al 38’ è Ciotti a provarci su punizione, ma la sua conclusione termina alta di poco. Il triplice fischio viene salutato con un lungo applauso dalla gradinata del “Tasciotti”, che riconosce ai ragazzi la giusta determinazione dopo un momento di appannamento culminato con la pesante sconfitta di sette giorni fa a Norma. Una vittoria importante che, insieme al risultato delle concorrenti, riporta il Sezze ad un passo dalle prime.


Brutto ko del Calcio Sezze nel derby Lepino

31 gennaio 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

SERMONETA - CALCIO SEZZE  4 - 0

SERMONETA: Minutilli, Iannella, Gasbarra G., Caputi, Altobelli, De Santis, Onorato, Matteo, Ciccarelli (40’ st Gesmundo), Gasbarra P. (29’ st Cosimi), Martelli. A disp.: Pintore, Panetta, Sangermano, Cargnelutti, Battisti. All.: Stefanini

SEZZE: Fiorini, Colongi, Di Tullio (2’ st Martelletta), Papa, Rogato, Rieti (14’ st Berisha), Ciotti, Cece, Coia, Pellerani, Costanzi. A disp.: Morichini, Reginaldi, Antonucci, Çuli, Camillo. All.: Gaeta

ARBITRO: Camoni di Pistoia

Assistenti: Filabozzi di Roma 1 e Rienzi di Tivoli   MARCATORI: 32’ pt Altobelli, 7’ st Gasbarra P., 39’ st Onorato, 47’ st Iannella.   NOTE: Ammoniti: Pellerani, Matteo, Rogato, Martelli, Costanzi, Coia, Iannella. Recupero: pt: 1’; st: 3’.

NORMA – Brutto ko per il Sezze che cade nel derby lepino contro il Sermoneta e vede accorciarsi il divario proprio nei confronti della squadra di Ubaldo Stefanini e del Lenola. I padroni di casa, seppur si giochi a Norma, partono forte, ma Sezze non corre particolari rischi. Al 12’ ci prova Matteo con un potente destro da fuori, ma la palla termina alta. Al 16’ bella combinazione Martelli-Onorato al limite dell’area, con il primo che prova il tiro senza trovare la porta. Sezze si fa vedere dalle parti di Minutilli al 25’, con Costanzi (ex di turno, tre stagioni al Sermoneta) che ci prova da posizione defilata ma non impensierire l’estremo difensore della compagine allenata da Stefanini. Il Sermoneta risponde con Ciccarelli al 30’, ma la difesa chiude. Il match si sblocca al 32’ con Altobelli, che brucia sul tempo i centrali setini e di testa batte Fiorini su assist di Martelli. Sezze ha una clamorosa occasione per pareggiare al 34’ ma Pellerani, su invito al bacio di Coia, calcia a colpo sicuro ma vede la palla incocciare sul palo a Minutilli ormai battuto. Dall’altra parte, al 40’, l’occasione colossale capita a Matteo sugli sviluppo di un calcio di punizione, ma sulla sua conclusione da tre metri Fiorini si supera deviando il tiro e lasciando in corsa i suoi. Dopo appena due minuti della ripresa Sezze perde Di Tullio, sostituito da Martelletta. Al 3’ Ciccarelli viene chiuso sul più bello da Rogato che si rifugia in angolo e al 7’ arriva il raddoppio del Sermoneta con Pierluigi Gasbarra, che riceve un assist al bacio dal fratello Gianmarco e batte Fiorini con un preciso piatto. Sezze ci prova al 15’ con Coia imbeccato da Pellerani, ma Minutilli in uscita devia in angolo, sugli sviluppi del quale il pallone arriva a Ciotti che ci prova dal limite ma non trova il bersaglio grosso. Al 28’ Onorato ci prova su punizione, ma Fiorini alza in corner. Il Sermoneta chiude la pratica al 39’ con Onorato, che in contropiede batte ancora Fiorini, mentre nel recupero Iannella con un tiro-cross cala il poker.


Vittoria sofferta ma importante del Calcio Sezze

18 gennaio 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - REAL CASSINO  4 - 3

SEZZE: Fiorini, Colongi, Di Tullio, Cece (33’ st Rieti), Rogato, Di Trapano, Ciotti, Camillo (27’ st Berisha), Coia, Pellerani, Costanzi (14’ st Papa A.). A disp.: Morichini, Martelletta, Antonucci, Çuli. All.: Gaeta

CASSINO: Iadicicco, Oliva, Capocci (29’ pt Del Giudice – 14’ st Carbone), Gennari, Casillo, Di Pastena, Teodorof, Luca (33’ st Iorio), Tedeschi, Grillo, Risi. A disp.: Viola, Papa M., Capezzone. All.: Zollo

ARBITRO: Campilani di Tivoli

Assistenti: Corrado e Viglianti di Formia

MARCATORI: 5’ pt Tedeschi, 14’ pt Pellerani, 36’ pt Ciotti, 22’ st Coia (rigore), 28’ st Berisha, 32’ st Grillo, 40’ st Iorio.

NOTE: Espulso: 7’ st Di Trapano per doppia ammonizione. Ammoniti: Di Trapano, Risi, Cece, Berisha, Casillo. Recupero: pt: 2’; st: 4’.

SEZZE – Soffrono ma portano a casa tre punti pesanti i rossoblu di Antonio Gaeta, che al Tasciotti battono il Cassino al termine di una gara ricca di colpi di scena. In avvio il mister, stante le diverse assenze in quasi tutti i reparti, opta per la solita difesa a 4 formata da Colongi, Rogato, Di Trapano e Di Tullio, con la coppia Cece-Ciotti a fare da raccordo tra il reparto arretrato e l’attacco, con Camillo e Pellerani a lavorare sulle fasce in sostegno a Costanzi e Coia. Gli ospiti partono meglio e al 4’ si fanno pericolosi con la punizione di Risi che viene deviata dalla barriera e termina in corner, sulla battuta del quale Tedeschi è rapido ad inserirsi e a battere Fiorini regalando il vantaggio agli ospiti. Sezze accusa il colpo e al 9’ rischia di capitolare ancora, ma stavolta Tedeschi calcia male e Fiorini controlla. I rossoblu trovano il pari al 14’ con una straordinaria giocata di Pellerani, che punta Capocci, lo salta e dal limite lascia partire un sinistro velenoso che batte Iadicicco. Al 35’ ci prova Ciotti con una volée dal limite, ma non trova la porta. E’ solo la prova generale per la prodezza balistica da 25 metri che si insacca alle spalle di Iadicicco un minuto più tardi. La risposta del Cassino arriva al 38’ con il nuovo entrato Del Giudice, che sugli sviluppi di una mischia prova la girata ma alza troppo la mira. Dall’altra parte Costanzi fa tutto bene, ma tra lui e la rete si mette in mezzo il palo. Sezze parte bene nella ripresa e al 2’ Camillo raccoglie una corta respinta della difesa e ci prova di destro, trovando pronto Iadicicco alla parata a terra. Al 7’ Sezze resta in dieci per il secondo giallo, per un presunto fallo di mano, a Di Trapano. Gaeta toglie Costanzi e getta nella mischia Papa, che si va a piazzare al centro della difesa insieme a Rogato. Al 22’ Coia entra in area e viene steso da Gennari, costringendo il direttore di gara ad assegnare il penalty che lo stesso Coia (11 reti in campionato) realizza spiazzando Iadicicco e mettendo due reti di differenza tra i rossoblu e gli ospiti. Al 27’ debutto in campionato per Berisha, promessa classe 1999 e un minuto dopo arriva il poker: Pellerani si libera con una magia e lancia Coia, che arriva a tu per tu con Iadicicco e invece di calciare regala la soddisfazione a Berisha di mettere in rete il pallone del 4-1. Il Cassino si getta all’attacco alla disperata ricerca della rete, che arriva al 32’: funziona lo schema su calcio di punizione con Tedeschi che serve Grillo, per il quale è un gioco da ragazzi battere Fiorini e accorciare le distanze. Il Cassino si fa sotto al 40’ con la rete di Iorio, nata da una giocata di Grillo sull’out destro, ma nel finale Sezze controlla senza correre ulteriori rischi e porta a casa il bottino pieno, che la lancia alla grande sfida di domenica a Norma contro il Sermoneta.


Termina con una sconfitta il girone di andata del Sezze

18 gennaio 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - ALATRI  0 - 1

SEZZE: Fiorini S., Cece, Di Tullio, Papa (39’ st Martelletta), Rogato, Di Trapano, Ciotti, Rieti, Coia, Costanzi (19’ st Pellerani), Camillo. A disp.: Morichini, Reginaldi, Antonucci, Çuli, Campoli. All.: Gaeta

ALATRI: Giustini, Latini, Arrabito, Colasanti, Lombardi, Cestra, Pazienza T. (38’ st Dell’Uomo), Fiorini L., Settanni, Pompili, Paglia (26’ st Ojekunze). A disp.: Liberti, Xhanay, De Persis, Pazienza F., Pignoli. All.: Campolo

ARBITRO: Pascariello di Lecce

Assistenti: Grasso di Roma 1 e Tambolleo di Formia

MARCATORE: 33’ st Ojekunze

NOTE: Ammoniti: Colasanti, Di Trapano, Pompili, Ciotti. Recupero: pt: 0’; st: 3’.

SEZZE – Termina con una sconfitta di misura il girone d’andata della compagine allenata da Antonio Gaeta, che al “Tasciotti” domina per lunghi tratti del match ma viene beffata dall’unica disattenzione difensiva di giornata, che permette ai ciociari di Campolo di trovare una pesante vittoria esterna e togliere il secondo posto in graduatoria proprio ai rossoblu. In avvio Gaeta deve fare i conti con l’infermeria che, oltre ai lungodegenti Rosella, Petrussa, Miccinilli e Stefanini (sulla via del rientro), viene ulteriormente riempita da Campoli, Antonucci e Pellerani, che inizialmente si accomodano in panchina. In mezzo al campo spazio a Rieti, che con Ciotti e Papa forma il terzetto alle spalle del trio offensivo formato da Camillo, Costanzi e Coia. In avvio Sezze parte contratta e il primo brivido lo procura l’Alatri al 6’, con Settanni ci prova dal limite ma non trova la porta. La risposta del Sezze arriva al 15’, con la grande occasione per Camillo lanciato in profondità da Rogato, ma è provvidenziale la chiusura di Arrabito. Al 18’ Camillo sembra partire in gioco, arriva in porta e segna, ma il direttore di gara annulla per offside tra le proteste del pubblico sulla tribuna del Tasciotti. Prima dell’intervallo, al 39’, Costanzi si libera bene sull’out sinistro e prova una conclusione da posizione defilata che però non spaventa Giustini. 

La ripresa inizia sulla falsariga del primo parziale, con il Sezze che spinge molto e rischia poco dietro. Al 20’ Gaeta gioca la carta Pellerani, che rileva Costanzi. Al 24’ proprio Pellerani, su invito di Camillo, ci prova in spaccata ma viene chiuso da Lombardi.  Al 31’ Rogato si libera bene dalla marcatura di Latini ma il suo colpo di testa termina alto. Nel momento di massima spinta del Sezze gli ospiti passano in vantaggio: il direttore di gara si inventa una punizione a favore dell’Alatri e sul traversone di Pompili Ojekunze brucia la difesa e di testa spedisce la palla in fondo al sacco. Sezze prova a reagire, ma gli ospiti creano una sorta di barriera intorno alla loro area di rigore e in pieno recupero un’altra colossale occasione non viene sfruttata da Settanni. Si chiude con la vittoria dei ciociari, che costringe il Sezze al quarto stop in campionato, il secondo al Tasciotti.


Solo un pareggio per il Calcio Sezze

11 gennaio 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

SUIO - CALCIO SEZZE  0 - 0

SUIO: Grasso, D’Alessandro, Enrico, Vitale, Russo, Merola, Ruberto, Tartaglia, Quintigliano (43’ st Lunardo), Cicala, Sportiello (27’ st Di Vito). A disp.: Romanelli, Ciorna, Marotta, Padoano, Fusco. All.: Di Russo

SEZZE: Fiorini, Campoli (33’ st Camillo), Di Tullio, Papa, Rogato, Di Trapano, Ciotti, Cece, Coia, Costanzi (22’ st Pellerani), Antonucci (22’ Rieti). A disp.: Morichini, Martelletta, Montini, Raponi. All.: Gaeta

ARBITRO: Tartarone di Frosinone

Assistenti: Mattia e Ventre di Cassino

NOTE: Ammonito: Rogato. Recupero: pt: 1’; st: 4’.

CORENO AUSONIO – Solo un pareggio per il Calcio Sezze nella prima gara del 2016. Contro il Suio gli uomini di Gaeta non riescono a trovare la via del gol e sono costretti a cedere la prima posizione del girone al Formia, a 90’ dal giro di boa del girone D. Il mister in avvio opta per un 3-4-3 potendo contare dal primo minuto sul rientrante Massimo Ciotti, che insieme a Cece, Papa e Di Tullio va a formare il centrocampo rossoblu. Davanti fiducia a Costanzi e Antonucci in sostegno a bomber Coia. Meglio il Suio in avvio, grande pressing e tanta corsa. All’8’ Sportiello arriva a tu per tu con Fiorini che riesce a respingere la conclusione dell’attaccante ausono. Al 19’ un retropassaggio corto di Campoli mette in apprensione Fiorini, che deve uscire con i piedi per evitare guai peggiori. Al 23’ Ruberto ci prova da posizione defilata dopo essersi liberato di Di Tullio, ma Fiorini fa ancora una volta buona guardia. 

Sezze si fa vedere prima dell’intervallo con una velenosa punizione di Ciotti che Grasso è costretto ad alzare oltre la traversa. I rossoblu partono meglio nella ripresa e al 6’ Coia ha una clamorosa occasione su invito di Antonucci, ma sul colpo di testa dell’attaccante del Sezze Grasso si ritrova il pallone tra le braccia. Al 15’ Coia serve Costanzi che dal limite lascia partire un tiro che sfiora il palo. La risposta dei padroni di casa arriva con due conclusioni errate di Cicala nel giro di un paio di minuti. Gaeta prova con un doppio cambio inserendo Rieti e Pellerani al posto di Antonucci e Costanzi. Al 39’ annullato un gol a Coia per sospetta posizione di fuorigioco e in pieno recupero Papa prova a girare di destro ma non trova la porta. L’ultimo brivido è in area rossoblu, con Cicala che da buona posizione non riesce ad inquadrare lo specchio della porta.


Serata di gala per il Calcio Sezze 

9 gennaio 2016- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

Grande successo per la serata di gala del Calcio Sezze. Presentati dirigenti e calciatori. Ufficializzata l’affiliazione con il Frosinone.
L’auditorium comunale “Mario Costa” pieno in ogni ordine di posti ha fatto da teatro alla serata di gala organizzata dal Calcio Sezze per ringraziare dirigenti, staff tecnico, calciatori, sponsor e sostenitori per quanto stanno facendo in questa stagione 2015/2016. Sul palco della struttura in via Piagge Marine, nella serata condotta da Fabio Benvenuti, sono saliti dirigenti, responsabili, staff tecnico e tutti i calciatori rossoblu, dalla prima squadra, prima nel girone D del campionato Promozione, fino ai piccoli degli Esordienti e dei Pulcini, passando per il settore giovanile agonistico rappresentato dalla Juniores, dagli Allievi e dalle due squadre di Giovanissimi. 

Due ore nelle quali si è cercato, riuscendoci, di far capire cosa c’è oltre quello che si vede all’interno della società presieduta da Marco Gaeta, che ha introdotto la serata lanciando un video sulla passione che serve per compiere iniziative del genere. 

Sulle poltroncine del Costa centinaia di persone hanno applaudito ricordando i fasti del Sezze negli anni ’80 e hanno sostenuto gli interventi degli ospiti, alcuni dei quali molto emozionati nel parlare davanti ad una platea così folta. Dopo la presentazione delle squadre e dei tecnici che ogni settimana li accompagnano sui campi del Lazio a rappresentare l’intera città di Sezze, uno spazio importante è stato affidato agli sponsor, responsabili di aziende che hanno sposato il progetto e hanno messo a disposizione i mezzi necessari perché possa realizzarsi e possa dare la possibilità a qualche talento setino di affermarsi come è successo in passato su palcoscenici importanti. Nessuna promessa sul palcoscenico del “Mario Costa”, nonostante i risultati finora incoraggianti, ma la promessa di mettercela tutta, sia per la prima squadra, sia per quanto concerne il settore giovanile e la scuola calcio. 

Culmine della serata l’ufficializzazione dell’affiliazione tra il Calcio Sezze e il Frosinone Calcio, ulteriore passo in avanti per crescere. Sul palco, a testimoniare l’avvenuta affiliazione tra le società, il presidente Marco Gaeta e il responsabile della società che milita nel campionato di serie A, Franco Perilli, peraltro ex allenatore del Sezze, che si è detto soddisfatto del progetto, ha fatto i complimenti alla società e ha rinnovato i suoi auguri affinché insieme si possa andare lontano. Alla fine foto ricordo per tutti e una festa che lancia l’intero Calcio Sezze verso 5 mesi nei quali a parlare resterà solo il campo, con la consapevolezza di far parte di un sistema che vuole continuare a migliorarsi e regalare soddisfazioni all’intera città.


Calcio Sezze chiude in bellezza il 2015 

21 dicembre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

AGORA FC - CALCIO SEZZE  0 - 1

AGORA: Pinti, Passeri, Liguori, Silvi, Morelli, Sarrecchia, Martucci (11’ st Comandini), Di Massimo (26’ st D’Agostino), De Rosa, Picciotto, Consalvi (31’ st Di Razza). A disp.: Catalani, Zoccoli, Gallo, Pelle. All.: Facci (squalificato Solazzi)

SEZZE: Fiorini, Miccinilli, Campoli, Papa, Rogato, Martelletta, Di Tullio, Cece, Coia, Pellerani (40’ st Antonucci), Costanzi (48’ st Montini). A disp.: Morichini, Rieti, Damiani, Camillo, Ciotti. All.: Gaeta

ARBITRO: Iustulin di Ciampino

Assistenti: Conti e Orsini di Frosinone

MARCATORE: 30’ st Pellerani

NOTE: Ammoniti:Cece, Costanzi, Di Massimo, Passeri, Silvi.

Recupero: pt: 1’; st: 5’

LATINA – Basta una rete di Pellerani alla mezzora della ripresa al Calcio Sezze per chiudere il 2015 con una vittoria e con il primo posto nella graduatoria del girone D. Un risultato importante, anche in considerazione delle debacle delle inseguitrici. In avvio Gaeta da fiducia ai nuovi arrivi Fiorini e Campoli, dovendo ancora fare a meno degli infortunati Rosella, Petrussa e Stefanini (che sarà operato questa mattina e tornerà alla fine di gennaio) e degli squalificati Di Trapano e Colongi. Le prime emozioni della gara le regala la compagine di casa, che al si fa pericolosa con Morelli che non riesce ad indirizzare verso la porta. Un minuto più tardi è Martucci a costringere Fiorini alla deviazione su un tiro velenoso. Al 22’ grosso rischio per Rogato che perde palla sulla pressione alta di De Rosa, ma Fiorini esce con i piedi e spazza la minaccia. La risposta del Sezze arriva al 28’ con Coia che prova a beffare Pinti con un lob dai venti metri, ma l’estremo difensore dell’Agora indietreggia e controlla senza affanno. Al 33’ Sezze chiede il rosso per Liguori, colpevole di un fallo di mano che ferma Coia lanciato verso la porta, ma il direttore di gara decide diversamente ed assegna un calcio di punizione ai padroni di casa, tra le polemiche dei tanti setini presenti in tribuna. Al 37’ pericolosa azione dell’Agora: mischia in area senza che Martucci e Consalvi riescano a spingere la palla alle spalle di Fiorini. Dall’altra parte Di Tullio pennella un cross per Pellerani che non riesce a superare Pinti. Sezze cresce e al 42’ bello scambio tra Cece e Pellerani, con quest’ultimo che arriva alla conclusione e trova pronto Pinti. Nella ripresa le due squadre, soprattutto i padroni di casa, abbassano il ritmo. La prima emozione arriva al 20’, con Di Tullio anticipato di un soffio da Pinti, mentre al 22’ Martelletta ci prova da appena dentro l’area, ma il tiro risulta debole. Alla mezzora la gara si sblocca: Coia si gira bene dopo aver raccolto il pallone sulla trequarti e serve Costanzi che batte a colpo sicuro ma trova lo straordinario intervento di Pinti, che non può nulla sul tap-in di Pellerani. La rete subita spegne le ambizioni della compagine allenata da Facci (in panchina al posto dello squalificato Solazzi), con il Sezze che controlla senza affanni e in un paio di occasioni spreca potenziali contropiede per chiuderla definitivamente. I 5’ di recupero non mutano il risultato e i rossoblu tornano a casa con una vittoria e due settimane di tempo per preparare al meglio la trasferta a Suio il 10 gennaio del nuovo anno.


Brusco stop per il Calcio Sezze 

14 dicembre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - PONTINIA 1 - 3

SEZZE: Paolangeli, Colongi (8’ st Pellerani), Di Tullio, Papa, Martelletta, Di Trapano, Camillo, Cece, Coia, Costanzi, Antonucci. A disp.: Morichini, Reginaldi, Miccinilli, Damiani, Çuli, Ciotti. All.: Gaeta

PONTINIA: Rocci, Callori, Margagliano, Conforto (22’ st Battistuzzi), Ceccarelli A., Manni, Petitti, Prezioso, Barbera (38’ st Sivori), Zanutto, Aloisi (44’ st Ceccarelli M.). A disp.: Montin, Roscioli, Pirani. All.: Palmieri

ARBITRO: Mansella di Roma 1

Assistenti: De Lorenzo e Palmiero di Latina

MARCATORI: 16’ pt Papa, 18’ pt, 3’ st e 31’ st (rigore) Aloisi.

NOTE: Espulsi: 33’ st Di Trapano (S) per fallo da ultimo uomo, 47’ st Margagliano (P) per aver proferito bestemmia. Ammoniti: Conforto, Camillo, Margagliano, Antonucci. Recupero: pt: 1’; st: 5’

SEZZE – Brusco stop per il Calcio Sezze, che perde la terza partita stagionale, la prima tra le mura amiche del “Tasciotti”, al cospetto di un Pontinia volitivo e al termine di una gara pesantemente condizionata da discutibili decisioni arbitrali. In avvio le squadre pensano più a studiarsi che a mettersi vicendevolmente in difficoltà. La gara si sblocca al 16’ con Papa che recupera un pallone al limite dell’area e lascia partire un sinistro perfetto che termina la sua corsa sotto l’incrocio dei pali battendo Rocci. Prima rete stagione del giocatore arrivato un mese fa. Il Pontinia reagisce e due minuti più tardi trova la rete del pareggio: Zanutto lavora un buon pallone in mezzo al campo e vede partire sul filo del fuorigioco Aloisi, che controlla, entra in area e batte Paolangeli. Al 31’ Sezze ci prova con Martelletta, che con un velenoso sinistro dal limite impensierisce Rocci che è costretto a rifugiarsi in corner. La risposta degli amaranto di Palmieri arriva al 40’ con un potente destro di Petitti che termina di poco a lato. 

La ripresa inizia subito in salita per il Sezze, con Aloisi che al 3’ beffa la difesa rossoblu e anticipa l’uscita di Paolangeli mettendo in rete il pallone dell’1-2. Sulle ali dell’entusiasmo gli amaranto ci riprovano al 6’, ma Martelletta salva in corner sull’incursione di Barbera. Gaeta si accorge del momento di difficoltà e inserisce Pellerani al posto di Colongi. All’11’ Sezze invoca il penalty per un netto fallo di mano di Ceccarelli in piena area, ma il direttore di gara lascia correre, dando inizio ad una serie di errori che alla fine condizioneranno l’intera gara. Il Pontinia risponde al 21’ con lo scatenato Aloisi, che chiama Paolangeli alla deviazione in angolo. Il match si decide al 33’: Paolangeli compie un miracolo sul tiro di Zanutto, poi Di Trapano contrasta Barbera sugli sviluppi dell’azione e il direttore di gara assegna il penalty ed espelle il capitano rossoblu, scatenando l’ira dei giocatori in campo e del pubblico sulle tribune. Dal dischetto Aloisi non sbaglia regalandosi la tripletta personale. L’ultimo brivido arriva nel recupero, con Pellerani ben lanciato da Costanzi che calcia addosso a Rocci in uscita. Poi il rosso a Mercogliano per aver proferito bestemmia e il triplice fischio che condanna Sezze alla terza sconfitta stagionale.


Torna a vincere il Calcio Sezze 

6 dicembre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

HERMADA - CALCIO SEZZE  1 - 4

HERMADA: Cipolla, Carocci, Roccarino, Perfetti, D’Onofrio, Botta, Onorato, Di Girolamo, Palmacci (18’ st Ferrara), Marconi (8’ st Scarabello), Borelli. A disp.: Carbone, Tigli, Marzano, Fabbri, Magnisi. All.: Martinelli

SEZZE: Paolangeli, Miccinilli, Di Tullio, Papa, Rogato, Di Trapano, Rieti (27’ pt Camillo), Cece, Coia (28’ st Colongi), Costanzi, Antonucci (39’ st Martelletta). A disp.: Morichini, Damiani, Ciotti. All.: Gaeta

ARBITRO: Sanseverino di Latina

Assistenti: Minà di Latina e Mattia di Cassino

MARCATORI: 2’ pt Onorato (rigore), 36’ pt (rigore e 12’ st Coia, 25’ st Antonucci, 43’ st Di Tullio.

NOTE: Espulso: 41’ st Botta per doppia ammonizione. Ammoniti: Rogato, Botta, Borelli, Di Girolamo, Perfetti. Recupero: pt: 0’; st: 4’

MONTE SAN BIAGIO – Torna alla vittoria il Calcio Sezze dopo la sconfitta nel recupero contro il Formia e lo fa nel migliore dei modi, al termine di una gara in rimonta, ma vinta con il piglio della grande squadra. In avvio Gaeta deve rinunciare a Pellerani influenzato, oltre ai lungodegenti Petrussa e Stefanini. In campo dal 1’ si vede Costanzi, arrivato all’inizio dell’apertura del mercato di riparazione, che con Coia (anch’egli non al meglio per influenza) forma la coppia d’attacco supportata da Antonucci. La gara inizia in salita per i rossoblu: al 2’ Rogato sbilancia Borelli in area e il direttore di gara assegna il penalty e mostra il giallo al difensore del Sezze. Dal dischetto Onorato non sbaglia e porta in vantaggio i padroni di casa. La reazione del Sezze è immediata e al 6’ Rieti e Antonucci non riescono a trovare lo spiraglio giusto per battere Cipolla. Al 15’ Costanzi, servito da Coia, ci prova in acrobazia, ma non trova la porta. Gaeta effettua il primo cambio dopo 27’ inserendo Camillo al posto di Rieti. 

Al 35’ Botta trattiene platealmente Coia in piena area e il direttore di gara assegna il penalty (con conseguente giallo per il capitano dell’Hermada) che lo stesso Coia realizza battendo Cipolla. Al 39’ viene annullato un gol a Costanzi per posizione di fuorigioco. La ripresa inizia con un’azione di Onorato pericoloso dal limite al 6’, ma sulla sua conclusione Paolangeli tocca in corner. Dall’altra parte grande occasione per Costanzi servito da Antonucci, ma la sua conclusione da ottima posizione risulta schiacciata e termina a lato. Sezze passa in vantaggio al 12’: Costanzi è bravo e caparbio nel pressing alto e ruba palla a Botta, alza la testa e serve Coia, che controlla e di sinistro batte Cipolla ribaltando il risultato. Al 20’ ancora Coia servito da Costanzi prova a beffare Cipolla con una conclusione dal limite, ma l’estremo difensore dell’Hermada fa buona guardia. Al 25’ Sezze mette in cassaforte il match realizzando la rete del tris: Costanzi lancia Camillo nello spazio, il cross per Antonucci è perfetto e per l’attaccante del Sezze è un gioco da ragazzi siglare la rete dell’1-3. A 5’ dalla fine l’Hermada alza bandiera bianca restando in dieci per il secondo giallo a Botta e al 43’ Di Tullio celebra con la rete una prestazione straordinaria e sigla il definitivo 1-4 che tiene i rossoblu in vetta al raggruppamento D.


Arriva la seconda sconfitta stagionale per il Calcio Sezze 

3 dicembre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

FORMIA 1905 - CALCIO SEZZE  1 - 0

FORMIA: Maraolo, Carginale, D’Amora, Volpe, Imbriaco, Villacaro, Carfora, Foti (20’ st Gagliardi), Accrachi, Marciano (15’ st Di Stefano), Sellitti (26’ st Esposito). A disp.: Fiorenza, Pizza, Di Florio, Nalli. All.: Rosolino

SEZZE: Paolangeli, Miccinilli (5’ st Costanzi), Di Tullio (33’ st Colongi), Papa, Rogato, Di Trapano, Martelletta (26’ st Antonucci), Cece, Coia, Pellerani, Rieti. A disp.: Bucciarelli, Reginaldi, Berisha, Perna. All.: Gaeta

ARBITRO: Spinetti di Albano Laziale

Assistenti: De Vellis e Martelluzzi di Frosinone

MARCATORE: 32’ pt Foti

NOTE: Ammoniti: D’Amora, Rogato, Marciano, Villacaro, Foti, Martelletta, Volpe, Colongi.

Recupero: pt: 1’; st: 5’.

FORMIA – Trova la seconda sconfitta stagionale il Calcio Sezze, che cade di misura a Maranola nel recupero della gara che si sarebbe dovuta disputare lo scorso 1 novembre, ma che fu rinviata su richiesta della società formiana per i fatti in allenamento della settimana precedente. Gaeta, stante l’indisponibilità di alcuni elementi, opta per un 5-3-2, con il terzetto al centro della difesa formato da Di Trapano, Rogato e Miccinilli, con Martelletta e Di Tullio esterni bassi. In mezzo al campo operano Rieti, Cece e Papa, mentre Pellerani forma la coppia d’attacco con Coia. Si accomodano inizialmente in panchina i due nuovi acquisti, il portiere Antonio Bucciarelli e Federico Costanzi, appena arrivato dal Sermoneta. L’avvio è a rilento e le squadre in campo pensano più a studiarsi reciprocamente. Al 14’ Carfora cerca di sfondare sull’out destro e mette in mezzo un pallone che attraversa l’area senza che nessuno riesca ad arrivarci. Al 17’ la risposta del Sezze è affidata ad un pericoloso sinistro dal limite di Rieti che Maraolo controlla in due tempi. Il Formia spinge con più insistenza e al 22’ crea un’occasione per Accrachi, che riceve il servizio di D’Amora e di testa alza troppo la conclusione. Al 31’ Pellerani lavora un ottimo pallone sulla corsia destra, arriva sul fondo e mette in mezzo un pallone su cui si avventa Coia, la cui conclusione però termina alta. La gara si sblocca un minuto più tardi, quando Foti raccoglie una respinta corte della difesa e di prima intenzione lascia partire un missile di sinistro che si infila alle spalle di Paolangeli. Prima dell’intervallo, al 42’, Sezze reclama il penalty per un braccio di Imbriaco in piena area, ma il direttore di gara considera l’intervento involontario e lascia correre tra le proteste dei calciatori ospiti. Ad inizio ripresa Gaeta gioca la carta Costanzi, attaccante appena arrivato dal Sermoneta. Sezze torna al 4-3-3, con Cece che scala in difesa e gioca meglio, pur non riuscendo a farsi pericolosa dalle parti di Maraolo. Al 17’ il cross di D’Amora si trasforma in un tiro che Paolangeli precauzionalmente devia in corner. Il gioco viene spezzettato ripetutamente e altre occasioni non si registrano. Alla fine sono i biancocelesti ad alzare le braccia al cielo, ma Sezze ha dimostrato di poter competere ad armi pari con compagini che stanno lottando per le posizioni di vertice e domenica prossima, nella gara contro l’Hermada che si disputerà a Monte San Biagio, cercherà di tornare a conquistare i tre punti.


Basta una rete al Sezze per continuare a vincere 

29 novembre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - LATINA SCALO CIMIL  1 - 0

SEZZE: Paolangeli, Miccinilli, Martelletta, Papa, Rogato, Di Trapano, Rieti, Cece, Coia, Pellerani, Antonucci (25’ st Colongi). A disp.: Morichini, Di Tullio, Loffarelli, Perna, Camillo, Ciotti. All.: Gaeta

LATINA SCALO: Salvador, Scuoch, Incocciati (16’ st Monkossou), Fiaschi, Di Stasi, Zanella (12’ st Bellamio), Pietrosanti, Aprea (16’ st Sperduti), Sannino, Caputi, Viscusi. A disp.: Solimeno, Isabella, Fiorentino. All.: Iannarilli

ARBITRO: Mariani di Tivoli

Assistenti: Vanacore e Orsini di Frosinone

MARCATORE: 3’ st Coia.

NOTE: Ammoniti: Rogato, Rieti. Recupero: pt: 0’, st: 3’

SEZZE – Missione compiuta nonostante l’emergenza. Basta una rete del solito Alessandro Coia, arrivato all’ottavo sigillo stagionale, al Sezze per avere la meglio del Latina Scalo e continuare nella striscia vincente che non si ferma dalla terza giornata. I rossoblu sfruttano al meglio il doppio turno casalingo e si portano a quota 25 punti, in attesa di due trasferte delicate, il recupero di mercoledì in casa del Formia 1905 e la gara di domenica prossima in casa dell’Hermada. In avvio Gaeta deve fare a meno di Stefanini, oltre che dei lungodegenti Rosella e Petrussa. Di Tullio e Ciotti, non al meglio, si accomodano inizialmente in panchina, mentre si rivede dal primo minuto Pellerani che, insieme ad Antonucci e Coia forma il tridente offensivo. Le prime azioni sono di marca rossoblu: al 9’ bella discesa di Pellerani che mette in mezzo, ma Incocciati in spaccata anticipa Coia e mette in angolo. 

Al 19’ invece Pellerani parte da destra e mette in mezzo per Coia, che in acrobazia non riesce ad indirizzare il pallone verso la porta difesa da Salvador. Il Latina Scalo si limita a controllare le avanzate del Sezze, ma al 39’ si fa pericoloso con una punizione di Zanella che non trova il bersaglio grosso. La risposta del Sezze arriva un minuto dopo, con Di Trapano che si fa quaranta metri palla al piede e arriva alla conclusione che trova pronto Salvador alla parata a terra. L’ultimo brivido di un primo parziale avaro di emozioni lo procura Antonucci, che ci prova di testa su invito di Pellerani non trovando la porta. Nella ripresa al primo affondo Sezze passa in vantaggio: Papa lascia partire un traversone sul quale Coia si avventa anticipando di testa Salvador e realizzando l’ottava rete stagionale portando i suoi in vantaggio. La risposta degli ospiti allenati da Iannarilli arriva al 9’ con Pietrosanti, ma la difesa chiude senza affanni. Al 30’ Cece e Pellerani costruiscono l’occasione più ghiotta per il raddoppio, con il fantasista del Sezze che arriva alla conclusione con il sinistro trovando prontissimo Salvador. Nel finale il Latina prova il tutto per tutto, mentre Sezze si limita a far girare il pallone e a portare a casa tre punti di vitale importanza, in attesa dei prossimi due impegni, quello di mercoledì a Formia e quello di domenica a Hermada.


Settima affermazione stagionale per i rossoblu 

23 novembre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli
CALCIO SEZZE – AURORA VODICE SABAUDIA  1 - 0

SEZZE: Stefanini (17’ st Paolangeli), Miccinilli, Di Tullio, Martelletta, Rogato, Di Trapano, Papa, Cece, Coia, Camillo (39’ st Rieti), Antonucci (26’ st Pellerani). A disp.: Ciotti, Colongi, Perna, Rossi. All.: Gaeta

SABAUDIA: Della Corte, Carchitto, De Villa, Altobelli, Racciatti A., Saud (34’ st Rosso), Rosania, Racciatti P., Cerqua (23’ st Germani), Maglitto (17’ st Raso), Guarda. A disp.: Della Folgore, Frascatore, Gaudino, Testa. All.: Tosti

ARBITRO: Forconi di Roma 2

Assistenti: Fratello e Madeddu di Latina

MARCATORE: 29’ pt Coia

NOTE: Ammoniti: De Villa, Di Tullio, Racciati A., Martelletta e Altobelli.

Recupero: pt: 1’, st: 5’.

Vince soffrendo, ma porta a casa la settima affermazione stagionale, il Calcio Sezze, che al “Tasciotti” regola di misura l’Aurora Vodice Sabaudia. Gaeta recupera qualche elemento rispetto a domenica scorsa, tra i pali si rivede Stefanini, in difesa torna capitan Di Trapano e in mezzo al campo Martelletta. Si accomodano in panchina, precauzionalmente, Ermes Pellerani e Massimo Ciotti, entrambi alle prese con noie muscolari che invitano a non rischiarli. Gaeta, invece, getta nella mischia il neo arrivato Adriano Papa. L’inizio di gara è a ritmi lenti, complice il non perfetto stato del manto erboso del Tasciotti e il freddo pungente. La prima vera occasione della gara arriva per il Sezze al 26’ con Martelletta, che colpisce in tuffo di testa sugli sviluppi di una punizione scodellata da Papa, ma la palla termina a lato. 

È il preludio del gol che arriva al 29’ grazie al solito bomber Coia (settima perla di una stagione finora da incorniciare per l’attaccante di Roccagorga), che su una punizione dalla trequarti di Rogato prende posizione in area e dopo un controllo difficile trafigge Della Corte in uscita. Il primo tempo si chiude senza ulteriori sussulti e con i rossoblu in vantaggio. La compagine di casa inizia a mille anche la ripresa e sull’asse Antonucci-Coia arriva il destro dell’attaccante del Sezze che Della Corte blocca a terra. Al 51’ occasionissima  per i rossoblu grazie ad una conclusione di Camillo che per poco non trova il colpo della domenica, ma il suo sinistro diretto sotto l’incrocio trova il colpo di reni prodigioso di Della Corte. Al 60’ momenti di paura per Angelo Stefanini, toccato duro sul ginocchio da Maglitto. Per il numero uno del Sezze occorre il cambio e al suo posto Gaeta inserisce Paolangeli. Il Sabaudia prova a farsi più intraprendente e Tosti cambia il duo offensivo per inserire forze fresche. L’occasione per il raddoppio, però, capita ancora a Coia al 77’, ma sull’assist del neo entrato Pellerani il suo destro termina alto. L’ultimo sussulto degli ospiti arriva all’84’, ma Paolangeli fa buona guardia sulla punizione di Altobelli mettendo in corner. I 5’ di recupero non cambiano il risultato e Sezze trova i tre punti, in attesa del ritorno dei sedicesimi di Coppa Italia mercoledì ad Ostia e del prossimo impegno, ancora tra le mura amiche del “Tasciotti” domenica contro il Latina Scalo. 

Le dichiarazioni post Sabaudia del Dg Tonino Centra e del capitano Giovanni Di Trapano (nella foto)

C’è ovvia e giustificabile soddisfazione in casa del Calcio Sezze dopo la bella e sofferta vittoria contro il Sabaudia, che porta i rossoblu a quota 22 in classifica, in coabitazione con l’Arpino in vetta al raggruppamento D, ma con ancora una gara da recuperare, a Formia. A parlare dopo la gara sono stati il Direttore Generale Tonino Centra e il capitano Giovanni Di Trapano: “E’ stata – spiega il dg setino – una vittoria difficile, come sono difficili tutte le partite che si affrontano in questo campionato. Una difficoltà maggiore è stata data dal campo che attualmente non è nelle migliori condizioni. Ma è stata una vittoria meritata che testimonia il buon momento della squadra”. Adesso ci si concentra per l’impegno di Coppa mercoledì in casa del Pescatori Ostia: “Sono sicuro che non faremo brutta figura e andremo lì per passare il turno. Abbiamo visto – continua Tonino Centra – i nostri avversari e sappiamo che come squadra sono decisamente alla nostra portata. Poi ci concentreremo sulla gara di domenica contro il Latina Scalo Cimil, un’altra formazione che lotta per salvarsi e che sicuramente ci darà filo da torcere. Da qui a domenica speriamo anche di recuperare la condizione di alcuni giocatori alle prese con acciacchi, che ci permetterebbero di proseguire in questa nostra corsa”. Soddisfatto a fine gara anche Giovanni Di Trapano, il capitano rossoblu. Il difensore analizza il successo e lancia ulteriori sfide per il prossimo futuro: “Abbiamo giocato bene, non abbiamo avuto cali di concentrazione nonostante il campo pesante e non abbiamo subito gol. Direi che il momento è buono e ce lo godiamo”. Unico neo di giornata l’infortunio di Stefanini, costretto ad interrompere la sua gara al 60’ per un problema al ginocchio dopo un duro contrasto: “E’ il portiere che ha subito meno gol in tutto il campionato e per noi è un valore assoluto. Sono sicuro – spiega il capitano del Calcio Sezze – che domenica tornerà in campo, perché ha un gran carattere e non vorrà mancare. E’ duro a morire”. Un pensiero, infine, per due persone che in modo diverso sono vicine al Calcio Sezze e alle quali la società e la squadra vogliono restituire qualcosa: “Voglio ringraziare Gianni Baratta che dopo un periodo difficile è tornato allo stadio a sostenerci. E voglio esprimere un pensiero a nome della squadra – conclude Di Trapano – per Marco Rosella, che sarà costretto a stare lontano dai campi per un po’. Speriamo di rivederlo presto e che presto possa tornare nel gruppo insieme a noi”.    


Vittoria sofferta del Calcio Sezze 

16 novembre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

TECCHIENA TECHNA - CALCIO SEZZE  0 - 1

TECCHIENA: Petriglia, Maggi, Sacchi (37’ st Manni), Rinaldi (33’ st Fanella), Frezza, Pessia, Carosi, Santopadre A., Reali, D’Arpino, Porcari (11’ st Imperia). A disp.: Fiormonte, Russo, Esposito, Santopadre P. All.: Schietroma

SEZZE: Paolangeli, Colongi, Di Tullio, Rieti, Rogato, Miccinilli, Ciotti, Cece, Coia (44’ st Rossi), Camillo (40’ st Perna), Antonucci. A disp.: Morichini, Reginaldi, Montini. All.: Gaeta

ARBITRO: Giacobini di Roma 2

Assistenti: Tambolleo di Formia e Fainelli di Aprilia

MARCATORE: 24’ pt Coia

NOTE: Ammoniti: Rogato, Coia, Maggi, Di Tullio, Miccinilli, Fanella. Recupero: pt: 1’, st: 4’.

ALATRI – Vittoria sofferta per il Calcio Sezze, che al “Gino Sevi” riesce a battere di misura il Tecchiena e a raggiungere quota 19 punti nella graduatoria del raggruppamento D, al secondo posto a soli tre punti dall’Arpino, ma con una gara ancora da recuperare. Decisiva la rete di Coia nel primo tempo, poi tanta sofferenza fino al triplice fischio, ma tre punti che hanno un valore importantissimo. In avvio Gaeta deve fare i conti con una lunga lista di indisponibili. Oltre agli infortunati Pellerani e Petrussa, bisogna fare i conti con le squalifiche di Stefanini e Di Trapano, oltre a Martelletta. Tra campo e panchina il tecnico ha a disposizione solo 16 giocatori, ben 12 dei quali in età di Lega. Dopo una fase di studio la gara si sblocca al 24’: Antonucci batte un corner corto per lo smarcato Cece, che alza la testa e pennella un cross sul quale Coia è più rapido di tutti e in mezza girata di destro batte Petriglia, siglando la quinta perla stagionale in campionato e portando in vantaggio i suoi. 

La risposta dei padroni di casa arriva alla mezzora sempre sugli sviluppi di un corner sul quale Reali svetta, ma Paolangeli fa buona guardia. Al 41’ colossale occasione per D’Arpino partito sul filo del fuorigioco e tutto solo davanti a Paolangeli, che è bravo e fortunato a salvarsi in due tempi sulla conclusione del fantasista ciociaro. La ripresa inizia con gli stessi uomini in campo e il Tecchiena prova a spingere già dalle prime batture del secondo parziale. Al 7’ batti e ribatti in area setina, con la difesa che riesce a chiudere Reali e D’Arpino. Al 19’ ancora Tecchiena pericoloso con uno shoot di Carosi che spaventa Paolangeli ma termina di un soffio a lato. La riposta del Sezze è affidata a Coia, che al 29’ prova a sfondare in contropiede, ma calcia da posizione defilata e l’azione sfuma. Nel finale i cambi non mutano il leit motiv della gara, con il Tecchiena ad attaccare a testa bassa e il Sezze a difendersi con ordine e senza mai subire assalti che si possano definire tali. Al triplice fischio le braccia al cielo sono quelle rossoblu, con una squadra che adesso sarà attesa da due gare casalinghe per proseguire la striscia positiva.


Finisce in parità la prima sfida di Coppa Italia 

11 novembre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - PESCATORI OSTIA  1 - 1

SEZZE: Stefanini, Colongi, Di Tullio, Martelletta, Miccinilli, Di Trapano, Antonucci (19’ st Rieti), Cece, Rossi M., Perna (31’ st Ciotti), Camillo (36’ st Rogato). A disp.: Paolangeli, Marcoccio, Loffarelli, Montini. All.: Gaeta

OSTIA: Bianchetti, Folco, Rossi G., Natalizi, Stampone, Lo Presti, Tumino (31’ st Mancini), Bizzarri (25’ st Tortolano), Franci, Pacchelli, Ercolani. A disp.: Nieddu, Racchella, Rocchi. All.: Venturini

ARBITRO: Di Biasio di Formia

Assistenti: Franco e Canale di Cassino

MARCATORI: 37’ pt Rossi M., 8’ st Tumino.

NOTE: Espulso: 22’ st Pacchelli (O) per aver proferito bestemmia. Ammoniti: Bizzarri, Tumino, Lo Presti, Bianchetti, Stefanini. Recupero: pt: 1’; st: 4’.

Finisce in parità l’andata dei trentaduesimi di finale di Coppa Italia tra Sezze e Pescatori Ostia. Gaeta in avvio opera un pesante turnover: dal primo minuto si vedono in campo molti giovani che solitamente non trovano spazio in campionato. Il primo brivido, dopo tanto studio, arriva al 27’ quando Rossi recupera un pallone sulla trequarti, arriva al limite dell’area e lascia partire un sinistro che, toccato da un difensore, sfila in corner, sugli sviluppi del quale Miccinilli trova il tempo giusto ma il suo colpo di testa non spaventa Bianchetti. La gara si sblocca al 37’: Colongi lancia Camillo nella spazio, gli permette di arrivare sul fondo e di mettere in area un pallone perfetto sul quale si avventa Matteo Rossi che di testa batte Bianchetti. 

Prima dell’intervallo Di Trapano rischia di mettersi nei guai per un controllo sbagliato, ma è perfetto nel recupero. La ripresa inizia con gli ospiti più intraprendenti: al 2’ Tumino ci prova con un calcio di punizione dal limite, ma Stefanini fa buona guardia e mette in corner. Dall’altra parte ci prova Colongi con un bel destro che sfiora il palo. Al 5’ colossale occasione per il raddoppio, con Martelletta che si ritrova tutto solo davanti a Bianchetti, ma calcia a lato in spaccata. Come nella migliore tradizione ad un gol mangiato ne corrisponde uno subito e all’8’ gli ospiti trovano il pareggio con Tumino, che raccoglie l’invito di Pacchelli, entra in area e batte Stefanini con un preciso sinistro ad incrociare. Al 13’ insistita azione di un Tumino, evidentemente galvanizzato per la rete, che semina il panico tra le maglie della difesa rossoblu e arriva alla conclusione cui Stefanini si oppone in uscita. La gara si infiamma e a farne le spese è Pacchelli, che si lascia scappare una bestemmia ed è costretto ad abbandonare il campo anzitempo. Gaeta, da parte sua, prova anche ad inserire Ciotti e Rogato per far saltare il bunker difensivo dei romani di Venturini, ma chiare occasioni non si verificano e la qualificazione ai sedicesimi di finale passerà per la gara che si svolgerà al “Lodovichetti” tra due settimane.


Quinta vittoria stagionale per il Calcio Sezze 

9 novembre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - INSIEME AUSONIA  2 - 0

SEZZE: Stefanini, Colongi, Di Tullio, Martelletta, Miccinilli, Di Trapano, Ciotti, Cece, Coia, Rieti (43’ st Camillo), Antonucci (47’ st Paolangeli). A disp.: Reginaldi, Loffarelli, Perna, Rossi, Pellerani. All.: Gaeta

AUSONIA: Farina, Natoni, Thomas, Traore (33’ pt Altieri), Colacicco, La Manna, Agbonie, Russo (7’ st Cicara), Gioia R., Badu, Caiazzo (16’ st Panella). A disp.: Zolla, Di Lanna, Valente, Cappelli. All.: Gioia C.

ARBITRO: Glapiak di Civitavecchia

Assistenti: Cazzorla e Girolami di Aprilia

MARCATORI: 17’ pt Antonucci, 27’ pt Coia.  

NOTE: Espulsi: 26’ pt Colacicco (A) per fallo da ultimo uomo, 21’ st Di Trapano (S) per doppia ammonizione, 46’ st Stefanini (S) per proteste. Al 4’ st allontanato mister Gioia per proteste.  

Ammoniti: Badu, Natoni, Di Trapano, Rieti, Colongi, Stefanini.   

Recupero: pt: 1’; st: 5’.

Nonostante l’emergenza arriva la quinta vittoria stagionale per il Calcio Sezze, che al “Tasciotti” ha la meglio sull’Insieme Ausonia e raggiunge quota 16 punti in classifica. In avvio Gaeta si ritrova con gli uomini contati, stante la squalifica di Rogato, l’indisponibilità di Rosella e l’infortunio di Luca Petrussa. Non al meglio nemmeno Pellerani, che si accomoda in panchina. In campo si rivede Colongi, che con Miccinilli, Martelletta, Di Trapano e Di Tullio forma la linea difensiva rossoblu, in mezzo al campo operano Cece, Rieti e Ciotti, mentre a supporto della punta Coia agisce Antonucci. Dopo qualche minuto di studio Sezze prova a spingere e al 10’ Ciotti su punizione da trenta metri impegna severamente Farina. Al 17’ arriva il vantaggio: Ciotti lavora un buon pallone sulla fascia e lo serve nello spazio a Colongi, che mette in mezzo trovando Coia che prova la conclusione sulla quale Farina si oppone, ma nulla può sul tap-in di Antonucci. La rete galvanizza i rossoblu che si spingono in avanti e al 26’ restano addirittura con un uomo in più per il rosso a Colacicco, che ferma con un fallo di mano Di Tullio lanciato verso la porta. Sulla punizione che ne consegue Coia mira al palo del portiere trovando la traiettoria beffarda che batte Farina e porta al raddoppio del Sezze. Al 31’ Antonucci ci prova da posizione defilata su calcio di punizione ma non trova il bersaglio grosso. La ripresa inizia con un Sezze volitivo e dopo appena un minuto ci prova ancora Coia su punizione da distanza siderale, ma la palla non si abbassa a sufficienza. Al 21’ Di Trapano scivola e ostacola Badu, costringendo il direttore di gara a tirare fuori dal taschino il secondo giallo e il conseguente rosso, che ristabilisce la parità numerica in campo. L’Ausonia in parità numerica si fa più intraprendente e al 24’ viene annullato un gol ad Agbonie per fuorigioco. Al 32’ grande occasione per Coia che potrebbe chiudere i conti lanciato verso rete da una disattenzione difensiva, ma è provvidenziale il recupero di La Manna. Nel finale gli animi si scaldano e a tempo scaduto il direttore di gara prima ammonisce Stefanini che tarda la ripresa del gioco, poi sente qualche parola di troppo ed estrae il cartellino rosso all’indirizzo dell’estremo difensore rossoblu, che complica la situazione in vista della gara di domenica prossima in casa del Tecchiena, quando sarà assente anche Di Trapano.


Basta una rete al Calcio Sezze 

26 ottobre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - ARPINO 1 - 0
SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Di Tullio, Petrussa, Rogato, Di Trapano, Ciotti, Cece (43’ st Colongi), Coia (45’ st Martelletta), Pellerani (22’ st Rosella), Rieti. A disp.: Paolangeli, Rossi, Tersigni, Antonucci. All.: Gaeta
ARPINO: Sementilli, Alonzi (15’ st Cancelli), Di Folco, Paesano, Raponi (4’ st Mastroianni), Pagnanelli, Bruni, Musi, Careni, Valev, Reali (7’ st Scala). A disp.: Reia, Sera, Quaglieri, Conti. All.: Nanni
ARBITRO: Bocchini di Roma 1 
Assistenti: Giordano di Formia e Saccone di Albano Laziale
MARCATORE: 24’ pt Petrussa
NOTE: Espulso: 10’ st Rogato per doppia ammonizione. Ammoniti: Bruni, Rogato, Rieti. Recupero: pt: 1’; st: 5’.
Basta una rete di Luca Petrussa al 24’ del primo tempo al Calcio Sezze per avere la meglio sull’Arpino nella gara di giornata dei piani alti del girone D. I rossoblu capitalizzano la rete del centrocampista e resistono 35’ in inferiorità numerica portando a casa la terza vittoria consecutiva, rispettando il fattore campo al Tasciotti e non prendendo reti (miglior difesa del campionato). In avvio Gaeta opta per un inedito 4-4-2, con Rieti preferito a Rossi per rimpinguare il centrocampo. I primo quindici minuti passano senza sussulti, con la posta in palio troppo alta per distrarsi. Il primo brivido lo procura Di Folco al 20’, ma la sua conclusione termina a lato della porta difesa da Stefanini. Il match si sblocca al 24’: Pellerani rimedia una punizione a trenta metri dalla porta e sul punto di battuta va Ciotti, che scaglia un missile potentissimo che Sementilli non trattiene, trovando pronto Petrussa al tap-in a porta vuota. Sulle ali dell’entusiasmo Sezze prova a chiudere i conti e al 30’ Miccinilli se ne va in slalom, salta due avversari e batte pericolosamente verso la porta, ma la conclusione è alta. La risposta degli ospiti arriva al 34’ con Musi su una punizione da trequarti, ma è bravo Stefanini a deviare in angolo. Nella ripresa il primo brivido passa sull’asse Coia-Pellerani, con il fantasista rossoblu che ci prova di sinistro ma trova pronto Sementilli. Sezze continua a spingere e al 7’ sfiora di un soffio il raddoppio al termine di una prolungata azione che porta Coia a servire Rieti che, tutto solo, scarica un sinistro sul quale Sementilli è prodigioso. Il momento di maggior spinta del Sezze si interrompe improvvisamente al 10’, quando i padroni di casa restano in dieci per il secondo giallo a Rogato. Gaeta decide di modificare l’assetto senza cambiare giocatori e la scelta è azzeccata, con Cece retrocesso come esterno basso a destra e Miccinilli spostato centrale di fianco a Di Trapano. L’Arpino cerca di sfruttare la superiorità numerica, ma non riesce quasi mai ad impensierire la retroguardia rossoblu, che tiene stretti i ranghi e porta a casa una vittoria che gli permette di agganciare a quota 13 proprio i ciociari allenati da Claudio Nanni. In attesa di un altro big match, quello di domenica prossima in casa del Formia.


Tutto facile per il Calcio Sezze 

18 ottobre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

ATLETICO BOVILLE ERNICA - CALCIO SEZZE 0 - 2

BOVILLE: Nardozzi, Genovesi, Igliozzi, Fiacco, Fiorini, Caratelli, Nalli, Di Vito, Partigianoni (37’ st Recchia), Colapietro (29’ st Reale), Reali (21’ st Latorraca). A disp.: De Luca, Sarracino, Odri, Testa. All.: Mazzocchi

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Di Tullio, Petrussa, Rogato, Di Trapano, Ciotti, Cece (39’ st Antonucci), Coia, Pellerani, Rossi (15’ st Rieti). A disp.: Paolangeli, Martelletta, Colongi, Perna, Tersigni. All.: Gaeta

ARBITRO: Bonsoccorso di Roma 2

Assistenti: Petrillo e Arveni di Albano Laziale

MARCATORI: 14’ pt e 9’ st Coia.

NOTE:  Ammoniti: Fiacco, Pellerani, Genovesi. Recupero: pt: 0’; st: 2’

Tutto facile per il Calcio Sezze, che al “Montorli” sbriga la pratica Boville con una rete per tempo di Alessandro Coia, bomber che realizza la sua seconda doppietta consecutiva dopo i due sigilli contro il San Michele. Formazione tipo per Gaeta in avvio, con il solito 4-3-3 ampiamente rodato nelle prime uscite, dopo il turnover di mercoledì nel ritorno dei trentaduesimi di Coppa Italia contro il Grottaferrata. Sezze parte forte, ma al 3’ rischia tantissimo per un retropassaggio corto di Rogato che mette Nalli tutto solo davanti a Stefanini, che non abbocca alla finta del centrocampista ciociaro, resta in piedi e chiude in maniera perfetta. La risposta del Sezze arriva al 6’ con Coia che, servito da Pellerani, ci prova con un destro al volo ma trova pronto Nardozzi alla deviazione in calcio d’angolo. Al 12’ si ripete il duello Coia-Nardozzi, con una parata dell’estremo difensore del Boville sul sinistro dell’attaccante del Sezze. Due minuti più tardi arriva la rete del vantaggio del Sezze: Pellerani si libera con un numero di alta scuola di Igliozzi e mette in mezzo un pallone con il contagiri che Coia di testa scaraventa alle spalle di Nardozzi. La risposta del Boville è immediata e passa sui piedi di Partigianoni, che ci prova di sinistro ma non trova la porta. Prima dell’intervallo un solo brivido, con Stefanini che sbaglia un rinvio, ma Nalli non riesce a approfittarne. Ad inizio ripresa Sezze entra in campo con l’intenzione di chiudere la pratica e al 9’ raddoppia: Pellerani lancia Coia, che arriva a tu per tu con Nardozzi e lo supera con un pallonetto vanificando l’intervento alla disperata di Fiorini. Il direttore di gara, seguendo le indicazioni del suo assistente, assegna la rete al Sezze tra le polemiche dei ciociari. Al 17’ prova a cercare la gioia personale Pellerani, ma Nardozzi si distende in tuffo e respinge la sua conclusione. Sezze abbassa i ritmi di gara e il Boville si fa pericoloso al 27’ con un destro di Nalli che finisce alto di poco. I cambi non mutano il trend della partita e alla fine è il Sezze a tornare a casa con tre punti che la proiettano nelle zone alte del girone D.


Sezze soffre ma passa il turno di Coppa Italia 

14 ottobre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - VIVACE GROTTAFERRATA 0 - 1

SEZZE: Paolangeli, Colongi, Di Tullio, Martelletta, Rogato, Miccinilli, Perna (6’ st Cece), Rieti, Rossi, Pellerani (29’ st Petrussa), Antonucci (19’ st Coia). A disp.: Morichini, Tersigni, Di Trapano, Ciotti. All.: Gaeta

GROTTAFERRATA: Codispoti, Pace L., Mecozzi (2’ st Pace F.), De Angelis (12’ st Pippo), Brancaccia, Macrì, Savina, Trani, Battistelli (15’ st Raparelli), Simone, Minucci. A disp.: Duca, Sette, Preziosi. All.: Borsa

ARBITRO: Giacobini di Roma 2

Assistenti: Mattia di Cassino e Peluso di Frosinone

MARCATORI: 23’ pt Macrì

NOTE: Ammoniti: Pellerani, Simone, Macrì, Cece, Savina, Rieti, Rogato. Recupero: pt: 0’; st: 5’.

Soffre più del dovuto ma passa il turno il Calcio Sezze, che al “Tasciotti” cade di misura contro il Grottaferrata ma accede ai sedicesimi di Coppa Italia grazie all’1-2 raccolto i terra romana due settimane fa. Gara complicata, condizionata da un campo molto pesante e da folate di vento che rendono difficile la gestione della palla. Gaeta in avvio opera un ampio turnover, inserendo molti giovani in campo. I primi quindici minuti di gara scorrono senza particolari sussulti, ma al 23’, nel momento in cui i padroni di casa sembrano tranquilli e in gestione, la gara si sblocca a favore dei romani di Borsa: su un lungo lancio dalla trequarti Paolangeli (che sostituisce il titolare Stefanini, squalificato) esce male e permette a Macrì di depositare di testa in rete la palla dello 0-1. Il gol subito fa vacillare Sezze e al 29’ viene annullato il gol del raddoppio a Milucci per fuorigioco dello stesso attaccante romano. Al 37’ insistita azione dalla fascia sinistra di Matteo Rossi, che lascia sul posto il proprio marcatore e tenta il tiro trovando pronto alla parata Codispoti. Nella ripresa al 14’ grande occasione per Pellerani che in area cerca un dribbling di troppo e la difesa chiude. Gaeta prova la carta Coia, dopo aver fatto entrare anche Cece, entrambi a segno domenica scorsa nel 3-0 rifilato al San Michele. Al 30’ Miccinilli si propone e arriva a tu per tu con Codispoti che ne devia la conclusione in corner. Al 37’ bella parata di Paolangeli sulla conclusione insidiosa di Raparelli, mentre le occasioni migliori nel finale sono dei rossoblu: in contropiede al 43’ Rossi calcia debolmente dopo un passaggio di Martelletta, mentre al 3’ di recupero Rogato si auto-lancia ma il direttore di gara ferma tutto per un fuorigioco assolutamente inventato tra le proteste del pubblico presente sugli spalti.


Torna a vincere il Calcio Sezze 

11 ottobre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - SAN MICHELE 3 - 0

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Tersigni, Petrussa, Rogato, Di Trapano, Ciotti, Cece, Coia, Pellerani (39’ st Martelletta), Di Tullio (21’ st Antonucci). A disp.: Paolangeli, Colongi, Rieti, Perna L., Rossi. All.: Gaeta

SAN MICHELE: D’Aversa, Vanzari, Maresca, Piccirilli, Onorato, Ruggiero (1’ st Cifra), Cocuzzi, Di Matteo, Osman (20’ st Perna M.), Bernardo, Raiz  (10’ st Gravina). A disp.: Neroni, Costantini, Collini, Di Mezza. All.: Giovannelli

ARBITRO: Giusti di Ostia Lido

Assistenti: Giudice e Conti di Frosinone

MARCATORI: 27’ pt e 48’ st Coia, 43’ pt Cece.

NOTE: Ammoniti: Tersigni, Ciotti. Recupero: pt: 0’; st: 4’

Torna a vincere il Calcio Sezze, che batte agevolmente il San Michele e trova la seconda affermazione stagionale. In avvio Gaeta si affida al collaudato 4-3-3. Ma stavolta al posto di Rossi come esterno alto si va a piazzare Di Tullio, con Tersigni inserito nei quattro di difesa. Al 3’ subito grande occasione per il San Michele con Di Matteo servito da Cocuzzi, ma sulla conclusione del centrocampista borghigiano Stefanini si supera deviando in corner. La risposta del Sezze arriva al 6’ con un numero in piena area di Pellerani, che dopo aver saltato Piccirilli va alla conclusione che termina di poco alta. All’11’ ancora Sezze molto pericoloso con Coia, che riceve da Rogato, si gira e in spaccata arriva a concludere trovando prontissimo D’Aversa alla deviazione in tuffo. Sul capovolgimento di fronte San Michele ancora pericoloso con Cocuzzi, ma la difesa del Sezze chiude gli spazi. La gara si sblocca al 27’ con la punizione di Coia, rimediata da Pellerani al termine di un’insistita azione sull’out destro, sulla quale D’Aversa non può nulla. Prima rete stagionale per il bomber del Calcio Sezze (21 reti nella scorsa stagione tra campionato e Coppa). Sulle ali dell’entusiasmo Coia sfiora il raddoppio un minuto dopo, ma sul tocco che scavalca D’Aversa interviene Piccirilli che toglie il pallone dalla porta. Al 39’ ancora Coia a provarci dal limite, ma la palla finisce a lato. Prima dell’intervallo Sezze trova il raddoppio: Pellerani serve Coia in piena area, l’attaccante attira su di sé le attenzioni della difesa dei borghigiani e poi serve l’accorrente Cece che di destro scarica un diagonale che batte ancora una volta D’Aversa. Nella ripresa Giovannelli prova a modificare qualcosa nel suo schieramento inserendo Cifra al posto di Ruggiero. Gaeta, invece, lascia invariati i suoi undici in campo. Al 5’ il San Michele chiede a gran voce il rigore per un mani di Miccinilli, che il direttore di gara reputa essere stato commesso fuori area. Al 12’ Coia prende palla dalla trequarti, entra in area e prova di punta a battere D’Aversa, che si supera deviando in corner. Al 21’, dopo un anno ai box per infortunio, torna a calcare il terreno di gioco Gabriele Antonucci, che raccoglie il convinto applauso del pubblico del “Tasciotti”. Sezze avrebbe in più occasioni la possibilità del tris, ma le azioni si spengono negli ultimi 16 metri. Il San Michele risponde con Cifra al 38’, ma il suo sinistro non è preciso e non preoccupa Stefanini. In pieno recupero arriva la doppietta di Coia che, servito da Petrussa, chiude il match e permette ai suoi di concentrarsi sulla gara di mercoledì (ritorno del trentaduesimi di Coppa Italia contro il Grottaferrata, con Sezze che parte dall’1-2 dell’andata) e sulla trasferta di domenica prossima a Boville.


Prima sconfitta stagionale per il Calcio Sezze 

5 ottobre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

PRO CALCIO LENOLA - CALCIO SEZZE 1 - 0

LENOLA: Maffeo, Di Fazio, Gaudiano, Pannozzo, Fumagalli, Bartolomeo, Piccione G., Fortini, Mariniello (22’ pt Pannozza), Mallozzi, Di Trocchio (40’ st Lombardi). A disp.: Susa, Molinaro, Massara, Piccione D., Mastrobattista. All.: Davia

SEZZE: Stefanini, Miccinilli, Di Tullio (15’ st Rosella), Petrussa, Rogato, Di Trapano, Ciotti, Cece, Coia, Pellerani, Rossi (15’ st Rieti). A disp.: Paolangeli, Martelletta, Colongi, Perna, Tersigni. All.: Gaeta

ARBITRO: Laudando di Aprilia

Assistenti: Mari di Latina e Canale di Cassino

MARCATORE: 44’ pt Mallozzi.

NOTE: Espulso: 44’ st Mallozzi (L) per doppia ammonizione. Ammoniti: Mallozzi, Ciotti, Di Trapano, Di Trocchio, Fortini, Coia, Gaudiano, Recupero: pt: 1’; st: 5’

Arriva la prima sconfitta stagionale per il Calcio Sezze, che allo stadio dedicato alla memoria di Falcone, Borsellino e delle scorte dei due giudici assassinati cade di misura contro la compagine di Davia. Formazione tipo per Gaeta in avvio: il rodato 4-3-3 con Ciotti, Cece e Petrussa in cabina di regia, Pellerani, Rossi e Coia davanti. Subito pericoloso il Sezze, con Ciotti che ci prova con una bella punizione dalla trequarti ma non trova il bersaglio grosso. Al 4’ la risposta del Lenola: sugli sviluppi di un corner Piccione devia la sfera verso la porta trovando reattivo Stefanini (26 anni ieri), che controlla in due tempi. All’8’ Pellerani sfrutta un’indecisione della retroguardia del Lenola e si invola verso la porta arrivando alla conclusione che termina alta di poco. Al 13’ ancora ospiti pericolosi con Cece, che dal limite dell’area impegna Maffeo. Al 22’ i padroni di casa perdono Mariniello per un problema muscolare, sostituito da Pannozza e tre minuti dopo arriva l’occasione per Petrussa, che ci prova su corta respinta della difesa sugli sviluppi di un corner, ma la palla scivola a lato. Prima dell’intervallo i padroni di casa passano in vantaggio: Piccione scappa a Di Tullio sulla fascia, arriva sul fondo e mette in mezzo un pallone che Pannozza colpisce di testa trovando Stefanini pronto al miracolo, ma che non può nulla sul tap-in di Mallozzi, che manda i suoi in vantaggio all’intervallo. In avvio di ripresa Lenola subito pericoloso e al 3’ la difesa del Sezze trema sul colpo di testa di Di Trocchio che incoccia sul palo a Stefanini ormai battuto. Gaeta prova ad inserire forze fresche mettendo in campo Rosella e Rieti al posto di Di Tullio e Rossi, ma la squadra non gira come dovrebbe. Al 31’ Coia ci prova su calcio di punizione, ma Maffeo intercetta la sfera in due tempi. L’ultimo brivido arriva a 10’ dalla fine con il destro di Pellerani che, servito da Petrussa, prova la conclusione che finisce a lato della porta del Lenola. Non servono nemmeno i 5’ di recupero e per il Sezze arriva il primo stop della stagione.


Coppa Italia promozione - il Calcio Sezze inizia bene 

30 settembre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

VIVACE GROTTAFERRATA - CALCIO SEZZE 1 - 2

GROTTAFERRATA: Codispoti, Ulisse, Mecozzi (6’ st Ianni), Trani, Brancaccia, Petrosino, Chiappelloni, Gragnani (26’ st Pompili), Battistelli, Savina, Pippo. A disp.: Ferrario, Sette, De Angelis, Musumeci. All.: Borsa

SEZZE: Paolangeli, Colongi, Tersigni (15’ st Camillo), Martelletta, Miccinilli, Di Trapano, Perna (30’ st Marcoccio), Rieti, Di Tullio, Pellerani, Rossi (35’ st Coia). A disp.: Morichini, Petrussa, Ciotti, Antonucci. All.: Gaeta

ARBITRO: Farcomeni di Civitavecchia

Assistenti: Doria di Ciampino e Almanza di Latina

MARCATORI: 11’ pt Rieti (S) (rigore), 31’ pt Brancaccia (G), 46’ st Coia (S)

NOTE: Espulso: 10’ pt Petrosino per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Trani, Di Tullio, Ulisse, Pippo, Miccinilli.

Inizia bene l’avventura del Sezze nella Coppa Italia Promozione 2015/2016. Ai Castelli la formazione rossoblu ha la meglio del Grottaferrata al termine di una gara molto accesa, seppur condizionata dall’inferiorità dei romani dopo solo 10’ di gioco. Gaeta in avvio decide di affidarsi ad un massiccio turnover, rinunciando inizialmente a Petrussa, Ciotti e Coia, che si accomodano in panchina. La gara si sblocca dopo appena 11’ di gioco, quando Rieti trasforma il calcio di rigore assegnato dal direttore di gara per il fallo di Petrosino su Pellerani lanciato verso la porta di Codispoti. Rigore e rosso per il difensore della squadra di Borsa e grande freddezza da parte del centrocampista setino che regala il vantaggio ai suoi. La rete subita e l’inferiorità numerica mandano nel pallone i padroni di casa e Sezze al 19’ rischia addirittura di raddoppiare: sulla punizione di Pellerani la difesa ribatte e la palla arriva al limite dell'area sul destro di capitan Di Trapano che però spedisce alto. A sorpresa, appena dopo la mezzora di gioco, arriva il pareggio dei padroni di casa, che trovano la rete con un’inzuccata di Brancaccia sugli sviluppi di un calcio di punizione. La ripresa inizia con il Sezze alla ricerca della rete del vantaggio. Le occasioni migliori capitano al 58’ e al 62’: nella prima Rieti recupera palla e serve Pellerani che punta la porta, si libera di un avversario e calcia alto di sinistro, nella seconda Pellerani libera Perna, che arriva a tu per tu con Codispoti e prova a beffarlo con un pallonetto che termina alto di un soffio. La risposta del Grottaferrata arriva al 75’ con Savina, che si ritrova tutto solo davanti a Paolangeli ma calcia a lato. Gaeta prova ad inserire nella mischia Coia per gli ultimi dieci minuti di gara e all’88’ l’attaccante di Roccagorga avrebbe la palla giusta per segnare ma calcia debolmente. E’ solo il preludio per il gol che arriva al primo minuto di recupero: sul lancio di Di Tullio il centravanti brucia il diretto marcatore e batte Codispoti in uscita. Un ottimo risultato che avvicina i rossoblu ai sedicesimi, il cui accesso si giocherà tra due settimane al Tasciotti.


Arriva la prima vittoria stagionale per il Calcio Sezze 

27 settembre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio - Foto di Paolo Bucciarelli

CALCIO SEZZE - SERMONETA 1 - 0

SEZZE: Stefanini A., Miccinilli, Di Tullio, Petrussa, Rogato, Di Trapano, Ciotti, Cece, Coia, Pellerani (32’ st Martelletta), Rossi (26’ st Tersigni). A disp.: Paolangeli, Rieti, Perna, Antonucci, Reginaldi. All.: Gaeta

SERMONETA: Minutilli, Gasbarra G., Trapani, Caputi, Manni (43’ st Battisti), Fioravanti, Gasbarra P. (4’ st Marrocco), De Santis, Gesmundo, Martelli, Costanzi. A disp.: Montagner, Panetta, Cargnelutti, Missio, Iannella. All.: Stefanini U.

ARBITRO: Virgilio di Trapani

Assistenti: La Gorga di Aprilia e Parisella di Latina

MARCATORE: 17’ st Pellerani

NOTE: Ammoniti: De Santis, Rogato, Petrussa. Recupero: pt: 0’, st: 3’

Prima vittoria stagionale per il Calcio Sezze, che tra le mura amiche del “Tasciotti” vince di misura il derby contro un ostico Sermoneta. A decidere la sfida una rete di Pellerani dopo un’ora di gara. In avvio Gaeta opta per il 4-3-3 con Rossi e Pellerani a supporto di Coia, Ciotti e Petrussa in mezzo al campo con Cece, mentre la difesa confermata con Miccinilli, Di Trapano, Rogato e Di Tullio da destra a sinistra, con Angelo Stefanini in porta, che gioca un derby nel derby con suo padre Ubaldo sulla panchina degli ospiti. In avvio è il Sermoneta a farsi pericoloso con Gesmundo, che trova Stefanini pronto ad alzare in angolo un pallone insidioso. La prima vera occasione del match arriva al 10’, con Coia lanciato da Pellerani e fermato dalla chiusura di Manni che impedisce all’attaccante del Sezze di concludere a rete. Al 25’ ancora Sermoneta pericoloso con Costanzi, che ci prova da dentro l’area e trova reattivo Stefanini. Dieci minuti più tardi gli ospiti ci provano con la punizione di Fioravanti che Stefanini che devia in angolo. Prima dell’intervallo convulsa azione in area del Sermoneta, che però si conclude con un nulla di fatto. Nella ripresa parte subito forte la squadra ospite con un bel sinistro di Costanzi che trova pronto Stefanini. Sul capovolgimento di fronte Coia impegna Minutilli. All’8’ Gesmundo non arriva sul tiro-cross di Caputi, mentre al 15’ Sezze reclama il penalty per un contatto in area tra Manni e Petrussa, ma il direttore di gara lascia correre. La gara si sblocca al 17’: ottima azione di Ciotti al limite dell’area, servizio al bacio per Rossi, il quale arriva sul fondo e mette in mezzo un pallone che Pellerani stoppa e scaglia alle spalle di Miccinilli. Il Sermoneta accusa il colpo e prova una reazione che però non porta ai risultati sperati. Al 30’ arriva la grande occasione per il raddoppio del Sezze con Pestrussa, che fa tutto bene ma sbaglia la conclusione. Gli ultimi minuti vedono un Sermoneta alla ricerca della rete del pari, ma Sezze dietro riesce a tenere bene e porta a casa tre punti che pesano tantissimi perché ottenuti contro una pretendente al titolo.

Nella foto sotto il gol di Pellarini


Sezze apre la stagione con un pari a Cassino 

21 settembre 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

REAL CASSINO - CALCIO SEZZE 0 - 0

CASSINO: Iadicicco, Casillo (25’ st Oliva), Capoccia, Gennari, Rosato B., Rosato L., Giurini (39’ pt Di Iorio), Palma, Tedeschi, Grillo, Risi. A disp.: Viola, Capezzone, Pelle, Amato, Teodorov. All.: Zollo

SEZZE: Stefanini, Miccinilli (42’ st Tersigni), Di Tullio, Petrussa, Rogato, Di Trapano, Ciotti, Cece, Coia, Pellerani, Rossi (8’ st Rieti). A disp.: Paolangeli, Martelletta, Colongi, Perna, Reginaldi. All.: Gaeta

Arbitro: Bernardini di Ciampino

Assistenti: Corrado e Pignalosa di Formia

NOTE: Ammoniti: Petrussa, Grillo, Iadicicco, Casillo.

Recupero: pt: 2’; st: 3’.

Termina con un pareggio a reti bianche la prima gara della stagione per il Calcio Sezze, che allo stadio “Colosseo” di Cassino non va oltre lo 0-0 contro la neo promossa compagine di Zollo. Primi dieci minuti di studio tra due squadre che, complice il grande caldo, raramente riescono a costruire occasioni nell’area avversaria. Il primo brivido arriva al 15’ con la palla-gol che capita sulla testa di Palma, che la difesa dimentica sull’angolo battuto da Tedeschi, ma la sua conclusione finisce a lato. Al 34’ grandi proteste in casa rossoblu con Iadicicco che stende chiaramente Coia lanciato a rete, ma il direttore di gara si limita ad ammonire l’estremo difensore ciociaro, mentre dalle tribune piovono fischi. La punizione battuta da Pellerani batte il numero uno dei ciociari, ma si stampa incredibilmente sulla traversa. Al 38’ su fa male Giurini, che lascia il campo sostituito da Di Iorio. Al 44’ l’ultimo brivido del primo parziale lo procura Tedeschi, che si libera della marcatura di Di Tullio e scarica verso la porta un sinistro sul quale Stefanini deve superarsi. Nella ripresa comincia meglio il Real Cassino, ma il primo tiro verso la porta è di Ciotti al 6’, che dal limite non trova il bersaglio grosso. Gaeta prova a modificare l’assetto e toglie Rossi per Rieti, facendo avanzare il baricentro dell’azione di Massimo Ciotti, fino a quel momento impiegato come centrale di centrocampo nel 4-3-3 disegnato dal tecnico dei setini. Al 27’ ci prova ancora Pellerani da limite, ma non spaventa Iadicicco. Al 37’ ci vuole ancora uno straordinario Stefanini per dire di no allo shoot al volo di Grillo dal limite su corto rinvio della difesa rossoblu. A tempo scaduto l’occasione per Coia su punizione, ma la palla non trova il giro giusto e il triplice fischio sancisce il primo punto per entrambe le compagini.