Calcio Sezze

    Promozione girone D   stagione 2014-15

   archivio > stagione 2015-16  stagione 2016-17  stagione 2017-18

Sezze chiuide il campionato al 6° posto 

10 maggio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - BOVILLENSE 3 - (a tavolino)

SEZZE: Stefanini, La Valle, Pecorilli, Petrussa, Martelletta, Di Trapano, Cece, Pestrin, Coia, Rieti, Lisi. A disp.: Pastro, Antonucci, Mancini, Camillo, Rapone. All.: Gaeta

BOVILLENSE: A disp.: All.:  

ARBITRO: Pacella di Roma 2

Assistenti: Ernetti e Apolito di Roma 2

NOTE: La gara non si disputa per l’assenza della squadra ospite

Termina senza nemmeno scendere in campo nell’ultima gara la stagione del Calcio Sezze. La Bovillense, quinta forza del campionato, non si presenta al “Tasciotti” per giocarsi le ultime possibilità di raggiungere il terzo posto utile per i playoff e perde presumibilmente a tavolino. 

Si conclude così la stagione del Sezze, che con 59 punti, frutto di 17 vittorie, 8 pareggi e 9 sconfitte, chiude al sesto posto della graduatoria del girone D del campionato Promozione 2014/2015.


Sezze sconfitta di misura dal Campodimele 

3 maggio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

CAMPODIMELE - CALCIO SEZZE 1 - 0

CAMPODIMELE: Adinolfi, Alessandrini (33’ st Palma), Montano, Parisi, Russo, Cianciaruso, Fiore (35’ st Fiogliozzi), Ruscitto, Esposito, Di Trocchio, Sepe. A disp.: Fraioli, Koyate, Culi, Abbattista, Mattacchione. All.: Di Russo

SEZZE: Stefanini, La Valle, Martelletta, Petrussa, Scuoch, Di Trapano, Reginaldi (1’ st Rieti), Pestrin (33’ st Gori), Coia, Rapone, Lisi (21’ st Cece). A disp.: Pastro, Antonucci, Colongi. All.: Gaeta

ARBITRO: Campilani di Tivoli. Assistenti: Martelluzzi e Bruni Paolucci di Frosinone

MARCATORE: 44’ pt Sepe.

NOTE: Ammoniti: Petrussa, Scuoch, Cianciaruso, Russo. Recupero: pt: 1’; st: 4’.

Cade in casa del Campodimele il Sezze, non riuscendo a recuperare la rete alla fine del primo tempo dei padroni di casa ancora in lotta per la salvezza. Gaeta in avvio opta ancora una volta per una formazione piena di giovani, con in campo dal primo minuto il classe 1998 Reginaldi. L’avvio è tutto di marca dei locali, con due grandi occasioni per Ruscitto al 14’, quando Stefanini gli dice di no in uscita bassa, e al 17’ quando calcia a lato da buona posizione. Al 29’ arriva la prima conclusione verso la porta di Adinolfi: è di Coia, che ci prova dal limite senza trovare il bersaglio grosso. Il Campodimele continua a spingere alla ricerca della rete e si fa pericoloso con Sepe, che calcia alle stelle da posizione favorevole alla mezzora. Al 40’ la più ghiotta occasione capita a Coia, che sfrutta un erroraccio di Montano in chiusura ma calcia larghissimo tutto solo di fronte ad Adinolfi. Prima dell’intervallo i padroni di casa con Di Russo in panchina (l’allenatore Cianciaruso è in campo in veste di player-manager) passano in vantaggio: l’asse Di Tocchio-Sepe funziona alla perfezione e l’esterno sinistro del Campodimele arriva a tu per tu con Stefanini e lascia partire un sinistro che termina la sua corsa all’incrocio opposto regalando il vantaggio ai suoi. Nella ripresa Gaeta prova a mischiare le carte in tavola, inserendo forze fresche, ma il Campodimele corre pochissimi rischi, se non nella parte finale di gara. Al 28’ annullato gol a Coia per fuorigioco su assist di Rapone, mentre al 32’ Fiore (ex di turno) è costretto ad immolarsi sulla conclusione a botta sicura ancora di Alessandro Coia. Prima del triplice fischio c’è tempo per un bell’intervento di Stefanini su Di Trocchio lanciato verso la rete.


Vittoria netta del Sezze piena di giovani

26 aprile 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - CECCANO  4 - 0

SEZZE: Pastro, Reginaldi (12’ st La Valle), Pecorilli, Petrussa, Scuoch (34’ st Martelletta), Di Trapano, Cece, Pestrin, Coia, Rieti, Lisi (21’ st Rapone). A disp.: Stefanini, Antonucci, Colongi, Perna. All.: Gaeta

CECCANO: Ciotoli A., Pirri, Colapietro, Recine A., Lombardi, Pompili, Tarquini, Ciotoli L., Recine C., Pandolfi (6’ st Maura), Colafrancesco. A disp.: Testani. All.: Carlini

ARBITRO: Gubbiotti di Ciampino. Assistenti: Grasso e Cortellessa di Roma 1

MARCATORI: 15’ pt, 24’ pt e 42’ pt Coia, 43’ st Martelletta

NOTE: Ammoniti: Recine A., Pirri, Pecorilli, Colafrancesco. Recupero: pt: 1’, st: 2’.

Tutto facile per il Calcio Sezze, che al “Tasciotti” batte nettamente il Ceccano al termine di una gara mai in discussione, con la pratica già sbrigliata dopo un solo tempo di gioco. Gaeta in avvio sperimenta una formazione piena di giovani. Debutto per Andrea Reginaldi, classe 1998. Loreto Carlini, invece, si ritrova con gli uomini contati. Inizia bene il Sezze che al 4’ ha una buona occasione con Coia lanciato da Rieti, ma la sua conclusione scivola a lato. Al 12’ su invito di Coia Lisi anticipa Ciotoli e Lombardi, ma la palla finisce fuori. Il vantaggio per i rossoblu allenati da Antonio Gaeta è nell’aria e arriva al 15’: Di Trapano recupera il possesso sulla trequarti offensiva, si invola e mette in mezzo un pallone sul quale Lisi non arriva ma Coia sì e deposita in fondo al sacco. Il Ceccano prova la reazione, ma Sezze raddoppia dopo 9’: bello scambio tra Coia e Petrussa, con quest’ultimo che serve il bomber di stagione che di destro batte per la seconda volta Ciotoli.

Al 28’ Sezze ci prova ancora, sempre con Coia, che stavolta tenta di sinistro e sfiora il palo della porta difesa da Ciotoli. Il primo tempo di Coia si chiude al 42’, quando dimostra di saper anche calciare le punizioni trovando la rete con un bolide da oltre trenta metri. Ventesimo sigillo stagionale per l’attaccante di Roccagorga classe 1985. La ripresa si apre sulla falsariga del primo tempo: all’11 Coia sfiora il poker con una rovesciata che finisce alta di un soffio. Quattro minuti dopo Lisi non trova la porta su assist di Di Trapano e due minuti più tardi sempre Lisi ci prova di sinistro ma trova Ciotoli pronto alla deviazione in corner. Al 29’ arriva un’altra occasione di nuovo sull’asse Di Trapano-Coia, ma stavolta Ciotoli è attento. Al 33’ arriva l’unica occasione del match per i ciociari con Colafrancesco, che sfrutta una scivolata di Scuoch e ci prova con un sinistro ad incrociare che non trova il bersaglio grosso. Al 36’ Cece sfiora la rete con un bel destro che Ciotoli alza oltre la traversa. Il poker arriva a 2’ dalla fine: Rapone si invola servito da Cece e conclude, la palla colpisce il palo ma Martelletta è lì e con il tap-in infila per la quarta volta la porta del Ceccano.


Derby lepino a reti bianche

21 aprile 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - PRIVERNO  0 - 0

SEZZE: Stefanini, La Valle, Pecorilli, Petrussa, Scuoch, Di Trapano, Martelletta, Cece (22’ st Perna), Rapone, Rieti, Lisi. A disp.: Pastro, Antonucci, Mancini, Reginaldi, Ciotti. All.: Gaeta

PRIVERNO: Marinelli, Cacciotti, Di Meo (4’ st Violanti), Di Giorgio, Garofalo, Paniccia, Spilabotte, De Paolis, Birlandeanu, Capuccilli, Di Giulio (30’ st Mandatori). A disp.: Di Pietro, Orbino, D’Amici. All.: Capuccilli

ARBITRO: Rastelli di Ostia Lido- Assistenti: Girolami di Aprilia e Forte di Cassino

NOTE: Ammoniti: Paniccia, Capuccilli, Garofalo. Recupero: pt: 0’, st: 3’

Termina a reti bianche il derby lepino tra Sezze e Priverno, con i primi che dicono virtualmente addio alle residue speranze di raggiungere un posto nei playoff e i secondi che trovano un punto che lascia aperti i discorsi per la salvezza. Gaeta in avvio deve fare a meno di Pestrin, Coia e Colongi, squalificati. In campo si rivede Giuseppe Pecorilli, mentre davanti coppia inedita formata da Lisi e Rapone. Il Priverno, invece, si presenta al “Tasciotti” con le ossa rotte, tra squalifiche e defezioni varie, con l’ultima novità dell’abbandono di Vellucci sostituito dall’ex Pietro Capuccilli, nel ruolo di player-manager. Buoni ritmi in avvio nonostante il caldo, con gli ospiti che tengono bene il campo mentre Sezze sembra un po’ impacciata in fase di costruzione. La prima occasione del match capita a La Valle, che su calcio di punizione spaventa Marinelli, con la sfera che passa a qualche centimetro dal palo alla sinistra dell’estremo difensore privernate. Al 23’ sul servizio al bacio di La Valle Lisi non ci arriva per un soffio e l’azione sfuma. La risposta del Priverno arriva al 30’ con Di Giulio, che sfrutta un’indecisione della retroguardia setina, si invola verso Stefanini ma sulla sua conclusione la deviazione di Scuoch diventa decisiva. Al 32’ grande azione del Sezze orchestrata da Rapone e Lisi, con la palla che arriva a Cece la cui conclusione viene deviata in extremis da un prodigioso intervento di Garofalo. Al 39’ Sezze reclama il penalty per una spallata di Di Meo in area ai danni di Petrussa, ma il direttore di gara considera l’intervento regolare e lascia correre tra le proteste. Ancora Sezze al 41’ con Lisi che chiama ad un intervento impegnativo Marinelli, che si salva in calcio d’angolo. La ripresa inizia con gli stessi ventidue in campo e anche il leit-motiv della gara non cambia, con il Sezze che sviluppa un continuo possesso palla e gli ospiti pronti a ripartire in contropiede. Al 7’ bella conclusione di Rapone dal limite, con Marinelli pronto ad alzare la sfera oltre la traversa. Al 16’ Rieti in spaccata sugli sviluppi di un corner battuto da La Valle sfiora il montante alla sinistra di Marinelli.  Con il passare dei minuti Sezze fa sempre più fatica a costruire azioni da gol, mentre il Priverno trova fiducia e contiene senza affanni. Gaeta prova ad inserire Perna, ma il Priverno continua a chiudersi e a non lasciare varchi e la gara scivola senza ulteriori sussulti fino al 90’ quando al triplice fischio a rammaricarsi è soprattutto la compagine rossoblu.


Sezze sconfitta di misura

12 aprile 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

FORMIA 1905 - CALCIO SEZZE  1 - 0

FORMIA: Zeoli, Bacioterracino, D’Amora, Volpe, Del Nunzio, Formisano, Scipione (26’ st Di Florio), Castiglione, Zaccaro, Rima (31’ st Gagliardi), Accrachi (46’ st Nacanibou). A disp.: Fiorenza, Assaiante, Scariati, Cardia. All.: Rosolino

SEZZE: Stefanini, Colongi, La Valle, Petrussa, Scuoch, Di Trapano, Martelletta, Pestrin, Coia, Cece (22’ st Rieti), Lisi (9’ st Rapone). A disp.: Pastro, Antonucci, Ciotti, Perna. All.: Gaeta

ARBITRO: Nana Tchato di Aprilia

Assistenti: Santoro di Frosinone e Di Maola di Cassino

MARCATORE: 29’ st Castiglione

NOTE: Espulso: 40’ st Colongi per gioco violento. Ammoniti: Coia, Rima, Pestrin, Martelletta, Rapone. Recupero: pt: 1’; st: 5’.

Non riesce l’impresa al Sezze, che al “Nicola Perrone” cade di misura contro un Formia sempre più lanciato verso i playoff. Gaeta in avvio si affida allo stesso undici iniziale che prima della sosta per le festività pasquali ha fatto tanto bene contro il Tecchiena. Il mister schiera la squadra con il 3-5-2, inserendo Pestrussa tra i difensori e Martelletta in mezzo al campo, con Lisi e Coia a formare la coppia offensiva. Ancora non al meglio Antonucci e Ciotti, che si accomodano in panchina. I primi brividi li crea la formazione di Rosolino: al 2’ Accrachi e Zaccaro mettono in difficoltà Stefanini e Petrussa, ma la conclusione del numero 9 del Formia termina a lato. Al 12’ Accrachi ci prova dal limite dopo essersi liberato da Petrussa, ma sulla sua conclusione Stefanini si rifugia in corner. Tanta pressione dei padroni di casa nella prima parte di gara, con Sezze che raramente riesce a ripartire e a impensierire la retroguardia della squadra di casa. Al 17’ Zaccaro dai venticinque metri lascia partire un velenoso pallonetto che Stefanini con un prodigioso colpo di reni spedisce oltre la traversa. Due minuti più tardi ancora Stefanini a dire  di no sulla punizione di Rima dal limite dell’area. Al 22’ Coia viene ammonito per un fallo di mano volontario che gli costerà un turno di squalifica poiché diffidato. Con il passare dei minuti Sezze prende coraggio e soffre meno le iniziative dei padroni di casa e si arriva all’intervallo senza ulteriori sussulti. La ripresa inizia con gli stessi 22 in campo e con un Sezze decisamente più in partita. All’8’ ci prova Coia dal limite con un pallonetto che sfiora la traversa. Gaeta prova ad inserire forze fresche buttando in campo Rapone e Rieti in sostituzione di Lisi e Cece. La gara si sblocca al 29’ quando, sugli sviluppi di un traversone di D’Amora, in area si accende una mischia che Castiglione risolve con un sinistro che si insacca alle spalle di Stefanini. La risposta del Sezze arriva al 38’ con Rieti che ci prova dal limite ma non trova il bersaglio grosso. Due giri di lancette più tardi Sezze resta in dieci per il rosso diretto a Colongi che commette un fallo a palla lontana. In pieno recupero Stefanini salva ancora su Di Florio. E’ l’ultimo sussulto del match che si chiude con la vittoria di misura della squadra di casa.


Gara perfetta per il Calcio Sezze

29 marzo 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - TECCHIENA TECHNA  3 - 0

SEZZE: Stefanini, Colongi (15’ st Rieti), La Valle, Petrussa, Scuoch (38’ st Perna), Di Trapano, Martelletta, Pestrin, Coia (15’ st Rapone), Cece, Lisi. A disp.: Pastro, Antonucci, Micera. All.: Gaeta

TECCHIENA: Petriglia, Dell’Orco, Compagnone, Pagnanelli, Greci, Mercuri, Carosi, Veccia, Piscitelli (36’ st Marucci), Russo (1’ st Scaccia), Magliocchetti (1’ st Rizzuto). A disp.: Notarantonio, Veloccia E., Bastone, Veloccia M. All.: Promutico

ARBITRO: Caroli di Roma 1. Assistenti: Fedele di Latina e Giordano di Formia

MARCATORI: 12’ pt e 5’ st Coia, 21’ pt Lisi.   

NOTE: Ammoniti: Pestrin, Stefanini, Piscitelli, Perna. Recupero: pt: 1’; st: 3’.

Secondo 3-0 consecutivo per il Calcio Sezze, che stavolta, rispetto alla vittoria a tavolino di domenica scorsa contro il Sant’Elia Fiumerapido, vince disputando una gara praticamente perfetta contro il Tecchiena. Gaeta in avvio può contare su una rosa quasi al completo. Unici assenti l’infortunato Ciotti e lo squalificato Pecorilli. Tornano in campo, dopo aver scontato le rispettive giornate di squalifica, Scuoch, Pestrin e Petrussa. Nei primi minuti è il Sezze a fare la gara, con i ciociari di Promutico pronti a ripartire. Al 5’ buona occasione creata dalla coppia d’attacco Lisi-Coia, con quest’ultimo che calcia dal limite ma non trova la porta. Al 12’ Sezze passa: Martelletta recupera un pallone in mezzo al campo e lo serve a Pestrin, che vede il taglio di Coia e lo serve alla perfezione, permettendo al capocannoniere del Calcio Sezze di battere Petriglia in uscita con un delizioso pallonetto. Sulle ali dell’entusiasmo Sezze continua a spingere e al 21’ trova il raddoppio: Martelletta lancia Coia che va al tiro trovando la miracolosa risposta di Petriglia, che non può nulla sul tap-in di testa di Lisi. La reazione del Tecchiena arriva al 28’ quando un’incursione di Pagnanelli lo porta al colpire il palo di testa a Stefanini ormai battuto. Al 34’ bella azione del Sezze iniziata e conclusa da Pestrin, che arriva al tiro su assist di Coia ma trova Petriglia pronto alla parata in tuffo. Prima dell’intervallo ci prova ancora Pestrin dal limite, ma non trova il bersaglio grosso. Nella ripresa arriva subito il raddoppio: su un lancio in profondità Petriglia esce male lasciando la palla a Lisi, che mette in mezzo un cross perfetto per Coia che realizza il diciassettesimo centro stagionale. Sul 3-0 Gaeta risparmia minuti preziosi a Coia e Colongi sostituendoli con Rapone e Rieti. Al 21’ il nuovo entrato Rapone ci prova con un sinistro dal limite che scivola a lato senza impensierire Petriglia. Sezze abbassa i ritmi della gara forte dei tre gol di vantaggio, mentre il Tecchiena sembra accontentarsi di non prenderne ulteriori. Al 31’ grandissima occasione per Greci che tutto solo e a porta sguarnita riesce incredibilmente a calciare alla stelle in spaccata. E’ l’ultima emozione di una gara condotta dal Sezze con il piglio della grande. Ora la pausa per le festività pasquali, poi il big match al “Perrone” contro il Formia.


Il Sezze vince a tavolino

22 marzo 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

SANT’ELIA FIUMERAPIDO - CALCIO SEZZE 0 - 3 a tavolino

SANT’ELIA FIUMERAPIDO: A disp.: All.:

CALCIO SEZZE: Stefanini, Colongi, La Valle, Petrussa, Martelletta, Di Trapano, Rieti, Cece, Coia, Ciotti, Lisi. A disp.: Pastro, Antonucci, Manni, Rapone, Perna. All.: Gaeta

ARBITRO: Ottaviani di Roma 1

Assistenti: Pantanella e Conti di Frosinone

NOTE: La gara non si gioca per l’assenza della squadra ospite.

CASSINO – Finisce senza nemmeno iniziare la sfida tra Sant’Elia Fiumerapido e Calcio Sezze in programma domenica pomeriggio al “Colosseo” di Cassino. La squadra ciociara non si presenta al campo e il direttore di gara, dopo il primo appello e l’attesa di trenta minuti come da regolamento, fischia la fine del match che Sezze si aggiudica a tavolino.


Il Sezze perde ancora e saluta la zona playoff

15 marzo 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - DINAMO COLLI  0 - 1

CALCIO SEZZE: Stefanini, Colongi, La Valle, Manni, Martelletta, Di Trapano, Rapone, Rieti (43’ st Camillo), Coia, Cece (30’ st Ciotti), Lisi V. A disp.: Pastro, Antonucci, Virgini, Perna, Loffarelli. All.: Gaeta

DINAMO COLLI: Lisi F., Ametrano, Veritiero, Caponera (37’ st Venditti), Silvestri, Fumagalli, Cioffi, Fortini, Cardinali, Grillo (17’ st Mastrantoni), Rosato. A disp.: Ciardi, Finocchio, D’Annibale, Rea. All.: Bottoni

ARBITRO: Di Vilio di Roma 1

Assistenti: Fusco e Fainelli di Aprilia

MARCATORE: 39’ st Cardinali

NOTE: Ammoniti: Coia, Caponera, Rapone, Silvestri, Martelletta, Fumagalli, Cardinali. Recupero: pt: 2’; st: 3’.

Una rete di Cardinali a 5’ dalla fine condanna il Sezze alla seconda sconfitta consecutiva, nonostante una buonissima prestazione al cospetto della capolista del girone D con una squadra letteralmente decimata tra infortuni e squalifiche. Gaeta in avvio si trova con gli uomini contati: oltre agli squalificati Pecorilli, Scuoch, Pestrin e Petrussa, il mister deve rinunciare agli infortunati Medoro, Ciotti e Antonucci (con questi ultimi due che vanno in panchina). La gara comincia con un Sezze molto propositivo: al 3’ ci prova Coia con una punizione dal limite che Lisi controlla senza affanni. Ospiti pericolosi tra l’8’ e il 12’: prima a Cardinale viene annullata una rete per una carica su Stefanini in uscita, poi la difesa deve chiudere sull’incursione di Grillo. Al 27’ grande occasione per Rapone servito alla perfezione da Coia, ma il giovane centrocampista rossoblu sbaglia sul più bello a tu per tu con Lisi. 

Due minuti dopo Sezze prova a sfondare per vie centrali e porta alla conclusione Coia dal limite, ma Lisi controlla a terra. La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo. Al 9’ Cardinali crea scompiglio all’interno dell’area setina, ma la sua conclusione è preda facile per Stefanini. Dall’altra parte Rapone non riesce a servire Coia ben piazzato e l’azione sfuma. Al 22’ il missile di Rosato da posizione defilata colpisce la traversa. Alla mezzora Gaeta gioca la carta Ciotti, che entra al posto di Cece. Proprio il nuovo entrato ha subito una buona occasione in contropiede, ma non riesce a servire Coia tutto solo e l’azione sfuma. Lo stesso Coia è protagonista di un’altra azione in cui la difesa spazza non senza affanni. Quando si pensa già al punto conquistato arriva la doccia fredda: Cardinali raccoglie un rimpallo, si fa trovare pronto all’arresto a seguire e lascia partire un destro che batte Stefanini. Non c’è tempo per recuperare energie fisiche e mentali e Sezze cede per la seconda volta consecutiva e vede allontanarsi la zona playoff.


Il Sezze spreca una occasione importante

8 marzo 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SABAUDIA VODICE - CALCIO SEZZE  1 - 0

SABAUDIA: Roma, De Villa (22’ st D’Alessandro), Bonanno, Altobelli, Toti, Perfetti E., Carchitto, Di Rocco, Tabanelli (30’ st Croatto), Berti, Campagna (34’ st Pioli). A disp.: Della Folgore, Santocono, Assolati, Perfetti S.. All.: Tosti

SEZZE: Pastro, Colongi, Pecorilli, Petrussa, Martelletta (22’ st Ciotti), Di Trapano, La Valle (1’ st Manni), Pestrin, Coia, Cece (34’ st Lisi), Rapone. A disp.: Morichini, Antonucci, Rieti, Perna. All.: Gaeta

ARBITRO: Almanza di Latina

Assistenti: Morena di Latina e Bianchini di Frosinone

MARCATORE: 6’ pt Campagna.

NOTE: Espulsi: 7’ pt Pestrin per proteste, 45’ st Pioli per doppia ammonizione. Ammoniti: Berti, Petrussa, Bonanno, Coia, Pioli. Recupero: pt: 1’; st: 3’.

Brutto stop per il Calcio Sezze, che cade in casa del Sabaudia e spreca un’occasione per restare agganciata al treno delle prime. Gaeta in avvio deve fare a meno dell’infortunato Medoro e degli squalificati Scuoch e Stefanini. Al 4’ conclusione dal limite di Petrussa che raccoglie una corta respinta della difesa e ci prova di sinistro, trovando pronto Roma alla parata a terra. La risposta del Sabaudia arriva un giro di lancette più tardi con Carchitto che ci prova dal limite ma non spaventa Pastro. Al 6’ l’episodio che decide il match: sul lancio dalle retrovie Pecorilli va a chiudere su Campagna, prova il rilancio, ma l’attaccante del Sabaudia controlla con un braccio, si invola verso Pastro e lo batte senza che il direttore di gara prenda provvedimenti. Nelle proteste che scaturiscono dalla rete Pestrin viene espulso lasciando i suoi con oltre 80’ da giocare in dieci. Sulle ali dell’entusiasmo i padroni di casa vanno vicini al raddoppio al 12’ con Di Rocco, che costringe Pastro a rifugiarsi in corner, sugli sviluppi del quale Altobelli di testa sfiora la traversa. Al 27’ annullato un gol a Carchitto per posizione di fuorigioco, mentre al 29’ bella azione di contropiede del Sezze che porta al tiro Rapone, che però non trova il bersaglio grosso. Al 35’ ci vuole ancora un prodigioso intervento di Pastro sul colpo di testa da distanza ravvicinata di Tabanelli. Sul capovolgimento di fronte Raponi a tu per tu con Roma conclude a lato. In avvio di ripresa Gaeta prova la carta Manni al posto di La Valle, con lo scopo di rinfoltire il centrocampo privo di Pestrin. 

Al 14’ Roma si supera sul destro dal limite di Cece, poi la girandola dei cambia e il leit-motiv della gara che cambia, con il Sezze a cercare insistentemente la via del pareggio e con la compagine di Pino Tosti pronta a ripartire in contropiede. Gli ultimi brividi arrivano nei minuti finali: al 39’ il direttore di gara si supera annullando una rete a Coia per una inesistente carica sul portiere, mentre al 43’ miracolo di Pastro su D’Alessandro partito chiaramente da posizione di fuorigioco.


Calcio Sezze raggiunta solo nei minuti di recupero

1 marzo 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE – ARCE 1-1

CALCIO SEZZE: Pastro, Colongi, Pecorilli, Cece, Martelletta, Di Trapano, La Valle, Pestrin, Coia (38’ st Lisi), Medoro, Rapone. A disp.: Morichini, Antonucci, Manni, Rieti, Perna, Ciotti. All.: Gaeta

ARCE: Maffeo, Zazza, Di Folco, Tomassi, La Manna, De Angelis (32’ st Teodoro), Massaro (44’ pt Pescosolido), Izzo (18’ st Di Pastena), Carmassi, Corsetti, Reali. A disp.: Del Duca, Di Sarra, Del Giudice, Guida. All.: Nanni

ARBITRO: Francesca Capone di Cassino

Assistenti: Ventre e Di Maola di Cassino

MARCATORI: 34’ st Coia, 47’ st Carmassi

NOTE: Ammoniti: Pestrin, Di Trapano, Coia, Zazza, Corsetti. Recupero: pt: 3’; st:

Occasione persa per il Calcio Sezze, che nello scontro diretto di alta classifica viene raggiunta al 92’ dall’Arce, al termine di una gara sofferta ma che forse si poteva chiudere in anticipo. Prima della gara doveroso ricordo di Salvatore Di Lenola, “Zi’ Lollo”, storico custode dello stadio “Tasciotti” recentemente scomparso: il Calcio Sezze ha voluto, oltre al minuto di raccoglimento prima del match, organizzare una piccola cerimonia in ricordo di Lollo. A premiare suo figlio Giancarlo è stato Marco D’Ambra, bomber del Sezze negli anni ’80 particolarmente legato a Di Lenola. Dopo il toccante momento la parola è passata al campo: Gaeta in avvio deve fare a meno dell’infortunato Berti, degli squalificati Stefanini, Scuoch e Petrussa, mentre Antonucci e Ciotti, ancora non al meglio, iniziano la gara dalla panchina. L’Arce parte forte cercando di spaventare i rossoblu: al 7’ Carmassi si invola, supera in velocità Martelletta e si presenta tutto solo davanti a Pastro, che è bravo a restare in piedi e a respingere la conclusione dell’attaccante ciociaro. Al 14’ azione di contropiede del Sezze orchestrata da Rapone che porta al tiro Coia, la cui conclusione di sinistro è controllata senza problemi da Maffeo. Al 18’ punizione pericolosissima di Coia dal limite che termina a lato di un soffio, mentre al 22’ a provarci dal limite è Tomassi, ma la palla non trova lo specchio della porta. Il Sezze prende coraggio e al 37’ si fa pericolosa dalle parti di Maffeo: Coia attira la difesa su di sé e serve l’accorrente Pestrin che ci prova dal limite con una rasoiata che sfiora il palo. 

La ripresa si apre subito con un brivido: la punizione di Reali termina a lato con Pastro comunque sulla traiettoria. Al 18’ Maffeo sbaglia il tempo di intervento sul cross di Coia, ma Rapone non riesce ad approfittarne. La risposta dei ciociari arriva al 28’ con Corsetti, che parte da netta posizione di fuorigioco, controlla con un braccio e conclude trovando pronto Pastro alla chiusura in calcio d’angolo. Sul capovolgimento di fronte Sezze spreca un’ottima occasione quattro contro tre, con Pestrin che sbaglia l’ultimo passaggio per mettere Coia davanti a Maffeo. La gara si sblocca al 34’: Coia rimedia l’ennesima punizione dal limite e stavolta, dopo due tentativi falliti, batte Maffeo portando in vantaggio i suoi. L’Arce si scopre e Sezze potrebbe punirla: al 41’ su assist di Medoro Martelletta rischia di chiuderla, ma il suo tocco in spaccata finisce a lato di un soffio. La beffa si consuma in pieno recupero, quando Carmassi, che sugli sviluppi di un corner, beffa Pastro dopo che quest’ultimo aveva chiuso sul colpo di testa di Corsetti. Finisce con un pareggio che lascia l’amaro in bocca, ma che permette ai rossoblu di mantenere la quarta posizione in solitaria del girone D.


La società piange la scomparsa di Salvatore Di Lenola, Zi’ Lollo. Domenica minuto di raccoglimento prima della partita.

26 febbraio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

E’ stato un autentico “pezzo” dello stadio dedicato alla memoria di Augusto Tasciotti e la sua morte non poteva passare in secondo piano nel mondo calcistico setino e provinciale. Parliamo di Salvatore Di Lenola, da tutti conosciuto come Zi’ Lollo, scomparso qualche giorno fa all’età di 84 anni, quasi 40 dei quali passati a lavorare allo stadio comunale prima come operaio nelle fasi di costruzione a metà anni ’70, poi come custode dell’impianto dalla sua inaugurazione (nel 1978) fino alla pensione all’inizio del ventunesimo secolo. Una figura storica del calcio setino, presenza discreta e garbata all’interno di tutte le società che si sono avvicendate nel corso di quattro decenni, dai fasti della presidenza di Ezio Giorgi, passando per gli anni ’80 pieni di soddisfazioni, fino quasi ai nostri giorni. 

Grande amico di allenatori (rapporti molto stretti con Cavazzoni e Pizzi tra tanti) e giocatori (D’Ambra, Costantini, Balestrieri, Vicari) che hanno indossato la casacca rossoblu, Lollo era una persona discreta e sempre pronta alla battuta, ma un professionista nel suo campo. Tanti gli aneddoti legati alla sua cura quasi maniacale della struttura, dalla pulizia alla funzionalità degli spogliatoi, fino ad una autentica venerazione del terreno di gioco, l’erba del Tasciotti: in molti ricordano che quando pioveva non permetteva a nessuno di calpestare l’erba per non rovinarla e imponeva alle squadre di andarsi ad allenare all’interno dello stadio dell’Anfiteatro. Negli ultimi anni, dopo essere andato in pensione, le sue presenze allo stadio per seguire il Sezze si erano via via andate attenuandosi, ma quando tornava era sempre accolto a braccia aperte. La società Calcio Sezze ha quindi deciso di ricordarlo nel migliore dei modi: domenica mattina, prima della gara contro l’Arce valida per la 23esima giornata del girone D del campionato Promozione verrà fatto un minuto di raccoglimento in sua memoria e i vertici societari non escludono altre iniziative per ricordarne la passione e l’attaccamento ai colori rossoblu.


Tanto nervosismo e tanti sbagli ma tre punti per il Sezze

23 febbraio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

HERMADA - CALCIO SEZZE  1 - 2

HERMADA: Salemme, Carocci, Fedeli, Di Girolamo, Tigli (13’ st Fiaschi), D’Onofrio F., Macovei (17’ st Di Sozzio), Papa, De Simone, Langiotti, D’Onofrio M. A disp.: Monti, Passeri, Tosti. All.: Coco

SEZZE: Stefanini, Colongi, Pecorilli, Petrussa, Scuoch, Di Trapano, Martelletta (1’ st Pastro), Cece, Coia (31’ st Lisi), Medoro (42’ st Rapone), La Valle. A disp.: Pastro, Ciotti, Camillo, Antonucci. All.: Gaeta

ARBITRO: Greco di Roma 1

Assistenti: Mattia di Cassino e Bianchini di Frosinone

MARCATORI: 21’ pt Langiotti (rigore), 43’ pt Colongi, 48’ pt Coia.

NOTE: Espulsi: 43’ pt De Simone (H) per proteste, 28’ st Petrussa (S) per doppia ammonizione, 44’ st Scuoch (S) per fallo di reazione, 45’ st D’Onofrio F. (H) per doppia ammonizione.

Ammoniti: Di Girolamo, Martelletta, Petrussa, D’Onofrio F., Carocci, Langiotti, Cece, Di Sozzio.  

Recupero: pt: 4’; st: 5'

Al 26’ pt Coia fallisce un calcio di rigore. Nell’intervallo espulso Stefanini (S). Al 47’ st Di Trapano fallisce un calcio di rigore.

Rocambolesca affermazione del Sezze, che in casa dell'Hermada riesce a portare a casa tre punti con mille difficoltà al termine di una gara pesantemente condizionata dal nervosismo. Gaeta deve rinunciare in extremis a Ciotti che, ancora non al meglio dopo l’infortunio di domenica scorsa, si accomoda inizialmente in panchina. Fuori dai diciotto anche Pestrin, squalificato dopo il giallo (il quarto) di domenica scorsa. In campo si rivede Martelletta, mentre davanti fiducia alla coppia formata da Coia e Medoro. Al 3’ Sezze subito pericoloso con una insistita percussione di Colongi, che dal fondo mette in mezzo un pallone che Medoro, in precarie condizioni di equilibrio, colpisce di testa senza trovare la porta. Al 7’ ancora Medoro pericoloso su imbeccata dalle retrovie di Pecorilli, ma anche in questa occasione l’azione sfuma. Un minuto più tardi sempre Medoro si libera con un numero d’alta scuola e cerca il gol della domenica da oltre venticinque metri, ma la sfera non si abbassa a sufficienza. Al 20’ la gara si sblocca per il rigore assegnato all'Hermada: al termine di un’azione insistita il direttore di gara vede un contatto tra Scuoch e De Simone e indica il dischetto, sul quale si presenta Langiotti che batte Stefanini e porta in vantaggio i suoi. La risposta del Sezze è immediata e al 25' ci sarebbe l'occasione per pareggiare, quando il direttore di gara assegna un altro penalty per un contatto in area tra Martelletta e D’Onofrio. Sul dischetto va Coia, ma Salemme gli respinge la conclusione. Al 28’ il tiro-cross di Medoro che scheggia la parte alta della traversa. Cinque minuti più tardi altra buonissima occasione per il Sezze con Petrussa, che calcia a botta sicura da buona posizione, ma trova l’opposizione di Tigli che si immola per salvare i suoi. A due minuti dal 45' arriva il pareggio firmato da Colongi: La Valle se ne va sulla fascia e mette in mezzo un pallone sul quale si avventa il terzino del Sezze che in spaccata batte Salemme. Proteste sul gol del Sezze perché l’Hermada ritiene che i rossoblu avrebbero dovuto buttare la palla fuori perché un giocatore era a terra. Capitan De Simone esagera e viene espulso. Prima dell’intervallo Sezze passa addirittura in vantaggio: Martelletta recupera un pallone in mezzo al campo, serve Cece che crossa in mezzo per Coia, che controlla saltando il suo diretto avversario e batte Salemme. Al duplice fischio si crea una ressa davanti agli spogliatoi e a pagare per tutti è Stefanini che viene espulso. La ripresa inizia con 20 minuti di ritardo perché il direttore di gara chiama le Forze dell'Ordine. Al 26’ una zolla inganna Di Girolamo e lancia Coia verso la porta, ma un’altra zolla inganna l’attaccante del Sezze e l’azione sfuma. Al 29’ Sezze resta in nove per il rosso a Petrussa per doppia ammonizione. Quattro minuti più tardi Sezze in contropiede potrebbe chiuderla, ma Salemme si supera su Medoro. Prima della fine viene espulso anche Scuoch, per un calcio a palla lontana ad un avversario. Un minuto più tardi arriva il rosso anche per D’Onofrio. Al 47’ rigore per il Sezze per fallo su Rapone, ma Di Trapano sbaglia ancora.


Al Sezze basta una magia di Ciotti su punizione

16 febbraio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio 

CALCIO SEZZE - FONTANA LIRI  1 - 0

SEZZE: Stefanini, Colongi, Pecorilli, Petrussa, Scuoch, Di Trapano, Ciotti (23’ st Lisi), Pestrin, Rapone, Medoro, La Valle. A disp.: Pastro, Martelletta, Venditti, Rieti, Camillo, Avvisati. All.: Gaeta

FONTANA LIRI: Vano, Patriarca (43’ st Trotta), Troplini, Santaroni, Quattrulli, Pesce, Greco, Di Battista, Di Stefano, Sarago, Conte. A disp.: Battista, Quaglieri, Bianchi E., Bornivelli, Chiarlitti, Bianchi G. All.: Grimaldi

ARBITRO: Di Biasio di Formia

Assistenti: Di Bello di Formia e Scopa di Frosinone

MARCATORE: 13’ pt Ciotti

NOTE: Ammoniti: Pestrin, Patriarca, Di Stefano, Pesce, Santaroni, Quattrulli, Medoro, Pecorilli. Recupero: pt: 0’; st: 4’.

Basta una magia su punizione di Massimo Ciotti a regalare tre punti al Calcio Sezze, che batte di misura il Fontana Liri e prosegue nella sua striscia positiva che dura da ormai un mese. Gaeta in avvio deve fare a meno di Coia e Cece (squalificati) e di Antonucci ancora ai box. In campo, dopo un lungo stop, si rivede Petrussa, che va a formare la coppia di centrocampisti centrali insieme a Pestrin. Davanti Medoro supportato da Ciotti e Rapone. Al 3’ doppia occasione per Sezze sugli sviluppi di un corner: prima Pecorilli è anticipato da Vano, poi Scuoch sul cross di capitan Di Trapano non trova la porta su colpo di testa. Al 6’ buona opportunità per lo stesso Di Trapano servito da Medoro, ma la conclusione viene svirgolata. Al 13’ Sezze in vantaggio grazie al capolavoro balistico di Ciotti su calcio di punizione dal limite assegnato per un fallo su Medoro. Il Fontana Liri si affaccia dalle parti di Stefanini al 23’, ma il colpo di testa di Sarago sugli sviluppi di un calcio d’angolo non trova il bersaglio grosso. 

Al 35’ ci prova ancora Ciotti dal limite, ma alza troppo la conclusione, mentre prima dell’intervallo Medoro ci prova da trenta metri con Vano fuori dai pali, ma la palla scivola a lato. La ripresa si apre con il coast to coast di Petrussa al 5’, che arriva alla conclusione ma trova Vano pronto alla respinta a pugni uniti. Al 12’ ancora Ciotti scatenato ci prova dal limite, ma la palla non trova il giro giusto a Vano ormai battuto. Sezze continua a spingere e al 25’ Rapone si invola sulla fascia e serve il neo entrato Lisi, che da buona posizione calcia ma non trova la porta. Tre giri di lancette più tardi altra buona occasione per il Sezze, con Rapone che ci prova in spaccata su assist di Lisi, ma la palla si alza troppo. Le tante occasioni sprecate dai padroni di casa fanno prendere coraggio ai ciociari di Grimaldi, che in un paio di occasioni spaventano la retroguardia della compagine allenata da Antonio Gaeta. Nel recupero Sezze si divora il raddoppio prima con Rapone, poi con Lisi, che nella stessa azione di contropiede non riescono a battere Vano. Ma al triplice fischio è tanta la soddisfazione per i tre punti conquistati, che tengono i setini a ridosso della zona playoff, in attesa dello scontro diretto di domenica prossima in casa dell’Hermada.

Nella foto il capitano Massimo Ciotti


 Raduno - provino organizzato per lunedì 23 febbraio

Già tante le adesioni di importanti società sportive
12 febbraio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio
Non smette di tenere in grande considerazione il settore giovanile il Calcio Sezze, che per lunedì 23 febbraio ha programmato un raduno/provino riservato a giovani calciatori delle classi dal 1999 al 2002 (dalla categoria Allievi agli Esordienti passando per i Giovanissimi). L’obiettivo della società sportiva setina è quello di regalare un palcoscenico a giovani talenti emergenti, che per una giornata saranno visionati da importanti osservatori di caratura nazionale, tra i quali spicca la presenza di Catello Golino e Giulio Spadoni, che lavorano a stretto contatto con società del calibro di Inter, Roma, Milan e Atalanta. Teatro della manifestazione lo stadio comunale “Augusto Tasciotti”, che dalle 14:30 alle 18 vedrà i giovani darsi battaglia in mezzo al campo per essere notati e dare una svolta alla loro vita. 

La manifestazione si svolgerà con partite tra le selezioni dei giovani da scrutinare opposti alle squadre delle stesse categorie del Calcio Sezze. Al termine della manifestazione la società ha organizzato un buffet all’interno dei locali dello stadio di via Melogrosso. L’iniziativa si inquadra nella affiliazione che nei mesi scorsi il Calcio Sezze ha ratificato con la società La Setina, proprio per curare maggiormente il vivaio con l’eventuale inserimento di nuovi talenti da mettere a disposizione di entrambe le società. 

Come responsabile di questa affiliazione il Calcio Sezze ha incaricato Francesco Consoli, figura che da tantissimi anni si occupa di visionare giovani interessanti e che si sta personalmente incaricando di questa prima iniziativa, che avrà sicuramente un seguito, coadiuvato dagli altri dirigenti del settore giovanile del Calcio Sezze. Dalle prime avvisaglie dell’organizzazione della manifestazione si è già riscontrato un discreto successo. Tante, infatti, le società che hanno deciso di aderire portando al “Tasciotti” i loro talenti migliori. Tra queste spiccano, per la provincia di Latina, le società del San Donato, del Sabotino, del Borgo Carso, del Cisterna, del Pontinia e del Terracina. Ma anche il Frosinone non farà mancare una propria delegazione di giovani calciatori. Importante, infine, la partecipazione di società fuori dalla regione Lazio. Il 23 al “Tasciotti” saranno presenti delegazioni del nord Italia e della Campania. Un risultato gratificante per la società del Calcio Sezze e per tutto il movimento dei vivai in provincia di Latina. 


Una vittoria per la zona playoff

9 febbraio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

PONTINIA - CALCIO SEZZE  1 - 3

PONTINIA: Rocci, Stefanelli, Battistuzzi, Severin, Fiorini, Manni F., Pellerani (42’ st Guzzon), Locatelli (22’ st Conforto), Incollingo, Zanutto (26’ st Pizzuti), Petitti. A disp.: Montin, Lambiasi, Ceccarelli, Sorrentino. All.: Crociara-Palmieri

SEZZE: Stefanini, Colongi (32’ st Lisi), Pecorilli, Cece, Scuoch, Di Trapano, Ciotti, Pestrin, Coia, Medoro, La Valle (15’ st Rapone). A disp.: Pastro, Martelletta, Rieti, Camillo, Petrussa. All.: Gaeta

ARBITRO: Viglianti di Latina. Assistenti: Holweger e Simmaco Aiossa di Aprilia

MARCATORI: 9’ pt Zanutto, 35’ st e 45’ st (rigore) e 48’ st Coia

NOTE: Espulso: 38’ st Cece (S) per doppia ammonizione. Ammoniti: Cece, Pecorilli, Incollingo, Coia, Rocci. Recupero: pt: 1’, st: 4’.

PONTINIA – Vittoria in rimonta per il Sezze, che fa suo il derby contro un Pontinia che tiene per 80’ e non riesce a sfruttare la rete di vantaggio e la superiorità numerica. Al “Comunale” di via Alighieri, che la settimana prossima sarà intitolato alla memoria di Riccardo Caporuscio, giovane calciatore tragicamente scomparso anni fa in un incidente stradale, Gaeta in avvio deve fare ancora a meno di Petrussa (che si accomoda precauzionalmente in panchina) e Antonucci. Il mister opta per la difesa a tre composta da Pecorilli, Di Trapano e Scuoch, con Colongi e La Valle ad occuparsi degli esterni con licenza di attaccare; in mezzo al campo si piazzano Cece e Pestrin, con Ciotti appena alle spalle della coppia d’attacco formata da Medoro e Coia (18 reti in due finora). Tra gli amaranto di Palmieri, invece, l’ex Pellerani, mentre l’altro ex Pizzuti inizia dalla panchina. Inizio un po’ contratto, con Sezze a fare la partita e Pontinia pronta a ripartire con le invenzioni di Pellerani e Zanutto. Al 6’ il primo brivido, con La Valle che scarica un sinistro violentissimo che colpisce il palo a Rocci ormai battuto. Sezze sembra in controllo del campo, ma al 9’ il Pontinia va in vantaggio con Zanutto, che su calcio di punizione perfetto batte Stefanini. All’11’ ancora Pontinia molto pericoloso con un cross di Pellerani che costringe la difesa a rimediare con affanno. 

Al 26’ Pestrin perde palla sulla trequarti difensiva, Pellerani la raccoglie e lascia partire una conclusione di sinistro sulla quale Stefanini deve distendersi e mettere in corner. La reazione del Sezze arriva al 33’: sull’angolo di Medoro Rocci respinge corto e la palla arriva dalle parti di Pecorilli, che prova il pallonetto di testa, ma la palla si alza troppo. Nella ripresa gli amaranto padroni di casa provano ad abbassare i ritmi di gara e Gaeta si gioca la carta Rapone, che prende il posto di La Valle. Al 28’ il Pontinia in contropiede fa paura: ci vuole un’uscita di Stefanini sulla sua trequarti per fermare Pizzuti lanciato verso la porta. A 10’ dalla fine Scuoch rimedia un calcio di punizione al limite dell’area, Coia si presenta sul punto di battuta e pennella un destro che Rocci vede infilarsi sotto l’incrocio dei pali. Sezze ci crede, ma al 38’ resta in dieci per l’ingenuo secondo giallo per Cece, che non fa riprendere il gioco e chiude anzitempo la sua gara. Quando tutto sembra destinato al pareggio accade quello che nessuno si aspetta: al 44’ Rapone si auto-lancia, la difesa lo perde e Rocci in uscita è costretto a stenderlo. Il direttore di gara indica il dischetto e dagli undici metri Coia non fallisce regalandosi la doppietta. Nel recupero, con il Pontinia all’arrembaggio alla ricerca del pareggio, arriva il tris sempre con Coia, che si invola e batte Rocci per la terza volta fissando il risultato sull’1-3 e tenendo in corsa Sezze per la zona playoff.


Sezze soffre ma torna a vincere

2 febbraio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE – ALATRI LA PISEBA 2-1

SEZZE: Pastro, Colongi, Pecorilli, Cece, Scuoch, Di Trapano, Ciotti (37’ st Rieti), Pestrin, Coia (45’ st Martelletta), Medoro, La Valle (1’ st Raponi). A disp.: Morichini, Manni, Sartini, Petrussa. All.: Gaeta

ALATRI: Fiorini, Latini (1’ st Boezi), Maliziola (32’ st Pigoli), Fiacco, Seppani, Tiberia, Virgili, Solomon (37’ st Pazienza T.), Cerasuolo, Flavi, Dell’Uomo. A disp.: Zolla, Pazienza F., Paris, Colasanti. All.: Carlini

ARBITRO: Bernardini di Ciampino

Assistenti: Tambolleo e Nasta di Formia

MARCATORI: 30’ pt Flavi (rigore), 45’ pt Medoro, 25’ st Coia.

NOTE: Ammoniti: Flavi, Coia, Scuoch, Pestrin, Cerasuolo.

Recupero: pt: 2’; st: 4’.

Al 17’ st Medoro (S) fallisce un calcio di rigore.

Vittoria sofferta per il Calcio Sezze, che al “Tasciotti” è costretta agli straordinari contro una squadra ostica e mai arrendevole. Gaeta in avvio deve ancora fare a meno di Petrussa e Antonucci, ai quali si aggiungono l’influenzato Stefanini e Berti, oltre allo squalificato Lisi. Va inizialmente in panchina Raponi, nuovo acquisto classe 1996 prelevato dall’Aprilia. Sezze inizia un po’ contratta, ma al 4’ Medoro, al termine di un’insistita azione personale, arriva alla conclusione chiusa in corner dalla difesa dei ciociari. Al 12’ bella discesa sulla fascia destra di Colongi, che arriva al cross per Coia anticipato di un soffio da Seppani. 

Sul prosieguo dell’azione Medoro si libera dal limite e lascia partire un sinistro che impegna severamente Fiorini. La risposta degli ospiti arriva al 20’: su un errato disimpegno di Colongi Flavi raccoglie la palla e conclude dal limite, ma non trova la porta. La gara si sblocca al 29’, quando il direttore di gara assegna il rigore all’Alatri per un fallo di confusione fischiato al contrario: dal dischetto Flavi realizza spiazzando Pastro. 

Sezze soffre un po’ la rete subita e si fa intraprendente solo nel finale di tempo. Al 42’ sull’invito di Medoro ci prova Scuoch di testa, ma Fiorini controlla senza affanni. All’ultimo istante del primo tempo arriva lo schema perfetto su punizione: Ciotti vede partire Medoro, lo serve e l’attaccante rossoblu in girata batte Fiorini e regala il pari ai suoi. Prima del duplice fischio Coia impegna ancora l’estremo difensore dei ciociari. La ripresa si apre con un Sezze più volenteroso: Gaeta toglie dal campo La Valle e lancia l’ultimo arrivato Raponi. Al 16’ il direttore di gara assegna un rigore al Sezze al termine di un’azione identica a quella del primo tempo, stavolta per fallo su Scuoch. Ma Medoro angola troppo la conclusione che finisce a lato. 

Al 22’ pericolosissima azione dell’Alatri che costringe Pastro ad un doppio intervento di piede per evitare guai peggiori. Il gol che decide l’incontro arriva al 25’: Di Trapano crede in un pallone sulla trequarti offensiva, lo serve a Ciotti che di sinistro pennella un cross che Coia di testa deposita alle spalle di Fiorini concretizzando la rimonta. Lo stesso Coia al 31’ riceve in area da Raponi, riesce a controllare, a girarsi e a concludere, ma la palla scivola a lato. Nel finale convulso l’Alatri le prova tutte e ci vuole un Pastro formato gigante a dire di no in pieno recupero sulla velenosa conclusione dal limite di Dell’Uomo.                                                              Nella foto sotto Vincenzo Manni


Un punto d'oro per i rosso blu

25 gennaio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

SAN MICHELE – CALCIO SEZZE  0 - 0
SAN MICHELE: Pedini, Vanzari, Maresca (28’ st Ruggiero), Rogato, Bellamio, Onorato, Cocuzzi, Galofero, Gravina (28’ st Cifra), Sannino, Meneghello. A disp.: Marchionne, Amadio, Benhadda, Di Mezza, Soscia. All.: Pelucchini
CALCIO SEZZE: Stefanini, Colongi, Manni, Micera (23’ st Perna), Scuoch, Rieti (41’ st Sartini), Ciotti, Cece, Lisi, Medoro, Berti. A disp.: Morichini, Mancini, Petrussa, Antonucci. All.: Gaeta
ARBITRO: Campobasso di Formia
Assistenti: Caira e Ventre di Cassino
NOTE: Espulso: 35’ st Lisi per aver proferito bestemmia. Ammoniti: Rogato, Colongi, Cocuzzi, Gravina, Medoro. Recupero: pt: 1’; st: 4’.
Punto d’oro per il Calcio Sezze, che in casa del San Michele riesce a far fronte a ben 9 defezioni (tra squalificati e infortunati) e con una squadra piena zeppa di Giovani di Lega (ben 6 quelli in campo ad inizio partita) riesce ad uscire indenne e a riprendere la corsa dopo la sconfitta di mercoledì a Lenola. Gaeta in avvio deve contarsi gli uomini, tra squalificati (Pestrin, Coia, Di Trapano e Pecorilli) e infortunati (Martelletta e La Valle a letto con l’influenza). Petrussa (che prova nei minuti appena prima della partita con esito negativo) e Antonucci vanno in panchina per onor di firma. In difesa il mister si affida all’inedita coppia centrale formata da Scuoch e Manni, mentre Ciotti e Berti si sacrificano in mezzo al campo lasciando all’attaccante della juniores Erasmo Micera e a Giuseppe Medoro la parte offensiva, con Lisi messo in campo nel ruolo di esterno basso di sinistra. Al 3’ è subito pericoloso Medoro, che riceve da posizione defilata e prova la conclusione con il sinistro ma non trova la porta. La risposta della squadra di Pelucchini arriva all’8’ con Sannino, che si gira bene in area ma sbaglia la conclusione da posizione complicata. Al 17’ grande intervento di Stefanini sul bolide di sinistro di Meneghello destinato all’incrocio dei pali. Al 23’ Micera controlla bene un invito di Medoro al limite dell’area e riesce a girarsi e a concludere, ma il suo tiro è debole e Pedini fa buona guardia. Un minuto più tardi è Berti a provarci di sinistro dal limite e stavolta l’estremo difensore dei borghigiani è costretto a distendersi e a mettere in corner. La gara si infiamma e al 25’ Stefanini è costretto a salvare di piede sull’incursione di Garofelo ben servito in area da Meneghello. Rogato rischia il secondo giallo al 44’ per un fallo su Lisi. Sulla punizione che ne consegue Ciotti impegna severamente Pedini. Nella ripresa Sezze parte con la stessa grinta del primo parziale. Al 14’ Ciotti raccoglie una corta respinta della difesa e ci prova dal limite, ma Pedini fa buona guardia. Dall’altra parte Cocuzzi spaventa Stefanini con una conclusione dal limite che termina la sua corsa qualche centimetro dal palo destro della porta setina. Al 26’ è provvidenziale la chiusura in diagonale di Vanzari su Perna lanciato verso rete da Medoro. Nei minuti finali Sezze resta in dieci per il rosso a Lisi che si lascia scappare qualche parola di troppo dopo aver subito un fallo in mezzo al campo. Gli ultimi minuti sono di grande sofferenza, con entrambe le squadre che iniziano ad accusare stanchezza. In pieno recupero un contatto in area del San Michele tra Medoro e Bellamio fa gridare al rigore, ma il direttore di gara ammonisce l’attaccante del Sezze per simulazione e la gara finisce in quel momento, con Sezze che esce indenne da un campo difficile e guarda con ottimismo alle prossime gare, a cominciare da quella di domenica al “Tasciotti” contro l’Alatri.


Calcio Sezze sconfitta a Lenola

21 gennaio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

PRO CALCIO LENOLA – CALCIO SEZZE  1 - 0
LENOLA: Micci, De Meo, Mancini, Monforte (31’ st Esposito), Pirolozzi, Del Giudice, Migliorelli, Molinaro, Mariniello (42’ st Fabbri), Mallozzi (31’ st Filosa), Vuolo. A disp.: Susa, Verdich, Pannozzi, Marangon. All.: Pernarella
SEZZE: Stefanini, Colongi, Pecorilli, Petrussa (17’ pt Lisi), Scuoch, Di Trapano, La Valle (20’ st Coia), Pestrin, Berti, Ciotti, Cece (42’ st Perna). A disp.: Morichini, Martelletta, Micera, Antonucci. All.: Gaeta
ARBITRO: Tartarone di Roma 2
Assistenti: Martellucci e Mastropietro di Frosinone
MARCATORE: 27’ pt Mariniello
NOTE: Espulsi: 27’ st Coia per gioco violento, 47’ st Pestrin per gioco violento. Ammoniti: Cece, Di Trapano, Mariniello, Monforte, Pecorilli. Recupero: pt: 1’, st: 5’
Niente da fare per il Sezze, che cade nel recupero della prima giornata di ritorno. In quella occasione fu la nebbia a costringere il direttore di gara ad interrompere il match al 36’ sul punteggio di 1-0 per la compagine di Mauro Pernarella. Stavolta la nebbia non c’è, ma pioggia e freddo la fanno da padroni. 

Gaeta in avvio deve rinunciare a Medoro, influenzato, mentre Coia inizia in panchina sempre per problemi respiratori. Al 5’ Mallozzi subito pericoloso in area setina, ma la difesa riesce a contenerlo prima che riesca a tirare. La risposta del Sezze non si fa attendere e al 7’ La Valle arriva sul fondo, sbaglia la misura del cross ma mette in difficoltà Micci che è costretto a salvarsi in calcio d’angolo. La prima tegola in casa del Sezze arriva al 17’, con Petrussa costretto a lasciare il campo sostituito da Lisi. Al 20’ grande occasione per i padroni di casa: sul corner di Vuolo Stefanini calcola male il tempo dell’uscita, Pirolozzi stacca di testa ma schiaccia troppo la conclusione che termina di un soffio sopra la traversa. Al 24’ grande conclusione con il sinistro dal limite di La Valle che sfiora il palo alla destra di Micci. Al 27’ arriva il vantaggio dei padroni di casa con Mariniello, che si fa trovare pronto sul cross di Mancini, controlla a seguire e lascia partire un destro che batte Stefanini. 

Un minuto più tardi Lenola ancora pericoloso con un tiro dal limite di Molinaro che finisce alto di un soffio. La ripresa si apre con un Sezze più motivato, mentre il Lenola controlla pronto a ripartire in velocità. Al 5’ sugli sviluppi di un corner Vuolo mette in mezzo per Migliorelli che ci prova in spaccata ma non trova la porta. Gaeta prova la carta Coia, ma l’attaccante commette un fallo in mezzo al campo e trova il rosso diretto al 27’. Sezze in dieci spaventa il Lenola con Lisi, che al 32’ ci prova dal limite dopo un rinvio corto della difesa ma alza troppo la mira. Al 37’ il Lenola ha l’occasione per chiuderla, ma il destro di Mariniello di stampa sulla traversa a Stefanini ormai battuto. Nel finale gli animi si scaldano e a pagarne le conseguenze è Pestrin, che viene espulso dopo un contrasto di gioco e successivo parapiglia. I cinque minuti di recupero scivolano via senza sussulti e alla fine ad alzare le mani sono gli uomini di Pernarella, che con questo risultato superano in classifica proprio i setini.                                        Nella foto il capitano Massimo Ciotti


Vittoria convincente del Calcio Sezze

19 gennaio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE – SONNINO  4 - 0
SEZZE: Stefanini, Colongi, La Valle, Petrussa (20’ st Sartini), Scuoch, Di Trapano (23’ st Pecorilli), Cece, Pestrin, Coia (34’ st Medoro), Ciotti, Berti. A disp.: Pastro, Martelletta, Manni, Rieti. All.: Gaeta
SONNINO: Borsa, Tantalo, Minieri, Rinaldi, Dei, Limongiello (23’ st Dei Guidici), Iosca (1’ st Mariani), Grenga, Pisacane (32’ st Velocci), Stefanelli, Ventimiglia. A disp.: Fiorillo, Tramentozzi, D’Onofrio, Iannotta. All.: Dei Giudici
ARBITRO: Bonsoccorso di Roma 2
Assistenti: Giudice e Pantanella di Frosinone
MARCATORI: 25’ pt Coia, 35’ pt Berti, 10’ st Petrussa, 40’ st Colongi. 
NOTE: Ammonito: La Valle. Recupero: pt: 0’; st: 2’ 
Vittoria convincente per il Calcio Sezze, che nel derby lepino ha la meglio sul Sonnino al termine di una gara condotta senza problemi. In avvio Gaeta ritrova Stefanini tra i pali dopo l’infortunio che lo ha tenuto un mese lontano dal campo. In difesa fiducia alla coppia centrale formata da Scuoch e Di Trapano, mentre in mezzo al campo operano Pestrin, Petrussa e Cece, con Berti e Ciotti appena a ridosso della punta Coia. Panchina per Medoro, ancora non al meglio della condizione dopo l’infortunio rimediato a Boville. Al 4’ subito grande occasione per Scuoch che ci prova di testa su assist di Ciotti ma trova Dei pronto sulla linea di porta a respingere la sua conclusione. La risposta del Sonnino arriva al 17’ con un tiro di Ventimiglia che finisce di poco a lato. Al 22’ enorme occasione per il Sezze con Ciotti che si invola sull’out destro e mette in mezzo per Coia invece di cercare la conclusione, permettendo alla difesa del Sonnino di sventare la minaccia. La rete dei rossoblu arriva al 25’: Petrussa recupera un pallone in mezzo al campo e lancia Coia, che stacca altissimo e di testa riesce a toccare la sfera prima dell’estremo difensore Borsa, trovando la nona rete stagionale. Al 33’ Sezze ha subito l’occasione per raddoppiare, ma Ciotti, servito splendidamente da Coia, arriva a tu per tu con Borsa ma calcia incredibilmente fuori. Due minuti più tardi capolavoro di Berti, che raccoglie palla da posizione molto defilata e di sinistro lascia partire un missile che si insacca alle spalle di Borsa raccogliendo gli applausi del pubblico infreddolito del “Tasciotti”. 

Al 42’ occasione per il tris di un Sezze in pieno controllo del match: Coia vince un contrasto con Dei, arriva sul fondo e mette in mezzo un pallone che Ciotti prova a piazzare non trovando il bersaglio grosso. La ripresa si apre con il tris del Sezze al 10’: Pestrin vede il taglio di Petrussa e lo serve, l’inserimento del centrocampista ex Sermoneta è perfetto tanto quanto la conclusione in spaccata che termina la sua corsa in fondo al sacco. Al 33’ Pecorilli di testa sfiora il poker. Un minuto più tardi Coia lascia il campo per il rientrante Medoro, che al 40’ prova l’azione personale, poi pesca Colongi che parte sul filo del fuorigioco e batte Borsa in uscita fissando il risultato sul 4-0. Nel recupero il palo di Grenga nega agli ospiti la gioia del gol della bandiera. Mercoledì si torna in campo a Lenola per il recupero della gara sospesa domenica scorsa per nebbia.


Tutto da rifare, colpa della nebbia

11 gennaio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

PRO CALCIO LENOLA – CALCIO SEZZE  Sospesa al 36’ del primo tempo per nebbia

LENOLA: Micci, De Meo, Mancini, Esposito, Pirolozzi, Del Giudice, Migliorelli, Molinaro, Mariniello, Mallozzi, Vuolo. A disp.: Susa, Fabbri A., Monforte, Marangon, Pannozzo, Filosa, Fabbri L. All.: Pernarella

SEZZE: Pastro, La Valle, Pecorilli, Petrussa, Scuoch, Di Trapano, Ciotti, Pestrin, Coia, Cece, Colongi. A disp.: Stefanini, Martelletta, Manni, Antonucci, Sartini, Berti, Lisi. All.: Gaeta

ARBITRO: Scacco di Roma 2

Assistenti: De Vellis e Orsini di Frosinone

MARCATORE: 4’ pt Migliorelli

NOTE: Gara sospesa al 36’ del prima tempo per nebbia.

Vince la nebbia nella prima giornata di ritorno del campionato di Promozione tra Pro Calcio Lenola e Calcio Sezze. Allo stadio intitolato ai giudici Falcone e Borsellino si gioca solo 36 minuti, poi la coltre scende e non permette di disputare regolarmente il match. In avvio Gaeta deve rinunciare all’infortunato Medoro, mentre vanno in panchina il lungodegente Antonucci e Angelo Stefanini, che tornerà a completa disposizione la prossima settimana. In difesa il tecnico opta per la coppia centrale formata da Pecorilli e Scuoch, mentre capitan Di Trapano va ad occupare la corsia destra. In avanti fiducia a Coia e Ciotti. Al 4’ i padroni di casa vanno in vantaggio con Migliorelli, che si fa trovare pronto sull’invito di Mallozzi e di sinistro lascia partire una conclusione ad incrociare che si insacca alle spalle di Pastro. Al 13’ ancora Lenola sugli scudi con una pericolosa azione che porta Mariniello a concludere dal limite, ma il tiro risulta strozzato e Pastro controlla senza affanni. Al 26’ la risposta del Sezze è affidata a Ciotti, che lascia partire un destro velenoso dal limite dell’area ma non trova il bersaglio grosso. Da quel momento in poi la nebbia si fa sempre più fitta, fino a costringere il direttore di gara alla momentanea sospensione al 36’. Dopo circa quindici minuti in cui la situazione arriva perfino a peggiorare, l’arbitro fischia tre volte e interrompe definitivamente il match che verrà recuperato nelle prossime settimane per intero.


Brutto inizio anno per il Calcio Sezze

4 gennaio 2015- addetto stampa Simone Di Giulio

BOVILLENSE CALCIO SEZZE  4 - 1

BOVILLENSE: Rea, Nardozzi (24’ st Paolucci), Mercuri (9’ st De Vita), Mizzoni, Fabrizi, Matriciano, Carfora, Lillo, Gatti, Marciano (34’ st Mandarelli), Tedeschi. A disp.: Del Zio, Cianchetti, Cocco, Santopadre. All.: Ranni

CALCIO SEZZE: Pastro, Colongi, La Valle (25’ st Lisi), Petrussa, Scuoch, Di Trapano, Ciotti, Pestrin, Coia, Medoro (1’ st Berti), Cece. A disp.: Morichini, Martelletta, Manni, Pecorilli, Sartini. All.: Gaeta

ARBITRO: Di Matteo di Roma 2

Assistenti: Raganelli di Roma 1 e Anselmo di Roma 2

MARCATORI: 2’ pt Carfora, 37’ pt Ciotti, 13’ st Mizzoni, 29’ st Marciano, 40’ st Mandarelli

NOTE: Ammoniti: Fabrizi, Pestrin, Di Trapano, Mizzoni. Recupero: pt: 1’, st: 3’

Crollo del Calcio Sezze, che in terra ciociara cade pesantemente contro la squadra allenata da mister Ranni, che si impone nettamente al termine di una gara condizionata da svarioni della difesa rossoblu capace di prendere tre dei quattro gol su azione da calcio d’angolo. In avvio Gaeta deve rinunciare a Stefanini (sulla via del recupero) e Antonucci (ancora alle prese con la pubalgia). In difesa c’è l’imbarazzo della scelta e il tecnico setino si affida alla coppia formata da capitan Di Trapano e da Scuoch, facendo partire Martelletta e Pecorilli dalla panchina. Davanti spazio alla coppia Coia-Medoro, 15 sigilli in due nelle prime sedici giornate di campionato. Pronti-via e i padroni di casa vanno già in vantaggio: La Valle perde un contrasto spalla a spalla con Carfora, che da posizione defilata lascia partire un destro velenoso che supera Pastro, incoccia sul palo interno e si insacca. Al 6’ occasionissima per il Sezze, con Coia che riesce a liberarsi in area e servire l’accorrente Ciotti, che ci prova di destro ma non trova il bersaglio grosso. Al 25’ altra grande occasione per Coia, che crede ad un pallone che arriva dalle retrovie e prova il pallonetto che si spegne oltre la traversa a Rea ormai battuto. La tegola in casa Sezze arriva al 32’ con Medoro che si infortuna alla coscia ma stringe i denti e rientra in campo. Al 37’gli sforzi degli ospiti vengono premiati con il pareggio di Ciotti che vede Rea fuori dai pali e lo beffa con un pallonetto dai venticinque metri. Gol meritato per i rossoblu, che dopo aver subito la rete a freddo non si erano dati per vinti. La ripresa inizia subito con una buona occasione per il neo entrato Berti (al posto di Medoro infortunato), che viene anticipato di un soffio dall’uscita disperata di Rea. La risposta del Boville arriva due minuti più tardi con Carfora che va al tiro ma non riesce ad inquadrare la porta. Al 7’ Pastro costretto a salvarsi in due tempi sulla violenta conclusione del sempre pericoloso Gatti dal limite dell’area. Al 13’ il Boville torna avanti: da un’azione di calcio d’angolo la palla arriva dalle parti di Mizzoni, la difesa di distrae e il capitano dei ciociari ha vita facile a mettere la palla alle spalle di Pastro. Sezze si scompone e al 29’ i padroni di casa vanno ancora a segno: sempre da calcio d’angolo la palla arriva a De Vita sul cui colpo di testa Pastro si supera ma non può nulla sulla ribattuta di Marciano, che spegne le speranze dei rossoblu. Al 40’ il Boville cala il poker, sempre da calcio d’angolo battuto da Tedeschi: questa volta è Mandarelli a farsi beffa della difesa del Sezze e a battere di testa Pastro per la quarta volta.


Successo per il I Memorial “Nazzareno Rossi”

Bella cornice di pubblico per la festa dello sport con vittoria degli Amatori Calcio Sezze
29 dicembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio
Tanta gente nonostante il freddo pungente, tre belle partite tra squadre che non ci tenevano a perdere e una bellissima atmosfera a far da contorno al I Memorial “Nazzareno Rossi”, che si è disputato domenica mattina presso il campo “Fontanelle” e che ha visto sfidarsi in gare da 45’ il Calcio Sezze, La Setina e gli Amatori Calcio Sezze, con questi ultimi ad alzare il trofeo. Si può sintetizzare così la giornata di domenica scorsa, una grande festa dello sport tra le società che difendono i colori di Sezze nei vari campionati che sono chiamati a disputare. Il calcio d’inizio della terna inviata dal Gruppo Sportivo Italiano c’è stato alle 9:30 con La Setina e Amatori Calcio Sezze a sfidarsi. Ad imporsi al termine dei 45’ di gioco sono stati i ragazzi capitanati dal presidente Marco Gaeta, che si sono imposti di misura grazie alla rete di Xhecuka al 13’. Nel secondo match di giornata la squadra sconfitta nella prima gara, La Setina, se l’è vista contro il Calcio Sezze. Partita a senso unico tra la compagine di Francesco Consoli e quella di Antonio Gaeta, che si è imposta con un perentorio 6-0: ad aprire le danze ci ha pensato al 9’ Sartini al termine di un’azione nata sugli sviluppi di un corner, poi il raddoppio di Berti all’11’, il tris con lo stesso Berti al 20’, poi la doppietta di Alessandro Coia, che realizzava due reti di testa al 24’ e al 29’, prima della tripletta personale di Alessandro Berti che al 39’ realizzava un gol con una spettacolare rovesciata strappando applausi al pubblico infreddolito ma sempre presente. La terza gara, quindi, serviva a stabilire il vincitore del primo Memorial “Nazzareno Rossi”. In campo Calcio Sezze e Amatori, che davano vita ad un match di alto livello. I campioni provinciali amatori passavano in vantaggio con il rigore di Santia al 27’, ma Massimiliano Ciotti (al rientro dopo un lungo infortunio) siglava la rete del pareggio al 35’ con uno splendido diagonale. Al triplice fischio erano i rigori a stabilire il vincitore della manifestazione e il tiro finale di Xhecuka dagli undici metri regalava la vittoria agli Amatori. Al termine della manifestazione, riuscita alla perfezione, la consegna dei trofei e i saluti per il nuovo anno di Amatori, La Setina e Calcio Sezze. 


Domenica mattina allo stadio “Fontanelle” triangolare tra Calcio Sezze, La Setina e Amatori Calcio Sezze

27 dicembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

Triangolare di lusso domani, domenica 28 dicembre allo stadio “Fontanelle” a Sezze

In campo le tre squadre setine che si affronteranno in gare da 45’ ciascuna: il Calcio Sezze (che milita nel campionato Promozione), La Setina (formazione che milita nel torneo di Seconda Categoria) e i campioni provinciali degli Amatori Calcio Sezze. L’occasione è rappresentata dal I Memorial intitolato a Nazzareno Rossi, padre di Nino, estremo difensore de La Setina. Il primo incontro previsto vedrà opporsi gli Amatori Calcio Sezze a La Setina, con fischio d’inizio fissato per le 9:30. Chi perde la sfida dovrà vedersela contro il Calcio Sezze, poi la terza partita tra il vincitore della prima e la squadra allenata da Antonio Gaeta. 

Gli incontri saranno diretti da una terna arbitrale del Gsi, Gruppo Sportivo Italiano, che organizza il campionato Amatori in tutta Italia. Per La Setina il I Memorial “Nazzareno Rossi” rappresenta un modo per formalizzare la recente affiliazione con la società del Calcio Sezze, che sta già avendo i primi frutti sperati. Per il Calcio Sezze, invece, si tratta di un’occasione di tornare in campo dopo una settimana di pausa prima delle festività natalizie. 

Si cercherà di ritrovare la condizione per affrontare al meglio la ripresa del campionato, prevista per domenica 4 gennaio, quando la compagine setina sarà impegnata in una sfida molto delicata al “Montorli”, in casa della Bovillense. L’occasione di domani sarà anche quella di testare i nuovi arrivi in casa rossoblu e farli integrare al meglio con i compagni di squadra. Tra le buone notizie, sempre in casa Calcio Sezze, quelle che riguardano Massimiliano Ciotti, da tempo ai box, che potrebbe assaggiare di nuovo il campo in vista della seconda parte del torneo Promozione. Per gli Amatori Calcio Sezze, invece, il I Memorial “Nazzareno Rossi” sarà l’occasione per giocare con squadre più blasonate e preparare le prossime gare di campionato che li vedono come gli avversari da battere. Un particolare interessante riguarda Marco Gaeta: il co-presidente del Calcio Sezze se la dovrà vedere in mezzo al campo contro i suoi calciatori, essendo capitano della compagine degli Amatori.


Buona prestazione di tutta la squadra

21 dicembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE – CAMPODIMELE  2 - 0

SEZZE: Pastro, Colongi, Pecorilli, Petrussa (29’ st Berti), Scuoch, Di Trapano, La Valle, Pestrin, Coia (35’ st Lisi), Medoro, Cece. A disp.: Morichini, Martelletta, Manni, Rieti, Sartini. All.: Gaeta

CAMPODIMELE: Piscopo, Koyate, Sepe (18’ st Di Trocchio), Ruscitto L., De Palma, Montano, Fiore, Russo (32’ st Ruscitto A.), Esposito, Palisi, Lehdili. A disp.: Andolfi, Rosati, Alessandrini, En-Najid, Abbattista. All.: Cianciaruso

ARBITRO: Valentini di Ciampino

Assistenti: Di Giacomo di Tivoli e Boccafurni di Roma 1

MARCATORI: 4’ pt Medoro, 25’ pt Coia

NOTE: Ammoniti: Koyate, Coia, De Palma, Palisi. Recupero: pt: 1’, st: 4’

Bella affermazione per il Calcio Sezze, che al “Tasciotti” vince agevolmente contro il Campodimele e rilancia la sua candidatura per un campionato di vertice. Gaeta in avvio deve rinunciare a Stefanini, Ciotti e Antonucci, ancora ai box per fastidi muscolari. In difesa fiducia alla coppia centrale formata da Pecorilli e Scuoch, con La Valle (positivo il suo esordio domenica scorsa a Ceccano) che va ad occupare la corsia sinistra. L’altro nuovo acquisto del mercato di riparazione, Alessandro Berti, inizia dalla panchina. Prima del calcio d’inizio il minuto di raccoglimento per l’improvvisa scomparsa di Mauro Marchionne, tifoso e dirigente del Sezze. Dopo un solo minuto di gioco ci prova Coia su calcio di punizione, ma la sfera sfila a lato. Già al 4’ sezze passa in vantaggio: bella triangolazione tra Pestrin e Di Trapano, con il capitano setino che arriva a ridosso dell’area di rigore, alza la testa e serve Medoro che controlla bene e lascia partire con il sinistro un missile che si insacca alle spalle di Piscopo. La risposta del Campodimele arriva al 21’ con una pericolosa punizione di Russo dal limite, ma Pastro fa buona guardia osservando il pallone che termina la sua corsa a lato della porta difesa dall’estremo setino. Al 24’ ancora ospiti pericolosi con un colpo di testa di Fiore che termina largo. Sul capovolgimento di fronte Medoro difende un pallone sulla linea di fondo, serve La Valle che lascia partire un cross che arriva dalle parti di Coia, che stoppa di petto e lascia partire un sinistro perfetto che si incassa alle spalle di Piscopo regalando il raddoppio ai suoi. Il Campodimele cerca di riorganizzarsi e al 33’ arriverebbe anche al gol, ma la posizione di partenza di Palisi è dietro l’ultimo uomo della difesa del Sezze e il direttore di gara annulla. Al 35’, invece, ci vuole il miglior Pastro per negare la gioia del gol a Ruscitto sulla conclusione da venticinque metri. Al 39’ cerca la gloria personale anche Pestrin, dopo essersi liberato dal suo marcatore, ma la sua conclusione da lontano non trova la porta. Nella ripresa Sezze parte subito forte e al 4’ ci vuole un miracolo di Piscopo per negare a capitan Di Trapano la gioia del gol. Al 21’ pericolosa azione del Campodimele che porta al tiro Russo, ma Pastro fa buona guardia mettendo in corner. Sezze avrebbe in più occasioni la possibilità di aumentare il divario, mentre il Campodimele raramente si affaccia dalle parti di Pecorilli d Scuoch. C’è tempo anche per far rifiatare Petrussa e Coia e dare spazio al nuovo arrivato Alessandro Berti. Al triplice fischio tutti a raccogliere gli applausi del “Tasciotti” e a preparare il ritorno in campo previsto per il 4 gennaio in casa della Bovillense.          Nella foto sotto Gianluca Petrussa


Il Sezze fermato sul pari dal Ceccano

7 dicembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

CECCANO – CALCIO SEZZE  0 - 0

CECCANO: Mancini, Pirri, Colapietro, Mirabella, Celli, Pompili, Tarquini (11’ st Egidi), Carlini E. (45’ st Apponi), Ciotoli L. (28’ st Bruni), Recine, Pandolfi. A disp.: Ciotoli A., Maura, Carlini A. All.: Carlini

SEZZE: Pastro, La Valle, Pecorilli, Petrussa, Scuoch, Di Trapano, Cece, Pestrin, Coia, Medoro (41’ st Lisi), Colongi (21’ st Sartini). A disp.: Morichini, Martelletta, Manni, Rieti, Ciotti. All.: Gaeta

ARBITRO: Pavia di Roma 2

Assistenti: D’Ilario e Passero di Roma 1

NOTE: Ammoniti: Celli, Pestrin, Pirri, Bruni, Di Trapano.   

Recupero: pt: 0’; st: 2’

Non va oltre il pareggio a reti bianche il Calcio Sezze, che al “Dante Popolla” non riesce a sfondare il bunker della compagine di Carlini, pur trovando il quinto risultato utile consecutivo in campionato e restando nelle zone alte della classifica. In avvio mister Gaeta schiera sull’out sinistro difensivo il nuovo acquisto La Valle, mentre capitan Di Trapano va ad occupare la corsia destra con Pecorilli e Scuoch confermati coppia centrale difensiva. Davanti fiducia a Medoro e Coia, coppia d’oro dell’attacco rossoblu nelle ultime giornate, mentre ai box restano Stefanini e Antonucci, alle prese con noie muscolari. Al 20’ il primo brivido, dopo un lungo periodo di studio su un campo difficile, lo crea il Ceccano che si fa pericolosissimo con Recine, che conclude da posizione defilata trovando pronto Pastro alla ribattuta, prima che la difesa riesca a spazzare il pericolo. Nel primo parziale è l’unica occasione da rete da segnalare e il duplice fischio manda tutti negli spogliatoi. Nella ripresa Sezze inizia bene: al 3’ Medoro prova a beffare Mancini su punizione, ma l’estremo difensore del Ceccano riesce a bloccare la sfera evitando anche un’eventuale ribattuta degli avanti setini. Al 26’ è di nuovo Giuseppe Medoro a provarci ancora dal limite dell’area, ma la sua conclusione di sinistro non trova il bersaglio grosso. Sezze sale di intensità, ma il Ceccano controlla senza affanni e in un paio di occasioni riesce anche a ripartire mettendo in difficoltà gli ospiti, che si salvano con una prestazione maiuscola di Pecorilli e Scuoch praticamente impeccabili. Al 31’ bella combinazione in area tra Medoro e Petrussa, con il centrocampista che arriva alla conclusione con il sinistro ma alza troppo la mira. Gli ultimi minuti di gara non concedono altre emozioni, con gli uomini allenati da Carlini che le provano tutte per portare a casa un punto per loro prezioso. Al fischio finale il rammarico del Sezze è quello di non essere riuscita a portare a casa un risultato che sembrava essere alla portata.


Il Sezze si aggiudica il derby dei Lepini

7 dicembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

PRIVERNO – CALCIO SEZZE  1 - 3

PRIVERNO: Marinelli, Altobelli, Cacciotti, Di Giulio, Garofalo, Di Costanzo, Di Meo, Paniccia (26’ st Castellani), Sampaolo (30’ st Dell’Unto), Capuccilli, Violanti (14’ st Marroni). A disp.: Di Mauro, Birlandeanu. All.: Vellucci

CALCIO SEZZE: Pastro, Colongi (43’ st Manni), Pecorilli, Petrussa, Scuoch, Di Trapano, Cece, Pestrin, Coia (35’ st Martelletta), Medoro, Antonucci (1’ st Lisi). A disp.: Morichini, Rieti, Fiaschetti, Sartini. All.: Gaeta

ARBITRO: Bertoldi di Roma 2

Assistenti: Atta Alla di Roma 1 e Bertucci di Roma 2

MARCATORI: 1’ pt e 23’ st Coia, 26’ pt Pestrin (autogol), 29’ st Lisi 

NOTE: Ammoniti: Scuoch, Lisi, Pecorilli, Petrussa.

Recupero: pt: 1’, st: 4’

Il derby dei Lepini è appannaggio del Sezze, che con una bella prestazione si aggiudica il match al cospetto di una squadra decisamente rinforzata e ansiosa di risalire la china. In avvio Gaeta, che deve rinunciare solo a Stefanini e a Ciotti, con quest’ultimo sulla via del recupero, opta per una difesa con Di Trapano e Colongi esterni bassi, Scuoch e Pecorilli centrali. Dall’altra parte mister Vellucci schiera i nuovi acquisti Marinelli, Capuccilli (ex di turno) e Di Meo, ma deve rinunciare a Simone Sampaolo, squalificato per un turno. Dopo appena 1’ Coia rimedia una punizione dal limite e gela Marinelli con un destro preciso portando in vantaggio i suoi. La risposta del Priverno arriva un minuto più tardi sempre su punizione, calciata da Capuccilli, che spaventa Pastro ma termina a lato di un soffio. Al 6’ ancora Coia a provarci di testa su angolo di Antonucci, ma la palla si alza troppo. Al 13’ bellissima azione del Sezze orchestrata da Antonucci e Coia che portano al tiro Petrussa che dal limite spaventa ancora Marinelli. Al 19’ ancora Sezze molto pericoloso: Di Trapano si invola sull’out sinistro, arriva sul fondo e mette in mezzo un pallone sul quale si avventa Medoro, che si coordina e lascia partire un violento sinistro che però termina alto. Sall’altra parte Di Giulio ci prova dal limite, Pastro si allunga e mette in corner. Il Priverno guadagna campo e al 26’ trova il pareggio: Di Giulio si fa trovare tutto solo sulla sinistra e mette in mezzo un pallone che Pestrin, nel tentativo di anticipare l’accorrente Sampaolo, devia alle spalle di Pastro. Due minuti più tardi, sulle ali dell’entusiasmo, Sampaolo sfiora il raddoppio con un colpo di testa in anticipo su Pastro, ma la sfera non trova il bersaglio grosso. L’ultimo brivido prima dell’intervallo lo procura Coia, che ci prova in rovesciata dopo un rinvio sbagliato della difesa privernate, ma il pallone si alza troppo. Dopo 50’’ del secondo parziale ci prova ancora Coia, ma Marinelli stavolta è attento e mette in angolo. Sugli sviluppi del corner di Medoro ci prova Di Trapano di testa ma il pallone scivola sul fondo. Sezze spinge, ma Priverno regge l’urto. La gara si risolve a metà della ripresa: al 22’ Medoro fa tutto bene ma poi alza la conclusione con il destro, poi un minuto più tardi si invola, alza la testa e serve un assist al bacio per Coia che porta in vantaggio i setini. Sette minuti più tardi Medoro incanta sulla corsia sinistra e mette in mezzo un altro pallone sul quale Lisi si fa trovare puntuale per la rete dell’1-3. Il Priverno prova a reagire cambiando qualcosa in mezzo al campo, ma Sezze tiene botta e porta a casa tre punti pesanti e la consapevolezza che la strada da qui alla fine è ancora lunga e le sorprese sono dietro l’angolo.


Pareggio amaro per il Sezze

30 novembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - FORMIA 1905  1 - 1
SEZZE: Pastro, Colongi, Pecorilli, Manni, Scuoch, Martelletta, Antonucci (46’ st Ficaccio), Pestrin, Coia, Petrussa, Lisi. A disp.: Morichini, Rieti, Cece, Fiaschetti, Ciotti. All.: Gaeta
FORMIA: Pascariello, Bacioterracino (13’ st Perrica), D’Amora, Volpe, Del Nunzio, Formisano, Gagliardi, Schettino (24’ st Scipione), Kolaveri (37’ st Cardia), Rima, Keita. A disp.: Florenza, De Meo, Scarlati, Parente. All.: Rosolino
ARBITRO: Colelli di Ostia. Assistenti: Milazzo e Giudice di Frosinone
MARCATORI: 24’ pt Rima, 32’ st Antonucci (rigore)
NOTE: Ammoniti: Del Nunzio, Petrussa, Gagliardi, Perrica, Antonucci.
Recupero: pt: 1’; st: 4’ 
Termina con un pareggio che lascia l'amaro in bocca la sfida tra il Sezze e il Formia, con i padroni di casa bravi a recuperare lo svantaggio, ma incapaci di portare la gara dalla loro parte. Gaeta in avvio deve inventarsi una formazione condizionata da infortuni e squalifiche varie. Ai box Stefanini e Ciotti, mentre Medoro e Di Trapano scontano un turno di squalifica. Largo ai giovani, quindi, con ben 4 under in campo. Al 3’ Martelletta prova subito a spaventare Pascariello con un destro dal limite dell’area che termina a lato. 

Al 12’ Scuoch si fa trovare libero in area sul calcio d’angolo battuto da Antonucci, ma il suo colpo di testa in precario equilibrio termina fuori di poco. Il Sezze fa valere la supremazia territoriale, ma il Formia quando riparte è molto pericoloso e al 24’ va addirittura in vantaggio: la difesa del Sezze non spazza sugli sviluppi di un corner, la palla arriva a Gagliardi che lascia partire un cross che pesca tutto solo in area capitan Rima, per il quale è un gioco da ragazzi colpire di testa e mettere la palla alle spalle di Pastro. Al 36’ la reazione del Sezze è affidata ad Antonucci, che su calcio di punizione rimediato da Coia (che costa il giallo a De Nunzio) costringe Pascariello ad un difficile intervento per mettere la sfera in calcio d’angolo. Al 45’ Martelletta ci prova con un colpo di testa su angolo di Antonucci, ma non trova il bersaglio grosso. Nella ripresa Sezze torna in campo con il piglio giusto e al 7' c'è un episodio molto dubbio con i padroni di casa a chiedere a gran voce la rete sul colpo di testa di Martelletta che Pascariello forse salva oltre la linea di porta, ma secondo il direttore di gara il pallone non sarebbe entrato. Al 20’ Sezze ancora vicina alla rete del pari: delizioso tacco di Lisi che smarca Petrussa che ci prova con il sinistro ma la conclusione è larga. 

Al 31’ Lisi si divora un gol su assist di Antonucci, ma l’azione prosegue e Martelletta viene steso in area da Perrica costringendo il direttore di gara ad assegnare il penalty. Antonucci dal dischetto non sbaglia, spiazza Pascariello e regala il pareggio ai suoi. La reazione degli ospiti arriva al 34', quando in area del Sezze Pecorilli devia la palla di testa e sfiora la clamorosa autorete. Al 41' Sezze in contropiede spreca una buona occasione con Manni che calcia scomposto e la palla si alza troppo, mentre l'occasione più ghiotta arriva a due minuti dalla fine quando Coia fa tutto bene, arriva a tu per tu con Pascariello e prova a beffarlo con un pallonetto che sfiora la traversa e finisce fuori. Sezze meriterebbe di vincere ma la porta del Formia sembra stregata e negli ultimi minuti di gara sono diverse le occasioni create dai setini, con gli ospiti, letteralmente arroccati nella loro difesa, che riescono alla fine a strappare un punto prezioso.


Arriva la terza vittoria in trasferta per il Sezze

24 novembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

TECCHIENA TECHNA - CALCIO SEZZE  0 - 2

TECCHIENA: Petriglia, Augusti, Frezza, Fattizzo, Pagnanelli, Rinaldi, D’Arpino, Veloccia, Magliocchetti, Verrecchia, Carosi (14’ st Piscitelli). A disp.: Papetti, Dell’Orco, Fanella, Caliciotti, Piscitelli, Fabi, Compagnone. All.: Promutico

SEZZE: Stefanini (42’ pt Pastro), Martelletta, Pecorilli, Cece (33’ st Rieti), Scuoch, Di Trapano, Manni, Pestrin, Coia, Medoro, Lisi (8’ st Colongi). A disp.: Pastro, Mancini, Rieti, Fiaschetti, Antonucci, Colongi. All.: Gaeta

ARBITRO: Jorgi di Albano

Assistenti: Biron di Roma1 e Boccancini di Ciampino

MARCATORI: 32’ pt Medoro, 47’ st Coia

NOTE: Espulso: 5’ st Di Trapano per proteste. Ammoniti: Medoro, Verrecchia, Pecorilli, D’Arpino, Rinaldi, Veloccia. Recupero: pt: 3’, st: 3’

Al 5’ st Fattizzo fallisce un calcio di rigore

ALATRI – Impresa del Calcio Sezze, che in dieci per un temo intero riesce a stringere i denti e a portare a casa tre punti pesantissimi al termine di una gara pesantemente condizionata dalle decisioni arbitrali. Gaeta in avvio deve rinunciare allo squalificato Petrussa e al lungodegente Ciotti. Niente da fare nemmeno per Antonucci, che parte dalla panchina. Nel 4-4-2 trovano spazio Manni e Lisi, rispettivamente utilizzati come centrocampista e come esterno alto. Al 15’ grande conclusione dai trenta metri di Pestrin, che Petriglia mette in calcio d’angolo. Al 29’ pericoloso stacco di testa di Veloccia che riesce a saltare tutto solo in area sugli sviluppi di un corner, ma non trova la porta. Il vantaggio del Sezze arriva al 32’: Coia 'spizza' un pallone per Lisi che entra in area e conclude di sinistro trovando Petriglia pronto alla ribattuta, ma sul pallone si avventa Medoro che di destro, da posizione molto defilata, trova la rete del vantaggio rossoblu. Al 41' mentre sta rinviando si fa male Stefanini, che viene sostituito da Pastro. Il numero 12 del Sezze salva già due volte il risultato nei minuti di recupero: prima, al 46’, è attento sulla conclusione dal limite di Magliocchetti, poi, al 48’ si fa trovare pronto sulla conclusione da calcio di punizione di Fattizzo. Il secondo tempo di apre con un grande intervento di Petriglia sulla punizione velenosa di Coia. Al 5' il primo episodio che rischia di condizionare l'intera gara: Pecorilli trattiene Magliocchetti e il direttore di gara assegna il penalty, ammonendo lo stesso Pecorilli per proteste ed espellendo Di Trapano reo, secondo il fischietto di Albano, di aver proferito bestemmia, mentre il capitano cerca di far capire che non è stato lui. Sul dischetto si presenta Fattizzo, ma Pastro si supera negando ai ciociari la gioia del pareggio. Grande soddisfazione per il secondo portiere del Sezze, sempre a disposizione qualora la situazione lo rendesse necessario. Al 15’ il neo entrato Piscitelli prova con un destro velenoso che Pastro mette in angolo senza affanni. Un minuto più tardi ancora Piscitelli che parte da evidente posizione di fuorigioco e conclude, ma Pastro si supera ancora. La gara si incattivisce e il direttore di gara ne perde clamorosamente il controllo. Al 31’ annullato un gol al Tecchiena per una posizione di fuorigioco evidente. Al 38’ Coia e Medoro in contropiede si mangiano la rete del raddoppio, ma al secondo minuto di recupero, con i padroni di casa clamorosamente scoperti, Coia servito da Medoro si trova con praterie davanti, entra in area e batte Petriglia, regalando la tranquillità e sigillando una prestazione impeccabile da parte di tutta la compagine allenata da Antonio Gaeta.


Torna a vincere il Calcio Sezze

17 novembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - SANT'ELIA FIUMERAPIDO  2 - 1
SEZZE: Stefanini, Colongi, Pecorilli, Cece, Martelletta, Di Trapano, Antonucci, Petrussa, Coia (46' st Rieti), Medoro, Lisi (1' st Manni). A disp.: Pastro, Venditti, Ficaccio, Ciotti, Camillo. All.: Gaeta
SANT'ELIA: Lanzaro, Bastianello (21' st Perrella), Kiszka, Catalano (17' st Mantuan), Tricinelli, Scafaro, Casone (21' st Cristiano), Marotta, Accrachi, Esposito, Fusco. A disp.: Marsilo, Pelle, Quattrociocchi, Molinari. All.: Di Prisco
ARBITRO: Cecchi di Roma 1
Assistenti: D'Albore e Papitto di Roma2
MARCATORI: 24' pt Esposito (rigore), 18' st Medoro, 29' st Coia
NOTE: Espulsi: 41' pt Petrussa per doppia ammonizione, 42' st Kiszka per proteste. Ammoniti: Stefanini, Pecorilli, Petrussa, Medoro, Scafaro. 
Torna alla vittoria il Sezze di Antonio Gaeta e lo fa tra le mura amiche di casa al termine di una gara complicata contro il Sant'Elia, che non riesce a sfruttare alcune decisioni arbitrali a suo favore, il vantaggio conquistato nel primo tempo e la superiorità numerica. In avvio di gara si capisce subito che sarà una giornata difficile, con il direttore di gara che fischia a senso unico facendo imbufalire il pubblico del "Tasciotti" e i giocatori in mezzo al campo. Il culmine si realizza a distanza di 17'. Prima, al 24' il direttore di gara considera fallosa un'entrata di Pecorilli in piena area e concede il penalty tra le proteste: Esposito trasforma battendo Stefanini e regalando il vantaggio ai suoi. Poi, al 41', estrae per la seconda volta il cartellino giallo nei confronti del rientrante Petrussa, che è costretto ad abbandonare il rettangolo di gioco. Sezze, però, non si scompone e torna in campo più volitiva che mai per disputare i 45' che separano dal triplice fischio. A trovare il pareggio è Giuseppe Medoro al 18' che, servito da Coia, trova lo spazio giusto per battere di sinistro Lanzaro. IL gol carica i padroni di casa, che si fanno sempre più intraprendenti nonostante giochino con un uomo in meno. Al 26' solo la traversa ferma il missile di Antonucci destinato a sorte migliore. Ma il gol è nell'aria e arriva al 29': stavolta le parti si invertono, con Medoro che serve un assist al bacio per Alessandro Coia che non si fa pregare per battere per la seconda volta Lanzaro. A quel punto Sezze soffre il dinamismo della squadra ciociara che non ci sta a perdere, ma stringe i denti fino al termine, respirando quando gli ospiti perdono Kiszka per proteste a 5' dal termine. Alla fine è il Calcio Sezze ad esultare per la ritrovata vittoria in campionato. 


Brusca battuta d'arresto per il Calcio Sezze

9 novembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

DINAMO COLLI – CALCIO SEZZE  2 - 0

DINAMO COLLI: Lisi, Amitrano (41’ st Cavilli), Veritiero, Celenza, Liberti, Fumagalli, Mastrantoni (27’ st Grillo), Cioffi, Cardinali, Massari, Caponero (33’ st Ceccarelli). A disp.: Ciardi, D’Annibale, Santaroni. All.: Bottoni

CALCIO SEZZE: Stefanini, Manni, Martelletta, Cece, Scuoch, Di Trapano, Rieti, Pestrin, Coia, Medoro (24’ st Perna), Antonucci (1’ st Lisi). A disp.: Pastro, Colongi, Petrussa, Sartini, Ciotti. All.: Gaeta

ARBITRO: Greco di Roma1

Assistenti: La Gorga di Aprilia e Cametti di Roma1

MARCATORI: 19’ pt Mastrantoni, 23’ st Cardinali (rigore)

NOTE: Espulso: 22’ st Scuoch per doppia ammonizione

Ammoniti: Pestrin, Coia, Scuoch, Veritiero, Caponero

Niente da fare per il Calcio Sezze, che in casa della nuova capolista non riesce a ripetere le buone prestazioni di domenica scorsa contro Sabaudia e di mercoledì in Coppa Italia contro Casal Barriera e cade 2-0 al cospetto di una squadra in forma e ansiosa di dimostrare alla Bovillense che il passaggio in Eccellenza non è così scontato come sembra. In avvio di gara Gaeta ritrova capitan Di Trapano, squalificato sia domenica scorsa che mercoledì. Insieme a lui in difesa vanno Scuoch e Martelletta, mentre Pecorilli sconta un turno di squalifica. In avanti si rivede Antonucci, che con Medoro e Coia va a formare il terzetto offensivo, mentre in mezzo al campo si rivede Rieti, dopo la bella gara contro il Casal Barriera. I padroni di casa di Bottoni partono a mille, cercando subito di indirizzare la gara a loro favore e riuscendoci al 19’, quando Manni sbaglia un pallone complicato e da il via all’azione che porta al sigillo di Mastrantoni. Sezze reagisce al colpo subito, ma in un paio di occasioni né Coia né Medoro riescono a trovare il bersaglio grosso. Il primo tempo scivola via senza ulteriori sussulti e nella ripresa è sempre la Dinamo Colli a fare la partita, mentre Sezze cerca di contenere il dinamismo degli attaccanti ciociari e di ripartire in velocità. Al 17’ la Dinamo Colli chiede a gran voce il gol, convinto che la sfera abbia superato la linea di porta prima dell’intervento a spazzare di Scuoch, ma il direttore di gara sostiene che la sfera sia rimasta in campo. A qual punto le proteste dei giocatori in campo, della panchina e del pubblico che affolla la tribuna dello stadio Margherito condizionano evidentemente il direttore di gara, che al 22’ vede un fallo di mano di Scuoch in piena area (probabilmente la sfera lo colpisce sul petto) e decide di assegnare il penalty, mostrando oltretutto il secondo giallo al centrale difensivo del Sezze, che finisce anzitempo la sua gara. Sul dischetto va Cardinali che non sbaglia e chiude di fatto la gara, con il Sezze che in dieci può solo difendersi per evitare che il passivo sia peggiore.


Prima goleada del Calcio Sezze

2 novembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - CALCIO SABAUDIA  4 - 1

SEZZE: Stefanini, Martelletta, Pecorilli (27’ st Colongi), Cece, Scuoch, Di Trapano, Antonucci (27’ st Perna), Pestrin, Coia (38’ st Rieti), Medoro, Lisi. A disp.: Pastro, Manni, Sartini, Petrussa. All.: Gaeta

SABAUDIA: Della Folgore, Santogono (26’ st Isabella), Buonanno, Bassani, Altobelli, Perfetti S., Chianese, Perfetti E., Tabanelli, Proia (27’ st Assorati), Croatto (16’ st Carchitto). A disp.: Vetta, Pagliaro, Di Alessandro, Pioli. All.: Tosti

ARBITRO: Fantozzi di Civitavecchia

Assistenti: Mastropietro e Vanacore di Frosinone

MARCATORI: 3’ pt Coia, 29’ pt Antonucci, 33’ pt Perfetti E. (rigore), 15’ st Altobelli (autogol), 26’ st Lisi,  

NOTE: Ammoniti: Medoro, Lisi, Di Trapano, Perfetti S., Pecorilli,

Recupero: pt: 1’; st: 3’

Vittoria convincente per il Calcio Sezze, che al "Tasciotti" ha la meglio di un Sabaudia volitivo ma raramente pericoloso. Gaeta in avvio si affida alla consolidata difesa a quattro composta dai ‘big’ Pecorilli, Di Trapano, Martelletta e Scuoch. Non va nemmeno in panchina Ciotti, ancora alle prese con i problemi muscolari, mentre non ci sono complicazioni per Medoro (uscito malconcio ad Arce), che con Coia e Lisi va a formare il terzetto d’attacco. In panchina si rivede Petrussa, ai box dopo l’infortunio subito ad Alatri. Dall’altra parte Pino Tosti (allenatore in seconda del Sezze ai tempi di mister Scagliarini), si affida all’altro ex Bassani per contrastare gli attaccanti setini. Sezze parte bene e al 2’ Medoro si libera bene al limite dell’area e prova il sinistro a giro che non spaventa Della Folgore. Al 3’ Coia porta il vantaggio il Sezze: Pestrin recupera palla in mezzo al campo e serve in profondità un pallone sul quale Della Folgore interviene per spazzarlo colpendo però Bassani nel tentativo di recuperare; la palla resta lì e per Coia è un gioco da ragazzi buttarla dentro. Tanta soddisfazione per il centravanti del Sezze, che esulta mostrando la maglia numero 37 del Genoa, quella di Giuseppe Panico, lo sfortunato attaccante dei Grifoni presente al “Tasciotti”, che domani sarà sottoposto ad un intervento al ginocchio infortunato. La risposta del Sabaudia è affidata a Perfetti, che al 9' si fa trovare in area sull’imbeccata di Chianese ma calcia scoordinato e spreca una buona occasione. Al 13’ occasione colossale per il Sabaudia: Tabanelli sfrutta alla perfezione un liscio di Scuoch e si invola tutto solo verso Stefanini, lo supera e calcia a colpo sicuro, ma trova ancora Scuoch che in ripiegamento salva la sua porta prima che Pecorilli possa spazzare l’area. Sul proseguimento dell’azione la palla arriva ancora a Tabanelli che ci prova da posizione defilata, ma Stefanini fa buona guardia e mette in angolo con i pugni. Sezze reagisce allo scampato pericolo al 23’ ancora con Coia, molto vicino al gol con un bel destro dal limite che termina fuori di qualche centimetro. Al 29’ capolavoro di Antonucci, che riceve da Pestrin e da posizione defilata si inventa di sinistro una traiettoria diabolica che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Il Sabaudia riapre il match al 33’: Proia entra in area e viene toccato da Di Trapano costringendo il direttore di gara ad assegnare il penalty. Sul dischetto va Emanuele Perfetti che accorcia le distanze. Prima dell'intervallo bellissima combinazione tra Medoro e Coia, con quest’ultimo che arriva a tu per tu con Della Folgore ma calcia fuori di un soffio. Nella ripresa parte meglio il Sabaudia, ma al 4’ il tiro-cross di Antonucci colpisce la parte alta della traversa. Al 10’ altra grande occasione per Coia dopo l’ennesimo errore di Bassani, ma stavolta il suo tentativo di anticipare la conclusione sull’uscita di Della Folgore non sortisce l’effetto sperato e l’occasione sfuma. Al 13’ traversa di Tabanelli, che dopo un errore di Pecorilli scavalca Stefanini in uscita disperata ma colpisce il legno. Al 15’ Sezze realizza il tris: sul cross di Medoro Altobelli, nel tentativo di anticipare Lisi, colpisce il pallone di testa e supera con un pallonetto il suo portiere. Al 25’ azione di contropiede del Sezze orchestrata da Pestrin che serve Antonucci che prova ad incrociare con il sinistro non trovando il bersaglio grosso. Al 26' arriva il poker: straordinario lancio di Pestrin che vede partire Lisi e lo serve in profondità, stop in corsa perfetto e pallonetto che non lascia scampo a Della Folgore. Sezze controlla senza affanni e Gaeta nel finale inserisce altri giovani di Lega anche in considerazione dell’impegno di mercoledì in Coppa Italia al “Tasciotti” contro il Casal Barriera.


Secondo pari consecutivo per il rossoblu

26 ottobre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

ARCE - CALCIO SEZZE  0 - 0
ARCE: Maffeo, Zazza, Mattei, Cestra, La Manna, De Angelis (22’ pt Tomassi), Di Sarra, Del Giudice (19’ st Izzo), Carmassi, Di Pastena, Corsetti. A disp.: Del Duca, Rotondo, Papa, Guida, Pescosolido. All.: Nanni
CALCIO SEZZE: Stefanini, Colongi, Pecorilli, Cece, Martelletta, Scuoch, Antonucci, Pestrin, Coia, Medoro (1’ st Perna), Lisi (31’ st Rieti). A disp.: Pastro, Manni, Campana, Ciotti, Sartini. All.: Gaeta
ARBITRO: Granata di Roma 2
Assistenti: Anselmo e Conti di Roma 2
NOTE: Espulsi: 43’ st Tomassi per proteste, 44’ st La Manna per gioco violento
Ammoniti: La Manna, Corsetti, Scuoch, Di Pastena, Mattei. Recupero: pt: 1’; st: 2’
ARCE – Termina con un pari a reti bianche la gara tra l’Arce e il Calcio Sezze. Gaeta in avvio deve fare di nuovo i conti con l’infermeria: Petrussa e Ciotti non sono disponibili, mentre Pecorilli soffre per un colpo alla spalla rimediato mercoledì in Coppa contro il Velletri, ma stringe i denti e va in campo. Di Trapano, invece, non è della partita per aver rimediato la quarta ammonizione che lo costringe a saltare una gara. Gaeta si affida comunque al 4-3-3, con Medoro, Coia e Lisi (eroe di Coppa mercoledì) a comporre il terzetto offensivo. Partono meglio i padroni di casa di Nanni, all’esordio dopo aver sostituito in settimana Campoli, che al 5’ sono pericolosi con Di Pastena, che su punizione dal limite sfiora il palo. All’8’ Cestra salta tutto solo in area sugli sviluppi di una punizione, ma il suo colpo di testa si alza troppo. Dopo 20’ Nanni deve rinunciare a De Angelis, uscito malconcio dopo un fortuito contro con Stefanini. Al suo posto va dentro Tommasi. Al 22’ palla gol per Coia servito da Medoro, ma il colpo di testa dell’attaccante di Roccagorga non trova il bersaglio grosso. Dall’altra parte, al 29’, bella la torsione di Corsetti che di testa cerca il secondo palo spaventando Stefanini. L’ultimo brivido prima dell’intervallo arriva al 43’, con la chiusura preziosissima di Colongi su Corsetti lanciato indisturbato verso la porta del Sezze. La ripresa si apre con il cambio per il Sezze: Medoro (infortunato) lascia il posto a Perna. Succede poco, con le squadre che cercano soprattutto di non mostrare il fianco all’avversario. L’occasione più nitida capita al 33’ ad Antonucci, che con il suo sinistro su punizione pennella una traiettoria quasi perfetta che impatta all’incrocio dei pali a Maffeo ormai battuto. Due minuti più tardi Coia se ne va sulla sinistra, entra in area e calcia a botta sicura trovando però pronto Maffeo alla ribattuta. A rendere più accesa la gara è quanto accade negli ultimi tre minuti, con l’Arce che rimane in nove: prima, al 43’, Tomassi si fa espellere per proteste, poi, un giro di lancette più tardi, La Manna, all’ennesimo braccio largo durante gli stacchi aerei, trova il rosso diretto dopo il giallo rimediato nel primo tempo. Ma c’è poco tempo per il Sezze di cercare la via del gol in doppia superiorità numerica e alla fine lo 0-0 sta addirittura stretto per quanto creato nei novanta minuti.


Hermada ferma sul pari i rossoblu

19 ottobre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - HERMADA  1 - 1

CALCIO SEZZE: Stefanini, Martelletta (24’ st Lisi), Antonucci, Cece, Pecorilli, Di Trapano, Scuoch, Pestrin, Coia, Medoro, Sartini (38’ pt Manni). A disp.: Pastro, Ciotti, Ficaccio, Perna, Colongi. All.: Gaeta

HERMADA: Monti, Fedeli, Carocci, Macovei, Di Girolamo, Pannozzo, Onorato (39’ st D’Onofrio), Bucciarelli (23’ st Lanciotti), Izzo, Tosti (18’ st Campagna), Passeri. A disp.: Bagnariol, Di Manno, Fiaschi, Percoco. All.: Coco

ARBITRO: Capone di Cassino

Assistenti: Santoro di Frosinone e Di Maola di Cassino

MARCATORI: 1’ pt Medoro, 39’ pt Tosti

NOTE: Ammoniti: Di Trapano, Pestrin, Medoro. Recupero: pt: 1’, st: 3’

Solo un pari per il Calcio Sezze, che impatta con l'Hermada e deve rinunciare a prendersi la terza piazza del girone D. In avvio mister Gaeta deve rinunciare al lungodegente Petrussa (infortunatosi ad Alatri e che ricomincerà a correre a fine mese), a Ciotti e Colongi, non al meglio a causa di fastidi muscolari. In campo fa il suo esordio Christian Scuoch, neo acquisto in casa rossoblu, che Gaeta schiera esterno basso di destra, mentre Martelletta va a completare il terzetto difensivo con Pecorilli e capitan Di Trapano. Dopo 19’’ di gioco Sezze va già in vantaggio: Medoro serve in profondità Coia, che arriva sulla linea di fondo e serve in mezzo un pallone che lo stesso Medoro, arrivato a rimorchio, devia di testa alle spalle di Monti, complice anche un tocco involontario di Pannozzo. La risposta dell’Hermada arriva al 12’ con una conclusione dal limite di Onorato, che Stefanini controlla agevolmente. Al 17’ azione di contropiede dell’Hermada nata sugli sviluppi di un calcio di punizione dall’altra parte per il Sezze: Onorato serve Izzo nello spazio e l’attaccante prova a calciare di prima intenzione per anticipare Stefanini con un pallonetto, ma l’estremo difensore del Sezze è attento e respinge con i pugni. Al 25’ ammonito Di Trapano che, in diffida, sarà costretto a saltare la prossima gara. Al 29’ Onorato taglia come il burro la difesa setina, entra in area ed entra in contatto con Pecorilli: il direttore di gara lascia correre tra le proteste dei borghigiani di Coco. Al 37’ ancora un infortunio in casa del Calcio Sezze: Sartini si fa male dopo un contrasto fortuito con Onorato e deve abbandonare il terreno di gioco. Al suo posto Gaeta inserisce Manni, altro Giovane di Lega. Al 39' arriva il pareggio dell'Hermada con Tosti, che si fa trovare pronto in area sull’imbeccata di Bucciarelli e batte Stefanini. Nella ripresa sono subito pericolosi gli ospiti: già al primo un colpo di testa arretrato di Pestrin sfiora il palo a Stefanini ormai battuto. Al 9' partenza in velocità del Sezze con Pestrin che serve Coia tutto solo, ma l’attaccante sbaglia l’ultimo tocco e l’azione sfuma. Al 21’ Medoro ci prova dal limite con il sinistro a giro, ma non trova il bersaglio grosso. Gaeta le prova tutte, arrivando ad inserire Lisi (attaccante) al posto di Martelletta (difensore), ma l'occasione più ghiotta capita all'Hermada al 33' quando Stefanini è costretto al miracolo su Campagna, che sfrutta un erroraccio di Di Trapano e calcia a colpo sicuro trovando però pronto e reattivo il portiere originario di Roccagorga. Al 38’ ci prova Coia dal limite, ma Monti fa buona guardia  devia in corner e sull’angolo che ne consegue buona opportunità per Scuoch in proiezione offensiva, ma il suo colpo di testa non trova la porta. Termina 1-1 con rammarico soprattutto per i rossoblu, incapaci di sfruttare la partenza sprint con l'immediato vantaggio.


Torna finalmente a vincere il Calcio Sezze

12 ottobre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

FONTANA LIRI – CALCIO SEZZE  1 - 2
FONTANA LIRI: Battista, Greco, Troplini, Patriarca (35’ st Gemmiti), Chiarletti, Pesce, Saraco (23’ st Bianchi E.), Colafrancesco, Di Stefano, Sacco (21’ st Bianchi G.), Rocco. A disp.: Bianchi A., Quaglieri, Seprodi. All.: Grimaldi
SEZZE: Stefanini, Manni, Pecorilli, Sartini, Cece (38’ st Martelletta), Di Trapano, Ciotti, Pestrin, Coia (31’ st Perna), Lisi (34’ st Medoro), Antonucci. A disp.: Pastro, Paolelli, Ficaccio, Rieti. All.: Gaeta
ARBITRO: Silvestri di Roma 1
Assistenti: Di Raimondo di Ciampino e Alleva di Albano Laziale
MARCATORI: 33’ pt Antonucci, 37’ st Medoro, 43’ st Rocco
NOTE: Ammoniti: Di Trapano, Pecorilli, Saraco, Sacco
FONTANA LIRI – Torna alla vittoria, dopo un paio di uscite poco soddisfacenti dal punto di vista del gioco e del risultato, il Calcio Sezze, che trova la terza affermazione stagionale in casa del Fontana Liri e ritrova la serenità che sembrava essersi perduta dopo le ultime apparizioni in campionato e Coppa Italia. In Ciociaria l’undici di Antonio Gaeta trova tre punti pesantissimi nonostante alcune defezioni. In avvio il mister rinuncia a Medoro, mettendo al centro dell’attacco rossoblu Lisi e Coia. I primi brividi li procura l’attacco dei ciociari, che in più occasioni in avvio si fa pericolosa dalle parti di Stefanini, bravo a fermare in un paio di insidiose occasioni gli avversari. Sezze però riesce bene a tenere il campo al cospetto dell’organizzata squadra allenata da Grimaldi. E al 33’ riesce a trovare la via del gol: su una punizione abilmente conquistata da Coia sul punto di battuta si presenta Gabriele Antonucci, che con il sinistro pennella una traiettoria perfetta che si infila sotto l’incrocio dei pali lasciando di sasso l’estremo difensore ciociaro Battista. La rete, la prima in campionato per l’esterno offensivo cresciuto nelle giovanili del Calcio Sezze, carica i suoi compagni, che fino al duplice fischio non corrono alcun rischio. Nella ripresa Sezze controlla senza affanni e le ripartenze fanno male ai padroni di casa. A dieci dalla fine Gaeta toglie Lisi dalla contesa e butta nella mischia Medoro, che tre minuti più tardi con il sinistro inventa un gol da antologia che di fatto chiude il match. Il Fontana Liri crolla, ma a rinvigorirlo ci pensa una svista del direttore di gara che a due giri di lancette dalla fine considera entrato un pallone che invece sembra essere rimasto in campo al termine di una furiosa mischia in area del Sezze. La rete è però soltanto illusoria per l’undici allenato da Grimaldi. Sezze mantiene i nervi saldi e porta a casa tre punti pesanti per la classifica e, soprattutto, per il morale.


Rossoblu fermati in casa dal pari con il Pontinia

6 ottobre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - PONTINIA  1 - 1

SEZZE: Stefanini, Colongi, Manni (22’ Lisi), Sartini, Pecorilli, Di Trapano, Ciotti (36’ pt Cece), Pestrin, Coia, Medoro, Antonucci (31’ st Perna). A disp.: Pastro, Paolelli, Gatta, Camillo. All.: Gaeta

PONTINIA: Rocci, Ceccarelli M. (39’ st Laezza), Callori (29’ st Lambiasi), Pasciuti, Stefanelli, Manni, Incollingo, Prezioso, Pizzuti, Pellerani, Parente (40’ pt Conforto). A disp.: Uscimenti, Ratto, Guzzon, Ceccarelli A. All.: Crociara (Palmieri squalificato)

ARBITRO: Tomolillo di Roma 1

Assistenti: Satinelli e Martino di Aprilia

MARCATORI: 37’ pt Coia, 7’ st Incollingo (rigore)

NOTE: Ammoniti: Pestrin, Pasciuti, Pizzuti, Stefanini, Sartini, Pellerani, Ceccarelli M., Pecorilli, Incollingo, Conforto, Laezza. Recupero: pt: 2’, st: 5'. Angoli 7-4 per il Sezze

Non arriva la reazione in casa del Calcio Sezze dopo la sconfitta di domenica scorsa ad Alatri e il ko mercoledì in Coppa Italia a Velletri. I rossoblu di Antonio Gaeta vengono fermati sul pari dal Pontinia di Palmieri (squalificato, in panchina Crociara) che ottengono il primo punto della loro stagione. Gara dai due volti quella al "Tasciotti", con il Sezze meglio nella prima parte e irriconoscibile nel secondo parziale. In avvio partono meglio i padroni di casa: al 2' Antonucci mette in mezzo per Ciotti, che calcia di destro trovando pronto Luca Rocci alla parata. Sezze continua a spingere guadagnando campo sul Pontinia, anche se al 9' per proteste viene ammonito Pestrin, episodio che condizionerà la partita del centrocampista. Al 10’ botta coraggiosa dalla distanza di Antonucci che sfiora il palo. La risposta del Pontinia arriva al 18', quando Stefanini si fa trovare pronto sulla botta di Pasciuti ben servito da Pizzuti, e al 25' quando lo stesso Pizzuti (ex di turno insieme a Pellerani) vince il rimpallo con Manni e prova la botta da buon posizione, ma il difensore del Sezze riesce a recuperare e a chiudere in corner. 

Al 36' arriva l'ennesima tegola per i setini, con l'infortunio di Ciotti che lascia il campo per Cece. Ma un giro di lancette più tardi Coia lavora un bel pallone al limite dell’area, punta i due centrali amaranto, li supera, arriva a tu per tu con Rocci e lo batte di destro, regalando il vantaggio ai suoi e siglando la sua seconda rete consecutiva dopo quella di Alatri. Sulle ali dell’entusiasmo Medoro ci prova un minuto più tardi, ma Rocci dice di no e sul calcio d’angolo che ne consegue Di Trapano di testa sfiora il raddoppio. Nella ripresa Sezze entra con un atteggiamento che alla lunga la penalizza e permette al Pontinia di prendere coraggio e di arrivare pericolosamente dalle parti di Stefanini. Al 6’ calcio di rigore per gli ospiti: sulla punizione calciata da Pellerani si accende una mischia in area e il direttore di gara vede un fallo e indica il dischetto del rigore. Incollingo si incarica della battuta e spiazza Stefanini regalando il pari ai suoi. Sull'1-1 Sezze non riesce più a trovare lo smalto della prima frazione e, nonostante un possesso palla praticamente continuo, le occasioni più pericolose capitano tra i piedi degli attaccanti amaranto, soprattutto Pizzuti e Pellerani, decisamente ansiosi di far bene davanti al loro ex pubblico. I minuti passano e nonostante i cambi Sezze non riesce quasi mai ad impensierire la retroguardia del Pontinia. Al triplice fischio sono gli amaranto a festeggiare per il primo punto stagionale, mentre in casa del Sezze c'è rammarico per l'ennesima occasione persa.

Dichiarazioni del presidente Marco Gaeta e dell’allenatore Antonio Gaeta dopo il pareggio di domenica contro il Pontinia

C’è chiaramente rammarico in casa del Calcio Sezze dopo il pareggio del “Tasciotti” contro il Pontinia. Rammarico perché in molti si sarebbero attesi una reazione d’orgoglio dopo il ko di domenica scorsa ad Alatri e quello di mercoledì in Coppa Italia a Velletri, ma anche rammarico perché, come la settimana precedente, Sezze è passata in vantaggio e non è riuscita a concretizzarlo. A parlare al termine del match è stato il co-presidente Marco Gaeta, che esordisce spiegando: “Quello che non mi è piaciuto è stato l’atteggiamento dei ragazzi, che si sono disuniti perdendo lucidità e non reagendo come avrebbero dovuto. Perdere le partite, come accaduto domenica scorsa e mercoledì, o pareggiarle come contro il Pontinia sono cose che ci possono stare, ma sull’atteggiamento e la voglia di essere propositivi la società non transige e spero che già dai prossimi impegni, a cominciare dalla trasferta di domenica in casa del Fontana Liri, queste cose non si ripetano più”. 

Un presidente infuriato per l’atteggiamento dei suoi, ma che comunque cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno tracciando un bilancio delle prime cinque giornate di torneo, un mese in cui Sezze ha alternato belle prestazioni a momenti di buio: “E’ prestissimo per fare pronostici, ma è bene ricordare i nostri obiettivi. Nessuno ha mai parlato di vincere il campionato, ma di fare meglio dell’anno scorso e continuare a costruire un progetto al quale tutti crediamo e che siamo convinti ci poterà grandi soddisfazioni. Adesso cerchiamo di raccogliere quanto di buono fatto vedere in questo primo mese di gare ufficiali e di correggere eventuali errori che in questo momento ci relegano in una posizione di classifica che sono sicuro che non meritiamo”. Alla fine della gara contro il Pontinia ha parlato anche Antonio Gaeta.

 Il mister dei rossoblu non cerca scuse per la prestazione double-face dei suoi, decisamente aggressivi e determinati nel primo tempo, totalmente abulici nella ripresa, un atteggiamento che ha permesso ad un Pontinia all’ultimo stadio di riprendere la partita e di portare a casa un punto d’oro: “Non sono affatto soddisfatto della prestazione dei ragazzi. Quando in campo si vedono certi atteggiamenti significa che qualcosa non funziona e lavoreremo per risolvere questi problemi che finora hanno condizionato il nostro cammino. Anche la buona sorte – prosegue il mister del Sezze – in questo momento non ci sta aiutando. In due settimane abbiamo subito tre infortuni dei nostri ‘big’ e quando in campo i giovani non hanno punti di riferimento diventa tutto più complicato. Se poi – conclude il tecnico – arriva un rigore che forse non c’era, diventa tutto più complicato”.


Nuova sconfitta per i rossoblu

1 ottobre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

VELLETRI – CALCIO SEZZE  3 - 1

VELLETRI: Borro, Marcucci (11’ st Cerci), Montellanico, Quattrocchi, Cissè, Rulli, Santarelli, Felci, Spagnoli (20’ st Capone), Del Prete (26’ st Pasqualini), Cellucci. A disp.: Paolangeli, Scaccia, Casciotti, Tafani. All.: Sambucci

SEZZE: Pastro, Gatta, Paolelli (20’ st Mancini), Manni, Pecorilli (10’ pt Ficaccio), Di Trapano, Camillo, Cece, Perna, Lisi (33’ st Campana), Antonucci. A disp.: Stefanini, Coia, Ciotti, Medoro. All.: Gaeta

ARBITRO: Ferrara di Roma 2. Assistenti: Passero di Roma 1 e Rainaldo di Roma 2

MARCATORI: 20’ pt Del Prete, 40’ pt Spagnoli, 10’ st Montellanico, 25’ st Lisi

NOTE: Ammoniti: Di Trapano, Montellanico

Un Sezze pieno zeppo di giovani cade allo Scavo di Velletri contro una squadra altrettanto giovane ma decisamente in forma. Mister Gaeta decide di dare spazio a chi finora non ha mai giocato con continuità, soprattutto i ragazzi che arrivano dal settore giovanile. Unici a guidare la vecchia guardia i due centrali difensivi Giovanni Di Trapano e Giuseppe Pecorilli. Sezze inizia bene, mettendo spesso in difficoltà la retroguardia veliterna, ma al 10’ si abbatte l’ennesima tegola stagionale: dopo aver perso dall’inizio della stagione nell’ordine Fiaschetti, Stefanini, Coia, Martelletta e, domenica scorsa ad Alatri, Petrussa, al 10’ si fa male Giuseppe Pecorilli, che esce malconcio dopo un brutto intervento di un avversario. Per lui un brutto taglio sopra il ginocchio e 2-3 punti di sutura che probabilmente lo terranno fuori nella gara di domenica al “Tasciotti” contro il Pontinia. Perso Pecorilli, i rossoblu accusano il colpo ed arretrano pericolosamente il loro baricentro. Al 20’ il Velletri passa grazie ad una buona combinazione che, complice una disattenzione difensiva, porta Del Prete a tu per tu con Pastro e diventa un gioco da ragazzi batterlo con un preciso destro. La rete carica la squadra di Sambucci che prima dell’intervallo raddoppia: anche in questo caso è decisivo un errore difensivo e Spagnoli non perdona Pastro. Nella ripresa la gara vive di sprazzi, con Sezze che cerca la rimonta e il Velletri letale in contropiede. Al 10’ Montellanico converge dalla sinistra e batte Pastro per la terza volta. Sezze a quel punto cerca di gettare il cuore oltre l’ostacolo per evitare la goleada che comprometterebbe la qualificazione al prossimo turno. I giovani setini spingono e al 25’ trovano meritatamente la rete con Lisi, bravo a farsi trovare pronto e a battere di testa Borro. A quel punto Sezze gioca davvero bene, ma la fatica inizia a farsi sentire rendendo vani gli sforzi per mettere la partita su binari diversi. Alla fine il risultato premia la squadra padrona di casa, ma la rete di Lisi lascia aperta una piccola speranza per il ritorno che si disputerà il prossimo 15 ottobre.


Una sconfitta che lascia l'amaro in bocca

28 settembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

ALATRI LA PISEBA - CALCIO SEZZE  2 - 1

ALATRI: Zolla, Latini, Tiberia, Fiacco, Seppani, Galuppi, Virgili, Lillo, Santopadre (1’ st Testa), Settanni (38’ st Reali), Tedeschi (33’ st Pazienza). A disp.: Paniccia, Bozzi, Cataldi, Pignoli. All.: Carlini

SEZZE: Stefanini, Colongi (38’ st Lisi), Antonucci, Petrussa (21’ pt Perna (dal 23’ st Sartini), Pecorilli, Di Trapano, Cece, Pestrin, Coia, Medoro, Ciotti. A disp.: Pastro, Paolelli, Gatta, Manni. All.: Gaeta

ARBITRO: Ubaldi di Roma1. Assistenti: Madeo e Bianchi di Roma 2

MARCATORI: 14’ pt Coia, 31’ pt Tedeschi, 13’ st Pecorilli (autogol)

NOTE: Ammoniti: Di Trapano, Pestrin, Galuppi, Fiacco, Zolla, Pecorilli. Recupero: pt: 2’, st: 5’

Una sconfitta che lascia l’amaro in bocca quella del Calcio Sezze al “Chiappitto” contro l’Alatri. Amaro in bocca per non essere riusciti a mettere in ghiaccio una gara iniziata benissimo e per aver perso anche Luca Petrussa, infortunatosi dopo 21’ di gioco. Gaeta in avvio deve rinunciare a Martelletta, fermo ai box per l’incidente alla caviglia sinistra patito sabato mattina durante la rifinitura. Il mister non rinuncia alla difesa a tre mettendo come centrale Petrussa, mentre nel centrocampo a cinque Cece e Ciotti vanno ad affiancare Pestrin. Torna Coia, che fa il suo esordio stagionale e con Medoro forma la coppia di attacco. Primi minuti di studio, poi al 9’ lampo di Ciotti che da centrocampo prova a beffare Zolla, che però non si lascia sorprendere. Sezze tiene bene il campo e l’unico sussulto degli uomini di Mirko Carlini arriva al 12’ sulla pericolosa punizione rimediata e calciata da Tedeschi al limite dell’area: il sinistro a giro termina a lato di un soffio. Al 14’ Sezze va in vantaggio con Sandro Coia, che si fa trovare pronto sul cross di Ciotti e di testa inventa la traiettoria che beffa Zolla. Al 21’ l’infortunio a Petrussa: al suo posto Gaeta butta dentro Perna. Al 28’ Medoro prova dal limite ma il pallone si alza troppo. Al 30’ Tedeschi fa le prove generali con un sinistro dal limite che Stefanini controlla a terra, ma un minuto più tardi la traiettoria dell’attaccante ciociaro è beffarda, colpisce il palo, balla sulla linea, colpisce l’altro legno e prima dell’intervento disperato di Stefanini si infila quanto basta per far decidere al direttore di gara di assegnare la rete. Sezze avrebbe subito l’occasione per pareggiare al 41’, ma nella mischia che si crea in area sul cross di Pepe nessuno riesce a spingere il pallone verso la porta. Nella ripresa Carlini getta nella mischia Gianni Testa, che prende il posto dello spento Santopadre. Proprio Testa al 9’ sfiora la rete con una grande conclusione che colpisce il palo alla destra di Stefanini ormai battuto. Sezze sembra contratta, anche se al 12’ viene annullato un gol a Coia per fuorigioco dubbio. Un minuto più tardi l’episodio che decide il match: Antonucci perde palla sulla fascia sinistra e permette a Virgili di involarsi e crossare al centro dove Pecorilli, nel tentativo di anticipare Testa mette il pallone alle spalle di Stefanini. Il gol gela le speranze dei rossoblu, che ci mettono qualche minuto a tornare con la testa alla partita. Al 32’ occasionissima per Medoro servito da Antonucci, ma Zolla dice di no. Cinque minuti più tardi miracoloso salvataggio di Settani, che si immola su Coia lanciato da Di Trapano. Lo stesso Di Trapano, in pieno recupero, calcia alle stelle da buona posizione e al triplice fischio ad alzare le braccia al cielo sono i giocatori allenati da Mirko Carlini.


Seconda rimonta con vittoria per il Calcio Sezze

21 settembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - SAN MICHELE  2 - 1

CALCIO SEZZE: Stefanini, Colongi (22’ st Manni), Martelletta, Petrussa, Pecorilli, Di Trapano, Antonucci (32’ st Perna), Pestrin, Cece (22’ st Lisi), Medoro, Ciotti. A disp.: Pastro, Paolelli, Sartini, Coia. All.: Gaeta

SAN MICHELE: Marchionne, Vanzari (9’ st Gravina), Onorato, Forzan, Bellamio, Piccirilli, Cocuzzi, Ruggiero, Bernardo, Sannino (35’ st De Bonis), Meneghello (18’ st Rinaldi). A disp.: Pedini, Benadda, Maresca, Garofelo. All.: Pelucchini (squalificato, in panchina Cristofani)

ARBITRO: Pascarella di Nocera Inferiore

Assistenti: Scopa di Frosinone e Bartolomucci di Ciampino

MARCATORI:  26’ Ruggiero (SM), 3’ st Petrussa (CS), 33’ st Medoro (CS)

NOTE: Ammoniti: Di Trapano, Ciotti, Vanzari, Cocuzzi. Recupero: pt 2’, st 3’    

Seconda vittoria consecutiva (e seconda in rimonta) per il Calcio Sezze, che al "Tasciotti" ha la meglio su un tenace San Michele di Paolo Pelucchini (squalificato, in panchina l'allenatore della Juniores Cristofani) al termine di una gara che, come tutte e tre quelle giocate finora, i rossoblu allenati di Antonio Gaeta hanno dovuto affrontare andando sotto di una rete. Dall'undici iniziale Gaeta decide di escludere Alessandro Coia, ancora alle prese con i postuni di un infortunio. Fa il suo esordio tra i pali, invece, Angelo Stefanini. In avvio, rispetto a domenica scorsa a Latina contro il Sonnino, Sezze parte bene e al 4’ Ciotti prova la conclusione a giro che viene facilmente controllata da Marchionne. Al 14’ la serpentina in area di Medoro viene fermata sul più bella da un intervento sottomisura di Bellamio. La risposta del San Michele è affidata a Cocuzzi, che al 16' ci prova dal limite ma calcia debolmente. Al 26' Sezze va sotto: i difensori lasciano troppo spazio a Ruggiero, che prende la mira e dal limite lascia partire un rasoterra angolato che batte Stefanini. Il gol scuote i setini, che al 29' creano l'occasione migliore per pareggiare: sulla punizione battuta da Ciotti si crea una mischia, con Martelletta che sembra trovare il varco per spingere il pallone oltre la linea di porta, ma Bellamio si supera in spaccata togliendo al difensore setino la gioia del gol. Il rischio corso fa arretrare pericolosamente il San Michele e Sezze ne approfitta per creare ancora un paio di occasioni prima dell'intervallo: al 36' il contropiede orchestrato dalla coppia Ciotti-Medoro porta alla rete di quest'ultimo, ma il direttore di gara annulla su segnalazione del guardalinee perché la palla aveva già superato la linea di fondo prima del cross dell'ex giocatore del Sermoneta. Nella ripresa Sezze entra con un piglio decisamente più aggressivo e già al 1' c'è una colossale occasione per Ciotti, che arriva a tu per tu con Marchionne ma calcia incredibilmente a lato. Due minuti più tardi Sezze trova la rete del pareggio: angolo di Antonucci e Petrussa sceglie alla perfezione il tempo di inserimento e di testa batte Marchionne. Recuperata la partita i setini continuano a spingere, mentre gli ospiti sembrano sulle gambe e quasi mai si fanno pericolosi dalle parti di Stefanini. Al 24’ ci prova Ciotti con una velenosa conclusione di destro da oltre venticinque metri, ma la palla sfila a lato. Cinque minuti più tardi Medoro mette in mezzo un pallone sul quale né Lisi né Ciotti riescono ad arrivare e sul capovolgimento di fronte Cocuzzi prova da lontano a spaventare Stefanini, ma la sfera termina fuori di un soffio. Al 33' Sezze passa in vantaggio: Perna raccoglie l’invito di Pestrin e mette in mezzo di prima intenzione un pallone sul quale si avventano Medoro e Bellamio: l’attaccante del Sezze vince il rimpallo e la palla si infila alle spalle di Marchionne. E' il colpo che manda al tappeto il San Michele e alle stelle i rossoblu, che in pieno recupero hanno ancora un'occasione con il neo entrato Lisi, ma Marchionne blocca in due tempi.  Nella foto sotto il mister Antonio Gaeta


Prima vittoria stagionale per il Calcio Sezze

14 settembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

SONNINO - CALCIO SEZZE  1 - 3

SONNINO: Marinelli, D’Onofrio (1’ st Vello), Minieri, Limongiello, Dei Tommaso, Papa, Di Meo (31’ st Cacciotti), Fratini, Campagna, Capuccilli, Pisacane (18’ st Stefanelli). A disp.: Borsa, Grenga, Rinaldi, Luceri. All.: Megnini

CALCIO SEZZE: Pastro, Manni, Martelletta (10’ st Colongi), Petrussa, Pecorilli, Di Trapano, Antonucci, Pestrin, Lisi (30’ st Sartini), Medoro, Ciotti (41’ st Perna). A disp.: Morichini, Paolelli, Cece, Chiryguaj. All.: Gaeta

ARBITRO: Lemma di Frosinone Assistenti: Grasso di Roma 1 e Cocco di Frosinone

MARCATORI: 5’ pt Campagna, 17’ st Medoro, 22’ st e 26’ st Ciotti

NOTE: Ammoniti: Limongiello, Ciotti, Capuccilli, Di Meo, Colongi, Antonucci,    

Prima vittoria della stagione per il Calcio Sezze. La squadra di Antonio Gaeta vince in rimonta contro il Sonnino nella gara, valida per la seconda giornata del campionato Promozione, disputata presso l'impianto della Sa.Ma.Gor. a Latina, a causa dell'indisponibilità del Comunale di Sonnino. Gara più complicata del previsto per i rossoblu che, come una settimana fa in casa contro il Lenola, dopo 5' sono già sotto di una rete: Manni si lascia sfuggire Fratini sull’out sinistro, gli permette di arrivare sul fondo e mettere in mezzo un pallone che Campagna (ex di turno) deve solo spingere in rete regalando il vantaggio ai suoi. La risposta del Sezze arriva al 10' con un destro di Petrussa dopo una bella azione personale, ma la palla è alta. Al 16’ la punizione di Capuccilli che non spaventa Pastro, mentre al 22' si registra l'occasione più nitida per il Sezze, con Antonucci che riesce a mettere in mezzo un pallone che né Ciotti né Lisi riescono a spingere in rete. Nella ripresa Sezze entra con un altro piglio, ma al 4' rischia addirittura di vedere il raddoppio del Sonnino: l'incredibile tiro-cross di Dei Tommaso sorprende Pastro, ma la sfera colpisce la traversa. Sezze a quel punto si scuote e al 17' trova la rete del pareggio con Peppe Medoro, che sul lancio di Pestrin crede all’errore di Dei Tommaso in chiusura e si fa trovare pronto a battere Marinelli in uscita disperata. Il gol sa tanto di liberazione e cinque minuti più tardi arriva addirittura il bis: Marinelli raccoglie con le mani un retropassaggio volontario e costringe il direttore di gara a concedere il calcio di punizione indiretto dentro l’area, che Pestrin tocca per Ciotti che di destro porta in vantaggio il Sezze. Sulle ali dell'entusiasmo la squadra di Gaeta non molla la preda e al 26' ancora Ciotti sfrutta un’indecisione di Dei Tommaso e sigla la sua personale doppietta, la quarta rete stagionale nelle due partite finora disputate. Il Sonnino è sulle gambe e Sezze in contropiede sfiora in più occasioni il poker. In pieno recupero una giocata capolavoro di Medoro è vanificata dal palo con Marinelli ormai battuto. Finisce 1-3 per i rossoblu, un'iniezione di fiducia che fa cancella la mezza delusione di una settimana fa e che fa morale.


Partenza in salita per i rossoblu

7 settembre 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

CALCIO SEZZE - PRO CALCIO LENOLA  2 - 3

SEZZE: Pastro, Manni (dal 71’ Perna), Martelletta, Petrussa, Pecorilli (dal 83’ Jordan), Di Trapano, Sartini (dal 49’ Colongi), Pestrin, Lisi, Ciotti, Antonucci. A disp.: Morichini, Paolelli, Cece, Ficaccio. All.: Gaeta

LENOLA: Berisha, Dervisci, Mancini, Esposito, Neri, Monforte, Vuolo, Filosa, Martino, Mallozzi, Magnafico. A disp.: Susa, Reali, Mastrobattista, Lombardi, De Filippis, Pannozzo. All.: Sessa

ARBITRO: Bernardini di Ciampino

Assistenti: Petrillo di Albano e Maccari di Ciampino

MARCATORI: 4’ Mallozzi (rigore), 14’ Martino, 49’ (rigore) e 94’ Ciotti, 73’ Vuolo

NOTE: Ammoniti: Vuolo, Petrussa, Filosa, Pecorilli.    (nella foto Ivan Prestin)

SEZZE – Inizio in salita per il Calcio Sezze nel girone D del campionato Promozione 2014/2015. Al "Tasciotti" il Lenola si impone 3-2 al termine di un match condizionato da un avvio difficile per i rossoblu. Antonio Gaeta in avvio deve rinunciare a Stefanini e Medoro, entrambi squalificati, e Coia, infortunato durante la rifinitura di sabato (probabile contrattura per l'attaccante di Roccagorga). Il Lenola, dal canto suo, perde Reali durante il riscaldamento. In avvio partono forte gli ospiti, con Martino che già al 2’ spaventa la retroguardia setina. Al 3’ il primo episodio decisivo, con Pecorilli che stende in area Mallozzi costringendo il direttore di gare ad assegnare il penalty che lo stesso attaccante realizza spiazzando Pastro. Sezze non riesce a reagire e al 14’ arriva il raddoppio per il Lenola con Martino, che sfrutta un’indecisione difensiva e batte Pastro con un velenoso pallonetto. L'unica occasione degna di nota per i rossoblu nel primo tempo, seppur caratterizzato da un lungo possesso palla, capita al 37' sul destro di Martelletta, sul quale Berisha si fa trovare pronto e reattivo.  Ad inizio ripresa Gaeta toglie dalla mischia Sartini inserendo Colongi. Al 49’ Vuolo trattiene Martelletta in area su un’azione da corner. Per Bernardini è rigore, che Ciotti trasforma. Al 65’ grande occasione per Lisi servito da Colongi, ma Berisha si supera sul destro a botta sicura dell'attaccante setino. Al 71' occasione per Perna appena entrato, che sfiora la rete con un destro che Berisha respinge in corner. Due minuti più tardi arriva la doccia gelata: Vuolo recupera un pallone sulla trequarti del Sezze, corre palla al piede per cinquanta metri, arriva a tu per tu con Pastro, prova la conclusione e l’estremo setino la respinge, ne prova un’altra e trova di nuovo il guizzo del numero uno del Sezze, poi si inventa una rovesciata che si insacca tra gli applausi dello sportivo pubblico del “Tasciotti”. Sezze è sulle gambe e il Lenola controlla senza ulteriori affanni fino al 4' di recupero, quando una velenosa punizione di Ciotti passa tra un nugolo di gambe e si insacca alle spalle di Berisha per il 2-3 finale.


Mercoledì 27 agosto 2014 - ore 20,30       Stadio Comunale "Augusto Tasciotti"

Calcio Sezze  -  Latina Calcio

La grande serata dell'amichevole con il Latina

Le dichiarazioni dei presidenti e del mister Antonio Gaeta

28 agosto 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

Pubblico delle grandi occasioni, organizzazione impeccabile e una bella partita tra due squadre pronte a raggiungere i propri obiettivi nel corso della stagione ormai alle porte: una vera festa dello sport. Si può sintetizzare così l'amichevole di lusso tra Sezze e Latina che si è disputata mercoledì sera al "Tasciotti". Il primo dato palese è il ritorno del pubblico nell'impianto in località Le Fontane: circa 1.000 gli spettatori che hanno assistito prima ad un'esibizione delle majorettes, poi alla sfilata di tutte le squadre del settore giovanile e della scuola calcio del Sezze. Poi gli occhi di tutti si sono concentrati sul terreno di gioco, dove lo spettacolo non è mancato, con il Latina in forma impeccabile per l'esordio nel torneo cadetto ed il Sezze che, spinto dall'affetto dei tanti sostenitori, è riuscito per larghi tratti del match, soprattutto nel primo tempo, a tenere testa dignitosamente ai nerazzurri di Mario Beretta. Nell'intervallo un altro momento di ringraziamenti con due premi speciali per il presidente del Latina Paola Cavicchi e per l'atleta setino, campione italiano sui 1.500 metri, Mohad Abdikadar. 

Poi di nuovo calcio, con la goleada dei nerazzurri, e alla fine foto ricordo per tutti con i professionisti. Una festa riuscita alla perfezione, grazie all'impegno di dirigenti che per qualche settimana si sono trasformati in factotum, grazie alla collaborazione dell'amministrazione comunale e al lavoro dei tecnici che hanno sistemato le ultime cose fino a qualche minuto dal fischio d'inizio. Al termine della serata ovvia e assolutamente giustificabile la soddisfazione dei due massimi esponenti del Calcio Sezze, i presidenti Roberto Rossi e Marco Gaeta, che hanno spiegato: "Sapevamo che non sarebbe stato facile organizzare tutto alla perfezione, ma possiamo affermare che tutto è andato secondo i piani. Siamo felici di aver riportato il pubblico delle grandi occasioni al Tasciotti ed aver disputato una gara contro una formazione professionista, cosa che non succedeva da oltre venti anni a Sezze. 

Ovviamente ringraziamo chi ha fatto sì che questa serata potesse svolgersi e tutti quelli che si sono dati un gran da fare affinché tutto andasse nel migliore dei modi. Questo - hanno concluso i due presidenti del Sezze - potrebbe essere solo l'inizio di una serie di iniziative che abbiamo intenzione di mettere in campo. Ora ci concentreremo sull'ultimo periodo di preparazione e sull'esordio in campionato, con l'auspicio di poter far bene e di avere una buona parte del pubblico di questa sera anche nelle nostre gare casalinghe di campionato". Festa a parte, comunque, c'è stata la partita, della quale ha parlato il tecnico del Calcio Sezze Antonio Gaeta: "Chiaro - spiega il mister - che non si può valutare la nostra prestazione partendo dal risultato finale. Ma per lunghi tratti, soprattutto nel primo tempo, ho visto una buona squadra, ben messa in campo e reattiva, nonostante le difficoltà oggettive di giocare contro professionisti ben allenati e di fronte ad un pubblico così vasto. Sono contento per i ragazzi che hanno fatto un'esperienza importante e si sono ben comportati al cospetto di una squadra di categoria superiore. Adesso - prosegue il tecnico del Sezze - ci concentreremo sull'ultima parte di preparazione per affrontare nel migliore dei modi i nostri esordi in campionato e in Coppa".

Domani amichevole di lusso al "Tasciotti" contro il Latina

Ieri, intanto, il calendario: Sezze nel girone D

26 agosto 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

È arrivato il giorno di Sezze-Latina. Domani al "Tasciotti" di via Melogrosso i rossoblu ospiteranno i nerazzurri per un'amichevole da non perdere, frutto dell'affiliazione ratificata nel mese di luglio e primo passo verso altre iniziative congiunte tra le società. Prima della gara, il cui fischio d'inizio è programmato per le 20:30, si sarà spazio per una presentazione del settore giovanile del Calcio Sezze. Juniores, Allievi, Giovanissimi e Scuola Calcio, accompagnati dai loro mister e dai dirigenti, sfileranno sulla pista di atletica raccogliendo l'applauso del pubblico in vista dell'inizio dell'attività agonistica. Poi sarà la volta dell'amichevole. La società setina ha comunicato che c'è ancora la disponibilità di tagliandi. Chi cercherà di trovarli nelle prevendite autorizzate avrà tempo di farlo entro la serata di martedì, mentre per chi non ci riuscirà ci sarà la possibilità di rivolgersi al botteghino dello stadio comunale setino (sempre al costo di 10€ per la tribuna) con la speranza di trovarne ancora di disponibili: "E' un'occasione importante - hanno tenuto a dire i due massimi esponenti del Calcio Sezze, i presidenti Marco Gaeta e Roberto Rossi - e contiamo nel pubblico delle grandi occasioni per salutare nel migliore dei modi l'ultima amichevole del Latina prima dell'inizio del campionato di serie B. Siamo riusciti a riportare un club professionistico a giocare al Tasciotti dopo tantissimi anni e siamo convinti che queste iniziative potranno essere ripetute in futuro. Intanto ci preme ringraziare la società del Latina Calcio per l'occasione che ci ha concesso e l'amministrazione comunale di Sezze, che si è resa disponibile nel corso dei preparativi per l'evento". Intanto ieri, 25 agosto, si è tenuta la classica festa del calendari per il campionato di Promozione che prenderà il via il prossimo 7 settembre. Poche sorprese per il Calcio Sezze, inserito nel gruppo D in compagnia di squadre pontine e ciociare. All'esordio la squadra allenata da Antonio Gaeta dovrà vedersela tra le mura amiche del Tasciotti con il Pro Calcio Lenola, poi trasferta a Sonnino contro una squadra piena zeppa di ex, per concludere infine il mese di settembre con il derby casalingo contro il San Michele e la trasferta ad Alatri. Sul calendario il presidente Rossi ha spiegato: "Abbiamo sicuramente una partenza in salita, contro squadre ben attrezzate per fare il salto di categoria, ma sono fiducioso. Dispiace solo che il Sermoneta sia stato inserito nel raggruppamento romano: è una squadra di rilievo ed avrebbe dato ulteriore lustro al nostro girone". Sulla stessa falsariga il presidente Gaeta: "Conosciamo tutti la difficoltà di affrontare il girone ciociaro. Ci sono 3-4 squadre che lotteranno per salire di categoria. Noi - conclude il presidente del Sezze - cercheremo di migliorare la posizione dell'anno scorso. Sappiamo che non sarà facile, ma abbiamo lavorato proprio in questa direzione". Ma intanto si pensa al Latina e a rodare alcuni meccanismi in vista delle partite che contano.


Amichevole di lusso per il Sezze con il Latina Calcio

Mercoledì 27 agosto allo stadio "Augusto Tasciotti" ore 20,30

16 agosto 2014- addetto stampa Simone Di Giulio  

Arriva il regalo che tutti i tifosi del Sezze avrebbero voluto ricevere: la società Calcio Sezze ha infatti comunicato di aver trovato un accordo con la dirigenza del Latina Calcio per disputare una partita amichevole che si giocherà il prossimo 27 agosto alle 20:30, il mercoledì che precede la prima giornata del campionato di serie B, che vedrà i nerazzurri impegnati contro il Novara, dopo che Collegio di Garanzia del Coni ha ammesso il ricorso presentato dai piemontesi. L'incontro è solo un primo passo dell'affiliazione che le due società hanno stipulato qualche settimana fa. Al termine degli incontri tra i vertici societari i presidenti del Latina, Paola Cavicchi e Pasquale Maietta, e i presidenti del Sezze, Marco Gaeta e Roberto Rossi, hanno stipulato l'accordo di affiliazione tra le due società e l'amichevole si inquadra proprio in questo progetto di collaborazione. Dopo tantissimi anni l'impianto "Augusto Tasciotti" tornerà ad ospitare una formazione professionista, un'occasione più unica che rara per tifosi e appassionati per vedere da vicino la compagine nerazzurra, a soli 3 giorni dall'inizio del campionato cadetto. Ovvia e motivata la soddisfazione dei massimi dirigenti del Calcio Sezze, Roberto Rossi e Marco Gaeta, che all'unisono hanno affermato: "Siamo veramente contenti che la società del Latina Calcio abbia accettato di disputare questa amichevole, sulla cui organizzazione ci stiamo dedicando da oltre un mese. Abbiamo dovuto aspettare l'ufficialità dei campionati di serie B per stabilire la data esatta, ma adesso ci siamo. Non possiamo che ringraziare la dirigenza del Latina per l'opportunità che ci ha concesso. Adesso - spiegano i due presidenti del Sezze - proseguiremo per mettere a posto la macchina organizzativa per questo importantissimo evento e speriamo che il pubblico apprezzi i nostri sforzi riempiendo la tribuna dello stadio comunale. In ultimo - concludono i presidenti - vorremo ringraziare l'amministrazione comunale di Sezze e le Forze dell'Ordine che non faranno sicuramente mancare il loro supporto per la riuscita dell'evento". Il materiale informativo e i biglietti stanno per essere lanciati nei vari punti destinati alla prevendita. Il prezzo di ogni singolo tagliando è stato fissato a 10€ ed è limitato alla capienza della tribuna del "Tasciotti", anche se i responsabili stanno studiando alcune soluzioni per permettere a quante più persone possibile di poter vedere la partita e tutti gli eventi programmati per il tardo pomeriggio e la serata del 27 agosto.  

I tagliandi per la partita CALCIO SEZZE - LATINA CALCIO, saranno disponibili presso i seguenti punti vendita:

ANTIPODI VIAGGI SRL, Piazza Caduti in guerra 1, Cisterna di Latina (LT)

Telefono: 0696020066

PRIVER TRAVEL AND TOUR, Via C.Battisti 25, Priverno (LT)

Telefono: 0773903903

NONNA ORGILLA Bar Pizzeria, Via Circonvallazione 28, Maenza (LT)

Telefono: 0773951139

CAFFE' LA MERIDIANA di Gianfilippo Cirulli, Corso della Repubblica 78, Sezze scalo (LT)

Telefono: 3775118908

BILLY BAR, via Bassiano 143/145, Sezze (LT)

Telefono: 0773804407

ALCESTE Bar Pasticceria, Piazza Indipendenza, Pontinia (LT)

Telefono: 0773866869

CENTRAL CAFE', Via San Leonardo 1, Sezze (LT)

Telefono: 3393383285

IL TOSCANO Tabaccheria, Via della Stazione 184, Latina Scalo


Calcio Sezze, al via i lavori per la stagione 2014-15

Parte la preparazione dei ragazzi allenati da Antonio Gaeta

5 agosto 2014- addetto stampa Simone Di Giulio

Ha preso ufficialmente il via lunedì 4 agosto alle 16 la stagione 2014/2015 del Calcio Sezze. I giocatori, agli ordini del nuovo tecnico Antonio Gaeta, si sono ritrovati allo stadio "Augusto Tasciotti" per dare inizio alla preparazione in vista del campionato che inizierà tra un mese. Giocatori già conosciuti e apprezzati dal pubblico setino, molti giovani provenienti dal ricco vivaio della società presieduta da Marco Gaeta e Roberto Rossi e tanti volti nuovi hanno "assaggiato" per la prima volta il terreno verde dell'impianto di via Melogrosso. Unici assenti, peraltro giustificati, il portiere Angelo Stefanini e l'altro nuovo arrivato Luca Petrussa, ancora alle prese con piccoli fastidio muscolari che comunque non impediranno ad entrambi di iniziare la preparazione già durante questa settimana. Le prime impressioni ed il clima respirato nella prima sgambatura al "Tasciotti" sembrano positive, con società, staff tecnico, mister e giocatori convinti che questo sia una sorta di anno zero per il calcio setino, con un progetto che va oltre il semplice agonismo, ma che cercherà di coinvolgere imprenditori, amministrazione comunale e, soprattutto, tifosi, che si spera torneranno a riempire lo stadio in località Le Fontane. Dopo il campo la società ha deciso di portare i giocatori e lo staff presso il Ristorante "Da Barbitto", dove i dirigenti hanno avuto un colloquio con i giocatori. I nuovi arrivati (Angelo Stefanini, Luca Petrussa, Giuseppe Medoro, Ivan Pestrin e Alessandro Coia) si sono presentati pubblicamente ai loro compagni, mentre gli onori di casa sono stati fatti dai presidenti Roberto Rossi e Marco Gaeta, dal vicepresidente Renato Gori, dal direttore generale Fabrizio Di Emma e dal dirigente Cristian Calvano, oltre, naturalmente, dalla 'vecchia guardia' rossoblu: Giuseppe Pecorilli, Marco Martelletta e Giovanni Di Trapano. Importanti, in questo momento, le parole del tecnico Antonio Gaeta. Il mister ha ringraziato per la fiducia riposta nei suoi confronti dalla società ed ha dichiarato: "Presto, prestissimo, per dire che tipo di campionato ci attenderà. Certamente il mio obiettivo sarà quello di formare una squadra propositiva, che cerchi di costruire e che non si limiti ad aspettare gli eventi. Dal primo approccio - ha assicurato il mister - posso dire che siamo una rosa ben assortita, eterogenea, composta da giocatori maturi che conoscono bene questi campionati e da giovani pieni di talento che potranno sicuramente darci la spinta in più per fare bene". La squadra proseguirà nella preparazione in attesa del programma completo delle amichevoli estive che sarà presto comunicato.